martedì 26 dicembre 2017


Trump  emana Ordine Esecutivo per congelare i conti finanziari dei trafficanti di esseri umani


DAVID NOVA

Eppur si muove... i critici del Presidente Trump sono sempre pronti a tirare il sasso e nascondere la mano , come ha fatto spesso la giornalista Rai Boteri, non che  il nostro blog  sia schierato con Trump iddio ce ne guardi, ma per giustizia e dall'evidenza dei fatti , bisogna rendere onore al Re quando questo è giusto, e per noi ora lo è;  a quanto pare ai più, i media e i giornali, è sfuggito questo importante ordine esecutivo contro la pedofilia e lo Stato Profondo a cui è indirzzato per fare pulizia , prevede il sequestro dei beni e l'arresto immediato di questi disumani trafficanti di esseri umani...
Sa Defenza  



Praticamente nessuno ha prestato attenzione, né il mainstream né i media, il presidente Trump ha appena emesso un ordine esecutivo il 20 dicembre 2017, "Blocco della proprietà delle persone coinvolte in gravi violazioni dei diritti umani o di corruzione"

In parole povere, il presidente Trump ha appena dichiarato lo stato di emergenza, permettendo alla sua amministrazione di congelare i conti finanziari di chiunque sia coinvolto nella tratta di esseri umani, nella pornografia infantile, nel traffico di bambini per la pedofilia o nel sacrificio umano. E questo include politici e attori statali - "attuali o ex funzionari governativi, o una persona che agisce per o per conto di un tale ufficiale".

Un anno fa , il presidente Donald Trump ha promesso di porre fine alla deplorevole pratica della tratta di esseri umani, responsabile della fornitura di bambini ai pedofili di tutto il mondo. Il presidente è apparso nelle telecamere in mezzo a un gruppo di esperti di trafficanti di esseri umani, che presumibilmente hanno dato consigli al leader statunitense su come gestire il problema endemico.

Da allora ci sono stati numerosi arresti pedofili che non sono stati segnalati dai media tradizionali.

Questa informazione è stata segnalata per la prima volta da MegaAnon .


Trump si rivolge ai violatori dei diritti umani con un ordine esecutivo


VICTORIA GUIDA 
Politico.com

Giovedì scorso il presidente Donald Trump ha dato un giro di vite  su individui e gruppi che la sua amministrazione ritiene siano autori o attivi di violazioni sui diritti umani e di corruzione, la prima azione avviata da una vasta legge di sanzioni approvata un anno fa.

Trump ha firmato un ordine esecutivo  che dichiara un'emergenza nazionale relativa a "gravi violazioni dei diritti umani e corruzione in tutto il mondo" e ha imposto sanzioni a 13 persone, usando la sua autorità ai sensi del Global Magnitsky Act del 2016.


Il Dipartimento del Tesoro ha già sanzionato  39 persone ed entità per presunte violazioni dei diritti umani e corruzione, con un totale di 52 obiettivi. Tra quelli sanciti c'è il figlio del procuratore generale della Russia.
L'ordine esecutivo dice che "la prevalenza e la gravità dell'abuso e della corruzione dei diritti umani" al di fuori degli Stati Uniti "hanno raggiunto tale portata e gravità che minacciano la stabilità dei sistemi politici ed economici internazionali".
Le persone sanzionate includono Yahya Jammeh, ex presidente del Gambia; Slobodan Tesic, un trafficante di armi nei Balcani; Mukhtar Hamid Shah, chirurgo pakistano specializzato in trapianti di reni; Il membro del Congresso guatemalteco Julio Antonio Juárez Ramírez; e Artem Chaika, il figlio del procuratore generale della Russia.
"Oggi gli Stati Uniti stanno prendendo una forte posizione contro gli abusi e la corruzione dei diritti umani a livello globale impedendo a questi cattivi attori il sistema finanziario statunitense", ha affermato il segretario del Tesoro Steven Mnuchin in una dichiarazione.
Il Dipartimento di Stato ha anche presentato una relazione annuale al Congresso in cui illustra dettagliatamente i suoi sforzi di attuazione ai sensi del Global Magnitsky Act.

