mercoledì 29 giugno 2016

SMASCHERATI! Il piano segreto dell'UE di "Super-Stato" Nessun confine tra i membri, nessuna banca centrale di stato, nessuna moneta propria, nuovo esercito UE!

superstation95




La maschera è finalmente caduta , il vero motivo del "BREXIT" è un pamplet di 10 pagine sul piano UE di Francia e Germania ora di pubblico dominio, sulla creazione di un "Super-Stato" dell'UE in cui i membri non sarebbero più nazioni indipendenti! A quanto pare, i 20 ministri dell'UE hanno già firmato il piano alle riunioni segrete di Berlino e Parigi, e i paesi che non hanno firmato ,sarà dato un ultimatum alla riunione di Praga nel corso della giornata : Accetti  o esci dall'Unione Europea. Questo documento è stato tenuto segreto ai cittadini britannici prima del voto sul BREXIT; apparentemente per nascondergli che avrebbero chiesto loro di rinunciare ad essere Stato!

Un superstato europeo al posto dell'Unione Europea, tale ultimatum sarà presentato ai paesi del Gruppo di Visegrad in una riunione a Praga, secondo il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier. Il "passed 20" e il portale tvp.info hanno descritto il piano del documento di 9 pagine, firmato dai ministri degli esteri a Berlino e Parigi.

Se le disposizioni del documento entreranno in vigore, invece che l'Unione europea  ci sarebbe uno Stato europeo, secondo i giocatori più potenti dell'UE, Francia e Germania.

NESSUNA SOVRANITA'


Gli Stati membri in realtà non avrebbero alcun diritto al proprio esercito, ai propri servizi speciali, a un codice penale separato, o a un sistema fiscale separato - comprese le tasse. Gli Stati membri non possono avere una propria valuta, o una banca centrale capace di difendere gli interessi finanziari dello stato-nazione.

Inoltre, gli Stati membri effettivamente perdono il controllo delle loro frontiere, e le procedure per l'ammissione e la ricollocazione dei rifugiati sul proprio territorio. Il progetto prevede anche l'introduzione di un sistema di visto uniforme e la condotta dei termini di politica estera comuni con altri paesi e organizzazioni internazionali.

Il documento limita anche il ruolo della NATO nel continente europeo .

Nel preambolo del testo, Francia e Germania hanno scritto:. "I nostri Paesi condividono un destino comune e un insieme comune di valori che danno luogo a un'unione sempre più stretta tra i nostri cittadini. Lavoreremo quindi per adoperarci per un'unione politica in Europa e invitiamo i prossimi cittadini europei a partecipare a questo sforzo. "Nove pagine del documento non lasciano dubbi in merito alla forma che si intende adottare.


FORZE ARMATE

Nel documento si legge in parte: "La minaccia per la sicurezza di un paese è uguale al rischio di altri, e crediamo che la nostra sicurezza sia una e indivisibile. Noi crediamo che l'Unione europea e l'ordine di sicurezza europea fanno parte dei nostri interessi fondamentali, e li difenderemo in tutte le circostanze.

Francia e Germania condividono una visione comune dell'Europa come unione della sicurezza, basata sulla solidarietà e l'assistenza reciproca tra gli Stati membri, sostenendo la sicurezza comune e la politica di difesa. Garantire la sicurezza dell'Europa, così come la partecipazione nella costruzione della pace e trovano che la stabilità globale sia al centro del progetto europeo."Germania e Francia propongono l'istituzione del corpo chiamato " European Security Compact ", si tratta di" tutti gli aspetti della sicurezza e della difesa a livello europeo "e quindi" garantire la sicurezza dei cittadini dell'UE a tutti i livelli ".

"L'UE dovrebbe essere in grado di progettare e realizzare entrambe le operazioni civili e militari in modo più efficiente, con il supporto di permanenti catene di comando civili-militari. L'Unione dovrebbe poter contare sulla costante scontata forza di reazione rapida ed essere in grado di fornire meccanismi di finanziamento comuni per tali attività. 
Nel quadro della cooperazione europea, gli Stati membri decidono di istituire una struttura permanente di cooperazione nel campo della difesa, assieme alla possibilità di eseguire operazioni di difesa in modo flessibile. Nelle situazioni in cui è necessario,  i paesi dell'UE devono prendere in considerazione la creazione di forze di mare o acquisire altri tipi di capacità delle risorse appartenenti all'UE. "

I SERVIZI SPECIALI (INTELLIGENCE / SPIONAGGIO)

Uno dei primi passi verso la creazione di un sistema di intelligence del nuovo stato , l'idea della Germania e la Francia è "di creare un sistema comune di analisi del nostro contesto strategico e una comprensione comune dei nostri interessi. Francia e Germania propongono che sia l'UE a rivedere regolarmente il suo ambiente strategico, da discutere nel Consiglio affari esteri e nel Consiglio dell'Unione europea. Queste indagini saranno attuate tramite una "struttura indipendente, in grado di valutare la situazione, in base alla storia dell'UE, il centro delle operazioni e delle competenze al di fuori delle Istituzioni europee. "Questa struttura di primo piano porta alla " analisi strategica di intelligence , approvata a livello europeo. "

Francia e Germania, inoltre postulano, la nomina di una piattaforma europea per la cooperazione tra intelligence ", nel rispetto delle prerogative della nazione che utilizza gli strumenti esistenti, migliorare lo scambio di dati,  pianificazione  degli stati nello scenario delle minacce da gruppi, nonché la creazione per una  " capacità di risposta europea" e un " corpo europeo di protezione civile."

NESSUNA LEGGE PENALE ESCLUSIVA NAZIONALE 

Il Pubblico Ministero europeo e il codice penale nel documento, aumenta i poteri dell'Ufficio del Procuratore Europeo, che agiscono solo in difesa degli interessi finanziari dell'UE. Gli autori ipotizzano un aumento dei suoi poteri nella lotta contro il terrorismo e la criminalità organizzata. Secondo gli autori, " questo richiederebbe l'armonizzazione dei codici penali tra gli Stati membri ".


NESSUN CONTROLLO SOVRANO DEI PROPRI CONFINI 

Se questo piano entra in vigore, le disposizioni proposte del piano nazionale, tedesco-francese dell'UE, i membri perderebbero il loro diritto di gestire la propria politica migratoria: "Non ci dovrebbero essere più risposte nazionali unilaterali alle sfide della migrazione e della crisi (... ) la Germania e la Francia sono convinti che sia giunto il momento di introdurre una vera politica integrata in materia di asilo, rifugiati e migrazioni ".

Per attuare questa politica, si propone di stabilire  " le prime guardie di frontiera multinazionali e della guardia costiera " a cui gli stati-nazione delegherebbero il personale a Frontex .


DIVISIONE OBBLIGATORIA DEI RIFUGIATI

Il documento prevede anche sanzioni sulle quote di migrazione forzata per gli Stati membri:. "La situazione in cui l'onere della migrazione è in modo non uniforme a carico di un numero limitato di paesi non è sostenibile. In primo luogo, il Sistema  Dublino deve essere migliorato, fornendo meccanismi permanenti di collegamento e ripartizione dell'onere dei migranti tra gli Stati membri ".


Colloqui tra Francia e Germania sui rifugiati provenienti dall'Africa

Secondo la posizione comune di Francia e Germania, successive ondate migratorie sono condotte dopo un po 'il tempo a parlare con partner esterni, "la Germania e la Francia hanno già iniziato i colloqui per conto della UE, sulla migrazione ad alto livello, con un numero di paesi africani ed estendono questo dialogo a quello successivo.

