mercoledì 23 marzo 2016

WIKILEAKS ESPONE HILLARY CLINTON A UN ENORME RILASCIO DI E-MAIL PRIVATE E ACCUSA FACEBOOK DI CENSURARLE

thelastamericanvagabond 


( CE ) Non molto tempo fa, Hillary Clinton è stata bandita per l'ipocrisia e la corruzione, per i 3.000 messaggi di posta elettronica che sono stati rilasciati dal suo server di posta elettronica privato alla fine di dicembre del 2015. Le e-mail sono dettagliate sul fatto che l'intervento violento in Libia non era affatto necessario, e che l'invasione non serviva per la protezione del popolo da un dittatore, ma, era solo una questione di soldi, banche, petrolio, e per impedire la sovranità economica africana. Si può leggere di più su questo qui .

Ora la Clinton è stata messa di nuovo sotto accusa, questa volta per le email ha inviato mentre prestava servizio come Segretario di Stato. Se non avete già sentito parlare (nessun media mainstream sembra averne riconosciuto), Wikileaks ha pubblicato un archivio consultabile di 30.322 e-mail di posta elettronica estratte da un account privato che stava usando in quel periodo. I messaggi sono stati resi facilmente disponibili in un format di ricerca .

Pochi giorni dopo, WikiLeaks ha accusato il gigante dei socialmedia Facebook di censurare e bloccare deliberatamente l'accesso del post.

Ecco cosa anti-Media aveva da dire circa il rilascio:
La inquietante, anche se affascinante rivelazione su chi c'è nel letto dei saloni del potere globale si è espanso fino a includere Facebook, secondo Wikileaks. L'organizzazione ha accusato il sito di social networking di censura, dicendo che Facebook sta bloccando l'accesso agli utenti gli ultimi invii sulla Clinton.


IL PROBLEMA CON LA POLITICA E' CHE NESSUNO PARLA MAI

Innumerevoli politici e Presidenti hanno detto al mondo, più e più volte, che una 'mano invisibile' il governo 'invisibile' è veramente in carica, e che questo governo 'ombra' è esentato dalla stessa legge, può fare qualsiasi cosa voglia, mentre accumula enormi quantità di potere e  perpetua il complesso militare-industriale. Questo conglomerato non identificato controlla l'intero processo politico - non i capi di stato - che probabilmente è come il Presidente Roosevelt ci ha detto che i presidenti sono "scelti, non eletti."

Qui di seguito è una dichiarazione del senatore William Jenner, datato dal Congresso nel 1954:
Oggi il percorso della dittatura totale negli USA può essere posta con mezzi strettamente giuridici, invisibili e inuditi dal Congresso, dal Presidente, o dal popolo. . . . Abbiamo un gruppo di azione politica ben organizzato in questo paese, determinato a distruggere la nostra Costituzione e stabilire uno stato a partito unico. Esso opera in segreto, in silenzio, e continua a trasformare il nostro governo. . . [E] questo avviene da un élite senza scrupoli in cerca di potere si tratta della malattia del nostro secolo. Questo gruppo non deve rispondere né al Presidente, né al Congresso, né ai Tribunali. È praticamente inamovibile  ( Fonte )
Per ulteriori dichiarazioni come quella di cui sopra, da vari presidenti e politici, si può cliccare qui .

Bernie Sanders ha recentemente fatto questo punto pure, rivelando al popolo americano, senza mezzi termini, quanto poco i presidenti di potenza hanno veramente:
A prescindere da chi viene eletto come Presidente, quella persona non sarà in grado di affrontare gli enormi problemi che affliggono le famiglie dei lavoratori del nostro paese. Loro non saranno in grado di riuscirvi perché il potere della imprenditorialità Americana, il potere di Wall Street, il potere dei volontari della campagna è così grande che nessun presidente da solo può resistere a loro. ( Fonte )
Purtroppo, la teoria comune che democratici e repubblicani non sono altro che due ali dello stesso gabbiano, che condividono la stessa traiettoria di volo, sembra essere vera. Se c'è un grande problema l'intero processo politico, ci dà l'illusione della democrazia. Pensateci: Votare fa davvero alcuna sorta di differenza? Con l'intero sistema politico americano che è nelle mani di un piccolo novero di persone e con le corporation a gestire, il tutto tenuto insieme dalle mega banche, a che serve l'elezione di un Presidente che non ha assolutamente alcun potere?

Anche se hanno l'influenza, la maggior parte sono comprati e pagati dai loro sponsor, e molti si impegnano in attività che sono nascoste dalla conoscenza del pubblico; queste e-mail di Hillary sono un grande esempio di questo. Viviamo in un mondo di segretezza, quella in cui sono condannati gli sforzi di trasparenza come quelle di Julian Assange e Edward Snowden. Che razza di democrazia è questa? Il fatto è che la verità minaccia l'intero sistema di controllo, minaccia gli interessi della élite globale, e minaccia la loro capacità di tenerci tranquilli.

La politica è diventata un mondo di segretezza, in cui pochi cittadini hanno alcuna idea reale di ciò che sta realmente accadendo. L'esigenza di maggiore sicurezza nazionale ha fornito la giustificazione per tali segreti, e come ci ha avvertito il Presidente Kennedy, questa costante, accresciuta esigenza di sicurezza è stato colto al volo da parte di coloro che continuano ad abusare del potere che li offre. Dwight Eisenhower inoltre ci ha avvertito circa l'enorme potenziale del potere fuori luogo all'interno del complesso militare industriale.

Ancora una volta, i politici possono essere in grado di influenzare alcuni pezzi di legislatura qua e là, ma in ultima analisi, le corporation detengono un così grande  potere sulla politica governativa che il principale corpo legislativo è raramente fatto passare attraverso un processo realmente democratico. Anche se lo fanno passare, favorisce generalmente le grandi multinazionali. Il Pacific Partnership Trans ( TTP ) è un grande esempio di questo.  Ogni anno abbiamo sperimentato la stessa cosa -  abbiamo sentito le stesse promesse, siamo martellati con false speranze, e poi abbiamo messo il nostro desiderio di cambiamento nelle mani di altri. Eleggere un presidente attualmente è un genere di gesto piuttosto nullo.
"Dietro l'apparente governo troneggia un governo invisibile che  a causa dell'infedeltà non riconosce alcuna onere al      popolo".  ( Fonte ) - Presidente Roosevelt

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!