domenica 10 giugno 2018

Il significato politico dell'LSD: ciò che non viene detto

Vikram Zutshi


Le " Microdosi " di sostanze psichedeliche come l' LSD -per ingestione quanto basta per aumentare le facoltà cognitive, migliorare la creatività, migliorare la concentrazione e alleviare la depressione - negli Stati Uniti è attualmente in voga tra le persone normalmente non associate a nulla di "controculturale" ma alla dovuta distanza.

Il termine psichedelico fu coniato nel 1958 dallo psichiatra britannico Humphrey Osmond e deriva dalle parole greche psyche ("anima, mente") e delein ("manifestare"), quindi "manifestazione dell'anima", l'implicazione essendo che le sostanze psichedeliche possono accedere all'anima e sviluppare potenziali inutilizzati nella mente umana . È una contesa che sta guadagnando una maggiore accettazione nelle università tradizionali.

La New York University , ad esempio, sta ospitando studi clinici che utilizzano la psilocibina per curare la dipendenza da alcol. L' Associazione multidisciplinare per gli studi psichedelici (MAPS) è stata in prima linea nella ricerca nel trattamento di pazienti affetti da PTSD (Post Traumatic Stress Disorder) resistente ai trattamenti cronici con MDMA , comunemente noto come Ecstasy. La Food and Drug Administration (FDA) ha recentemente designato il suo progetto di psicoterapia assistito da MDMA come una "terapia rivoluzionaria". Oltre a MDMA, MAPS sostiene anche l'uso di Ayahuasca, Ibogaina e marijuana medica per una varietà di condizioni che vanno dalla sindrome bipolare e la tossicodipendenza ai disturbi correlati all'autismo, ADHD e depressione clinica.

L'uso terapeutico delle sostanze psichedeliche non è nuovo . Tra il 1953 e il 1973, il governo federale statunitense ha finanziato oltre un centinaio di studi sull'LSD con oltre 1.700 soggetti partecipanti. Gli psichedelici sono stati testati su detenuti, tossicodipendenti, persone affette da depressione cronica e disturbo ossessivo-compulsivo, schizofrenici e malati terminali di cancro. L'LSD è stato anche testato su artisti e scienziati per esplorare i suoi effetti sulla creatività e sugli studenti di divinità per esaminare la spiritualità da una prospettiva neuroscientifica. I dati empirici raccolti da questi test sono stati ampiamente positivi .

L'LSD "era davvero un acido, dissolvendo quasi tutto ciò con cui è entrato in contatto, a cominciare dalle gerarchie della mente ... e passando da lì alle varie strutture di autorità della società" dice l'autore Michael Pollan nel suo libro How To Change Your Mind: La nuova scienza degli psichedelici. E questo è ciò che rende questo soggetto socialmente e politicamente interessante.



"È curioso per me che quelle che vedo come le due maggiori minacce - la crisi ambientale e il tribalismo [politico] - queste droghe riguardano direttamente entrambe quelle mentalità", ha detto Pollan al Guardian in una recente intervista. 
"Minano la nostra tendenza a oggettivare la natura, a pensare a noi stessi come separati da essa. Minano il tribalismo in quanto le persone tendono ad emergere da queste esperienze pensando che siamo tutti più simili, tutti più connessi. "

Se questo è vero, allora quelli di noi impegnati nella trasformazione sociale devono iniziare a prendere molto più sul serio l'uso delle sostanze psichedeliche. Ma qual è la connessione effettiva o potenziale tra LSD e politica?

Era un chimico svizzero di nome Albert Hoffman che scoprì la droga per caso nel 1938 . Mentre conduceva ricerche su un altro composto farmaceutico, assorbì il farmaco attraverso la pelle e barcollò a casa per sdraiarsi sul suo divano, dove "in uno stato onirico, con gli occhi chiusi", scrisse in seguito, "ho percepito un flusso ininterrotto di immagini fantastiche forme straordinarie con giochi di colori intensi e caleidoscopici. " Hoffman sentiva di aver ricevuto le chiavi per svelare i misteri dell'universo," l'esperienza mistica di una realtà più profonda e completa ".