Le cause principali della migrazione, come la povertà, l'insicurezza e l'instabilità politica dovrebbero essere di interesse per l'Unione europea. "

L'Unione Monetaria Europea

Una delle parti più complete del documento sono le questioni relative all'allargamento dell'Unione Monetaria, o la realizzazione di una moneta comune - l'euro. Gli autori scrivono, tra le altre cose: "Tuttavia, dobbiamo ammettere che la crisi dell'euro e le sue conseguenze hanno dimostrato alcune carenze che rendono i cittadini  dubbiosi sulle compatibilità delle singole promesse sulla cartella di valuta,  prima della sua introduzione, e dubitano persino della saggezza di mantenere il progetto euro. Tuttavia, abbiamo intenzione di nuovi procedimenti su tre fronti contemporaneamente: il rafforzamento della coesione economica, migliorare la giustizia sociale e la responsabilità democratica per aumentare la resistenza agli shock, in modo da garantire l'irreversibilità dell'euro.

L'EURO "Senza, " se " 

Gli autori riconoscono anche che i requisiti per l'adesione all'Unione Monetaria e le implicazioni fiscali connesse alla sua realizzazione, sono "più alte di quanto chiunque avrebbe potuto prevedere quando è stato introdotto l'euro." Pertanto, la Francia e la Germania "devono rispettare i diritti degli altri sul decidere quando introdurre la moneta comune."

Lo sviluppo dell'Unione Monetaria Europea richiederà - secondo gli autori - l'intensificazione del processo politico, così come la divisione tra lo Stato, per il costo del carico fiscale: "Alla luce degli squilibri esistenti, approfondendo l'UEM non lo farà essere come il Grande Bang, ma è piuttosto il risultato di una evoluzione pragmatica e graduale, tenendo conto dei problemi di crescita economica e dell'occupazione. "

La parte comune di politica fiscale della nuova Unione Monetaria Europea sarà anche la questione della capacità fiscale dei paesi membri. La mancanza di una politica comune in questo settore è, di secondo  "la pietra angolare mancante dell'Unione Monetaria Europea", e "a lungo termine, dovrebbe garantire la stabilità macroeconomica nell'area dell'euro, e limitare i trasferimenti unilaterali", gli autori,  in pratica devono essere intese come una chiamata a creare un sistema fiscale uniforme in tutta la futura Unione Europea, riducendo l'esistente concorrenza fiscale tra i paesi membri.

SuperStation95 ha ottenuto il documento di fonte governativa originale da una fonte in Germania. Il documento, in file PDF, è in lingua tedesca ed è ora disponibile per il download QUI 


AGGIORNA:

Questa vicenda è  confermata dal London Daily Mail e dal  giornale The Express , dodici ore dopo SuperStation95 ha diffuso questa notizia. I nostri lettori l'hanno ottenuta per primi, capito...



Nigel Farage al Parlamento EU dopo la vittoria del Brexit

Cristina Bassi
thelivingspirits





"17 anni fa quando arrivai qui e dissi di voler far uscire la Gran Bretagna dalla EU, tutti voi mi avete riso in faccia. Bene, devo dire che ora….non ridete piu’, giusto?"

Nel seguito traduco dei commenti da infowars relativamente al brillante discorso di Nigel Farage oggi a Parlamento EU, dopo la vittoria del Brexit.


Nigel Farage oggi si è cucinato i burocrati di Bruxelles in un discorso storico di fronte al Parlamento Europeo, rimarcando il fatto che “ Ora non ridete eh?

Non appena Farage ha preso la parola, i burocrati EU lo hanno fischiato importunato, al punto da costringere il Presidente della EU, Martin Schulz a ricordare loro che: “Una grande qualità della democrazia che quella di ascoltare gli altri anche se non avete le stesse idee.”

Non è buffo?...Vedete 17 anni fa quando arrivai qui e dissi di voler guidare una campagna per far uscire la Gran Bretagna dalla EU, tutti voi mi avete riso in faccia. Bene, devo dire che ora….”non ridete piu’, giusto?

Farage ha poi fatto riferimento al fatto che gli elettori in Olanda , Francia e Irlanda avevano rifiutato, in un referendum nazionale, la integrazione EU ma che: “li avete semplicemente ignorati e dalla porta di servizio avete fatto passare il trattato di Lisbona

Farage ha anche detto che la decisione della UK di abbandonare la EU è stato un “risultato sismico” per le politiche globali perché rappresenta una rivolta per ordine del “piccolo popolo” , per rivendicare il potere e la sovranità nazionale.

Il Regno Unito non sarà l’ultimo stato membro a lasciare la Unione Europea,ha predetto Farage.

Facendo appello al governo britannico per invocare velocemente l’articolo 50 del Trattato di Lisbona, ed iniziare ufficialmente il processo di “dimissioni” della UK dalla Unione Europea, Farage ha detto di voler vedere un “atteggiamento maturo e sensibile” per riscrivere un nuovo trattato commerciale tra la Gran Bretagna e la Unione Europea
Ha anche aggiunto che se la EU fallisse nel creare un trattato, in Germania ci sarebbero dei rischi per l’occupazione .
Dopo Farage ha parlato la leader francese del “Fronte NazionaleMarine Le Pen, che ha sottolineato come il voto del Brexit indicasse quanto “è bella la storia quando la libertà vince”. “Mettete via quelle facce imbronciate e quegli sguardi arrabbiati e gioite della grande e libera emancipazione del popolo britannico”, ha detto la Le Pen.

Fonte: http://www.infowars.com/farage-roasts-eu-bureaucrats-youre-not-laughing-now-are-you/
traduzione Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net



IL DISCORSO DI FARAGE, in sintesi

" 17 anni fa ridavate tutti di me, ora non piu eh? E la ragione è semplice. Voi- come progetto politico- siete in negazione. Negate che la vostra valuta stia fallendo. Siete stati bravissimi ad imporre la povertà nel Mediterraneo. La ragione per cui la Gran Bretagna ha votato come ha votato è a causa del vostro inganno, non avete mai detto la verità ai Britannici o al resto dei Popoli. 
Avete proposto una unità politica e quando nel 2005 la Francia votò contro quella unione politica, respingendone la costituzione, li avete semplicemente ignorati e riproposto il Trattato di Lisbona dalla porta di servizio. 
Quel che han fatto le persone normali, quelle che sono state oppresse ed hanno visto diminuire i loro standards di vita, è respingere le multinazionali, le banche commerciali, la grande politica: hanno invece detto che rivogliono indietro il loro paese.
Rivogliamo i nostri confini e quelli ittici, vogliamo essere un paese normale che si autogoverna ed è indipendente. Questo è quel che abbiamo fatto e che deve accadere.
Offriamo cosi una maggiore speranza ai democratici nel continente europeo .
Ho fatto la mia predizione stamattina: In Regno Unito non sarà il solo paese a lasciare la EU. 
Ora la domanda: quale il prossimo passo? 
Quel che vorrei vedere ora è una attitudine matura per rinegoziare le nostre relazioni. So che la maggior parte di voi qui non ha mai fatto un vero lavoro nella propria vita nè ha mai lavorato in affari o nel commercio…Ma rifiutare un nuovo accordo con noi avrà conseguenze ben peggiori per voi che per noi… 
Persino una assenza di accordo, sarà meglio per Il Regno Unito che quello marcio attuale che abbiamo . Lasciate che la UK persegua le sue ambizioni globali e il suo futuro”

martedì 28 giugno 2016

L’indipendentismo [sardo] e la Brexit


Immagine tratta dal periodico anticolonialista “Su Populu Sardu

Quello che pensa la parte maggioritaria dell’indipendentismo scozzese e irlandese della Brexit è noto: se il Regno Unito è uscito dalla UE noi abbiamo il diritto di uscire dal Regno Unito e di aderire alla UE.

Ma qual è la lettura dell’indipendentismo sardo sulla brexit? Abbiamo fatto un piccolo viaggio fra le diverse posizioni e sensibilità della scena indipendentista sarda.


Il primo soggetto ad uscire con un comunicato è stato il partito Libe.r.u. che si è concentrato soprattutto sulla contraddizione delle “nazioni celtiche” schierate per il cosiddetto Remain. 

A spiazzare un pò tutti – argomenta la direzione di Libe.r.u. – è stata la posizione delle nazioni celtiche oppresse, che si riscoprono come paladine dell’europeismo. 

