venerdì 4 maggio 2018




Israele si lamenta che la Siria si difenda
Kurt Nimmo
activistpost
Sa Defenza 



 .
Il ministro della Difesa israeliano Avigdor Liberman è preoccupato che la Siria possa essere in grado di difendersi dagli attacchi di Israele.




Il mese scorso la Russia ha detto che consegnerà gratuitamente il suo avanzato sistema missilistico S-300 al governo di al-Assad.

"Mosca fornirà al governo siriano il sistema missilistico avanzato S-300, secondo il quotidiano russo Kommersant, secondo quanto riportato da Hadashot," ha riferito Jerusalem Online il 23 aprile. "Citando due fonti militari russe, il giornale ha detto che il sistema , che sarà fornito gratuitamente al presidente siriano Bashar al-Assad, arriverà presto in Siria ".



I russi hanno avvertito che gli israeliani subiranno "conseguenze catastrofiche" se attaccano il sistema di difesa.

Ciò ha suscitato la risposta di Liberman. "Se i sistemi puntano ai nostri aerei, risponderemo sicuramente", ha detto a Kommersant.
"Abbiamo relazioni normali con la Russia e stiamo prendendo in considerazione i suoi interessi. Speriamo che la Russia considererà i nostri interessi, in Medio Oriente ", ha aggiunto.

Il principale interesse di Israele per il Medio Oriente è rovesciare il governo di Assad, sbarazzarsi di Hezbollah in Libano, continuare la sua pulizia etnica dei palestinesi e attaccare immaginari impianti di armi nucleari in Iran, mantenendo le proprie scorte di armi nucleari non riconosciute.

Il giornalista vincitore del premio Pulitzer Seymour Hersh ha scritto un libro sull'arsenale nucleare israeliano, The Samson Option: Israel's Nuclear Arsenal & American Foreign Policy .

Pubblicato nel 1991, il libro documenta come Israele mentì sullo sviluppo di armi nucleari, rubò l'intelligence di ricognizione dai satelliti segreti degli Stati Uniti e usò quei dati per colpire l'Unione Sovietica, ingannò gli ispettori nucleari statunitensi e minacciò Henry Kissinger e Richard Nixon con l'uso di armi nucleari il terzo giorno della Yom Kippur War del 1973, ha ricattato con successo la Casa Bianca e fatta trasportare via aerea beni di prima necessità.

Sarà interessante vedere quanto successo avrà Israele contro il sistema missilistico S-300. Avrà bisogno di aerei furtivi come F-22 Raptor per sconfiggere questo sistema missilistico altamente competitivo. Una seconda opzione sarebbe l'uso di attacchi elettronici da una piattaforma come il Growler EA-18G. Entrambi sono sistemi americani.


Se sia la Siria che l'Iran sono protetti dagli S-300 e, infine, dal sistema S-400, Israele giocherà la carta Sansone? (muoia Sansone e i filistei)
Per quanto folle come sono messe le cose ora, è certo che non è fuori questione.

http://sadefenza.blogspot.it/2018/05/israele-si-lamenta-che-la-siria-si.html


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!