domenica 27 novembre 2022

XIX Marcia Sarda per la Pace a Iglesias



SA DEFENZA
XIX Marcia Sarda per la Pace
Iglesias 27 novembre 2022

Edizione 2022 della Marcia Sarda per la Pace che quest’anno, dato il momento storico, sarà ad Iglesias, ex città mineraria scelta anche allo scopo di evidenziare la sua sensibile attività di contrasto alla sfruttamento del territorio a fini bellici.

In linea con l’impegno sociale che contraddistingue il gruppo e la sua presenza attiva nel territorio, anche quest’anno SA DEFENZA sarà presente alla tradizionale Marcia Sarda per la Pace che per volontà dei suoi promotori, la Tavola Sarda della Pace, si svolgerà ad Iglesias su un percorso in gran parte urbano.

Una serie di tappe significative, dislocate su circa 10 chilometri a partire dalla zona industriale di Sa Stoia, dove gli organizzatori offriranno una serie di riflessioni contro ogni guerra e le sue tragiche conseguenze.

Una giornata interamente dedicata alla costruzione di un mondo che neghi, definitivamente, la “guerra” e il suo sostegno quali strumenti di risoluzione di qualsivoglia controversia internazionale, in linea con la storica aspirazione di un popolo, quello sardo, che auspica ad una Sardegna laboratorio mediterraneo di dialogo e di pace.
 
Molte le presenze previste sia dall’isola, sia dal resto d’Italia.

Programma della giornata

10.00 - Ritrovo dei partecipanti in località Sa Stoia, Via del Centauro
10.20 - Deposito Rwm – loc. Sa Stoia, sosta con interventi
11.20 - Giardini della Biodiversità - Via L. da Vinci, sosta con interventi
11.40 - Corso Cristoforo Colombo – Fronte chiese San Pio X, sosta con interventi
12.10 - Monumento ai Caduti – Piazza G. Oberdan, sosta con interventi
12.40 - Piazza Municipio – Chiesa di Santa Chiara, Eccidio dei Minatori (con interventi)
13.15 - Chiesa di San Francesco (con interventi)
13.30 - Salita al Colle di Buon Cammino, per chi vuole proseguire la marcia (punto panoramico, Monastero di Santa Chiara ) - Pausa pranzo con varie modalità (al sacco/ristorante), per chi ha necessità di fermarsi. Dopo pranzo, possibilità di recuperare le auto lasciate a Sa Stoia con un pullman) e salita in macchina al Colle.
15.30 - Ritrovo di tutti i partecipanti presso il Monastero di Santa Chiara e incontro con le monache di clausura – Cammino Minerario di Santa Barbara, passi di un futuro desiderato.
16.30 – Piazza Sella – interventi finali (in caso di maltempo, Sala “Rita Lepori”, Via Isonzo)  

Percorso XIX Marcia Sarda per la Pace / 27-11-2022 / Iglesias:
via del Centauro, tratto di strada compreso tra via Centauro ed inizio di corso
Cristoforo Colombo, corso Cristoforo Colombo, via Leonardo da Vinci, corso
Cristoforo Colombo, via Crocifisso, via XX Settembre, via Garibaldi, piazza Oberdan,
corso Matteotti, piazza Lamarmora, via Sarcidano, piazza Pichi, piazza Municipio, via
Satta, via Don Minzoni, piazza San Francesco, via Roma, piazza Conte Ugolino, via
Tangheroni, Monastero Santa Chiara, via Tangheroni, scalinate collegamento via
Tangheroni – via Fontana, via Eleonora, piazza Q. Sella;

Intervista a Kent Mclellan "Boneface", un neonazista Statunitense del Battaglione Azov

Kent Mclellan "Boneface"
La seguente intervista con Kent Mclellan "Boneface", un neonazista di 32 anni della Florida che si è unito al gruppo di volontari fascisti del settore destro durante la guerra del Donbass, ed è tornato a combattere a fianco del battaglione Azov nel gennaio 2022, è stato realizzato di Truthseeker77 e Fearless John . Il testo è pubblicato nella versione originale.

La prima volta che ho saputo di Kent McLellan "Boneface" è stato attraverso l'indagine di Vasily Prozorov, un ex dipendente dei servizi di sicurezza ucraini che ora sta scoprendo le verità nascoste dell'Ucraina sul suo canale UKRLEAKS.

Quindi lo stesso Boneface ha contattato il mio collega Truthseeker77 volendo contestare alcune delle segnalazioni che ho fatto sul mio canale su di lui. Abbiamo deciso di chiedere a Boneface un'intervista, avremmo posto insieme le domande e Truthseeker77 avrebbe condotto tutti gli "interrogatori" al neo nazista statunitense.

