domenica 31 luglio 2016

Hillary se eletta Presidente: Pronta a rifornire di armi e jihadisti la Siria?

daniel mcadams
ronpaulinstitute.org

Hillary con i suoi amici Jihadisti e ISIS



Secondo il consigliere di politica estera di Hillary Clinton, Jeremy Bash, se la Clinton viene eletta ordina un "re-set" della politica degli Stati Uniti verso la Siria per sottolineare la sua natura "assassina" del regime di Assad. Come riporta il Telegraph , Hillary Clinton infonderà nuova vita nel campo di battaglia " per caccaiare Assad ". Lei  probabilmente lancerà una vera e propria invasione , con la  US Army,  della Siria.

Dice Bash:
L'amministrazione Clinton non indietreggia e rende chiaro al mondo esattamente ciò che è il regime di Assad. Si tratta di un regime assassino che viola i diritti umani;  che viola il diritto internazionale; usa armi chimiche  contro il suo stesso popolo; uccide centinaia di migliaia di persone, tra cui decine di migliaia di bambini.
Sostiene ovviamente che Assad ha usato armi chimiche contro il suo popolo e da molto tempo è stata confutata ai neocon cri de guerre per spingere Obama in un attacco contro il governo siriano. L'attacco del 2013 con  i gas vicino a Ghouta era probabilmente una provocazione dei ribelli che speravano di coinvolgere direttamente gli USA nella loro lotta.

Questi "ha gasato il suo stesso popolo" è la linea della versione siriana su Saddam "WMD", una bugia ripetuta at  infinitum per farne un caso per la guerra.

Per quanto riguarda la violazione del diritto internazionale, per due interi anni l'intervento degli USA in Siria è in palese violazione del diritto internazionale. Gli Stati Uniti non hanno alcun diritto legale di bombardare la Siria.

Il consulente della Clinton ci informa che in qualità di presidente il suo capo implicherebbe gli Stati Uniti negli affari di tutti gli altri paesi: "la Clinton ritiene che i problemi di tutto il mondo possono essere più facilmente risolti se vi partecipa l'America in ciascuno di questi problemi o crisi", ha detto al Telegraph

Se Hillary diventa presidente e ottiene  il via libera sulla Siria dopo il " re-set "  i primi a beneficiarne saranno gli islamisti radicali. Letteralmente Non vi è alcun laica, opposizione moderata al governo di Assad.
Come facciamo a sapere che i jihadisti saranno in cima [ai suoi progetti]? Il suo ultimo grande intervento, la "liberazione" della Libia dovrebbe essere il precedente. Gheddafi era un angelo, ma fino a poco prima di essere rovesciato era alleato di Washington, una controparte secolare strisciante islamizzazione della regione. Dopo la "liberazione"  del 2011 fortemente voluta da Hillary, la Libia si è trasformata in un inferno di competizioni tra milizie islamiche radicali e signori della guerra. 
ISIS e al-Qaeda erano sconosciuti in Libia prima che Hillary ci mettesse le mani sopra. Ora è completamente marcio con loro, in balia del CAOS.

Quando si tratta di Siria, per Hillary significa guerra.

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!