sabato 6 maggio 2017

Russia, Iran, Turchia Impongono la “No-Fly Zone” invarie parti della Siria Contro gli USA

Anti-Media
Sa Defenza 



( ZHE ) La Russia si è detta pronta a inviare forze di pace in Siria dopo che la Turchia e l'Iran hanno concordato Giovedi la proposta della Russia per attuare la “zone de-escalation” in Siria. La mossa, è stata accolta con favore dalle Nazioni Unite, mentre da parte degli USA è stata accolta con scetticismo per i cosiddetti safe-zone che saranno chiusi agli aerei da guerra degli Stati Uniti e a quelli della coalizione guidata dagli Stati Uniti.

Come riporta Bloomberg , i tre paesi hanno firmato un memorandum per la creazione di cosiddette aree de-escalation Giovedì, dopo due giorni di colloqui ad Astana in Kazakistan che comprendeva anche rappresentanti del governo e gruppi di ribelli siriani.


I leader dell'opposizione hanno preso le distanze dal piano, dicendo che non possono accettare l'Iran come garante della tregua e che vogliono un  “chiaro e tangibile” garante perché l'accordo sia applicato.


Gli Stati Uniti hanno inoltre espresso dubbi, come detto dal Dipartimento di Stato il portavoce Heather Nauert , Giovedì che gli Stati Uniti hanno “preoccupazioni” circa l'accordo, “tra cui il coinvolgimento del Iran come  cosiddetto ‘garante’' e detto che la Russia dovrebbe fare di più per fermare la violenza .

Le quattro zone sicure stabilite in Siria saranno chiuse  ai voli di aerei da guerra della coalizione a guida Usa, ha detto l'inviato russo ai colloqui di pace di Astana, in cui le zone sono state concordate.

La Russia è pronta a inviare i suoi osservatori” per contribuire a far rispettare le zone di sicurezza ha detto, ai giornalisti presenti nella capitale kazaka, l'inviato del presidente Vladimir Putin per la Siria, Alexander Lavrentiev. “Crediamo che la crisi siriana possa essere risolta solo attraverso metodi politici.”
Per quanto riguarda le azioni [della coalizione] nelle zone di de-escalation, a partire da oggi quelle zone sono chiuse ai loro voli,”  ha continuato a dire Aleksandr Levrentyev ai giornalisti nella capitale kazaka.

Il Ministero della Difesa russo osserva che l'accordo sulle zone sicure in Siria entrerà in vigore alle 21:00 GMT del 5 maggio.

Ci chiediamo quanto tempo Washington rimarrà fermo senza far sorvolare le zone che equivalgono effettivamente ad una “no-fly zone” contro gli aerei da guerra degli Stati Uniti su estese parti della Siria.

http://sadefenza.blogspot.it/2017/05/russia-iran-turchia-impongono-la-no-fly.html


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!