Domanda di sangue non vaccinato in aumento in tutto il mondo

sangue per trasfusioni
di greatgameindia
La domanda di sangue non vaccinato sta aumentando in tutto il mondo. Batteri, virus, prioni e parassiti possono essere trasmessi tramite trasfusioni di sangue allo stesso modo le persone vaccinate con il vaccino mRNA hanno la proteina spike SARS-CoV-2 (leggi sotto) nel sangue. La proteina spike (viaggia per tutto il corpo) causata dalla vaccinazione COVID-19 dura per mesi (potenzialmente permanentemente nel corpo per coloro che prendono frequentemente colpi di richiamo).

Finora sono state istituite nuove banche del sangue in 18 paesi, che forniscono questo "sangue puro".


Dall'articolo di The Vice News:
Gli anti-vaccino stanno cercando di creare una nuova infrastruttura globale per la fornitura di sangue non vaccinato, guidati da teorie del complotto e credenze pseudoscientifiche sui pericoli dei vaccini COVID a mRNA.
Sfortunatamente l'articolo è molto negativo e continua a minimizzare i rischi e a chiamarli... teorie del complotto. Le stesse persone che ti hanno detto che il vaccino interromperà la trasmissione, il vaccino rimane nel tuo braccio, il vaccino è sicuro ed efficace, ecc., stanno minimizzando i rischi del sangue addizionato di mRNA. Gente, la maggior parte di quella che è stata definita una teoria del complotto dal governo e dai media principali è ora FATTA. È meglio prevenire che curare.

L'afflusso di sangue generale è ora pieno di sangue carico di proteine ​​​​del picco "completamente vaccinato". Le banche del sangue richiedono di indicare se sei stato vaccinato contro il COVID quando doni il sangue. Tuttavia non trasmettono queste informazioni al destinatario. Sanno ma non distinguono.

Il ministro degli esteri bielorusso muore improvvisamente

Il 64enne Vladimir Makey ha ricoperto la carica dal 2012
Fonte
Il ministro degli Esteri bielorusso è morto improvvisamente sabato, ha riferito l'agenzia di stampa Belta, citando il portavoce del ministero, Anatoly Glaz. Aveva mantenuto la sua posizione per un decennio.

Il notiziario non ha fornito dettagli sulle circostanze o sulle cause della morte del 64enne. Nei prossimi giorni avrebbe dovuto incontrare il suo omologo russo Sergey Lavrov.

Diplomatico di carriera, Makey ha lavorato con il ministero degli Esteri bielorusso dal 1993 dopo essersi diplomato all'Accademia diplomatica austriaca di Vienna. Ha rappresentato la Bielorussia al Consiglio d'Europa ed è stato consigliere dell'ambasciatore bielorusso a Parigi negli anni '90.

Negli anni 2000 ha lavorato come assistente del presidente Aleksandr Lukashenko e ha guidato l'amministrazione presidenziale tra il 2008 e il 2012 prima di assumere la carica di ministro degli Esteri.

Appena un giorno prima della sua morte, Makey ha incontrato l'ambasciatore vaticano a Minsk, Ante Jozic. L'incontro ha segnato il 30° anniversario dell'instaurazione delle relazioni diplomatiche tra il Vaticano e la Bielorussia. Il ministro e l'ambasciatore hanno discusso delle relazioni bilaterali, nonché della posizione della Chiesa cattolica in Bielorussia, ha affermato all'epoca il ministero.
Ai primi di novembre il ministro ha visitato l'India, dove ha incontrato diplomatici e imprenditori. Makey ha anche discusso del commercio bilaterale e della cooperazione economica con il suo omologo indiano, Subrahmanyam Jaishankar, secondo il ministero degli Esteri bielorusso. Sul tema del conflitto tra Russia e Ucraina, i due diplomatici hanno chiesto una "rapida risoluzione con mezzi pacifici", ha aggiunto il ministero.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha affermato che Mosca è scioccata dalla notizia della morte dell'alto diplomatico.

sabato 26 novembre 2022

Putin esprime rammarico per il Donbass

FOTO D'ARCHIVIO: I residenti locali camminano lungo una strada a Mariupol, nella Repubblica popolare di Donetsk. © Sputnik / Aleksej Kudenko
Fonte
La riunificazione con la Russia probabilmente sarebbe dovuta avvenire prima, ha detto il presidente alle madri dei soldati. Le repubbliche del Donbass avrebbero probabilmente dovuto ricongiungersi alla Russia prima, ha detto venerdì il presidente russo Vladimir Putin in un incontro con le madri delle truppe coinvolte nell'operazione militare in Ucraina. In tal caso, si sarebbero potute perdere meno vite, ha sottolineato il presidente.

