venerdì 6 maggio 2016

IL DIRETTORE DELLA CIA AFFERMA CHE IL RILASCIO DELLE 28 PAGINE DEL REPORT SUI FATTI DEL 9/11 COMPROMETTONO "METODI SENSIBILI"


Insiste che non c'è alcuna "prova evidente" sul coinvolgimento dei sauditi nell'attacco terrorista


Kurt Nimmo 

Infowars.com  








Il Direttore della CIA John Brennan ha detto  Domenica che il rilascio di parti delle 28 pagine del rapporto sui fatti del 9/11, alias National Commission on Terrorist Attacks Upon the United Statesi, comprometterebbe i "metodi sensibili" e le "azioni investigative" utilizzate dal governo


_

Brennan ha detto che il capitolo mancante non è stato rilasciato al pubblico, perché non è stato controllato e confermato. Egli ha aggiunto che il rilascio delle informazioni sarebbe state utilizzate dai nemici della Arabia Saudita.

"Penso che ci sia una combinazione di cose che sono sia precise che imprecise [nella relazione]", ha detto Brennan. "Credo che la Commissione ha preso  nella ricerca congiunta e di quelle 28 pagine o giù di lì sui fatti del 9/11 che in seguito attraverso le indagini e poi è uscito con un giudizio molto chiaro che non vi era alcuna prova che ... il governo saudita come istituzione o funzionari o individui sauditi avevano fornito sostegno finanziario ad al Qaeda. "
Mentre vi sono scarse informazioni disponibili che implicano il governo saudita direttamente nel favoreggiamento di al-Qaeda, non ci sono prove sufficienti che il regno verde ha finanziato privatamente  al-Qaeda, i talebani e Lashkar-e-Taiba, un gruppo terrorista con base in Pakistan Kashmir -administered.

L'Arabia finanzia privatamente ​​il terrorismo, è stato letto in un memo attribuito a Hillary Clinton quando era Segretario di Stato.

"C'è ancora molto da fare dal momento che l'Arabia Saudita resta una base di sostegno finanziario fondamentale per al-Qaeda, i talebani, LeT e di altri gruppi terroristici", un segreto su un memo del dicembre 2009 firmato dal segretario di stato  Clinton
"I donatori della Arabia Saudita costituiscono la più significativa fonte di finanziamento a gruppi terroristici sunniti in tutto il mondo," ha detto. "E' stata una sfida continua convincere i funzionari sauditi per trattare il finanziamento del terrorismo proveniente dall'Arabia Saudita come una priorità strategica."
Il memo è parte di una cache di dispacci diplomatici diffusi da WikiLeaks.

Un rapporto del ispettore generale della CIA uscito l'anno scorso affronta i cosiddetti "fallimenti dell'intelligence" che portarono all'attacco e cancella il governo saudita. Il rapporto della CIA è stato reso pubblico alcuni giorni dopo il senatore Rand Paul del Kentucky che ha introdotto un disegno di legge per dar libera lettura alle pagine 28.

Nonostante l'affermazione che il governo saudita non è stato coinvolto negli attacchi, ci sono prove sufficienti a dimostrare un rapporto saudita per i presunti dirottatori.(Vedi il nostro "Ecco ciò che non sarà incluso nelle 28 pagine del  9/11 . ")


L'Arabia Saudita insiste di non essere coinvolta nell'attacco e ha minacciato di vendere centinaia di miliardi di dollari di beni americani se passasse un disegno di legge sostenuto dei membri del Senato e della Camera sul rilascio delle pagine 28 .  Obama ha fatto pressioni contro l'approvazione  della legge.




Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!