Secondo Libe.r.u. la posizione europeista di scozzesi ed irlandesi non sarebbe di tipo organico, bensì tattico e pragmatico, frutto della possibilità storica di affrancarsi dal dominio di Londra. 

In particolare in Scozia «ovunque stravince la permanenza, certamente sull’onda della posizione presa dallo Scottish National Party(…) il quale gioca anche la carta europeista in funzione anti inglese». 

Discorso analogo per i nazionalisti irlandesi che «temono di ritrovarsi con un “muro” che separa le comunità irlandesi del nord dalla Repubblica, confine segnato dalla futura non appartenenza della Gran Bretagna (e quindi anche dell’Irlanda dal Nord) all’UE, di cui la Repubblica fa parte».

Libe.r.u. imputa questa tendenza dei movimenti nazionalistici celtici pro-UE ad adottare la logica del “nemico del mio nemico è mio amico”, senza considerare il fatto che l’Unione Europea è «un polo imperialista, nemico della libertà delle nazioni, della dignità dei lavoratori e delle masse popolari». 

La posizione di Liber.u. sulla UE è chiara: «l’imperialismo non si sconfigge infatuandosi degli imperialismi nemici del proprio dominatore ma combattendo l’imperialismo. (…) Non ha perciò alcun senso oggi ritenersi indipendentisti e al contempo europeisti, così come non ha senso ritenersi europeisti ma contrari a questa Unione Europea. Di Unione europea c’è solo questa: l’Europa dei popoli è un sogno, niente di tangibile, semplicemente non esiste».



Il Fronte Indipendentista Unidu aveva affrontato giusto un anno fa la questione “imperialismo UE” in un percorso formativo curato con l’organizzazione giovanile Scida e il collettivo antagonista Furia Rossa organizzando diversi incontri con il redattore di Contropiano Marco Santopadre. 

L’organizzazione anticolonialista aveva per l’occasione preparato un documento di analisi, (era ancora fresca la scottatura del tradimento del partito di sinistra greco Syriza che aveva alla fine firmato il Memorandum imposto dalla troika), proponendo una piattaforma politica internazionale articolata su quattro punti fondamentali. 

All’indomani del risultato del referendum britannico il Fronte ripropone e rilancia la piattaforma, accogliendo «con grande entusiasmo e speranza l’uscita della Gran Bretagna dalla UE» e la possibilità che «questo fatto storico può essere una buona occasione per scatenare un processo di smantellamento dell’oligarchia finanziaria chiamata UE che sta sottomettendo i popoli e i lavoratori del continente a rigidissime ed odiose misure di austerità che, in diversi casi, stanno portando interi settori sociali sotto la soglia di povertà». 

Il Fronte tende la mano a tutte quelle realtà internazionali che ritengono opportuno uscire dalla UE in quanto ritenuta «irriformabile» e, nei fatti, una «unione di oligarchie finanziarie e militari che strangolano la prosperità delle masse lavoratrici e dei popoli europei». 

Uscire dalla UE significa anche uscire dalla NATO che rappresenta sia una costante minaccia alla pace tra i popoli che una deprivazione di risorse ai servizi primari» dello stato sociale. 

Il terzo punto della piattaforma consiste nel «riconoscimento del diritto delle nazioni senza stato alla loro autodeterminazione» inteso come «fattore fondamentale di straordinaria dirompenza democratica e sociale che mette de facto in crisi le fondamenta stesse che reggono la UE e il blocco NATO». 

Last but not least il punto sulla necessità di rivedere tutti i trattati e le politiche ultraliberistein materia di lavoro, servizi, fiscalità e coercizione militare» che i governi della UE hanno varato cancellando di fatto «le principali conquiste economiche e politiche del movimento operaio e contadino del Novecento». 

Cancellare integralmente queste politiche economiche – concludono gli anticolonialisti – «significa affossare le oligarchie e mandare in cortocircuito la ragion d’essere della stessa UE, aprendo una via di progresso sociale e pace».



Di marca diversa la posizione del partito ProgRes che separa l’aspirazione ad un europeismo di stampo cosmopolita e cooperativo da ciò che la UE effettivamente è diventata: «è bene chiarire che uscire dall’UE non significa uscire dall’Europa, ma più semplicemente sciogliere quei trattati e accordi internazionali che vincolano gli Stati Membri. 

È bene dunque aprire la discussione su cosa debba essere l’UE e cosa debbano stabilire i trattati che la definiscono». 

ProgRes dichiara “fallito” l’«attuale progetto dell’UE», anche a prescindere dal risultato del referendum britannico e imputa tale fallimento alla «burocrazia» e all’«incapacità di creare diritti nuovi e una reale cittadinanza europea». 

In buona sostanza il fallimento della UE è dovuto alla limitatezza «degli stati ottocenteschi che l’hanno costruita» i quali sono stati «incapaci di dare corpo ad un progetto serio di Europa dei popoli». 

ProgRes però ritiene comunque e che sia possibile costruire un’«Europa dei popoli e delle persone» a partire dall’ascolto delle comunità e a questa «nuova europa anche la Sardegna dovrà saper dare il suo contributo».



Sardigna Natzione Indipendentzia, invece, assume una posizione di difesa della UE, inteso come l’ambito nel presente «più vicino alle nostre attese».

Sebbene la realtà della UE non sia ideale – continua la direzione di SNI – «Nessuna possibile soluzione politica per le nazioni senza stato ci sarebbe in una scomposizione dell’Europa e in un ritorno agli stati-natzione dell’ottocento trincerati nella difesa dei confini e dell’integrità nazionale». 

Per Sardigna Natzione l’occasione che si presenta è storica, perché «se la Scozia e l’Irlanda del Nord aprono una strada nuova in Europa, con la loro indipendenza, quella strada la percorreremo anche noi sardi, i catalani, i baschi, i corsi, i fiamminghi e tante altre nazioni, 50 milioni di Europei che di fatto daranno un’altra conformazione all’asfittica Europa di oggi».

Sardigna Natzione infine attacca duramente chi ha colto nella brexit un fattore positivo: «SNI, non si spiega come alcuni auto-rivoluzionari e alcuni indipendentisti non si accorgano di fare parte dell’ONDA e di correre il rischio di trovarsi insieme, senza volerlo, ai peggiori reazionari a fare l’OLA a Salvini, Farage , Le Pen e Trump e quanto di peggio il mondo abbia partorito. SNI non è nell’ONDA.  All’antieuropeismo ideologico contrappone l’europeismo strumentale, non condiviso ideologicamente per questa Europa, ma utile alla natzione».


Haaretz conferma: la Gran Bretagna opera come fantoccio di Israele nell'UE

Gilad Atzmon
gilad.co.uk/

















di Gilad Atzmon

"Con Brexit, Israele perde una risorsa importante nell'Unione europea," riferisce Haaretz .
"La Gran Bretagna ha contribuito a moderare e bilanciare le decisioni dell'UE riguardo al processo di pace, sulle critiche pesanti e ha sfruttato gli Stati membri nei confronti delle posizioni anti-Israele che agivano alle Nazioni Unite; ora la solidarietà alla causa palestinese potrebbe diventare dominante. " 
Gli israeliani hanno iniziato a riconoscere che lo Stato ebraico: ". Ha perso una risorsa significativa nell'Unione europea ..., la Gran Bretagna lasciando, non servirebbe più agli interessi di Israele, in particolare sulla questione palestinese"
Ma perché la Gran Bretagna era una risorsa di Israele? Come è avvenuto che la Gran Bretagna sia stata ridotta ad agire come una colonia israeliana? Semplice. gli affari esteri britannici sono dominati dalla lobby ebraica.
Secondo il giornale israeliano, il PM David Cameron ha incontrato i leader della comunità ebraica a Londra pochi giorni prima del referendum. Cameron ha chiesto agli oligarchi ebrei, "vuoi che la Gran Bretagna - il più grande amico di Israele -  boicotti gli oppositori della campagna per il disinvestimento e  sanzioni antisraeliane, o  ci volete fuori dalle camere, incapaci di influenzare le discussioni che vi si svolgono"
Almeno il 52% dei britannici si sentivano trascurati dal governo Cameron. Chiaramente i leader della comunità ebraica non lo erano. I loro interessi stranieri sono sempre stati ben curati.

