sabato 3 novembre 2012


Le basi che fanno paura. Documento dove raggrupperemo le 5 puntate.


Salvatore bellisai
Ipotesi sulle contaminazioni nei siti militari sardi

di Milvia Spadi

In Sardegna si trova il 60% delle basi militari italiane, intorno a Teulada, Capo Frasca e Quirra, da tempo si lamenta l’inquinamento prodotto dai materiali usati per le esercitazioni. In particolare nella zona  del poligono sperimentale del Salto di Quirra, il più grande d’Europa, sul quale dal 2011 indaga la procura di Lanusei, è stato accertato l’uso di armi pericolose, e rilevate tracce di uranio, torio, cadmio tugstenio. Il processo contro i responsabili accusati di inquinamento ambientale è in corso. Da tempo tuttavia associazioni di militari e civili protestano contro questa pericolosa presenza che avrebbe causato tumori e leucemie. E sono sempre di più le costituzioni di parte civile al processo.  





Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!