mercoledì 2 dicembre 2015

Putin avverte Obama "Il tempo del Messia" è iniziato

Sorcha Faal
Un rapporto sensazionale preparato dal Ministero degli Affari Esteri (MoFA) racconta che il Presidente Putin, nel corso di un incontro privato con il Presidente Barack Obama a Parigi, ha presentato al leader dell'America il documento scritto dal Sommo Consiglio della Chiesa Ortodossa russa che sotto l'autorità di  Sua Santità il Patriarca Kirill , Padre spirituale di Mosca e tutte le Russie,  proclama che il "Il tempo del Messia" ha avuto inizio.
Il presidente Vladimir Putin e il presidente Barack Obama, Parigi, Francia, 30 Novembre 2015






Sua Santità il Patriarca Kirill (a destra) 23 novembre 2015 al Sommo Consiglio della Chiesa 
Secondo questo rapporto del MoFA, la straordinaria riunione del Sommo Consiglio della Chiesa sul documento della "fine dei tempi" ha avuto inizio quasi 5 anni fa per volere del superiore religioso e leader israeliano, il rabbino Chaim Kanievsky, che prima ancora che questo documento fosse completato la scorsa settimana, si è preoccupato così tanto che, lo scorso luglio, ha messo in guardia i popoli ebrei di tutto il mondo, poiché il Messia è alle porte, e ha nominato la data di forte rilevanza: il 12 settembre 2015,  data esatta in cui il Presidente Putin ha formalmente autorizzato le forze Aeree ad iniziare i bombardamenti in Siria e che sono iniziate il 30 settembre.

Il rabbino Chaim Kanievsky (al centro), nel luglio 2015, segnala ai suoi seguaci che l'arrivo del Messia è imminente

La sostanza principale di questa "fine dei tempi" del documento presentato al presidente Obama dal Presidente Putin, continua il rapporto, riguarda le profezie fatte nel 18° secolo di una delle storie dei più accurati studiosi ebrei, Elijah ben Shlomo Zalman (Rabbi Elija ben Solomon), che è anche conosciuto come Gaon di Vilna, il genio di Vilna.

La più critica delle profezie, fatte da Vilna Gaon, appartiene esattamente a eventi del mondo di oggi, afferma la relazione, che esaminati in modo approfondito sia dal Sommo Consiglio della Chiesa che dal Rabbi Kanievsky, su quella che ha profetizzato poco prima della sua morte, nel 1797, ci ha messo in guardia:
"Quando sentirete che i russi hanno conquistato la città di Crimea, dovreste riconoscere che il tempo del Messia è già iniziato ascoltate i suoi passi. E quando sentirete che i russi hanno raggiunto la città di Costantinopoli (Istanbul di oggi), si dovrebbe mettere sui vostri vestiti  Shabbat e non toglierli, perché significa che il Messia sta per arrivare da un momento all'altro. "

Blocco di legno contemporaneo rappresentazione stampata del Gaon di Vilna CIRCA 1790

Importante sottolineare in merito a questa profezia di Gaon di Vilna, dice il rapporto, che ci sono due sue traduzioni, la seconda delle quali::
"Quando le navi del regno della Russia attraverserà lo stretto dei Dardanelli [Israele] si deve vestire in abiti Sabbath perché questo significa che l'arrivo del Messia è vicino. Quando vedete le armate russe  muoversi verso sud ed entrare in Turchia, mettere sulle vesti Sabbath e preparatevi ad accogliere il Messia. "
Insieme con il Mar di Marmara e il Bosforo, spiega il rapporto, lo stretto di Dardanelli collega il Mar Nero al Mar Mediterraneo, che è una via di transito vitale per le navi della Marina russa che svolgono la loro missione contro i terroristi di Stato islamico, che molti ritengono che la Turchia possa chiudere se dovesse accadere significherebbe un'invasione immediata della Turchia da parte della Russia per riaprirlo.



Per quanto riguarda le metodologie impiegate da Gaon di Vilna nel fare questa profezia, continua la relazione, si concentra sul suo livello di geniale intelligenza  mostrata già quando era bambino, e con il tempo da adulto lo ha reso uno dei più grandi studiosi di matematica-ebraica di studi religiosi che il mondo abbia mai conosciuto, un'arte che solo di recente si è riscoperta, nel 1994, con la pubblicazione di questo articolo scientifico dal titolo "sequenze di lettere equidistanti nel Libro della Genesi".

Conosciuta più popolarmente nella cultura di oggi, come il Codice della Bibbia (o Codice della Torah), la relazione spiega ulteriormente, Gaon di Vilna ha scoperto una serie di messaggi segreti codificati nel testo ebraico della Torah e questo codice nascosto è stato descritto come un metodo attraverso il quale specifiche lettere del testo possono essere selezionate per rivelare un messaggio altrimenti celato.



Ha contribuito al presente documento il Sommo Consiglio della Chiesa che ora è in possesso del Presidente Obama, conclude la relazione, è stato il Museo di Stato ebraico Gaon di Vilna a Vilnius, in Lituania, e i servizi di sicurezza federali (FSB) a scoprire nel 2014 negli archivi e storici  questi documenti, che sono stati poi forniti non solo alla Chiesa, ma anche al pronipote di Gaon di Vilna, il rabbino Moshe Sternbuch.

E anche se questa relazione non è speculare a quello che il presidente Obama farà con questo documento sui "Tempi del Messia", è importante notare che con riconquista della Russia di Crimea nel marzo 2014, e ora la guerra appare probabile che si verifichi in qualsiasi momento tra la Russia e la Turchia, ci sarebbe da sperare che anche nel mondo di oggi, gli avvertimenti di Dio e i suoi messaggi per l'umanità siano ascoltati.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!