Tuttavia, gli ebrei non erano del tutto convinti dalla richiesta di Cameron. "Non pochi dei partecipanti alle discussioni hanno sostenuto che la Gran Bretagna lasciando la UE sarebbe in realtà asservita agli interessi di Israele." Il funzionario ha citato un argomento secondo il quale "l'abbandono della Gran Bretagna potrebbe notevolmente indebolire l'Unione europea e le sue istituzioni, ridotto la sua influenza internazionale, e prendere tormentate decisioni sulla questione israelo-palestinese ". Un altro argomento è che" l'abbandono della Gran Bretagna metterebbe a repentaglio la stabilità dell'Unione europea, le richieste delle istituzioni e dei membri nel voler dirigere le energie  all'unificazione dei ranghi, invece del conflitto israelo-palestinese ".

Forse Bruxelles ha bisogno di familiarizzare con gli elementi della lobby ebraica all'interno  del Regno Unito che cerca di indebolire o addirittura sciogliere l'UE. Credo che gli inglesi possano vedere, da se stessi, che i loro politici hanno più volte compromesso i loro interessi nazionali. L'emergere di personaggi come Boris Johnson, Michael Gove e Theresa May non modificano l'intenzione di cambiamento di questi fatti. La stampa israeliana ha già confermato che questi tre personaggi sono i più appassionati devoti sionisti del Regno Unito e oltre.


lunedì 27 giugno 2016

Benjamin Fulford: L'UE è in fallimento e per questo motivo il governo cambierà radicalmente 

Benjamin Fulford
27 giugno 2016

Angela Merkel, Francois Hollande e Matteo Renzi, riuniti a Berlino per parlare di Brexit 

La vera ragione della difficoltà in atto nell'Unione europea, oltre al recente voto dal popolo britannico di voler lasciare il blocco, è che l'UE è in bancarotta. Conosciamo la storia del fallimento dell'Unione Sovietica il cui vero motivo della caduta del patto di Varsavia, a partire dalla Polonia che diede inizio al domino.
E' per lo stesso motivo, che possiamo prevedere che l'Inghilterra, è la prima tessera del seguente domino del crollo dell'Unione europea.

Il punto di vista dell'opinione generale che emerge , secondo gli analisti del Pentagono che lo mettono, " il Brexit può portare al Frexit (uscita francese), il crollo delle banche, il populismo, il nazionalismo e l'anti-globalismo." Anche questo probabilmente porta alla fine della mafia Khazariana che sponsorizza l'immigrazione Mussulmana.

La situazione in Francia è già divenuta piuttosto caotica, al punto che polizia francese inizia a dare segni di stanchezza nel affrontare la quotidiana repressione, per le manifestazioni violente che si svolgono in tutto il paese. Il presidente francese Francois Hollande, che vede il suo sostegno pubblico crollare al solo 11% dei consensi popolari, cerca di vietare le manifestazioni, ma è difficile vederne rispettato il "divieto". In altre parole, la Francia è diretta verso la rivoluzione.

"Questo è il periodo peggiore, che ricordi, non c'è nulla di simile," è la descrizione data  dall'ex presidente della Federal Reserve Alan Greenspan  della situazione generale e il caos del mercato che ne è seguito al voto sul Brexit.



http://www.zerohedge.com/news/2016-06-24/greenspan-worst-period-i-recall-theres-nothing-it 

Questo può essere il peggiore periodo che ricordi Greenspan, di Rockefeller, sponsor dei Bush , ma i Rothschild dicono che hanno guadagnato $ 2,5 miliardi di dollari in un solo giorno, Venerdì, mettendo in corto circuito tutti i mercati azionari, puntando sul lungo termine dell'oro. Questa è la loro più grande miniera d'oro il loro insider trading, come lo fu Waterloo. I Rothschild amano dire, "il momento migliore per fare soldi è quando il sangue scorre a fiumi per le strade."

Infatti il ​​sangue può iniziare a scorrere. Dicono pubblicamente gli esperti del CIA che una rivoluzione è imminente in Europa e negli Stati Uniti.

http://thespiritscience.net/2016/06/26/ex-cia-spy-a-global-open-source-revolution-is-about-to-begin/

Tuttavia, se adeguatamente gestita, questa situazione potrebbe divenire una buona cosa per gli Stati Uniti, Europa e nel resto del mondo. Se maneggiata in in malo modo , porterà al caos, la guerra e difficoltà in Europa, Stati Uniti e Giappone e, quindi, in misura minore, nel resto del mondo.

L'Unione europea è finita in bancarotta ed è divenuta una dittatura, che in confronto in Unione Sovietica non è mai esistita, secondo il presidente russo Vladimir Putin. Nelle parole di Putin: "La percentuale di decisioni vincolanti da parte del Parlamento europeo è più grande di quello delle decisioni vincolanti fatte dal Consiglio superiore dell'URSS, riguardo alle sue Repubbliche".


http://www.informationliberation.com/?id=55071

Fonti degli Illuminati gnostici e il White Dragon Society affermano, che se le cose vengono ben gestite con l'eventuale intenzione per quanto accade, e se le nazioni europee formeranno un grande unione più flessibile , e più libera, può comprendere la Russia. In questo scenario la Gran Bretagna sarà un paese neutrale legato all'Europa come parte di libero scambio, qualcosa di simile alla Svizzera, dicono.

Il fallimento della UE è stata innescata dal fallimento della Deutschebank, la più grande banca in Europa, secondo i membri della dinastia dei banchieri Rothschild. Deutschebank è ora sotto il controllo cinese, dicono. Se i cinesi non avevano fatto un passo per salvare Deutschebank, il suo crollo avrebbe innescato un effetto domino che avrebbe abbattuto l'intero sistema bancario europeo e occidentale, concordano più fonti.

C'era anche una dimensione segreta su questo fallimento che può essere derivata dall'attività militare nell'Oceano Pacifico. Una flotta cinese e americana si sono impegnate in un confronto con grandi "manovre" la scorsa settimana al largo delle coste delle Filippine.



http://www.mirror.co.uk/news/world-news/chinese-warships-join-forces-massive-8255107

È  possibile confermare dal sito ufficiale del Pentagono che grandi e importanti esercitazioni congiunte coinvolgono le forze navali di 27 nazioni, tra cui Cina e Stati Uniti, e cominciano vicino alle Hawaii il 30 giugno.

http://www.defense.gov/News-Article-View/Article/799099/rim-of-the-pacific-exercise-2016-begins-june-30

Il vero scopo delle manovre della scorsa settimana, secondo le fonti WDS, è dovuto per interrompere il contrabbando di oro da parte di sottomarini della mafia Khazariana dalla base sottomarina di Nabire, in Indonesia.
Il risultato di questa manovra è che la miniera d'oro di Freeport McMoRan che si trova vicino alla base sottomarina è stata improvvisamente messa in vendita al prezzo di $ 20 miliardi, secondo CIA fonti con sede in Indonesia. Tra i membri del consiglio di amministrazione di Freeport McMorran ci sono inclusi personaggi come Henry Kissinger e Godfrey Stillman Rockefeller.

https://en.wikipedia.org/wiki/Freeport-McMoRan

Le fonti della CIA dicono che la miniera Freeport McMoRan è stata offerta ai cinesi tramite una società di facciata in Australia. Questo è il modo con cui l'Indonesia spera di ricevere in pagamento tra i $ 20-30 miliardi di dollari offerti da parte dei cinesi lo scorso anno scorso, dicono. Tuttavia, aggiungono, "Da parte degli Stati Uniti si sta vendendo un buco, praticamente vuoto."

