martedì 28 giugno 2016

Haaretz conferma: la Gran Bretagna opera come fantoccio di Israele nell'UE

Gilad Atzmon
gilad.co.uk/

















di Gilad Atzmon

"Con Brexit, Israele perde una risorsa importante nell'Unione europea," riferisce Haaretz .
"La Gran Bretagna ha contribuito a moderare e bilanciare le decisioni dell'UE riguardo al processo di pace, sulle critiche pesanti e ha sfruttato gli Stati membri nei confronti delle posizioni anti-Israele che agivano alle Nazioni Unite; ora la solidarietà alla causa palestinese potrebbe diventare dominante. " 
Gli israeliani hanno iniziato a riconoscere che lo Stato ebraico: ". Ha perso una risorsa significativa nell'Unione europea ..., la Gran Bretagna lasciando, non servirebbe più agli interessi di Israele, in particolare sulla questione palestinese"
Ma perché la Gran Bretagna era una risorsa di Israele? Come è avvenuto che la Gran Bretagna sia stata ridotta ad agire come una colonia israeliana? Semplice. gli affari esteri britannici sono dominati dalla lobby ebraica.
Secondo il giornale israeliano, il PM David Cameron ha incontrato i leader della comunità ebraica a Londra pochi giorni prima del referendum. Cameron ha chiesto agli oligarchi ebrei, "vuoi che la Gran Bretagna - il più grande amico di Israele -  boicotti gli oppositori della campagna per il disinvestimento e  sanzioni antisraeliane, o  ci volete fuori dalle camere, incapaci di influenzare le discussioni che vi si svolgono"
Almeno il 52% dei britannici si sentivano trascurati dal governo Cameron. Chiaramente i leader della comunità ebraica non lo erano. I loro interessi stranieri sono sempre stati ben curati.

Tuttavia, gli ebrei non erano del tutto convinti dalla richiesta di Cameron. "Non pochi dei partecipanti alle discussioni hanno sostenuto che la Gran Bretagna lasciando la UE sarebbe in realtà asservita agli interessi di Israele." Il funzionario ha citato un argomento secondo il quale "l'abbandono della Gran Bretagna potrebbe notevolmente indebolire l'Unione europea e le sue istituzioni, ridotto la sua influenza internazionale, e prendere tormentate decisioni sulla questione israelo-palestinese ". Un altro argomento è che" l'abbandono della Gran Bretagna metterebbe a repentaglio la stabilità dell'Unione europea, le richieste delle istituzioni e dei membri nel voler dirigere le energie  all'unificazione dei ranghi, invece del conflitto israelo-palestinese ".

Forse Bruxelles ha bisogno di familiarizzare con gli elementi della lobby ebraica all'interno  del Regno Unito che cerca di indebolire o addirittura sciogliere l'UE. Credo che gli inglesi possano vedere, da se stessi, che i loro politici hanno più volte compromesso i loro interessi nazionali. L'emergere di personaggi come Boris Johnson, Michael Gove e Theresa May non modificano l'intenzione di cambiamento di questi fatti. La stampa israeliana ha già confermato che questi tre personaggi sono i più appassionati devoti sionisti del Regno Unito e oltre.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!