mercoledì 23 novembre 2016

LA RUSSIA E LA ZONA DI LIBERO SCAMBIO CON LA SIRIA, HA LA PRIORITÀ DEI CONTRATTI PER LA RICOSTRUZIONE

southfront.org/






La  Russia e la Siria hanno firmato un accordo per la creazione di un 'corridoio verde' per i prodotti agricoli.
"I Siriani stanno cercando di fornire prodotti di alta qualità per il mercato russo. Perché non dovremmo prendere questi prodotti che danno lavoro a migliaia, decine di migliaia di persone siriane? Ci siamo accordati su questo, " la TASS ha citato il vice primo ministro russo Dmitry Rogozin.
Rogozin è ora a capo di una delegazione russa che è arrivata in Siria per discutere di assistenza economica con il presidente Bashar Assad.
"La Siria è un paese di successo agricola nella vendita dell'olio, e del grano. Ora non ha né l'olio né grano né molti altri prodotti per soddisfarei bisogni della popolazione ", ha detto il funzionario russo.
Ha aggiunto alla commissione russo-siriano per il commercio e la cooperazione economica, scientifica e tecnica prenderà in considerazione tutti i mezzi possibili per sostenere la Siria.

I dirigenti delle grandi aziende industriali russe private hanno presentato progetti energetici e di trasporto per il governo di Assad.

Il primo ministro siriano Wael al-Halqi ha annunciato che Mosca e Damasco hanno già firmato accordi per quasi un miliardo di dollari nei vari settori dell'economia, compresa l'energia, il commercio e la finanza.

Damasco ha offerto ai suoi omologhi russi la possibilità di ricerca nel campo dello sviluppo del settore petrolifero e del gas sia sulla terra che in mare aperto. I paesi stanno anche negoziando una banca comune per rendere più semplici e facili le transazioni.

La Russia ha una priorità nei contratti per la ricostruzione del paese devastato dalla guerra, secondo il ministro degli esteri siriano Walid al-Moualem.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!