Il Global Magnitsky Act è una versione più ampia del Magnitsky Act specifico per la Russia, approvato nel 2012. Entrambi prendono il nome da Sergei Magnitsky, un avvocato russo morto nel 2009 in circostanze misteriose, prigioniero del governo russo dopo aver scoperto la corruzione.


L'Ordine Esecutivo del Presidente Donald Trump
https://www.whitehouse.gov/

“Con l’autorità conferitami in qualità di Presidente dalla Costituzione e dalle leggi degli Stati Uniti d’America, tra cui l’International Emergency Economic Powers Act (50 USC 1701 e seguenti) (IEEPA), la National Emergencies Act (50 USC 1601 e seguenti) (NEA), il Global Magnitsky Human Rights Accountability Act (Legge Pubblica 114-328) (la “Legge”), sezione 212 (f) del Immigration and Nationality Act del 1952 (8 USC 1182 (f )) (INA), e la sezione 301 del titolo 3, Codice degli Stati Uniti. 
Io, DONALD J. TRUMP, Presidente degli Stati Uniti d’America, ritengo che la prevalenza e la gravità degli abusi e della corruzione dei diritti umani abbiano la loro fonte, in tutto o in parte, al di fuori degli Stati Uniti, come quegli atti commessi o diretti dalle persone elencate nell’allegato al presente ordine, hanno raggiunto tale scopo e gravità da minacciare la stabilità dei sistemi politici ed economici internazionali. 
L’abuso e la corruzione dei diritti umani minano i valori che costituiscono il fondamento essenziale di una società stabile, sicura e funzionante; causano effetti devastanti sugli individui; indeboliscono le istituzioni democratiche; degradano lo stato di diritto; perpetuano i conflitti violenti; facilitano le attività di persone pericolose; e minano i mercati economici. 
Pertanto, stabilisco che le gravi violazioni dei diritti umani e la corruzione nel mondo costituiscono una minaccia insolita e straordinaria per la sicurezza nazionale, la politica estera e l’economia degli Stati Uniti, e dichiaro con la presente un’emergenza nazionale per far fronte a tale minaccia. 
Con la presente determino e ordino:
Sezione 1 
(a) Tutti le proprietà e gli interessi sulle proprietà che sono negli Stati Uniti, che in seguito entrano negli Stati Uniti o che sono o di seguito entrano in possesso o sotto il controllo di qualsiasi persona degli Stati Uniti, come di seguito elencato, sono bloccate e non possono essere trasferite, pagate, esportate, ritirate o altrimenti trattate:
(i) dalle persone elencate nell’allegato al presente ordine;
(ii) qualsiasi persona straniera determinata dal Segretario del Tesoro, in consultazione con il Segretario di Stato e il Procuratore Generale:
(A) per essere responsabile, o complice di, o avere direttamente o indirettamente, coinvolto, gravi violazioni dei diritti umani;
(B) essere un funzionario governativo attuale o ex, o una persona che agisce a nome o per conto di tale funzionario, che è responsabile o complice o è direttamente o indirettamente coinvolto in:
(1) corruzione, inclusa l’appropriazione indebita di beni statali, espropri di beni privati per guadagno personale, corruzione legata a contratti governativi o estrazione di risorse naturali o corruzione; o
(2) il trasferimento o l’agevolazione del trasferimento dei proventi della corruzione;
(C) essere o essere stato un dirigente o funzionario di:
(1) un’entità, incluso qualsiasi ente governativo, che si è impegnata, o i cui membri si sono impegnati in una qualsiasi delle attività descritte nelle sottosezioni (ii) (A) , (ii) (B) (1), o (ii) (B) (2) di questa sezione relativa al possesso del comandante o del funzionario; o
(2) un’entità la cui proprietà e i cui interessi nella proprietà sono bloccati in base a questo ordine come risultato di attività relative al mandato del leader o del funzionario; o
(D) di aver tentato di svolgere una qualsiasi delle attività descritte nelle sottosezioni (ii) (A), (ii) (B) (1) o (ii) (B) (2) di questa sezione; e
(iii) qualsiasi persona determinata dal Segretario del Tesoro, in consultazione con il Segretario di Stato e il Procuratore Generale:
(A) per avere sostanziosamente sostenuto, sponsorizzato o fornito supporto finanziario, materiale o tecnologico, o beni o servizi a o a sostegno di:
(1) qualsiasi attività descritta nelle sottosezioni (ii) (A), (ii) (B) (1) o (ii) (B) (2) di questa sezione che è condotta da una persona straniera;
(2) qualsiasi persona i cui beni e interessi nella proprietà sono bloccati in base a questo ordine; o
(3) qualsiasi entità, inclusa qualsiasi entità governativa, che abbia svolto, o di cui i membri abbiano svolto attività come descritte nelle sottosezioni (ii) (A), (ii) (B) (1), o ( ii) (B) (2) di questa sezione, dove l’attività sia condotta da una persona straniera;
(B) di aver posseduto o controllato, o di aver agito o preteso di agire a nome o per conto, direttamente o indirettamente, di qualsiasi persona i cui beni e interessi nella proprietà sono bloccati in base a questo ordine; o
(C) aver tentato di impegnarsi in una qualsiasi delle attività descritte nelle sottosezioni (iii) (A) o (B) di questa sezione.
(b) I divieti di cui alla sottosezione (a) di questa sezione si applicano nella misura prevista dalla legge, o in regolamenti, ordini, direttive o licenze che possono essere emesse in base a questo ordine, nonostante qualsiasi contratto stipulato o qualsiasi licenza o permesso concesso prima della data effettiva del presente ordine. 
