giovedì 7 aprile 2016

Misterioso pianeta espulso da buco nero al centro della galassia potrebbe prossimamente collidere con la Terra

Sorcha Faal

 Il nuovo pianeta, cerchiato in bianco, si muove attraverso un campo di stelle il 21 ottobre 2003. Le tre foto sono state scattate a circa 90 minuti l'uno dall'altro. 
Un nuovo rapporto di 737 pagine letterali, ci fa spremere le meningi, circola nel Cremlino preparato dall'Aerospace Defence Forces ( ADF ), hanno confermato lo scorso gennaio  che scienziati del California Institute of Technology ( Caltech )  e del National Aeronautics and Space Administration (NASA)   hanno scoperto nel 2005 un nuovo pianeta nel nostro sistema solare è stato confermato essere collegato alle informazioni fornite alla Federazione da due esperti del programma spaziale americano, nel corso degli ultimi 17 anni ci hanno messo in guardia sulla nostra Terra che è sotto " minaccia di distruzione " e che i " miti del nostro passato " dovrebbero essere creduti.



Secondo il rapporto, all'inizio del 1999, la Federazione (nella sua ambasciata di Washington DC) ha ricevuto un non richiesto, " tesoro di documenti " dallo Kennedy Space Center ( KSC ) da un programmatore di computer di nome Lloyd Albright che ha dichiarato di aver fatto parte di un team di esperti con il compito di compilare dei dati sulle minacce poste di navette spaziali USA e dai detriti ritenuti in avvicinamento sulla Terra, l'impatto del luglio 1994 sulla superficie del pianeta Giove della cometa Shoemaker-Levy 9 - la NASA aveva calcolato  che quell'oggetto avrebbe impiegato 5 anni da Giove alla terra.



Le informazioni di Albright, continua il rapporto , non hanno mostrato " minacce dirette da navette spaziali di voli nel 1999, ma ha previsto la possibilità di " interferenze di detriti " dalla " regione di Giove " con la nostra Terra, che si sono verificate dalla fine del 2002 ai primi del 2003 e coincise con il 1 febbraio 2003 con la distruzione della navetta spaziale Columbia quando ha tentato il rientro nell'atmosfera terrestre.

La maggior parte dei " sorprendenti / allarmanti " informazioni di Albright, però, dice il rapporto, sono stati i calcoli del computer della NASA relativi ad un " enorme / grande " disturbo " oggetto " che si trova nella fascia degli asteroidi tra i pianeti Marte e Giove che potrebbero essere causati solo da l'interferenza di una non ancora identificata grande forza gravitazionale, cioè un pianeta sconosciuto.

Poco dopo che la Federazione aver ricevuto le informazioni di Albright , continua il rapporto, le agenzie di stampa americane hanno riportato, nel mese di agosto del 1999, che era stato arrestato nello Stato dell'Ohio dove lo avevano trovato vivere in una grotta a causa di suoi timori che una meteora stesse per colpire la Terra e provocare uno tsunami distruttivo con onda di 60 metri (200 piedi) di altezza, tutte le informazioni successive su di lui, dice la relazione ADF, restano altamente riservate.

A seguito di " avvisi / sospetti "  di Albright dati alla Federazione nel 1999, continua il rapporto, il 2 febbraio 2007, l'astronauta degli Stati Uniti e della Marina capitano Lisa Nowak " si è presentata " alla Ambasciata della Federazione a Città del Messico, dove ha rilasciato una lunga intervista, (in teleconferenza) con scienziati del ADF, dove ha dettagliato la sua missione dello Space shuttle Discovery del 04-17 luglio 2006 affermando che " tutto ciò è noto ormai ", " Plutone sta per passare/andare ", "Giove sarà il primo a passare ", " nessuno dirà la verità ", e anche se " non ho mai creduto nella Bibbia, ora ci devo credere".

astronauta USA Lisa Nowak
Al ritorno del Capitano Nowak negli Stati Uniti da Città del Messico, dice la relazione, pochi giorni dopo è stata arrestata in Florida con l'accusa di tentato sequestro della sua amante, lesbica, un ingegnere della US Air Force,  e ben presto hanno aggiornato come tentato omicidio. Nel 2009, tuttavia, dice il  rapporto, il Capitano Nowak si è dichiarata colpevole di accuse minori ed è stata condannata a 1 anno con libertà vigilata, nel 2010 è stata retrocessa da Capitano a Comandante e dimessa dalla Marina degli Stati Uniti, nel 2011, tutte le registarzioni sul suo caso sono state segretate -e tutte le informazioni successive su di lei, in questo rapporto di ADF rimangono altamente classificate.

La complicazioni di sintetizzare , questo enorme rapporto di ADF, su Albright  e il contributo del Capitano Nowak , è impressionante a causa della complessità della informazioni scientifiche svelate e le parti altamente classificate che non hanno permesso di essere pubblicate e svelate in toto, ma la sua essenzialaità indispensabile, è quello che dice:
Sia Albright che il Capitano Nowak hanno fornito prove dettagliate, alla Federazione, sulla conoscenza della NASA di nuovo pianeta nel nostro sistema, con la missione spaziale Shuttle 2006 il Capitano Nowak fornisce la prova conclusiva di questo nuovo soggetto solare. 
Il Capitano Nowak ha fornito l'ulteriore prova che alla NASA temevano che altri scienziati di tutto il mondo avessero ben presto scoperto questo nuovo pianeta,  che cosa hanno fatto al fine di lasciare il pubblico " confuso / non-informato ", hanno  " degradato / declassato" Plutone dall'essere un pianeta, il 13 settembre 2006 , dopo i risultati scientifici della missione spaziale Shuttle di luglio 2006 sono stati confermati, con la motivazione che potevano cambiare i loro dati del 2005 su un 10° pianeta , per essere poi riconosciuto come facente parte del nostro sistema solare un 9° pianeta (#)-la distinzione è che se questo nuovo pianeta viene chiamato 10°, i toni biblici e mitologici del pubblico diventerebbero impossibile da controllare.