"Potrebbero non esserci state così tante vittime tra i civili, non ci sarebbero stati così tanti bambini uccisi", ha suggerito il leader russo. Ha sostenuto, tuttavia, che nel 2014 la Russia non aveva una piena comprensione della situazione nel Donbass o dei veri sentimenti della gente del posto.

È ora di smascherare la verità

Di Dr. ERIC PAYNE MD, MPH, FRCP(C) è un neurologo pediatrico e professore assistente clinico di pediatria presso l'Università di Calgary. 
Il chief medical officer of health (CMOH) dell'Ontario ora " raccomanda vivamente " di mettersi la mascherina in tutti gli ambienti pubblici al chiuso, comprese le scuole e i centri per l'infanzia, e sebbene abbia incoraggiato specificamente i bambini di età compresa tra 2 e 5 anni a mascherarsi, per ora si è fermato di colpo di un mandato. Questo annuncio arriva mentre gli ospedali pediatrici in tutto l'Ontario sono stati sopraffatti, in gran parte a causa di infezioni da influenza e virus respiratorio sinciziale (RSV).

Qualche settimana fa, il premier dell'Alberta Danielle Smith ha dichiarato che "il nostro governo non consentirà ulteriori mandati di mascheramento dei bambini nel sistema educativo K-12 dell'Alberta". Ha affermato che "gli effetti dannosi sulla salute mentale, lo sviluppo e l'educazione dei bambini nelle strutture scolastiche sono ben compresi e dobbiamo voltare pagina su quello che è stato un periodo estremamente difficile per i bambini, insieme ai loro genitori e insegnanti".

Il Mars Rover della NASA trova "chimica molto, molto strana" e ingredienti per la vita

il Rover Mars - immagine NASA da Marte
Di Becky Ferreira
vice.com
Il Mars Rover della NASA trova "chimica molto, molto strana" e ingredienti per la vita. Un trio di nuovi studi che utilizzano i dati del rover Perseverance della NASA confermano che il cratere Jezero su Marte era una volta abitabile.

Il rover Perseverance della NASA ha cercato segni di vita su Marte da quando è atterrato in un antico fondale lacustre sul pianeta rosso nel febbraio 2021. In un trio di nuovi studi, gli scienziati hanno rivelato dettagli allettanti sulle condizioni abitabili che un tempo esistevano su Marte, mentre limitando le probabilità di scoprire la vita marziana in futuro.

Marte è attualmente un mondo gelido e disseccato che è ostile alla vita, ma ci sono abbondanti prove che fosse più caldo, più umido e più accogliente molti miliardi di anni fa. Semplici forme di vita potrebbero essere emerse nei laghi e nei fiumi che un tempo scorrevano in questa era antica, motivo per cui la NASA ha inviato Perseverance alla ricerca di tracce fossilizzate di eventuali microbi marziani del passato. Il rover sta anche raccogliendo campioni dal cratere Jezero che il team della missione spera di raccogliere con un futuro veicolo spaziale in modo che possano essere riportati sulla Terra per un esame più rigoroso. I dati per i nuovi studi sono stati raccolti in quasi due anni di esplorazione extraterrestre.