Alcuni decenni più tardi, nell'agosto del 1960, Timothy Leary , psicologo clinico dell'Università di Harvard, si recò a Cuernavaca in Messico e per la prima volta ingerì funghi "magici" , un'esperienza che alterò radicalmente il corso della sua vita. Nel 1965, Leary commentò che aveva "imparato di più sul ... (suo) cervello e sulle sue possibilità ... [e] altro sulla psicologia nelle cinque ore dopo aver preso questi funghi rispetto a ... nei 15 anni precedenti di studio e facendo ricerca in psicologia ". Leary divenne un evangelista per tutta la vita per i benefici terapeutici delle sostanze psichedeliche.

Il fisico teorico Carlo Rovelli , autore di The Order of Time , dice che la sua storia d'amore con la teoria quantistica e i misteri del continuum spazio-temporale sono stati scatenati dai suoi viaggi di LSD come studente radicale all'Università di Bologna. "È stata un'esperienza straordinariamente forte che mi ha toccato anche intellettualmente", ha detto al Guardian . "Tra gli strani fenomeni c'era il senso del tempo che si fermava. Le cose stavano accadendo nella mia mente ma l'orologio non stava andando avanti; il flusso del tempo non passava più. Era una sovversione totale della struttura della realtà. Come faccio a sapere che la solita percezione è giusta, e questo è sbagliato? "

Rovelli ha trascorso la parte migliore della sua vita alle prese con il rapporto tra spazio, tempo e coscienza, concetti fondamentali alla base dell'esistenza e come percepiamo simultaneamente il mondo e lo modelliamo. “Se osservo lo stato microscopica delle cose,” scrive , “allora la differenza tra passato e futuro svanisce ... nella grammatica elementare delle cose, non v'è alcuna distinzione tra perche '' e 'l'effetto.'" Il concetto di tempo, dice, “ha perso strati uno dopo l'altro, pezzo per pezzo.” Ci siamo lasciati con "un paesaggio battuto dal vento vuoto quasi privo di ogni traccia di temporalità ... un mondo spogliato alla sua essenza, scintillante di una bellezza arida e preoccupante."



Gran parte del mondo è polarizzato a un ritmo raramente visto prima, aiutato in gran parte dalle "bolle di filtro" dei social media e da algoritmi che dividono nettamente le persone lungo le linee della nazionalità o dell'ideologia, i loro collegamenti umani sottostanti resi sempre più irrilevanti. Forse un tale profondo odio e sospetto verso l'altro era sempre presente, ma ora è al centro dell'attenzione e viene usato come una potente strategia elettorale dai leader populisti e iper-nazionalisti di tutto il mondo. Come mandrie di bestiame, un gran numero di persone viene programmato e schierato come pedine per un programma più ampio.

Pertanto, forse il vero cambiamento inizia con il ricablaggio della nostra struttura percettiva. Le sostanze psichedeliche sono state ingerite sacramentalmente dalle culture indigene per raggiungere questo obiettivo sin dalla notte dei tempi, e ora vengono convalidate dalle comunità scientifiche e mediche. I cambiamenti di coscienza che possono essere causati dalle sostanze psichedeliche possono aiutare a dissolvere i confini artificiali o la paura dell'altro che sono impiantati nella nostra psiche collettiva.

Mentre i bio-hacker della Silicon Valley che microdosano l'LSD per migliorare le loro prestazioni sul posto di lavoro potrebbero non cercare di provocare cambiamenti tettonici nella coscienza collettiva, non c'è motivo di limitare l'uso di sostanze psichedeliche a questi gruppi e scopi. Potrebbero anche funzionare come un potente catalizzatore per risvegliare il genere umano ai pericoli del nazionalismo tossico e del rabbioso nativismo che minaccia di inghiottirci.

Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!