Nel frattempo i proprietari precedenti di Freeport "si sposteranno su un'altro monte che si trova a 5-7 miglia dalla miniera di Grasberg, che è nella zona mineraria attuale di Freeport. Qualcuno prendendo il manico in questo affare ... intesa come freddura. " La fonte afferma che, la massiccia esercitazione navale congiunta, sia stata " solo una copertura. "

I cinesi devono ricordare che "Kissinger è stato il proprietario del 50% di Freeport nel regno di Suharto, quando sono state date delle azioni in cambio di altri servizi e redditizie joint venture tra Suharto e i  Kissinger e i suoi ragazzi; la Cabala [o mafia Khazariana]. "

La fonte aggiunge  una delle ragioni perché la miniera è stata data a Kissinger, e ai Rockefeller, ecc. è stato per corrispettivo  per consentire, al presidente indonesiano Suharto, di invadere e annettere Timor Est nel 1975.

Dal momento che, questa era un buon partito,  la miniera è stata ripulita della maggior parte del suo oro, ciò significa in realtà che la mafia Khazariana  non ha più abbastanza oro per finanziare i deficit commerciali dell'UE e degli Stati Uniti, con l'Asia e il resto del mondo. Gli asiatici non accettano promesse vuote stampate su carta e, come le ragazze da bar asiatiche  affermano "Niente soldi (oro), niente miele."

Fonti della famiglia Rothschild dicono che vi è ora una grave lotta intestina ai massimi livelli della mafia Khazariana, sul da farsi dopo. Si dice che le riunioni di famiglia sono in corso e hanno chiesto al WDS e i suoi alleati di aspettare fino a luglio. Gli è stata data una scadenza per il 10 luglio, dopo di che la mafia Khazariana  perderà ogni possibilità di partecipare alla creazione di un nuovo amichevole, e più giusto e  sistema finanziario sulla terra. Essi potranno anche essere oggetto di un boicottaggio totale e assoluto che inevitabilmente li porterà da insignificanti al fallimento.

L'intelligence del Pentagono sta confermando che la fazione della mafia Khazariana una volta guidata da George Bush padre, si sono divisi tra gli ex del top mafioso Bush, Donald Rumsfeld e Dick Cheney cercano riparo sotto l'ala di Donald Trump mentre Brent Scowcroft, Hank Paulson e Richard Armitage cercano protezione da Hillary Clinton .

Tuttavia, nessuno di questi candidati è probabile che sia in grado di proteggere questi criminali per molto tempo. Fonti vicine a Trump dice che potrebbe andare insieme a Cheney e Rumsfeld per ora, ma solo come misura temporanea.

Fonti del FBI, nel frattempo stanno dicendo che, se necessario, che abbattere Barack Obama e il procuratore generale Loretta Lynch, al fine di arrivare a Hillary Clinton.

Le fonti del Pentagono dicono che anche la "Jewish Mafia" (=Mafia Khazariana)
" sono in modalità di panico su entrambi i lati dell'Atlantico dopo il loro False Flag fallito di Orlando,  gli elementi del Senato su quattro misure di controllo della pistola sul 20 giugno, il Senato ha negato l'accesso alla FBI per la navigazione, web / e-mail , senza mandato il 22 giugno, e la Corte Suprema ha cassato il piano di immigrazione di Obama ".

Chiaramente molti paesi si stanno rendendo conto del fatto che vi è stato un cambiamento al vertice della struttura di potere mondiale. Un'indicazione, per esempio, è che Israele, Egitto e Siria hanno chiesto di aderire alla Shanghai Cooperation Organization. Ciò significa che Israele chiede di partecipare a una alleanza militare che una volta era suo "acerrimo nemico" a cui aderisce anche l'Iran .
E' anche un'organizzazione che si oppone alla teoria dei loro presunti alleati e protettori USA e NATO da lungo tempo.

http://www.fort-russ.com/2016/06/syria-egypt-israel-apply-to-join-sco.html

Polonia e altri paesi dell'Europa orientale hanno inoltre dimostrato di aver capito che le cose sono cambiate,  perché hanno deciso di unirsi alla nuova Cina nel progetto "Belt and Road Iniziative", riguardo alla costruzione di grandi mezzi di comunicazione e trasporto verso est attraverso la Russia sino alla Cina.

http://news.xinhuanet.com/english/2016-06/21/c_135454841.htm

La costruzione di collegamenti rende per l'est un senso, la Polonia può vedere da se che l'UE sta perdendo il controllo. Le fonti della CIA in Europa dicono che la Banca centrale europea sta emettendo una grande quantità di euro falsi, nel senso che non hanno un reale garanzia di ricambio.

Le fonti del Pentagono concordano, dicendo che  l'"Euro può essere sostituito dalle monete nazionali, lo Yuan è sostenuto dall'oro mentre i nuovi dollari sono stati stampati in attesa dell'annuncio pubblico prima di essere rinviati alla moneta globale e il rilascio di centinaia di migliaia di miliardi di fondi rubati."

Questo reset della moneta globale, però, non ha intenzione di includere cose come i dollari dello Zimbabwe fraudolentemente venduti a creduloni dai membri della mafia Bush / Clinton. Tuttavia, l'assegno potrà essere presentato ai membri delle forze armate degli Stati Uniti che hanno investito in dinari iracheni, ma  così facendo questo non deve avvantaggiare la mafia Bush / Clinton, affermano  le fonti WDS.

In chiusura, la metropolitana giapponese ha recepito il messaggio sui seri preparativi che vengono fatti per un cambio di regime. Anche il governatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda ha ammesso che l'"abenomics" ha fallito e che il Giappone ha bisogno di una nuova virata. Fonti della famiglia Rothschild si sono chiesti cosa sarebbe successo alla loro gestore in Giappone Michael Greenberg e ci hanno detto "che sta per essere incarcerato." Richard Armitage può andare ad affrontare i suoi fantasmi negli Stati Uniti, mentre Kenneth Courtis sarà probabilmente lasciato solo.


SCIENZIATO RUSSO SI INIETTA BATTERI DI 'VITA ETERNA'

Sa Defenza


Gli scienziati russi affermano di aver fatto progressi nell'adattare un batterio 'eterno' chiamato (nella foto) Bacillus F per migliorare la longevità degli esseri umani. I batteri, che si trovano nel permafrost, si pensa abbiano ben 3,5 milioni di anni








6 anni fa, scienziati russi hanno scoperto uno strano ceppo batterico nascosto nel permafrost delle lande ghiacciate della Siberia orientale. Bacillus F è stato congelato 3,5 milioni di anni fa, recuperati dai ricercatori della Moscow State University  , e inviati al laboratorio. Hanno scoperto che il Bacillus F aveva proprietà sorprendenti. Dopo averlo iniettato nei topi, hanno scoperto che potrebbe aumentare la funzione immunitaria, rilanciare la fertilità in soggetti più anziani, e migliorare notevolmente la durata della vita dei roditori. Gli scienziati che stanno lavorando con i batteri sperano di poter consentire all'essere umano medio di poter vivere e superare facilmente i 100 anni.

Hanno anche testato il batterio sui moscerini della frutta, le cellule del sangue umano, e le colture, e tutti hanno risposto positivamente ai batteri. Per ora, i ricercatori non capiscono il meccanismo che consente di migliorare le funzioni corporee, tanto meno come abbia fatto a sopravvivere per tanti anni, mentre si trovava congelato nel ghiaccio, e stanno avendo grande progresso . Hanno cominciato a sbloccare il loro DNA, e hanno scoperto che rilascia sostanze biologicamente attive che aumentano la crescita delle cellule e migliorano la funzione immunitaria. Oltre a questo, non abbiamo grandi spiegazioni.


Il professor Sergey Petrov, capo ricercatore presso Tyumen Scientific Centre, ha detto: 'In tutti questi esperimenti, il Bacillus F ha stimolato la crescita e anche rafforzato il sistema immunitario.
'Gli esperimenti sugli eritrociti umani e leucociti ci hanno reso molto ottimisti.'

