giovedì 1 febbraio 2018

Di che colore è la tua palla da demolizione?

cluborlov

Attualmente c'è molto malcontento nei confronti dell'esecutivo del Presidente statunitense. Intanto, aveva i sostenitori sbagliati: troppe poche femministe radicali; troppi maschi eterosessuali bianchi la cui mascolinità  è un grosso problema secondo le femministe radicali. Poi, naturalmente, è stato eletto  grazie alla nefasta intromissione del più grande sindacato del crimine organizzato del mondo, la Russia, guidata nientemeno che dal temibile pirata Putin. (I russi sono così intelligenti che non è sortito nemmeno uno straccio di prova della loro ingerenza nonostante un anno di sforzi risoluti da parte di un investigatore speciale straordinariamente competente). Poi (e questo è solo peggio) si scopre che è in atto un'altra sorta di nefasta intromissione: il Dipartimento di Giustizia e l'FBI, sotto la direzione di Barak Obama, ha fatto tutto il possibile per scagionare Hillary Clinton dai suoi numerosi crimini mentre faceva del suo meglio per trovare immondizia su Trump. Ma anche questa è tutta colpa di Trump: come poteva fallire nel commettere un qualche reato imponderabile, affinché lo trovassero?

Non solo Trump è un candidato manchuriano messo in auge da Putin e / o eletto da un gruppo di retrogradi e indesiderabili. Non solo ha fatto promesse nella campagna elettorale, orribilmente populiste, come ad esempio riportare a casa i posti di lavoro americani; tenere fuori gli immigranti illegali che levano posti di lavoro agli americani; oppure, riportare a casa le truppe dell'esercito americano a casa dai molti inferni che l'esercito statunitense sta alacremente creando in tutto il mondo;  o il rinegoziare accordi commerciali per favorire gli americani piuttosto che gli stranieri;  ristabilire buoni rapporti con la Russia; e anche come "rendere nuovamente grande l'America" ​​(per quanto improbabile possa sembrare). Peggio ancora, non è riuscito a mantenere nessuna di queste promesse! Invece, la  cosa piccola che è accaduta sotto il suo controllo e che si può dire positiva è un'ulteriore progressione di bolle finanziarie, con titoli e obbligazioni che assomigliano a palme da cento piedi che crescono sottili (cosa succederà loro quando arriverà una raffica di vento?). Questo non rende Trump diverso da nessuno dei suoi predecessori (chi di loro ha realizzato le promesse elettorali?). Ma in qualche modo un presidente degli Stati Uniti sta mentendo come se stesse correndo per l'elezione, e ignorare le sue promesse una volta eletto, proprio come qualsiasi altro presidente degli Stati Uniti, non va bene ad alcune persone.

Ma è anche peggio di così ...

Sappiamo ormai che "Trump il Politico", "Trump  Economista" e "Trump il Diplomatico" sono tutti frasi di un libro così piccolo che un bambino potrebbe colorarlo in una sola seduta. A giudicare dalle parole che pronuncia, è, intellettualmente, suona come un vaso vuoto come lo era pure Ronald Reagan, con la differenza che mentre Reagan era un attore che memorizzava e recitava fedelmente le sue battute, Trump è uno showman che improvvisa al momento con lo scopo di generare il massimo indignazione.  E mentre Reagan, la cui fiacca popolarità è cresciuta dopo lo sparo dell'attentato, da allora in poi amava dire "Perché non uscire e avere un altro sparo?" Ogni volta che la sua popolarità inizia ad affondare, Trump è uno che spara per primo. La sua arma preferita è Twitter: attira l'attenzione, facilmente raggiungibile e perfetta per massimizzare il danno.

