martedì 2 maggio 2017

Merkel in Russia, prima visita da due anni , per colloqui con Putin

tass.com 
Sa Defenza 
Il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert ha detto che i due leader terranno due tornate di colloqui e risponderanno alle domande dei giornalisti




© EPA / Carsten KRIETSCH


BERLINO, / TASS /. Il cancelliere tedesco Angela Merkel farà la sua prima visita in Russia in due anni dal 2 maggio per colloqui con il presidente russo Vladimir Putin nella città turistica del Mar Nero di Sochi.

Il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert ha comunicato che i leader terranno due tornate di colloqui e rispondere alle domande dei giornalisti. Secondo Seibert, il motivo della visita in Russia serve ai preparativi del vertice G20 di Amburgo nel mese di luglio. Tuttavia, i colloqui tenuti si concentrano sulla crisi ucraina, il conflitto in Siria e la situazione in Libia, così come sulle relazioni bilaterali.

Stallo Ucraino

L'ultima volta, Merkel e Putin si sono incontrati nel novembre 2016 a Berlino per discutere sulla crisi in Ucraina orientale. Durante il vertice, a cui hanno partecipato anche il presidente francese Francois Hollande e il presidente ucraino Pyotr Poroshenko, le parti hanno convenuto una tabella di marcia sarà elaborata sull'accordo di pace di Minsk, che tutti i latori considerano una base in liquidazione. Tuttavia, il Normandy Four group finora non è riuscito a concordare le priorità di attuazione dell'accordo.

Nonostante la mancanza di progressi significativi, Berlino considera ancora gli accordi di Minsk come l'unico strumento in grado di risolvere il conflitto ucraino. Il Ministero degli Esteri della Germania è convinto che "le chiavi della soluzione del conflitto sono nelle mani di Mosca e Kiev."

La Germania insiste sul fatto che le sanzioni dell'UE contro la Russia si possano cancellare solo dopo che gli accordi di Minsk sono pienamente implementati . L'UE attualmente è attraversata da un acceso dibattito sull'opportunità di estendere o meno le restrizioni nei confronti di Mosca, alla scadenza quest'estate. 

Il conflitto siriano

Le posizioni di Mosca e Berlino sul conflitto siriano differiscono notevolmente. Questo è il caso dell'incontro precedente tra Putin e Merkel nel mese di novembre 2016, quando le forze siriane stavano liberando Aleppo. Le tensioni sono ancora alte, dopo il presunto uso di armi chimiche a Khan Shaykhun, nel Governatorato di Idlib in Siria, con i paesi occidentali schierati nell'accusare dell'incidente il governo siriano.

Il governo tedesco è convinto che il lungo conflitto può essere portato a termine solo se Mosca e Washington uniscono gli sforzi. Berlino vuole anche la Russia si unirsca alla discussione costruttiva sulle principali questioni internazionali e affrontare le sfide di politica estera della crisi, afferma il portavoce. La Germania chiede all'Ue un ruolo più attivo nella risoluzione del conflitto.

La cooperazione bilaterale

Nel periodo che precede il viaggio di Merkel a Sochi, le imprese tedesche hanno espresso la speranza che le relazioni economiche tra la Germania e la Russia siano ravvivate. Già nel 2012, il fatturato del commercio tra i due paesi è stato stimato di 80 miliardi di euro, nel mentre la cifra è stata quasi dimezzata a motivo della crisi ucraina e le sanzioni, a 50 miliardi di euro nel 2016.


Segnali positivi sono emersi già nel primo trimestre di quest'anno. Michael Harms, direttore esecutivo del Comitato tedescoper le relazioni economiche europee con l'Est, ha detto alla TASS che il commercio bilaterale è cresciuto del 40% nei primi due mesi. Entro la fine dell'anno, la scambio è destinata ad aumentare del 5%.

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!