Sezione 2 
L’ingresso illimitato di immigrati e non immigrati negli Stati Uniti di stranieri, determinato a soddisfare uno o più dei criteri di cui alla sezione 1 di questo ordine, sarebbe dannoso per gli interessi degli Stati Uniti e l’ingresso di tali persone negli Stati Uniti , come immigrati o non immigrati, è sospeso.
Tali persone devono essere trattate come persone coperte dalla sezione 1 della Proclamazione 8693 del 24 luglio 2011 (Sospensione dell’ingresso degli stranieri soggetta ai divieti di viaggio del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e sanzioni contro le sanzioni economiche internazionali sulle potenze economiche). 
Sezione 3 
o a beneficio di qualsiasi persona i cui beni e interessi in proprietà sono bloccati in base a questo ordine comprometterebbero seriamente la mia capacità di affrontare l’emergenza nazionale dichiarata in questo ordine, e con la presente proibisco tali donazioni come previsto dalla sezione 1 del presente ordine. 
Sezione 4 
I divieti di cui alla sezione 1 comprendono:
(a) l’esecuzione di qualsiasi contributo o fornitura di fondi, beni o servizi da, a, o a beneficio di qualsiasi persona i cui beni e interessi nella proprietà sono bloccati in base a questo ordine; e
(b) il ricevimento di qualsiasi contributo o fornitura di fondi, beni o servizi da qualsiasi di tali persone. 
Sezione 5 
(a) Qualsiasi transazione che sfugge o evita, ha lo scopo di eludere o evitare, causa una violazione di, o tentativi di violazione di uno qualsiasi dei divieti stabiliti in questo ordine, è proibita.
(b) Qualsiasi cospirazione creata per violare uno dei divieti stabiliti in questo ordine, è proibita. 
Sezione 6 
Ai fini del presente ordine:
(a) il termine “persona” indica un individuo o entità;
(b) il termine “entità” indica una società di persone, un’associazione, un trust, una joint venture, una società, un gruppo, un sottogruppo o altra organizzazione; e
(c) il termine “persona degli Stati Uniti” indica qualsiasi cittadino statunitense, straniero residente permanente, entità organizzata secondo le leggi degli Stati Uniti o qualsiasi giurisdizione negli Stati Uniti (incluse le filiali estere), o qualsiasi persona negli Stati Uniti. 
Sezione 7 
Per le persone i cui beni e interessi in proprietà sono bloccati in base a questo ordine e che potrebbero avere una presenza costituzionale negli Stati Uniti, ritengo che, a causa della capacità di trasferire fondi o altre attività istantaneamente, sarebbe necessario un preavviso a tali persone delle misure prese in base a questo ordine, il che renderebbe tali misure inefficaci.
Pertanto, ritengo che affinché tali misure siano efficaci nell’affrontare l’emergenza nazionale dichiarata in questo ordine, non è necessario alcun preavviso di notifica o determinazione effettuata in conformità al presente ordine. 
Sezione 8 
Il Segretario del Tesoro, in consultazione con il Segretario di Stato, è autorizzato a intraprendere tali azioni, tra cui l’adozione di norme e regolamenti, e ad impiegare tutti i poteri a me concessi da IEEPA e dalla Legge, come potrebbe essere necessario per attuare questo ordine e la sezione 1263 (a) della legge in relazione alle determinazioni ivi previste.
Il Segretario del Tesoro può, in conformità con la legge applicabile, ridelegare una di queste funzioni ad altri ufficiali e agenzie degli Stati Uniti. Tutte le agenzie adottano tutte le misure appropriate nell’ambito delle loro competenze per attuare questo ordine. 
Sezione 9 
Il Segretario di Stato è autorizzato a intraprendere tali azioni, tra cui l’adozione di norme e regolamenti, e ad impiegare tutti i poteri a me concessi da IEEPA, INA, e dalla legge che possono essere necessari per eseguire la sezione 2 di questo ordine e, in consultazione con il Segretario del Tesoro, ha l’obbligo di segnalazione nella sezione 1264 (a) della legge in relazione alle relazioni previste nella sezione 1264 (b) (2) di tale legge.
ll Sottosegretario di Stato può, in conformità con la legge applicabile, ridelegare tali funzioni ad altri funzionari e agenzie degli Stati Uniti in conformità con la legge applicabile. 
Sezione10 
Il Segretario del Tesoro, in consultazione con il Segretario di Stato e il Procuratore generale, è autorizzato a stabilire che le circostanze non giustificano più il blocco dei beni e degli interessi di proprietà di una persona elencata nell’allegato al presente ordine, e prendere le misure necessarie per dare effetto a tale determinazione. 
Sezione 11 
Il Segretario del Tesoro, in consultazione con il Segretario di Stato, è autorizzato a presentare al Congresso relazioni ricorrenti e finali sull’emergenza nazionale dichiarata in questo ordine, in linea con la sezione 401 (c) della NEA (50 USC 1641 (c)) e sezione 204 (c) di IEEPA (50 USC 1703 (c)). 
Sezione 12 
Questo ordine è efficace alle 00:01 am, fuso orario orientale, 21 dicembre 2017. 
Sezione 13 
Questo ordine non è inteso, né lo fa, a creare alcun diritto o beneficio, sostanziale o procedurale, applicabile per legge o in equità da alcuna delle parti contro gli Stati Uniti, i suoi dipartimenti, agenzie o entità, i suoi funzionari, dipendenti, o agenti, o qualsiasi altra persona. 
DONALD J. TRUMP
THE WHITE HOUSE, 
20 Dicembre 2017.