I batteri sono stati scoperti sei anni fa nell'antico permafrost in un sito conosciuto come Ulakhan Suullur (Mammoth Mountain) nella Repubblica Sakha, noto anche come Yakutia, che è la regione più grande in Siberia
Ma questo non ha fermato il Dottor Anatoli Brouchkov, l'uomo che per primo scoprì Bacillus F , e di avviare la sperimentazione umana un po prima del previsto. Ha recentemente rivelato che lui stesso si è iniettato i batteri,  diversi anni fa, e sostiene abbia migliorato la sua capacità di resistenza e il suo sistema immunitario. 


Dr Anatoli Brouchkov, capo del Dipartimento Geocryology, Moscow State University, sulla Mamontova Gora. Immagine: Anatoli Brouchkov
"Ho iniziato a lavorare più a lungo, non ho mai avuto un influenza negli ultimi due anni ".
Inoltre ha aggiunto che "'Vi è ancora bisogno di esperimenti. Dobbiamo capire come fanno questo batteri a prevenire l'invecchiamento. Credo che sia questo, quello che la scienza, dovrebbe sviluppare. Cosa sta mantenendo vivo quel meccanismo? E come possiamo usarlo per il nostro bene?'
'Abbiamo fatto un sacco di esperimenti sui topi e moscerini della frutta e abbiamo visto l'impatto sostenibile dei nostri batteri sulla loro longevità e fertilità,' ha detto il dottor Brouchkov.'Ma noi non sappiamo ancora esattamente come funziona.'"
'La questione chiave è ciò che fornisce la vitalità a questo batterio, ma è molto complicato da capire .' Immagini di Anatoli Brouchkov




Altri batteri che si trovano nel permafrost hanno presumibilmente la capacità di 'distruggere le molecole di petrolio, trasformandoli in acqua con la possibilità che un giorno possano creare un nuovo sistema per ripulire le fuoriuscite di petrolio,' ha riferito il Siberian Times.


L'epidemiologo dietro lo studio, il dottor Viktor Chernyavsky (nella foto) ha detto  che: 'I batteri infondono  sostanze biologicamente attive per tutta la sua vita, che attiva lo stato immunitario degli animali da laboratorio



JOSHUA KRAUSE 

fonti: 


medicaldaily.com

siberiantimes.com

dailymail.co.uk




domenica 26 giugno 2016

NATO : IMPONENTI MANIFESTAZIONI MILITARI E GUERRA DEL GAS . UNIONE EUROPEA E TSIPRAS OBBEDISCONO

Antonello Boassa
Una parola contro le guerre



Mentre in Polonia sono iniziati i lavori per installare il sistema missilistico Aegis idoneo a lanciare missili intercettori (di difesa) come anche missili nucleari (sistema già presente in Romania) , ha avuto termine in questi giorni l'esercitazione militare AnaKonda 16*che ha visto , sempre in territorio polacco , la presenza di imponenti armamenti con 25.000 soldati appartenenti a 19 nazioni Nato (presente come partner il Kosovo "riconosciuto" come stato) . Fanno buon compagnia alle nazioni fanaticamente antirusse dell'Intermarium* Paesi guida dell'Unione europea come la Germania .
Il 5 giugno , nel mar Baltico , era stata lanciata l'operazione Baltops 16* con più di 6.000 militari , navi ed aerei da guerra (in particolare bombardieri strategici usa) , a ridosso di Kaliningrad , territorio russo .

Tali operazioni che si accompagnano alle provocazioni create con i sistemi missilisici Aegis che sono già in grado di colpire (e non solo di difendere come i media mainstream vanno recitando) hanno una doppia funzionalità , oltre all'ovvio obiettivo di costituire un temibile deterrente contro la Russia : innanzitutto creare una tensione sempre più frenetica in tutta Europa per il pericolo di una possibile aggressione russa (la Polonia ha dichiarato che non vuole "fare la fine dell'Ucraina") ed in secondo luogo compattare anche ideologicamente le forze armate europee subordinandole allo stesso obiettivo bellico usa ... e ovviamente sotto comando usa .

Fallito invece il tentativo di penetrare nel Mar Nero violando le Convenzioni internazionali sui Dardanelli che permettono alle navi da guerra dei Paesi non rivieraschi (che non si affacciano sul Mar Nero) una presenza non permanente ed un tonnellaggio limitato . La richiesta formalmente rumena* di una presenza permanente nel Mar Nero e di una possente flotta Nato comprendente , oltre gli Usa , anche Paesi europei non rivieraschi , bocciata dalla Bulgaria (un tempo danneggiata dalla soppressione ad opera Usa/Nato del gasdotto South stream) ha evidenziato in modo palese la volontà in particolare degli States di operare un accerchiamento totale dei confini occidentali russi (dal Baltico al Mar Nero) in preparazione di un'eventale invasione .

La guerra del gas contro la Federazione russa , espressione del tentativo degli States di evitare un qualsiasi avvicinamento all'Europa , si inserisce in un contesto che dire di guerra fredda appare poco confacente ,dato che ormai stiamo andando ben oltre* .
A febbraio di quest'anno il primo ministro greco Alexis Tsipras partecipa in prima persona al "Memorandum" per il progetto Gazprom di un gasdotto tra Grecia e Italia denominato "Poseidon"*. Il progetto nasce in seguito al blocco del South Stream stoppato due anni prima dalla Commissione europea in seguito alle ostilità manifestate pesantemente da Washington che , proprio a causa di questo ultimo progetto , aveva organizzato una "rivoluzione colorata" in Macedonia anch'essa interessata all'affare e ordinato d'imperio di soprassedere alla Bulgaria che avrebbe avuto il primo accesso dal Mar Nero . Il South stream era di enorme convenienza per l'Europa orientale ...ma era un progetto russo .


Anche il Poseidon sembrava un'ottima soluzione energetica , con costi non elevati . Dalla Grecia all'Italia attraverso l'Adriatico ...ma anche il Poseidon è un progetto russo ...pertanto Washington "ordina" alla Merkel e soci un aiuto di più di 10 miliardi di euro alla Grecia (sembra inutile dire che il denaro sarà fagogitato immediatamente dalla BCE e dalle banche tedesche e francesi in primis) per imporre a Tsipras l'abbandono del progetto . Il buon Alexis s'inchina e firma l'accordo per il TAP molto gradito agli States ma molto poco conveniente per l'Europa .
Il TAP ,collegato al TANAP(gasdotto Trans-Anatolico) dovrebbe trasportare il gas che percorrerà la Turchia a partire dall'offshore azero gestito dalla BP e arrivare in territorio italiano attraverso Grecia , Albania , Adriatico . Se arriverà ...la Bp ha già fatto capire che non c'è trippa per gatti ,che la produzione è stagnante e che ,dati gli accordi stipulati con la Turchia , Grecia e Italia potrebbero stare all'asciutto ...

Due osservazioni conclusive : 1) l'Europa ha degli spazi di manovra e di autonomia che gli sono concessi dagli States ma non devono mai travalicare gli interessi strategici della Super-potenza (ancora per un pò) altrimenti la collisione è inevitabile .
2)l'Europa , coinvolta nei disegni geostrategici usa militari ed economici , può precipitare , a causa della sua vile ed indecente classe dirigente , verso la catastrofe bellica ...perchè la linea rossa di non ritorno(USA ; CINA ; RUSSIA) è molto vicina ad essere oltrepassata ...


