lunedì 14 marzo 2016

Red Planet Reconnaissance: Guarda 10 anni di esplorazione su Marte



GPD 
veteranstoday

NASA Mars Reconnaissance Orbiter della NASA ©





Dieci anni dopo il Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) è stato inviato sul pianeta rosso, la NASA sta rammentando a tutti il grande progresso nell'abilità che si è fatto nell'esplorazione dello spazio.
Dotato di una delle più grandi e potenti telecamere mai inviate nello spazio, la MRO ha rimandato 264 terabyte di dati, tra cui le incredibili 216.000 immagini della superficie aliena di Marte 





Ha catturato le immagini di tutto ciò che le è passato davanti  dalle valanghe su Marte ai violente tempeste chiamate "Dust Devil" alle bizzarre formazioni rocciose.







Celebrando uno dei più lunghi ininterrotti  studi sul congelamento e sull'aridità che rende sterile il pianeta, la NASA ha compilato un accurato video di due minuti e mezzo, che riassume i risultati del Orbiter.

La scoperta comprende la prova sulle rocce'' Yardangs "-  formate dall'erosione eolica - così come le immagini ravvicinate estreme del Gale Crater.


© NASA

Il cratere è strutturato in modo strano, con 154 km di diametro, è il risultato dello schianto di una meteorite sul pianeta circa 3,8 miliardi di anni fa. E' stato inoltre anche il sito di atterraggio del Rover Curiosity su Marte nel mese di agosto del 2012.

Le condizioni atmosferiche ghiacciate sono state anche oggetto delle lenti di MRO, che ha fotografato le gole poco profonde e i crateri, da impatto di asteroidi, ricoperti di anidride carbonica ghiacciata.

© NASA© NASA

"Questa missione ci ha aiutato ad apprezzare quanto Marte - un pianeta che è molto cambiato nel corso del tempo - continui a modificarsi oggi", ha detto lo scienziato della NASA MRO Rich Zurek in un comunicato.

Il 10 marzo 2006,  il satellite di grandi dimensioni ha completato un viaggio di sette mesi verso il pianeta rosso, e attualmente utilizzato per individuare i potenziali punti di atterraggio per i primi esploratori umani.



L'agenzia spaziale degli Stati Uniti ha recentemente rilasciato -in ritardo- una nuova data di lancio per una missione per scavare sotto la superficie del pianeta.

La Insight Mars Lander sarebbe dovuta partire per il suo volo quest'anno. Per quanto, una perdita intorno a tre sensori principali ha significato che fosse improbabile resistere alle condizioni di freddo estremo del pianeta.

La NASA ora spera di lanciarlo nel maggio, 2018.



"La ricerca serve a studiare l'interno della superficie di Marte che è stato un obiettivo da lunga data per gli scienziati planetari da decenni. Siamo entusiasti di essere di nuovo sulla strada di un lancio ", riporta una comunicazione  della NASA.
L'intoppo del traffico è in contrasto con il progetto congiunto di UE e ExoMars russi, che mirano a cercare la vita aliena e perforare più in profondità la superficie del pianeta che mai.

La missione dell'Agenzia Spaziale Europea con il lancio di oggi lunedì 14 marzo 2015 vedrà la sonda Schiaparelli esaminare gli strati sottostanti della superficie rocciosa di Marte , mentre un Orbiter perlustra l'atmosfera per i "gas di importanza biologica" .

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!