sabato 5 marzo 2016

Complotto omicida: Russia e Turchia si avvicinano alla guerra (aggiornamento)

Gordon Duff

Turchi e sauditi complottano contro i leader regionali - Fonti russe in Libano




Gordon Duff e Nahed al Husaini, VT Damasco

Ci sono molteplici conferme, da fonti di intelligence di Hezbollah  in Libano, dall'Iraq e ora direttamente dalla Russia. Le fonti rivelano anche che la Russia è sempre più frustrata e impaziente con la Turchia per l'intransigenza delle nazioni a fronte delle numerose informazioni date da Mosca.



La Russia ha fatto ogni sforzo per informare sulle continue provocazioni della Turchia  in Siria e porterà alla guerra e alla caduta del governo Erdogan.

Questo avverrà durante la presidenza Obama, per un semplice motivo Erdogan sarà rimosso con la tacita approvazione degli Stati Uniti e con grande sollievo della NATO e dell'UE, che ora vede la Turchia come una minaccia per la sicurezza europea.

E' stata intercettata una lista di assassinio, un vasto complotto dell'Arabia Saudita e la Turchia, per uccidere i leader regionali in Iraq e in Libano. Lo scopo è quello di portare un conflitto tra fazioni e ampliare gli operatori  coinvolti in una guerra che temono potrebbe effettivamente finire un giorno, qualcosa che considerano come un disastro politico.

La lista:
  • Il leader druso Walid Jumblatt
  • Il religioso sciita iracheno Muktada al Sadr
  • L'ex primo ministro libanese cristiano (Generale) Michael M. Aoun
  • Il leader di Hezbollah Hassan Nasarallah
altri nomi non vengono rivelati ...

Le squadre operative sono state ingaggiate in Gran Bretagna e sono ex operatori dei servizi segreti britannici e israeliani con curricula consolidata (identità).

La prima fase degli attacchi serve ad avere il consenso e l'autorizzazione da parte degli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Al fine di autorizzare l'assassinio di Nasarallah e Sadr, era necessario che il Gulf Cooperation Council  dichiarasse Hezbollah un'organizzazione terrorista.

Il raggruppamento militare russo ha stabilizzato la situazione in Siria e portato l'esercito siriano a buon punto in un programma di allenamento e rinnovamento, e con evidenti minacce russe contro l'Arabia Saudita e la Turchia, vi è una maggiore desolazione sia a Riad e Ankara per la sentenza sulle  fazioni estremiste .
"convogli di camion con materiale e armi attraversano il confine dalla Turchia alla Siria ventiquattro ore su ventiquattro. Essi sono diretti esclusivamente in zone controllate da al-Nusra e da Ahrar ash-Sham, gruppi terroristi ", sentenzia ai giornalisti  il tenente generale Kuralenko, comandante del centro russo con base a Hmeymim per la riconciliazione in Siria.
"L'artiglieria bombarda  unità della milizia curda, la lotta contro al-Nusra, continua da una posizione del territorio sul confine con la Turchia nei pressi di Yanankey", afferma Kuralenko, aggiungendo che queste azioni ostacolano il ripristino della pace e la riconciliazione nelle province di Aleppo e Idlib.
Vi è anche la prova di una profonda divisione tra Israele e i loro alleati, Turchia e Arabia Saudita. Israele è stato riportato di recente essere molto critica verso la Turchia e ha dichiarato alla stampa di un tentativo da parte degli Emirati Arabi Uniti di acquisto di armi nucleari, visto da alcuni come un tiro"mancino" per dire che ha già venduto armi nucleari tattiche  all'Arabia Saudita, ci dice che Netanyahu si rammarica profondamente.

Abbiamo la conferma che Israele ha un accordo di sicurezza globale con la Russia che include garanzie che gli armamenti avanzati non saranno forniti a Hezbollah in cambio che Israele limiti alcune attività che possono o no includere il loro ruolo nello Yemen.
Vi è anche una notevole "speculazione informativa" sui rapporti di Israele con l'Iran dopo le recenti elezioni. Ci si aspetta che le porte si apriranno per tornare a un'ampia cooperazione economica tra le due nazioni. Israele è sempre più consapevole che la ricerca delle ambizioni comuni turche e saudite sono una potenziale minaccia, a lungo termine, per la sicurezza di Israele, una politica di turn-around indica una serie di errori grossolani del Likud, tra cui l'avvelenamento e il ritardo dei rapporti con entrambi i partiti politici americani.
Il vero problema, e le fonti sono contrastanti su questo, è come la Russia risponderà alle flagranti violazioni della Turchia dell'accordo di cessate il fuoco, e non solo per i bombardamenti dei curdi di YPG, sostenuti dagli Stati Uniti. La Turchia si sta muovendo con colonne di armamenti verso la Siria con unità miste, consulenti turchi e dirigenti delle unità mercenarie ingaggiate dai Sauditi, il tutto nel tentativo di salvare il centro militare della Turchia nella provincia di Idlib, nella città di Jisr Ash Shugur, che è ora sotto minaccia diretta delle forze esercito arabo siriano e russe.



VT ha forti conferme che il Presidente russo Vladimir Putin richieda motivi per le azioni personalmente del presidente turco, Recip Erdogan, come il coinvolgimento di Erdogan nel sostegno di elementi estremisti in Ucraina, il suo programma sulle armi nucleari, la collaborazione della Turchia con la Georgia nello sviluppo e l'uso di armi biologiche e chimiche,  e il diretto sostegno turco del terrorismo in Russia.

Putin ritiene che Erdogan sia un pazzo. Più di una fonte conferma che in poche ore le forze aeree turche e le principali unità corazzate sarebbero cancellate dalle armi nucleari tattiche in pochi minuti, e con ciò la Russia porrebbe termine alla "violazione della Redline" della Turchia.

La Turchia sta giocando con la "Redline".


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!