NOTE:

1) Da "Voltaire"Manlio Dinucci , Nelle spire dell'Anakonda , 7/6/2016
2) Da "Limes"Lucio Caracciolo , La sindrome di Tocqueville , 2016 "Intermarium , l'asse antirusso" tra Mar Baltico e Mar Nero
3) Da "Voltaire"Manlio Dinucci ,testo cit .
4) Da "Aurora"Valentin Vasilescu ,La fallita invasione della Russia dal Mar Nero , 21/6/2016
5) Va ricordato il molto alto livello di tensione tra Cina e Stati Uniti nel sud-est asiatico e sul mar cinese meridionale
6) Da "Sa defenza" F. William Engdahl , Ora la stupida Grecia si unisce alla guerra del gas della Nato , 22/6/2016

ZEROHEDGE – LA VERA CATASTROFE DEL #BREXIT: LE 400 PERSONE PIÙ RICCHE DEL MONDO PERDONO 127 MILIARDI DI DOLLARI



Per lo scorno di tutti gli scettici, ZeroHedge conferma che il paventato disastro innescato dal Brexit si è effettivamente verificato: il crollo del mercato azionario successivo al referendum ha creato un buco di 127 miliardi di dollari nei patrimoni degli uomini più ricchi del pianeta, limandoli del 3,2%. George Soros l’aveva detto ai britannici: “state attenti, il Brexit vi renderà più poveri”. Non aveva precisato che si riferiva a se stesso e ai suoi colleghi miliardari, ma pare che i britannici l’abbiano comunque capito, votando di conseguenza.

di Tyler Durden,

Nonostante l’allarmismo e le minacce di un’apocalisse finanziaria imminente se avesse vinto il Brexit, incluse le tremende previsioni di gente come George Soros, la Banca d’Inghilterra, David Cameron (che ha anche invocato la guerra), e pure Jacob Rothschild, qualcosa di “inaspettato” è successo ieri : il Regno Unito è stata il mercato europeo con le migliori prestazioni a seguito dell’esito pro-Brexit.

20160624_EU1_0
Andamento degli indici delle borse europee, venerdì 24 giugno


Questo risultato è stato proprio come ci aspettavamo tre giorni fa, per i motivi che abbiamo scritto in “Soros sbaglia?“, dove dicevamo che “in un mondo in cui le banche centrali corrono a svalutare la loro valuta con tutti i mezzi necessari solo per ottenere un modesto vantaggio competitivo nelle guerre commerciali globali, un crollo del GBP [Great Britain Pound, la sterlina inglese, ndT] è esattamente ciò che la Bank of England dovrebbe volere, se questo significa far partire l’economia del Regno Unito “.


Venerdì scorso, anche il mercato ha iniziato a riprezzare, e nel farlo si è scoperto che gli stati sovrani che perdono di più col Brexit non sono il Regno Unito, ma quelli dell’Europa.


Ma non solo. Perché come abbiamo notato ieri in “Chi sono i più grandi perdenti del Brexit?” c’è un perdente ancora maggiore rispetto all’UE: le persone più ricche della Gran Bretagna e d’Europa.

L'indice dei
L’indice Bloomberg della ricchezza dei miliardari britannici


I 15 cittadini più ricchi della Gran Bretagna si sono ritrovati a perdere 5,5 miliardi di dollari delle loro fortune collettive venerdì, dopo che il paese ha votato per lasciare l’Unione europea. L’uomo più ricco della Gran Bretagna, Gerald Grosvenor, guida la pattuglia, con 1 miliardo di dollari, secondo l’indice Bloomberg dei miliardari. E’ stato seguito dal proprietario di Topshop, Philip Green, dal barone e proprietario terriero Charles Cadogan e da Bruno Schroder, azionista di maggioranza della società di gestione patrimoniale e mobiliare Schroders Plc.


Non è stata solo la Gran Bretagna: come ha aggiunto Bloomberg durante la notte, le 400 persone più ricche del mondo hanno perso 127,4 miliardi di dollari venerdì quando i mercati azionari globali hanno vacillato alla notizia che gli elettori britannici hanno scelto di lasciare l’Unione Europea. I miliardari hanno perso il 3,2 per cento del loro valore netto totale, portando la somma aggregata a 3,9 trilioni di dollari, secondo l’indice Bloomberg dei miliardari. La perdita maggiore è stata della persona più ricca d’Europa, Amancio Ortega, che ha perso più di 6 miliardi di dollari, mentre altri nove hanno perso più di 1 miliardo di dollari, tra cui Bill Gates, Jeff Bezos e Gerald Cavendish Grosvenor, la persona più ricca del Regno Unito.


Ironia della sorte, adesso si scopre che quando George Soros ha minacciato “lo schianto del Brexit vi renderà tutti più poveri – attenzione”, quello che intendeva veramente era “mi renderà più povero”. E sì, George, la gente è stata avvertita, che è il motivo per cui ha votato come ha fatto.

venerdì 24 giugno 2016

BREAKING NEWS : La Giordania dichiara che il confine con la Siria è zona  "di operazioni militari" si ammassano truppe 


Newsroom 
superstation95.com





Lo sviluppo della situazione è molto grave, il governo della Giordania ha dichiarato, lungo tutta, la sua frontiera con la Siria "zona di operazioni militari" e un gran numero di truppe giordane e americane si stanno muovendo verso il confine. Questo è il segno più evidente che  è stata presa 
una decisione dagli Stati Uniti di muovere guerra contro il governo del presidente siriano Bashar Assad, per rovesciarlo con la forza.

A fine settimana, la Russia è stata informata della decisione degli Stati Uniti e la Russia ha risposto esplicitamente agli Stati Uniti che "la Siria è un alleato della Russia. La Russia difenderà la Siria. I soggetti che attaccano la Siria saranno ingaggiati e distrutti dalle forze russe."

Le linee di battaglia sono state tratte:

Gli Stati Uniti e i suoi alleati Giordania, Arabia Saudita, Qatar e altri, intendono rovesciare il governo siriano con la forza;

La Russia dice che chiunque tenti di farlo verrà attaccato e distrutto.


Stiamo scendendo in un conflitto diretto militare diretto con la Russia, in Siria. Questo non è mai stato discusso ne approvato dal Congresso degli Stati Uniti. 
E' del tutto illegale secondo il diritto internazionale. Eppure sembra che questo ciò  stia per avvenire.
Ieri, SuperStation95 ha riferito che alle forze armate degli Stati Uniti è stato ordinato di impostare la Defence Readiness Condition (DefCon) 3. Abbiamo pubblicato un elenco dettagliato di azioni che si stavano verificando in tutto il mondo, come risultato di questa escalation. Abbiamo inoltre riferito ieri che la decisione era stata presa dagli Stati Uniti per andare avanti con attacchi militari contro la Siria, e che la Russia ha messo in guardia gli Stati Uniti di non provarci. Oggi, la Giordania ha chiuso il suo confine, ha dichiarato di essere una zona di operazioni militari, e sta muovendo le truppe verso i confini con la Siria . 

Per capire la gravità della DefCon 3, è utile per rendersi conto il paragone con il 10 settembre del 2001, l'esercito americano era al DefCon 5. Quando gli attacchi dell'11 settembre hanno avuto luogo, l'esercito statunitense è stato aggiornato solo a DefCon 4.


Gli americani farebbero bene a fare dei piani di emergenza per affrontare i risultati del nostro governo nel coinvolgere direttamente la Russia in battaglia. Gli Stati Uniti continentali non resteranno immuni da questo scontro armato.

I cittadini devono essere certi di avere sufficiente scorta di cibo e acqua per l'emergenza , forniture di farmaci di cui possono avere bisogno per sopravvivere, così come modi alternativi per generare l'elettricità e il calore quando la continuità della erogazione dalla rete elettrica verrà interrotta dalla distruzione delle infrastrutture degli Stati Uniti.


COMMENTO (non una notizia, ma solo un nostro parere)

Barack Obama e la sua politica estera fallita stanno per portare gli Stati Uniti in una guerra di scontro diretto con la Russia. In questo modo si va fuori controllo. L'uscire fuori controllo, saremo fortunati se riusciremo a sopravvivere.

È di vitale importanza sottolineare che l'intera guerra civile siriana, è stata iniziata da Hillary Clinton, l'allora Segretario di Stato - ha scritto in una nota delle sue e mail e diceva che il modo migliore per aiutare Israele sarebbe per gli Stati Uniti  fomentassero la ribellione in Siria. TUTTO questo baillame è iniziato con quella nota.

Tutti i morti, donne e bambini all'interno della Siria dal momento che la "guerra civile" è cominciata. . . . il loro sangue è ricaduto sulle mani di Hillary Clinton. Hillary Clinton e Barack Obama sono così totalmente incompetenti, in modo così sconsiderato, in modo decisamente stupido, che ora hanno posto le basi per uno scontro armato diretto tra gli Stati Uniti e la Russia sulla Siria.

