lunedì 21 settembre 2015

VATICANO ASSIEME A NAZIONI UNITE PRODUCONO VIDEO SU INTEGRAZIONE EXTRATERRESTRE

exopolitics
sa defenza



Il 10 agosto, il fondo per l'infanzia delle Nazioni Unite (UNICEF) ha pubblicato un video che mostra un bambino extraterrestre integrato in una normale aula umana. Il video mostra che il bambino inizialmente viene preso in giro, e poi accettato dopo che usa abilità psichiche avanzate nel far levitare gli attori di una recita scolastica. Il video è stato rilasciato in Cile, ed ha finora generato oltre sette milioni di visualizzazioni. 
Nella prima copertura mediatica alternativa del video si perde il coinvolgimento del Vaticano attraverso un'organizzazione fondata da Papa Francesco, che sponsorizza il tentativo UNICEF di cambiare il modo in cui vengono educati i bambini. Questo suggerisce un legame diretto tra il Vaticano e un segreto sforzo delle Nazioni Unite per integrare vita extraterrestre nella società umana.
Al momento del rilascio del video su Facebook, l'UNICEF Cile ha annunciato: "Conoscere qualcun altro è una grande opportunità per vivere esperienze preziose. Dite sì all'integrazione! "


Mentre l'UNICEF sta raffigurando il video, come uno sforzo, per educare i bambini ad accettare il diverso tra loro, per ridurre gli episodi di violenza, l'uso del video con un alieno Starchild suggerisce una spiegazione molto più convincente. Il vero scopo è quello di preparare apertamente l'umanità all'accoglienza e l'integrazione della vita extraterrestre.

Un accordo firmato a Roma il 21 aprile 2015 da Papa Francesco ha dato inizio ad un quinquennio di collaborazioni tra l'organizzazione del Vaticano "Scholas Occurrentes" e l'UNICEF:
Scholas e l'UNICEF inizialmente cooperano in una serie di attività congiunte in tutto il mondo, con l'obiettivo particolare di porre fine alla violenza e promuovere la connessione esistente tra tutti i giovani, sfruttando al massimo le capacità uniche di ogni persona per favorire la partecipazione degli adolescenti e di ampliare il loro accesso agli strumenti e alle informazioni di cui hanno bisogno per essere connessi, per comunicare e collaborare.
Il video del bambino straniero è esplicitamente rivolto a "porre fine alla violenza e promuovere la connessione  tra tutti i giovani", come descritto nel contratto di Unicef ​​con l'iniziativa del Vaticano "Scholas Occurrentes". Questa è la prova di un legame diretto tra Vaticano UNICEF e il video con l'alieno . E' quindi ragionevole concludere che il Vaticano è segretamente parte dell'iniziativa delle Nazioni Unite per preparare l'umanità ad accogliere e integrare anche i visitatori extraterrestri.

Questa non è un gran sorpresa. Papa Francesco e gli astronomi vaticani hanno precedentemente nominato gli extraterrestri come capaci di essere battezzati, e accettati come 'fratelli in Cristo'. Nel mese di maggio 2014, il Papa ha detto che avrebbe battezzato marziani se glielo chiedessero. Mesi dopo, nel mese di settembre, l'astronomo del Vaticano Guy Consolmagno  (un gesuita come Papa Francesco), ha dato orientamento a un simposio sponsorizzato dalla NASA e la biblioteca Library of Congress, dove si è discusso del battesimo da impartire a extraterrestri.

Poco dopo, il 27 Ottobre 2014, Papa Francesco ha rilasciato una dichiarazione in cui ha fatto riferimento agli "esseri dell'universo" (extraterrestri) come una parte importante del piano evolutivo di Dio:
Egli ha creato gli esseri viventi e gli ha permesso di svilupparsi secondo le norme del diritto che ha dato a ciascuno, in modo che fossero capaci di sviluppare e di arrivare alla pienezza dell'essere. Ha dato autonomia agli esseri dell'universo, allo stesso tempo egli ha assicurato la sua presenza continua, dando vita ad ogni realtà. E così la creazione continuò per secoli e secoli, millenni e millenni, fino a divenire che conosciamo oggi, proprio perché Dio non è un demiurgo o un mago, ma il creatore che dà tutte le cose.
Si è rivelato che gli extraterrestri hanno storicamente svolto un ruolo importante nell'evoluzione dell'umanità, quindi una forte giustificazione teologica è stata stabilita per la loro integrazione nella società umana.

Infine, ciò che è importante da tenere a mente è che Papa Francesco nell'imminente visita alla sede delle Nazioni Unite a New York il 25 settembre per affrontare l'Assemblea Generale. Il 10 agosto l'uscita del video del bambino alieno aumenta la possibilità che il Papa solleverà la questione extraterrestre durante il suo intervento alle Nazioni Unite. Prima del discorso, il Papa si incontrerà con il presidente Obama il 23 settembre, per affrontare una sessione congiunta nel Congresso degli Stati Uniti il giorno successivo. Tutti questi eventi coincidono con una previsione riguardante un picco delle energie cosmiche per il 23 settembre, che è anche l'equinozio di autunno, e che porta grandi cambiamenti globali.

E' molto probabile  un importante discorso del Papa sulla vita extraterrestre sia coordinato ai massimi livelli tra i leader presso le Nazioni Unite e gli Stati Uniti. Indipendentemente da ciò che il Papa sceglierà di rivelare durante il suo prossimo tour americano, è molto significativo il fatto che egli è legato ad un segreto sforzo delle Nazioni Unite a educare l'umanità sull'importanza di accoglienza e integrazione di vita extraterrestre nella società umana.

© Michael E. Salla, Ph.D. Copyright

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!