sabato 20 dicembre 2008


Amici, Compagni, Fratelli.

Un attimo, sospeso nel nulla infinito del momento, un alito di vento si è sollevato, il momento si il momento infinito e tremendo del distacco impalpabile, luce d'eternità lo ha rapito in battito di ciglia .

Caro, caro, caro,
Leonardo

Amici, Compagni, Fratelli,

Vi informo, con il cuore rotto dal dolore, che è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari Leonardo.

Un Uomo
Un Amico
Un Compagno
Un Affetto

Aveva coronato il suo sogno: tornare alla sua terra dopo anni di diaspora.

Un Uomo che ha lottato, amato, sudato, che ha dato l'anima per coloro che amava più di tutti: la cara moglie Angela e le sue perle di vita: le sue amate e adorate figlie.

Il fato lo ha strappato a questa vita di sacrifici, per volare nel tempo del inconosciuto, il luogo della dilatazione, l'oscurità profonda e nera, nel gelido abbraccio dell'espanso ignoto.

Lo voglio ricordare con il suo amabile sorriso, nella sua sensibilità eterea e disarmante, nell'amore per la Vita, nel sostegno del suo prossimo, nell'amore per la sua terra: la SICILIA.

Sia lode a Te uomo, sii lodato e innalzato nel più alto dei luoghi celesti,


Leonardo.




Caro amico, compagno e tesoro di tutti NOI.

Con le lacrime agli occhi ti salutiamo caro amico, riposa in Pace nel profondo gelo dell'immenso eterno.

Vaturu



a volte al cmp di FI scherzando allegramente cantichiavamo "chiuri"
Reazioni:

15 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!