giovedì 10 febbraio 2011

di Gettiamo le Basi Sardinia

La componente civile della Commissione Tecnica Mista di Esperti coordinata da dr. Antonio Onnis sostiene la proposta avanzata da Gettiamo le Basi. Concorda con l’esigenza di una pluralità di letture “tecnico-scientifiche” dei risultati del Piano ed evidenzia la mancanza di figure professionali pluridisciplinari nella CTME . Ricordo che CTME è formata da 4 persone “senza oneri per la Difesa”, una commissione ridotta al lumicino per volontà esplicita dei militari e per la compiacenza o disinteresse delle Autorità locali del CIPT, Comitato d’Indirizzo Politico Territoriale. Il contributo dell’Arpas appare più realista del re, finora ha puntato le critiche sulla rilevazione delle nano particelle a Baunei svolta da A Gatti. E' umanamente comprensibile, i funzionari sono gli stessi che hanno fatto la scoperta “scientifica” del millennio sul nesso arsenico-tumori emolinfatici e non vogliono certo farsela portare via dalle nano particelle.


E’ doveroso che le istituzioni si facciano carico di contribuire alla pluralità di letture del monitoraggio/caratterizzazione da parte di esperti scientifici di fiducia e di provata indipendenza.
Il dovere delle Autorità locali presenti nel CIPT è particolarmente cogente tenuto conto che lo scarso interesse denotato e la saltuaria partecipazione ai lavori si è tradotta in silenzi e assenze che di fatto hanno avvallato il controllo truffaldino gestito dai controllati (in primis Provincia Cagliari e Assessorato regionale Sanità, Dirindin-Liori).
E’ nell’interesse delle istituzioni e Autorità locali un intervento fattivo tenuto conto dell’inchiesta della Procura di Lanusei non solo per omicidio plurimo doloso ma anche “per omissioni di atti d’ufficio”.
Sarebbe opportuno tentare di coinvolgere i sindaci estromessi dal CIPT e le POCHE personalità istituzionali che hanno denotato una certa apertura.

Gettiamo le Basi può contare da subito su professionalità di buon livello e provata indipendenza per la lettura dei lavori del lotto 3 “Analisi degli elementi chimici in matrici ambientali e biologiche” (il lotto in cui con la tecnica gutta scavat lapidem è stata introdotta l’indagine non prevista dei veterinari). Per la lettura dei lotti 1 e 2 va riannodata la rete di professionalità di fiducia e i tempi si fanno più lunghi.

La ricerca sulle matrici biologiche è stata seguita dal 2002 da Mauro Cristaldi, docente alla Sapienza di biologia umana e animale comparata, consulente scientifico della prima Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul DU, coordinatore del Comitato scienziate/i contro la guerra, estensore su richiesta di Gettiamo le Basi di un Piano di controllo del Pisq (consegnato nel 2004 ad alcuni consiglieri regionali di area soriana e rimasto sepolto nei cassetti).
Dal 2008 Cristaldi ha dovuto interrompere l’impegno su Quirra per gravissimi motivi di salute. Dopo l’ultimo intervento chirurgico (2 settimane fa) pare stia meglio e sostiene di essere perfettamente in grado di coordinare il suo team di laureandi, ricercatori,collaboratori. Il problema per Gettiamo le Basi è che Mauro Cristaldi ha sempre lavorato gratis e con spese viaggio a suo carico mentre nessuno del suo team può fare altrettanto (sono ricercatori precari!).







VOLANTINO IN DISTRIBUZIONE DOMENICA 13 FEBBRAIO 2011

COMITADU.SI.NONUCLE

COMITADU PRO SU “SI”
IN SU REFERENDUM CONSULTIVU SUBRA SU NUCLEARE IN SARDIGNA

Email comitato.si.nonucle@tiscali.it – Rif. Provisòriu Tel/fax - 0784/415249 - 348/7815084

DIE DE SA VARDIANÌA A QUIRRA
Domenica 13 febbraio dalle ore 10

Sa Die de sa Vardianìa – E’ un giorno di condivisione collettiva organizzata come una festa paesana che chiama la gente a condividere la necessità di rendere più esplicita la volontà di essere sensibili alla tutela del proprio territorio, della propria salute e di quella delle generazioni future.
Una condivisione esplicita che non si chiude nelle comunità del territorio interessato ma si allarga e coinvolge tutto il popolo sardo facendolo partecipe attivo di VARDIANÌA , salvaguardia, dell’Habitat sardo da fonti di pericolo, presenti o incombenti.
Si vuole affidare la VARDIANÌA alla festa popolare, perché è nella festa che il sentidu condiviso trova le tracce più profonde dell’interesse comune, sfrondate delle sfere personali, e dà individualità al collettivo.

CHI UCCIDE A QUIRRA ?

Qual è il pericolo presente o incombente?
Nel territorio di Quirra ci sono state malformazioni e malattie gravi, su animali e persone che non rientrano nella “normalità”, addebitabili dunque ad un pericolo presente, non individuato con certezza, ma presente.
Quando la morte di un individuo non è “normale” è una uccisione, qualcosa sta uccidendo le persone nel territorio di Quirra, è necessaria la VARDIANÌA collettiva.
E’ necessario individuare il pericolo, quello che uccide, non quello dei cerimoniali della politica, eliminarne la causa con determinazione e pretendere dai responsabili il risarcimento dei danni fatti e futuri.

SPETTA AI NOI SARDI SA VARDIANÌA
Sos Sinnos de sa Vardianìa
UN SEGNO DI SALVAGUARDIA – Un bronzetto nuragico, Capo Tribù, sarà il simbolo di Vardianìa sarà il segno di un popolo che è passato leggero sul suo territorio ed il monito che a nessuno sarà consentito di passarvi pesante. Sotto il bronzetto ci sarà una targa in ceramica con la scritta “ A Vardnìa de Quirra e de sa Sardigna totu”

UN SEGNO DI LUTTO PER I MORTI DI QUIRRA – Sarà il bronzetto nuragico, Madre dell’Ucciso, a segnare il cordoglio collettivo del popolo sardo per i figli di Sardegna uccisi a Quirra. Non possiamo nascondere quegli uccisi, nel chiuso del lutto familiare, tutto il popolo sardo ha il dovere di fagher lutu, è il loro sacrificio, il loro essere caduti, che ci ha reso palese il pericolo che uccide. Sarà segno del nostro lutto ma sarà anche segno della nostra determinazione a fermare il pericolo che uccide e a chiedere conto a chi del pericolo è stato causa. Sotto il bronzetto ci sarà una targa in ceramica con la scritta “ Bos fagimus lutu Mortos de Quirra” .

Zente de Sardigna Faghimus festa, cumbidamunos, faghimus populu,
SEMUS POPULU – TOCAT A NOIS

Il comitato.si.nonucle invita tutti al pranzo con pane, casu, sarditza, vinu e amistade meda.
HYPERLINK "mailto: Comitato.si.nonucle@tiscali.it" Comitato.si.nonucle@tiscali.it – tel. 3487815084
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!