È chiaro che, nonostante i suoi limiti intellettuali, Trump si è affrettato a rendersi conto che sarebbe stato ostacolato ad ogni turno. Le sue iniziative sull'immigrazione potrebbero essere bloccate da un giudice politicizzato. Il complesso militare-industriale avrebbe sabotato ogni suo sforzo per porre fine a programmi di elargizione di denaro con l'F-35 o inutili occupazioni  come in Siria o in Afghanistan. I membri del suo stesso partito hanno annullato i suoi sforzi per porre fine al Obamacare prima che implodesse. I migliori rapporti con la Russia furono resi impossibili da infinite accuse prive di prove sulla ingerenza russa. Il gettone del trionfo segnato sta spingendo a una sorta di riforma fiscale, ma questo è stato possibile solo perché tutti i cleptocrati del mondo possono confidare in più denaro per per se stessi è una cosa buona e che l'inevitabilità della bancarotta nazionale non è un argomento degno di discussione. E così Trump ha deciso di abbracciare una strategia di massima offesa, usando Twitter e altri mezzi pubblici a sua disposizione. È, a questo punto, che una palla da demolizione oscillante - arancione, nel caso in cui ti piacciano le palle da demolizione dipinte. E in questo è perfettamente riuscito.

Analizziamo alcuni esempi.

Per prima cosa, guardiamo all'immigrazione. Ostacolato nei suoi sforzi per fermare l'immigrazione dai paesi che generano terroristi islamici o nella costruzione del muro al confine con il Messico, è riuscito ad avvelenare l'atmosfera della room con una sola battuta: "Perché importiamo persone da paesi di merda". Avrebbe potuto dire da "paesi a basso QI", invece, fa esplodere una discussione con  un appeal intellettuale piuttosto emotivo, ma sarebbe stato uno spreco dire per persone con basso QI. Non conosco studi accademici seri su questo argomento, ma per quanto ne sappiamo potrebbe esserci una correlazione significativa, e forse un nesso causale, tra il basso QI e la propensione a defecare all'aperto come un animale.



Quindi, se diamo un'occhiata al tumulto che  è seguito, dopo che l'amministrazione Trump, ha riconosciuto Gerusalemme come capitale di Israele, senza menzionare che è anche la capitale della Palestina ed è sotto occupazione illegale israeliana non riconosciuta dal diritto internazionale. Questa azione ha causato una spaccatura internazionale: all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, gli unici paesi che si sono schierati con decisione con gli Stati Uniti erano Israele, un paio di topaie centroamericane gestite dagli Stati Uniti e una manciata di isole dell'Oceano Pacifico i cui voti delle Nazioni Unite possono essere acquistati con pochi barattoli di carne in scatola. Quindi l'amministrazione di Trump ha risposto tagliando i fondi all'ONU. Così facendo ha raggiunto due aspetti importanti.

Innanzitutto, ha permesso agli Stati Uniti di uscire dalla corsa da qualsiasi tipo di leader internazionale, perché la leadership internazionale si basa sul rispetto del diritto internazionale e sulla capacità di costruire un consenso internazionale su questioni chiave, mentre questo comportamento è l'opposto . Nello specifico, ha virtualmente eliminato la capacità della diplomazia statunitense di partecipare ai negoziati politici sul futuro del Medio Oriente, lasciando il campo aperto a Russia, Iran e Turchia.

In secondo luogo, ha contribuito a demolire la finzione che la relazione tra gli Stati Uniti e Israele sia in qualche modo vincente: gli Stati Uniti sostengono Israele come patria ebraica (immagini in bianco e nero dell'Olocausto) e unica vera democrazia della regione, mentre Israele è il coraggioso alleato dell'America in una regione volatile e strategicamente importante. La verità è che la relazione è più vicina a quella del parassitismo: Israele infetta gli Stati Uniti come un fungo infetta una formica, prendendo il sopravvento sul suo sistema nervoso.

Tenete conto  dei seguenti elementi:
• Tutte le sei principali Società dei Media negli Stati Uniti sono di proprietà di ebrei.

• La metà dei membri del Congresso degli Stati Uniti ha promesso fedeltà all'AIPAC-American Political Action Committee.

• Gli ebrei sono piuttosto attivi negli studi di Hollywood, dove stabiliscono l'ordine del giorno e controllano il messaggio.