Ancora pensate di votare per Hillary? Solo un suicida lo farebbe!

Per quanto riguarda Obama e la sua gestione di ISIS. . . . a Obama piace giocare "duro" e cerca di ingannare il mondo facendogli credere che sia una sorta di leader, ma il mondo sa benissimo che è un debole. Quando si tratta di Stati Uniti contro la Russia, il cartoon sotto dice tutto:


Ultima modifica Martedì, 21 Giugno 2016 

giovedì 23 giugno 2016

DER SPIEGEL – RICERCA SULL’ESTREMA DESTRA: IL GHIGNO MALEFICO DELLA GERMANIA





Odio per l’Islam e i Rom, insulti contro i richiedenti asilo: una ricerca di cui dà conto Der Spiegel, basata su un’indagine a campione che segue da anni i cambiamenti nell’elettorato medio tedesco, sottolinea il potenziale eversivo presente nella società in Germania. Molti cittadini che nutrono forti sentimenti nazionalistici hanno trovato un partito pronto a mobilitarli in Alternative für Deutschland (AfD). Oggi molti intervistati si sentono liberi di esprimere apertamente il loro risentimento, fino ad arrivare ad approvare atti di violenza. Mentre il dodici per cento pensa che la Germania sia naturalmente superiore agli altri popoli e un quarto della generazione sotto i trent’anni è ostile agli stranieri.

di Benjamin Schulz, 15/6/2016


Traduzione di Lorenzo
Germania, 2016: un cittadino su dieci si augura l’avvento di un Führer che governi con il pugno di ferro. L’undici per cento dei cittadini ritiene che gli ebrei abbiano troppa influenza. Il dodici per cento pensa che i tedeschi siano naturalmente superiori agli altri popoli. Un quarto della generazione sotto i trenta anni è ostile agli stranieri. E un terzo dei tedeschi ritiene che il Paese si vada pericolosamente estraniando.
Queste percentuali sono tratte dalla ricerca “L’elettore medio abbandona le sue inibizioni” dell’Università di Leipzig. Questa indagine campionaria è l’ultima parte di un progetto di ricerca a lungo termine, che dal 2002 punta ad analizzare la situazione politica tedesca. Gli ultimi risultati danno da pensare.
“Ampi settori della popolazione sono a tutt’oggi portati a screditare e perseguitare ciò che ritengono estraneo o deviante”, scrivono Oliver Decker e Elmar Brähler, due fra gli autori del progetto. Dal cuore dell’elettorato medio – a lungo considerato “il nucleo della democrazia” – va crescendo un forte potenziale antidemocratico. La mobilitazione di quest’elettorato, che non era riuscita al Partito nazionaldemocratico tedesco (NPD), viene oggi realizzata da Alternative für Deutschland.
“La destra radicale ha trovato una nuova casa nell’AfD”, sostiene Decker, uno dei ricercatori, intervistato da Spiegel Online. “Quando si parla di nazionalsocialismo e destra radicale si pensa a frange estreme della società. Non è più così, l’ideologia nazionalista va allargandosi a macchia d’olio”.
Profili della destra radicale nel 2016
Quanti sono disposti ad appoggiare una dittatura di destra?
spiegel 1
Soggetti con opinioni di destra radicale ce ne sono sempre stati, fin dall’inizio delle rilevazioni nel 2002. “Quando viene loro chiesto che opinioni politiche hanno, il 90% degli intervistati risponde di essere un moderato. Ma questi moderati esprimono posizioni sempre più illiberali. Tutti coloro che fino a ieri si limitavano a pensarla così, oggi esprimono senza ritegno le loro opinioni e agiscono di conseguenza – nel seggio elettorale e talvolta arrivando ad atti violenti”. In questo senso il titolo della ricerca parla di “perdita delle inibizioni”.
Ecco le percentuali.
  • Sostegno di una dittatura: alla domanda “in certe situazioni ci vuole una dittatura per difendere la nazione?” risponde positivamente il 6,7% degli intervistati – 13,8% nell’ex-Germania orientale e 4,8% in quella ex-occidentale.
  • Ostilità verso gli stranieri: tre tedeschi su dieci ritengono che i migranti vengano a sfruttare lo stato sociale tedesco.
  • Antisemitismo: circa il 10% degli intervistati pensa che gli ebrei siano portati all’imbroglio più degli altri.
  • Nazionalismo: più del 20% ritiene che la politica estera tedesca dovrebbe puntare, anche in forme aggressive, a garantire al Paese l’influenza e il rispetto che gli competono.
  • Socialdarwinismo: il 9% degl’intervistati ritiene che non sia scontato che la vita umana meriti rispetto.
  • Relativizzazione del Terzo Reich: oltre il 10% dei tedeschi pensa che il nazionalsocialismo abbia avuto i suoi aspetti positivi; il 6% ritiene che senza lo sterminio degli ebrei Hitler sarebbe passato alla storia come un grande statista.
Motivi di risentimento sono presenti anche là dove meno li aspetteremmo, ad esempio nell’elettorato verde. Ma in misura nettamente inferiore rispetto ai sostenitori di Alternative für Deutschland.
spiegel 2
Si può percepire una tendenza alla radicalizzazione del discorso politico. Ad esempio, cittadini con opinioni di estrema destra percepiscono quanti si impegnano a favore del melting pot come “traditori”; mentre i media che riferiscono solo le opinioni convenzionali vengono tacciati di propalare menzogne.
L’odio contro musulmani, migranti e zingari
C’è da preoccuparsi? “È abbastanza sorprendente vedere che, nonostante tutto, anche le idee liberali fanno dei progressi”, sostiene Decker. Aumenta ad esempio il desiderio di partecipare e la convinzione di poter cambiare qualcosa. La ricerca evidenzia anche una progressiva diminuzione degli aderenti a ideologie di destra militante.
Ideologie di destra militante
spiegel3
Dal 2002 fino al recente afflusso di profughi l’ostilità contro gli stranieri aveva teso a ridursi, sostiene la ricerca. In compenso cresce l’insofferenza nei confronti di determinati gruppi. Musulmani, migranti e zingari sono particolarmente odiati.
spiegel 4
A parere di Decker il dibattito sui profughi ha segnato un punto di svolta. È stato utilizzato per invertire la linea di tendenza degli ultimi 20 anni. “Se si prende atto del potenziale di coscienza razziale coinvolto nel dibattito, la cosa potrebbe ripercuotersi sull’atmosfera dell’intero Paese”.
Oggi molti si sentono liberi di esprimere apertamente il loro risentimento, fino ad arrivare ad atti di violenza. Anche in ambienti normalmente moderati si è disposti a ricorrere a mezzi violenti per perseguire i propri fini. Circa il 20% degli intervistati è pronto a usare atti di violenza fisica contro gli stranieri. E un altro 28% approva l’operato dei primi purché “si faccia ordine”.
Che molto stia cambiando lo si nota, secondo Decker, dall’elevato tasso di gradimento manifestato dalla gioventù tedesco-orientale per le opinioni neofasciste. “Si tratta di valori molto stabili”. Il ricercatore vorrebbe che gli istituti educativi fossero investiti del compito di invertire il processo: “Le fondamenta della società democratica devono essere rinnovate in continuazione”.
Già negli asili (istituendo un “parlamento” di bambini) e poi nelle scuole e nelle università (incoraggiando la partecipazione, anche a livello finanziario, nella gestione degli istituti) bambini, adolescenti e studenti dovrebbero avere la sensazione che la loro opinione conti qualcosa e che valga la pena di impegnarsi in modo costruttivo. Ci vorrebbe personale qualificato, preposto alla educazione politica dei minori, in grado di controbilanciare il deficit democratico assorbito in famiglia.
spiegel5
La distribuzione delle opinioni fra provvisti e sprovvisti di diploma liceale dimostra che l’educazione scolastica fa differenza. Secondo Decker “bisognerebbe trasformare la scuola in una scuola di democrazia”.
Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!