mercoledì 18 settembre 2013

SABRA E CHATILA . 

IL MASSACRO  IMPUNITO 

Antonello Boassa


Moshe Dayan e Ariel Sharon 

I crimini contro l'umanità . Difficilmente nei media si affronta in modo approfondito il perchè di tanta ferocia . Le cause , di solito , vengono attribuite a conflitti religiosi , a rivalità tribali o addirittura alla crudeltà insita nella natura umana . 


Vengono individuati dei "cattivi"( che il più delle volte sono cattivi per davvero) e molto sbrigativamente attribuiti a loro i contrasti interni.

Somalia , Ruanda , Libano ,Palestina , Sri Lanka , Cecenia , Sudan... A parte le solite eccezioni , mai potremo capire , in particolare dalle televisioni , chi sono i veri protagonisti dei disastri planetari : le multinazionali , le banche ,i governi occidentali ; mai potremo capire quanto i conflitti locali siano stimolati a bella posta per favorire il caos e l'intervento risolutore imperiale , giustificato alla Kipling come "un fardello dell'uomo bianco".


IL genocidio . Se ne parla fino a quando è utile al potere poi passa nel dimenticatoio senza averne chiarito il perché . Così se ne potrà fare un altro a breve per "ragioni umanitarie".


Il massacro di Sabra e Chatila non viene oscurato ,come succede per altri terribili avvenimenti perché i media devono bruciare le notizie e passare immediatamente ad altre , ma semplicemente perché i governi occidentali e i loro media non devono importunare un loro molto importante alleato di fatto : lo stato di Israele . Come del resto si sta zitti sulla colonizzazione del Tibet dato "l'enorme mercato cinese".


Il 17 settembre 1982 si conclude la mattanza . Intendo commemorare quell'immane tragedia con brevi accenni . 1700 morti secondo testimoni oculari . 3000 secondo la Croce Rossa .


Il 15 l'esercito israeliano circonda i campi e nel giorno 16 favorisce l'ingresso dei suoi alleati falangisti , fornendo tutto il supporto necessario , dalle mappe ai bulldozer ai fari degli elicotteri per illuminare a giorno i campi.La BBC da la notizia che la tv israeliana aveva reso noto che le truppe falangiste avrebbero compiuto "epurazioni" . La "caccia" ha inizio . Prima in silenzio con coltelli ,accette , pugnali . 


Il 17 arriva la condanna internazionale . Si fa in fretta . Si spara nel mucchio .

IL 22 settembre il parlamento israeliano decide di non formare una commissione ufficiale d'inchiesta . Nessuno ha mai pagato per questo genocidio . Il Presidente Pertini , in Libano nel 1983 nei luoghi del massacro , ebbe a dire " Il responsabile dell'orrendo massacro è ancora al governo in Israele . E quasi va baldanzoso di questo massacro compiuto . E' un responsabile cui dovrebbe essere dato il bando dalla società"


Sabra e Chatila 

Area - Luglio, agosto, settembre (nero)
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!