• Sia il New York Times che il Washington Post - che esercitano un grande controllo sulla copertura delle notizie internazionali, amplificando certe notizie mentre mutano le altre - sono in larga misura gestite da ebrei.

• Se cercate la prova di interferenze straniere nelle elezioni degli Stati Uniti, non guardare oltre i milioni dati a Trump da alcuni oligarchi ebrei, che sono specifici e in regola per far difendere il riconoscimento di Gerusalemme come capitale israeliana.
La vasta influenza di tutte le suddette organizzazioni controllate dagli ebrei rende ogni discussione su questo argomento piuttosto importante soggetto alla censura e alle stridule grida di "antisemitismo!". (Il termine "semitismo" fu inizialmente coniato come termine di abuso contro i "semiti" - i presunti discendenti di un mitico Shem della Bibbia, e quindi gli antisemitisti sarebbero, tecnicamente, quelli contrari all'abuso di ebrei e arabi. In tutto, il riconoscimento di Gerusalemme da parte di Trump ha contribuito a chiarire che l'establishment politico statunitense è una formica zombi infestata da un fungo parassita ebreo-israeliano.



Il mio terzo esempio (ce ne sono molti altri, ma c'è solo spazio per tre) è il lavoro di demolizione semplice e veloce di Trump sulle alleanze strategiche americane.

Un viaggio in Arabia Saudita, che ha caratterizzato le danze imbarazzanti con spade e l'inquietante sguardo in una sfera di cristallo con il re saudita, ha portato alla perdita immediata del Qatar dal Consiglio di Cooperazione del Golfo, rendendolo piuttosto poco collaborativo verso i suoi ex alleati e piuttosto più collaborativo con Iran e Russia.

Un viaggio nel quartier generale della NATO a Bruxelles ha reso del tutto inutile ascoltare questa organizzazione... beh, inutile. Trump ha detto agli europei che devono proteggersi da se stessi acquistando armi americane e che gli Stati Uniti non necessariamente li aiuteranno. L'improvvisa  comprensione che le garanzie di sicurezza degli Stati Uniti erano un pio desiderio e che devono fare  pace con la Russia, ha dato inizio a un dibattito all'interno dell'UE nel provvedere e trovare un modo separato  alla propria sicurezza.

E poi c'è stata la gara a chi abbaiava più forte tra il sorprendentemente e abile Kim Jong Un,  della DPRK, e Trump che ha perso. Nel processo, ha contribuito a chiarire perfettamente che mentre non esiste una soluzione militare accettabile per la situazione coreana, gli Stati Uniti sono lieti di mettere a repentaglio i loro alleati solo per dar, al loro Presidente, una carica all'ego. La discussione sul "pulsante nucleare" più grande è stato particolarmente istruttivo. Come dice un vecchio adagio, "Una bomba nucleare può rovinare la giornata." Miracolosamente, questa gara a chi alzava di più la voce ha provocato un riavvicinamento tra il Nord e il Sud, e i loro atleti olimpici si stanno preparando ad apparire insieme ai Giochi Invernali di PyeongChang.



Ci sono persone negli Stati Uniti che desiderano un Presidente migliore: uno che possa effettivamente mettere a posto le cose. Ma cosa succederebbe se non esiste una persona del genere, anche se in teoria? E se invece ciò di cui ha bisogno il Paese oggi non fosse che è una bella palla da demolizione, per demolire tutti gli edifici  divenuti pericolosi , sono condannati? Puoi dipingere la tua palla da demolizione di qualsiasi colore ti piaccia, in modo che sembri carina mentre resta ferma in attesa, ma la vernice tende a graffiarsi al primo contatto con le pareti di mattoni. Alla fine, tutto ciò che conta è che l'edificio condannato crolli. Una volta fatto, diventa facile asportare le macerie e costruire qualcosa di migliore.

http://sadefenza.blogspot.it/2018/02/di-che-colore-e-la-tua-palla-da.html


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!