il 10° pianeta conosciuto nel corso della storia come Nibiru, Assenzio, Tiamat, Planet X

C'è anche da notare dalle informazioni di Albright e del Capitano Nowak , utilizzate da ADF nella presente relazione, sono stati i calcoli della NASA che hanno fornito e mostrato che Giove sarebbe stato sotto una crescente " aggressione / attacco " da parte di questo nuovo pianeta, è stato confermato nel 1994 quando la cometa Shoemaker-Levy 9 lo ha colpito, e anche altri attacchi si sono verificati nel 2009 , e nel 2012 , e proprio la settimana scorsa nel 2016 - tutti loro danno " credito / peso " agli avvisi del Capitano Nowak del 2007 dati a  ​​scienziati di ADF che " Giove sarebbe il primo a passare ".



Quanto a da dove, questo misterioso nuovo pianeta, viene  (ed è solo il 3° " vero pianeta " scoperto fin dai tempi antichi ), gli scienziati di ADF dicono in questo rapporto, dal centro della nostra Via Lattea -ed è su un percorso orbitale verso di noi di quasi 5 miliardi di anni.

Le prove a sostegno di questa affermazione di ADF, continua il rapporto, è stata confermata lo scorso novembre (2015) quando la NASA " dimostra " che appare nei loro telescopi, a quasi 5 miliardi di anni nel passato, tra cui nel Nuclear Spectroscopic Telescope Array  ( NuSTAR ), ed ha osservato l'impossibile che non era mai accaduto prima di allora, un enorme oggetto espulso dal buco nero supermassiccio al centro della nostra galassia ha così tanta energia che scienziati della NASA possono paragonare solo l'energia totale che viene emessa da tuta la galassia .


JPL, NASA immagine del telescopio di oggetto misterioso espulso dal buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea

L'età della nostra Terra viene generalmente accettato essere 4,54 miliardi di anni, con un margine di errore di 50 milioni di anni , dice il rapporto, questo oggetto misterioso espulso dal centro della nostra galassia potrebbe benissimo ora entrare nel nostro sistema solare , ma è anche probabile che sia il nuovo pianeta di cui Caltech ha recentemente annunciato la scoperta.

Ma non tutta la scienza a detta degli scienziati ADF fanno di questo una sorprendente supposizione, ma piuttosto anche antichi miti, soprattutto perché questo misterioso nuovo pianeta ha avuto origine dal buco nero supermassiccio al centro della nostra galassia a Sagittarius A * in prossimità delle costellazioni del Sagittario e dello Scorpione .

A differenza degli scienziati occidentali che scartano l'antica conoscenza del nostro mondo, gli scienziati russi esaminano questi antichi miti per trovare, se è il caso, le loro connessioni con le moderne scoperte- che in questo caso particolare, come nei dettagli del report, li porta a più antiche storie del nostro mondo per quanto riguarda la costellazione del Sagittario-che i babilonesi identificano come il dio Nergal , una strana creatura simile al centauro che sferra una freccia da un arco ritratta da inni e miti come un dio della guerra e peste e la divinità che presiede inferi e di cui la Bibbia ebraica ci ha messo in guardia .



E nella sua conclusione piuttosto spaventosa, gli scienziati ADF notano che nella epica creazione più antica del mondo, la babilonese Enûma Eliš (Elish), il più familiare Libro della Genesi si basa, sia sulla Terra che sul suo " distruttore " (la nuova scoperta del pianeta creduto espulso dal buco nero supermassiccio al centro della nostra galassia) " nascono ", allo stesso tempo, e si incontreranno negli ultimi giorni in cui il giudizio finale arriverà, e come la maggior parte ampiamente conosciuta dal libro della Rivelazione della Bibbia che avverte :
" 10 E il terzo angelo suonò la sua tromba. E cadde dal cielo una grande stella ardente come una lampada, e cadde su un terzo dei fiumi e sulle fonti delle acque.  
11 E il nome della stella è Assenzio. E un terzo delle acque si mutò in assenzio e molti degli uomini morirono a causa delle acque, perché queste erano state rese amare. 
12 E il quarto angelo suonò la sua tromba. E fu colpito un terzo del sole e un terzo della luna e un terzo delle stelle, affinché un terzo d’essi si oscurasse e il giorno non si illuminasse per un terzo, e similmente la notte.. "



Aprile 4, 2016 © UE e USA Tutti i diritti riservati. Il permesso di utilizzare questo rapporto nella sua interezza è concesso a condizione sia citata la sua fonte originale  WhatDoesItMean.Com. Contenuti freebase sotto licenza CC-BY e GFDL .

Note di SD


#L'oggetto, che i ricercatori hanno soprannominato Planet Nine, ha una massa di circa 10 volte quella della Terra e orbita circa 20 volte più lontano dal Sole, in media, di quanto non faccia  Nettuno (che orbita intorno al Sole ad una distanza media di 2,8 miliardi di miglia). In realtà, ci vorrebbero per questo nuovo pianeta tra i 10.000 e i 20.000 anni per fare una orbita completa intorno al sole. -  http://www.caltech.edu/news/caltech-researchers-find-evidence-real-ninth-planet-49523#sthash.y8nM0Lcd.dpuf


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!