ALLEGATO 
Mukhtar Hamid Shah; nato, 11 agosto 1939; alt. nato, 8 novembre 1939; nazionalità, Pakistan
Angel Rondon Rijo; nato, 16 luglio 1950; nazionalità, Repubblica Dominicana
Dan Gertler; nato, 23 dicembre 1973; nazionalità, Israele; alt. nazionalità, Repubblica Democratica del Congo
Maung Maung Soe; nato, marzo 1964; nazionalità, Birmania
Yahya Jammeh; nato, 25 maggio 1965; nazionalità, Gambia
Sergey Kusiuk; nato, 1 ° dicembre 1966; nazionalità, Ucraina; alt. nazionalità, Russia
Benjamin Bol Mel; nato, 3 gennaio 1978; alt. nato, 24 dicembre 1978; nazionalità, Sudan del Sud; alt. nazionalità, Sudan
Julio Antonio Juárez Ramírez; nato, 1 ° dicembre 1980; nazionalità, Guatemala
Goulnora Islamovna Karimova; nata, 8 luglio 1972; nazionalità, Uzbekistan
Slobodan Tesic; nato, 21 dicembre 1958; nazionalità, Serbia
Artem Yuryevich Chayka; nato, 25 settembre 1975; nazionalità, Russia
Gao Yan; nata aprile 1963; nazionalità, Cina
Roberto Jose Rivas Reyes; nato, 6 luglio 1954; nazionalità, NicaraguaWhite House
http://sadefenza.blogspot.it/2017/12/trump-emana-ordine-esecutivo-per.html


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!