mercoledì 2 novembre 2016

I palestinesi chiedono che vengano emesse le scuse ufficiali del Regno Unito per l'apologia della "Dichiarazione Balfour"

Edmondo Burr

I palestinesi chiedono gli vengano date le scuse, per la Dichiarazione Balfour del  2 Novembre 1917 , dove si promette il sostegno britannico alla creazione di Israele

La lettera inviata da Balfour a Rothschild  "rappresentante" degli ebrei e dei sionisti in Gran Bretagna
La dichiarazione Balfour del 2 novembre 1917 è documento ufficiale della politica del governo britannico in merito alla spartizione dell'Impero Ottomano all'indomani della prima guerra mondiale.[1] Si tratta di una lettera, scritta dall'allora ministro degli esteri inglese Arthur Balfour a Lord Rothschild, inteso come principale rappresentante della comunità ebraica inglese, e referente del movimento sionista, con la quale il governo britannico affermava di guardare con favore alla creazione di un "focolare ebraico" in Palestina, in vista della colonizzazione ebraica del suo territorio. Tale posizione del governo emerse all'interno della riunione di gabinetto del 31 ottobre 1917.
La Dichiarazione Balfour successivamente fu inserita all'interno del Trattato di Sèvres che stabiliva la fine delle ostilità con la Turchia e assegnava la Palestina al Regno Unito (successivamente titolare del Mandato della Palestina).
Il documento è tuttora conservato presso la British Library. [da https://it.wikipedia.org/wiki/Dichiarazione_Balfour_(1917) ]




I palestinesi chiedono che il Regno Unito emetta le scuse formali e si assumano la responsabilità per la eredità coloniale in Palestina.

Una campagna da tenere nel Regno Unito, responsabile delle sofferenze dei palestinesi da quasi un secolo, si sta facendo strada con il lancio di una nuova petizione parlamentare.

Lo Stato di Israele è stato creato dopo che la Gran Bretagna coloniale ha reso obbligatoria la richiesta della lobby ebraica sull'esistenza di uno Stato ebraico in Medio Oriente.

Il ragionamento britannico potrebbe aver avuto luogo a motivo della cultura e la religione o la politica del tempo che intercorreva tra tedeschi, inglesi, turchi ottomani e arabi. Oppure potrebbe essere stata solo un semplice complotto dei Rothschild che risale al secolo scorso  che ha avuto successo.

I palestinesi ne hanno avuto abbastanza e stanno pagando il prezzo per la vergogna dei loro antenati che sono stati pugnalati alla schiena dopo aver aiutato i britannici e i turchi nella zona.

Attivisti palestinesi ora chiedono le scuse formali del governo britannico per la Dichiarazione Balfour della lettera del 1917, che ha dato l'approvazione formale britannica alla creazione di una patria ebraica in Palestina.

RT.com riferisce:

I Liberaldemocratici scrutano la baronessa Jenny Tonge che ha ospitato il lancio della richiesta, alla Camera dei Lord Martedì scorso, della situazione del popolo palestinese è stata attribuita all'eredità della Dichiarazione Balfour e al  più ampio colonialismo britannico nella regione.

Gli attivisti, sostenuti dalla missione diplomatica palestinese nel Regno Unito, intendono spingere il governo britannico nel periodo che intercorre da ora al centenario del documento nel novembre 2017. Se la petizione - attualmente in attesa di approvazione - raggiunge 100.000 firme, il Parlamento dovrà considerare e discutere il soggetto.

La Dichiarazione di Balfour era una lettera del ministro degli Esteri britannico Arthur James Balfour a Lord Rothschild - capo della Federazione Sionista di Gran Bretagna e Irlanda - che ha promesso il supporto per l'idea di una patria ebraica nella Palestina storica, anche se i diritti di non-esistenza della comunità ebraica non erano " pregiudizi. "

Poco dopo la lettera è stata pubblicata, l'impero ottomano fu sconfitto dalle potenze alleate nella prima guerra mondiale e la Gran Bretagna ha stabilito la regola del mandato nel territorio della Palestina storica, in precedenza governata dagli Ottomani.


L'evento di Martedì scorso a Westminster si è rivelato controverso dopo che un video mostra emergere  un membro del pubblico dire che gli ebrei avevano " agitato " Adolf Hitler prima dell'Olocausto, e comparato Israele allo Stato islamico (IS, ex ISIS, ISIL).

Jenny Tonge
" Proprio come il cosiddetto stato ebraico in Palestina non proviene dal giudaismo, lo Stato islamico in Siria non lo è con l'Islam. Si tratta di una perversione dell'islam come il sionismo è una perversione del giudaismo, ", ha detto l'uomo non identificato.
" Se qualcuno è antisemita, lo sono gli stessi israeliani, " un altro membro del pubblico ha detto, tra gli applausi.
Israele ha condannato quello che ha definito un " vergognoso raduno", che " ha dato voce a troppi razzisti contro gli ebrei e israeliani. "
La Tonge è stata criticata per non aver risposto ai commenti. Più tardi ha detto di non aver sentito appieno lo " sproloquio" del primo uomo.  I Liberal Democratici hanno deciso di sospendere la Tonge, in attesa di un'indagine sul caso.


Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha anche invitato il Regno Unito a scusarsi per la Dichiarazione Balfour, mentre era a New York la scorsa settimana.

" Chiediamo che la Gran Bretagna, mentre ci avviciniamo ai 100 anni di  tale dichiarazione infame, tragga le lezioni necessarie a sostenere il suo storico, giuridico, politico, materiale e la responsabilità morale dalle conseguenze di questa dichiarazione, tra le quali cose , si scusi con il popolo palestinese per le catastrofi, la miseria e l'ingiustizia che tale dichiarazione ha creato e agisca per correggere questi disastri e rimediare alle sue conseguenze, anche attraverso il riconoscimento dello stato di Palestina, " ha detto Abbas ai delegati delle Nazioni Unite. 
" Questo è il minimo che la Gran Bretagna può fare. "

In un comunicato inviato ad Al Jazeera, un portavoce britannico del Foreign and Commonwealth Office ha detto che il governo non si sarebbe scusato per i 100 anni del documento, ma ha riconosciuto che era un argomento delicato per molti.



" La Dichiarazione di Balfour era una dichiarazione storica e che il governo britannico non si voglia  scusare ... Siamo concentrati sulla necessità di incoraggiare israeliani e palestinesi ad adottare misure che li avvicinano alla pace, " ha detto il FCO.
I palestinesi
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!