che riportava una sorprendente abbondanza di rocce ignee (o vulcaniche) nelle aree esplorate per la prima volta da Perseverance e offre dettagli più granulari sulle nuove scoperte del rover."Quello che sta venendo fuori ora è la documentazione effettiva dello strumento di tutte queste prove che abbiamo visto", ha detto Eva Scheller, una scienziata planetaria del Massachusetts Institute of Technology che ha guidato lo studio su SHERLOC, uno spettrometro ultravioletto di bordo
"Questa è in realtà la prima volta che utilizziamo questo tipo di strumentazione in una missione planetaria", ha aggiunto, riferendosi a SHERLOC. "Quindi, di per sé, è anche una dimostrazione di una nuova tecnica ingegneristica".
Come descrivono Scheller e i suoi colleghi nel loro studio, SHERLOC ha rilevato due periodi distinti in cui il cratere è stato influenzato dalla presenza di acqua. Sebbene sia difficile stabilire una cronologia esatta, il team ha stimato che l'area ospitasse acqua circa 3,8 miliardi di anni fa. Più di un miliardo di anni dopo, il cratere conteneva una salamoia più salata che produceva sostanze chimiche "strane" chiamate perclorati, ha detto Scheller.
"In quel tipo di ambiente, stiamo vedendo una chimica molto, molto strana che non è affatto comune sulla Terra, ma sembra essere più comune su Marte perché ora abbiamo visto questo tipo di materiali in quasi tutte le missioni", lei spiegò. "Quindi ci sono due liquidi provenienti da rocce diverse con due età diverse con una chimica molto diversa che [SHERLOC] è stato in grado di determinare".
Lo strumento è stato anche in grado di rilevare molecole organiche, che sono ingredienti chiave per la vita, confermando che una volta esistevano condizioni abitabili nel cratere Jezero.
"C'è ancora un'indagine in corso che stiamo facendo", ha detto Scheller. “Ma vogliamo cercare composti organici perché li vediamo come gli elementi costitutivi della vita. Non sono necessariamente segni di vita, ma vuoi vedere acqua liquida e composti organici insieme in un ambiente perché sono i componenti chiave di ciò che potrebbe rendere abitabile un ambiente.
I risultati di SHERLOC aiutano a ricostruire la storia dell'acqua e delle sostanze organiche su Marte e confermano che Jezero Crater aveva le cose giuste per supportare i microbi, anche se ciò non significa che la vita sia mai effettivamente sorta sul pianeta rosso. Questo quadro generale è stato supportato anche dagli altri team strumentali.
Oltre a SHERLOC, Perseverance trasporta anche uno spettrometro a raggi X chiamato PIXL e una fotocamera stereoscopica chiamata Mastcam-Z, che ha una funzione di zoom.

Il gruppo PIXL ha dettagliato la loro analisi delle rocce nella formazione Séítah, che ha mostrato alterazioni acquose a minerali e cristalli che erano "precedentemente impossibili da limitare in modo inequivocabile", secondo uno studio pubblicato su Science Advances .

Nel frattempo, il team di Mastcam-Z ha riferito di "non aver trovato alcuna prova convincente di sedimentazione lacustre nelle regioni del fondo del cratere finora esplorate utilizzando il rover", il che significa che il rover non ha ancora incontrato rocce sedimentarie che potrebbero conservare antichi segni di vita, secondo uno studio che è stato pubblicato anche su Science Advances . Tuttavia, Perseverance è appena arrivato ai resti di un enorme delta prosciugato nel cratere, che potrebbe contenere più di questa roccia sedimentaria, che sarà dettagliata in studi futuri.

Nel loro insieme, i nuovi studi fanno avanzare la nostra comprensione della versione allettante e abitabile di Marte che esisteva miliardi di anni fa. I team della missione ora attendono con impazienza molti altri anni di esplorazione sulla superficie marziana e, infine, il riuscito ritorno dei campioni di Perseverance sulla Terra. Forse un giorno, questi sforzi potrebbero rispondere a una delle ultime domande della scienza: la Terra è l'unico pianeta che abbia mai ospitato la vita?

"È stato un viaggio davvero straordinario", ha detto Scheller, aggiungendo che ha iniziato a lavorare a questa missione quando la NASA stava ancora cercando di capire dove far atterrare il rover su Marte. “Sono stato davvero in grado di vedere la missione svolgersi scientificamente fin dall'inizio, quindi in realtà è un po' surreale che alla fine abbiamo trovato un posto dove atterrare e abbiamo effettivamente ottenuto informazioni da dove siamo atterrati. È stata un'impresa enorme da parte di centinaia e centinaia di persone".

La connessione Covid/Crypto: la triste saga di FTX e Sam Bankman-Fried

app di FTX
di Jeffrey A. Tucker
Nel mio libro Pandemic Blunder sono stato uno dei primi a incolpare il malvagio Fauci per aver bloccato l'ampio uso di farmaci generici dimostrati sicuri ed efficaci per affrontare COVID e, invece, spingendo la popolazione ad un'ampia (taglia unica) vaccini . Ora è stato rivelato che l'ormai vergognosa e criminale impresa FTX ha fornito un sacco di soldi per far sembrare (falsamente) inefficaci l'ivermectina e l'idrossiclorochina e per promuovere azioni terribili e inefficaci come i lockdown (blocchi).

FTX ha svolto un ruolo per sopprimere l'uso di farmaci generici economici a favore dei vaccini COVID
Di seguito è riportato un articolo per fornire il resoconto delle notizie recenti e migliori del fiasco di FTX, compreso ciò che è stato fatto per spingere i vaccini rispetto ai generici economici.

(Articolo di Joel S Hirschhorn ripubblicato da JoelSHirschhorn.Substack.com )

► Potrebbe interessare anche: