mercoledì 22 febbraio 2017

Milioni di cittadini a rischio da radiazioni  dopo i test sulle perdite del gasdotto eseguite nella UE 

Sorcha Faal


Particolato Iodio-131 (valore +/- incertezza) nell'atmosfera (μBq / m3)

Un interessante rapporto pubblicato dal Ministero della Sanità ( MINZDRAV ) avverte che milioni di cittadini della Unione Europea ( UE ) sono stati messi a " grave rischio " a causa di una  " pasticciata / sciatta " prova di tenuta gasdotti eseguiti dopo quattro devastanti terremoti che hanno colpito l'Italia centrale, il 18 gennaio , e che da quella data, ha lasciato, almeno, più della metà del continente inondato di una mortale particella radioattiva di iodio-131 .

Secondo questo rapporto, lo iodio-131 [ " iodes " significa viola in greco] è uno dei prodotti di fissione nucleare più temuti quando accidentalmente rilasciati nell'ambiente, ma il cui pericolo è attenuato a causa del suo molto breve tempo di emivita di 8.02 -4 giorni, ma come un alogeno (simile nella struttura al cloro e fluoro), e grazie alla sua elevata volatilità, si trasforma in un vapore viola unico al contatto con l'aria, e dalla fine del 1940 , è stato utilizzato come tracciante radioattivo per scoprire perdite di rete.



Lo iodio-131 esposto all'aria provoca vapore viola

Sotto i protocolli degli incidente nucleari firmati tra la Norvegia e della Federazione Rosatom State Nuclear Energy Corporation nel 2015, il gigante energetico norvegese Statoil , lo scorso novembre, ha notificato al Ministero della Difesa ( MoD ) che erano preparati per condurre varie prove di tenuta con Iodio -131  sui loro gasdotti a causa delle loro preoccupazioni su alcuni dei loro tubi possono avere " split / incrinati " dopo un terremoto di magnitudo 4,7 che ha colpito la regione Fjordane a Sogn og il 9 ottobre (2016).



Luogo del terremoto di  4,7  magnitudo che ha colpito Sogn og Fjordane 9 ottobre 2016


Il 23 dicembre (2016),  Statoil ha notificato al Ministero della Difesa dicendo a loro che le prove tenute con lo  Iodio-131 avrebbero avuto untempo  " atteso / stimato " di 3-4 settimane, che corrispondono ai rapporti della US Air Force che mostrano che durante la settimana del 2 gennaio 2017, nel gasdotto è stato usato un tracciante radioattivo che è stata rilevato nel nord della Norvegia .

Il 18 gennaio (2017), tuttavia, il rapporto fa notare, che una serie di 4 terremoti importanti hanno colpito l'Italia -e che hanno aderito che le nazioni europee precedenti terremoti oltre l'anno scorso che hanno ucciso centinaia di persone e il cui costo di recupero è di oltre 23miliard di € (£ 19,5 miliardi, $ 24.3miliardi).

Subito dopo le 18 scosse di terremoto di gennaio in Italia, continua il  rapporto, il gigante dell'energia Gazprom ha riferito che tutti i gasdotti " normali / uso solito " di gas naturale nell'Unione europea ha smesso per motivi " sconosciuti / non specificati" che  Gazprom a segnalare che il suo flusso di gas naturale verso l'UE durante il mese ha raggiunto record storici di flusso.



In mancanza di qualsiasi informazione da parte dell'UE su quel che stava accadendo con la loro vasta rete di gasdotti, il rapporto, di esperti del MoD sulle radiazioni nell'aria ha cominciato a dare " l'allarme / allertare " delle massicce quantità di iodio-131  rilevate nel sulla superficie di tutto il continente .





Dalle più alte concentrazioni delle letture di iodio-131 riportati dal Ministero della Difesa della Federazione, la  relazione continua, circonda la
Linea Insubrica Periadriatica -che è una anomalia geologica, distintiva del Sud Europa, conseguente a forma di S lunga circa 620 miglia (1.000 chilometri) dal Mar Tirreno , attraversa interamente le Alpi del Sud , e si estende fino all'Ungheria in Europa orientale.





La US Air Force conferma che lo iodio-131 è stato rilevato in Finlandia, Polonia, Repubblica Ceca, Germania, Francia e Spagna , fino alla fine di gennaio, conclude la relazione, ciò che rimane misterioso per funzionari del Ministero della Salute è per questo che l'UE non ha informato i cittadini di questi test sulla conduttura di gas naturale condotta a meno che, naturalmente, e come sempre, stanno usando questo tipo di normale manutenzione dei gasdotti per improvvisare della isteria anti-russa, e come testimoniano i titoli della propaganda occidentale che affermano " DALLA RUSSIA CON AMORE? Particelle radioattive pericolose sono state individuate in tutta Europa ma non si sa da dove sono arrivate "- la cosa è risaputa che che è impossibile siano stati generati in Russia per il fatto che le correnti dei venti e delle condizioni meteorologiche vanno in modo naturale da ovest verso est, cioè dall'UE verso la Russia, e non il contrario -con la sola eccezione delle radiazioni (di Chernobyl) che sono circolate nell'intero globo, ma per lo iodio-131 è impossibile che ciò accada in quanto il corso della sua emivita è di 8 giorni.



Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!