sabato 7 aprile 2018

Il presidente della Corea del Sud, spodestata, Park Geun-hye, è stata condannata a 24 anni di carcere per corruzione

RT 
Sa Defenza



L'ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye è stata riconosciuta colpevole di corruzione, abuso di potere e coercizione. È stata condannata a 24 anni di prigione, anche se i pubblici ministeri inizialmente avevano richiesto 30 anni.

Park è stata accusata di collusione con la sua amica Choi Soon-sil, che era stata già condannata a 20 anni, prendendo decine di milioni di dollari dai conglomerati. L'ex leader in precedenza aveva negato qualsiasi illecito e la condanna era stata annunciata anche in sua assenza. La prima donna presidente sudcoreana ha boicottato l'udienza per protesta contro la decisione di ottobre della Corte di estendere la sua carcerazione di sei mesi, riporta Yonhap.

Lo scandalo di alto profilo ha portato all'impeachment del presidente a dicembre 2016 e ha innescato massicce proteste in tutta la Corea del Sud, sia a sostegno che di condanna della Park.

L'ex presidente Park, 66 anni, è  figlia dell'ex capo di stato maggiore sudcoreano Park Chung-hee. È divenuta il terzo presidente sud-coreano ad essere condannato per crimini. Gli altri erano ex generali militari coinvolti in un colpo di stato del 1979 e in un massacro di civili del 1980.

Il suo predecessore, Lee Myung-bak, che ha ricoperto la presidenza dal 2008 al 2013, è attualmente detenuto in quanto sospettato per accuse di corruzione multiple. A differenza di Park, ha terminato il suo mandato presidenziale ed è stato arrestato in seguito all'ultimo scandalo del marzo 2018.

Lo scandalo coinvolgeva uomini d'affari di alto profilo, tra cui il vice presidente del Gruppo Samsung, Jay Y. Lee. Inizialmente è stato condannato a cinque anni di carcere per corruzione. Tuttavia, a febbraio, poco prima che iniziassero le Olimpiadi invernali in Corea del Sud, è stato rilasciato e la sua pena è stata sospesa e ridotta a due anni e mezzo.
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!