lunedì 24 aprile 2017

Informatore: La Turchia è direttamente coinvolta nell'attacco chimico a Khan Sheikhoun 

GPD
23 aprile 2017
veteranstoday.com
sadefenza

Esattamente come i nostri testimoni avevano affermato



TEHERAN - Un leader dissidente turco ha rivelato che le società farmaceutiche affiliate al governo di Recep Tayyip Erdogan hanno rifornito i terroristi in Siria di gas Sarin, ribadendo che Ankara è stata direttamente coinvolto nell'attacco chimico di Khan Sheikhoun.

Sarhab Golhan, il leader del Partito  Luna e Stella, è stato citato dall'agenzia di stampa SANA , afferma  che Erdogan è direttamente coinvolta nell'attacco chimico, e lui è “attuale leader del ISIL”.

“Se vengono svolte indagini sull'incidente di Khan Sheikhoun, sarà certamente rivelato che dietro di qusta strage e tutte le altre che accadono nella regione vi è coinvolto Erdogan; il suo Governo gestito da Justice and Development Party (AKP)  ha aperto le frontiere ai facili traffici dei terroristi e li dotati di armi “, ha concluso

Golhan
ha detto che alcune aziende farmaceutiche vicine al partito di governo Justice and Development Party  hanno fornito ai terroristi  il gas Sarin da usare contro i civili e aumentare le accuse contro il governo siriano e provocare indigniazione nella comunità internazionale.

Nel frattempo, il capofila del partito turco Socialist Workers Party Turgut Kocak  ha detto che la stessa parte che aveva rifornito i terroristi ad Aleppo di armi chimiche le ha date poi in dotazione ai loro compagni di Khan Sheikhoun  “quindi, sono state inviate dalla Turchia alla città siriana”.

“Sappiamo che il 90% delle armi nelle mani dei terroristi sono state inviate dalla Turchia e pensiamo che i gruppi terroristici di Idlib, sono diretti dai servizi segreti turchi , e sono colpevoli dell'incidente di Khan Sheikhoun”, ha aggiunto.

Nelle osservazioni rilevate Sabato, il presidente siriano Bashar al-Assad a Damasco, ha detto d'essere sicuro al 100% che i terroristi hanno ottenuto le armi chimiche direttamente dalla Turchia, e dice:

“Direttamente dalla Turchia,  non vi erano prove per quanto riguarda questo, alcune delle quali [sono] state mostrate su Internet a pochi anni fa. Ci sono stati molti partiti e membri del parlamento Turco che hanno messo in discussione il governo in merito a tali accuse. Quindi, non vi è nulla di nascosto “, ha detto Assad a Sputnik.

Inoltre ha sostenuto che finanziava, l'armamento e il supporto logistico dei terroristi in Siria, tra cui il reclutamento, viene fornito attraverso la Turchia.

“Non hanno nessun altro modo di arrivare dal Nord. Quindi, si tratta di arrivi ch e al cento per cento vengono dalla Turchia “, ha sottolineato Assad.

Il 4 aprile, la National Coalition for Syrian Revolutionary e Opposition Forces  hanno affermato che 80 persone sono state uccise e 200 ferite in un sospetto attacco chimico a Khan Sheikhoun, dando la colpa al governo siriano. Damasco con veemenza ha respinto le accuse e ha detto che i responsabili erano i militanti e i loro alleati.

Secondo il ministero della difesa russo, la Syrian Air Force ha colpito un magazzino dove i militanti conservavano armi chimiche, che sono state inviati dal Iraq. Il ministero degli Esteri russo ha ricordato che il governo siriano non possiede armi chimiche a partire dalla metà del 2014. Le armi chimiche sono state portate fuori dal paese con l'aiuto degli Stati Uniti.

In risposta all'incidente di Khan Sheikhoun gli Stati Uniti hanno lanciato 59 missili da crociera Tomahawk sull'aerodromo militare siriani di Shayrat nella provincia di Homs.

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!