venerdì 18 marzo 2016

Monsanto ha citato in giudizio la California per dire alla gente le sue verità sulle sostanze chimiche




Monsanto ha citato in giudizio lo Stato della California per la sua intenzione di includere il glifosato - l'ingrediente principale del suo popolare erbicida, Roundup - nella sua lista, Proposition 65, sostanze chimiche tossiche.

La decisione della California è arrivata dopo che l'Agenzia dell'Organizzazione Mondiale della Sanità Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha classificato il glifosato come "probabile cancerogeno" nel marzo 2015. I ricercatori hanno scoperto " limitata evidenza " in un legame tra il diserbante e patologia non-Hodgkin negli esseri umani, così come "prove convincenti" del suo legame con altre forme di cancro nei roditori. Così, IARC ha deciso all'unanimità che il glifosato è "probabilmente cancerogeno".

La California ha annunciato a settembre che includerebbe il glifosato tra le sostanze chimiche nocive sotto la lista Prop 65, con "mandati di notifica e l'etichettatura di tutti i noti cancerogeni, mutageni difetti congeniti o altri danni al sistema riproduttivo, e vieta loro scarico in acque potabili dello Stato," Alternet summarized.

Monsanto ha respinto la classificazione della IARC fin dall'inizio. Il glifosato Roundup  rimane l'erbicida più  pesantemente usato sul pianeta - nonostante una lista sempre più ampia delle nazioni che pongono parziali  divieti sulla sostanza.

In effetti, il Centro per la sicurezza alimentare ritiene che l'aggiunta di glifosato alla lista Prop 65 è imperativo, Alternet riporta l'organizzazione ha presentato una mozione per intervenire nella causa Monsanto :
La CFS è stata una delle prime organizzazioni di interesse pubblico ad aumentare la consapevolezza che l'uso del glifosato in sistemi colturali con Roundup Ready favorisce erbe infestanti resistenti agli erbicidi e aumenta l'uso del erbicidi e gli effetti negativi ad essa associati, e ha più volte cercato di impedire la messa a dimora e l'approvazione di colture geneticamente modificate, resistente al glifosato attraverso il contenzioso federale. Riprendendo le preoccupazioni di un pubblico sempre più informato, CFS crede nella trasparenza e il diritto di essere informati dei rischi da esposizione a sostanze tossiche. La causa della Monsanto per bloccare tale etichettatura smentisce la sua indifferenza nel danneggiare la popolazione mondiale e della contaminazione  il pianeta - o, peggio, la sua intenzione di trarre profitto nonostante tali danni.

In caso la Monsanto ne uscisse vittoriosa in questa battaglia legale, rappresenterebbe una grave sconfitta nel diritto del popolo di sapere quando potrebbero essere danneggiati. Peggio ancora, sarebbe una vittoria per un settore già piegato in modo aggressivo e arrogante dal profitto ad ogni costo a qualsiasi costo.

Questo articolo (Monsanto is Suing California for Telling People the Truth About Its Chemicals) è libero e open source. Hai il permesso di ripubblicare questo articolo con una licenza Creative Commons con attribuzione a Claire Bernish e theAntiMedia.org. Anti-Media Radio va in onda durante la settimana alle 11 di sera Orientale / 08:00 Pacifico. Se individuate degli errori, e-mail 
edits@theantimedia.org.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!