giovedì 21 giugno 2018

IL VERTICE PUTIN-TRUMP HA OTTIME POSSIBILITÀ DI RIUSCITA

Peter Korzun 
Sa Defenza 


Un vertice Trump-Putin che si terrà a luglio è ovviamente in corso di preparazione . L'ambasciatore degli Stati Uniti in Russia Jon Huntsman è impegnato a preparare il terzo incontro di persona fra Trump e Putin. L'Austria ha già offerto di ospitare l'evento che attira l'attenzione. L'anno scorso, i leader hanno avuto due brevi incontri faccia a faccia a margine del G20 e degli incontri APEC di primo livello. A marzo, Donald Trump ha fatto una telefonata per congratularsi con Vladimir Putin per aver vinto le elezioni presidenziali. Durante il summit del G7 dell'8-9 giugno in Canada, il presidente degli Stati Uniti ha affermato di sostenere l'idea che la Russia ritorni al gruppo, rendendolo nuovamente il G8. Il mese prossimo, il presidente Trump sarà in Europa per il vertice NATO dell'11-12 luglio. Può usare questo viaggio per far avanzare l'agenda della politica estera degli Stati Uniti dopo che l'evento annuale a Bruxelles è finito.

Il gruppo di intelligence della Camera ha concluso la sua indagine a marzo e non ha trovato nulla a sostegno dei sospetti sulla collusione del presidente Trump con Mosca. L'inchiesta del consulente speciale Robert Mueller non ha finora prodotto nulla da offuscare l'immagine del presidente. Oggi, Donald Trump può fare affidamento sulla base repubblicana in quanto il partito sembra essere completamente nelle sue mani . Le sue valutazioni sono aumentate di recente fino al 45% , ai livelli al momento della sua inaugurazione a gennaio. Gode ​​del sostegno repubblicano al 90%. Il 42% di coloro che non supportano nessuna delle parti sono con lui. Donald Trump è in una posizione di forza. Può resistere ai critici e fare le sue facende.

Un gruppo di senatori repubblicani, tra cui Richard Shelby (Alabama), John Neely Kennedy (Louisiana) e John Hoeven (North Dakota) dovrebbero visitare la Russia all'inizio di luglio su quella che è in gran parte ritenuta una "missione di ricognizione". Questi legislatori sono lontani dall'essere amici della Russia, ma sono i politici giusti per scambiare opinioni e inviare segnali.

I capi di stato militare russi e statunitensi hanno tenuto una conversazione telefonica il 14 giugno, una settimana dopo il loro incontro in Finlandia. Stanno attuando sforzi per allentare le tensioni e prevenire gli incidenti in Europa, oltre a coordinare le attività in Siria, tra le altre cose.

Questa è una buona notizia. Il controllo degli armamenti è sull'orlo dell'erosione e le tensioni tra Russia e Occidente sono andate troppo oltre per non affrontare il problema. I due leader hanno un enorme massa di problemi da affrontare con urgenza. Prendi la bozza del National Defense Authorization Act per il 2019 approvata dal Senato il 18 giugno. Dice che Washington ha il diritto legale di sospendere l'operazione del Trattato INF in tutto o in parte fino a quando la Russia continuerà ad essere "in grave violazione". Il futuro di New START è su un terreno instabile. Il Trattato sui cieli aperti è nei guai e la controversia sulla difesa contro i missili balistici (BMD) è diventata un ostacolo per ostacolare qualsiasi tentativo di andare avanti. Ci sono problemi con il Trattato di non proliferazione (NPT) che segnerà il suo cinquantesimo anniversario dalla sua firma il 1 luglio.

Le relazioni bilaterali non possono semplicemente peggiorare ulteriormente. L'Atto dell'Amministrazione dell'Aversione Attraverso le Sanzioni dell'America ha codificato misure punitive contro Mosca. Si sta conducendo una guerra commerciale. Il 19 giugno, la Russia ha annunciato l'imposizione di dazi all'importazione su alcuni prodotti americani in risposta ai dazi imposti da Washington sulle importazioni di acciaio e alluminio. La lotta contro le contromisure continua.

Le due potenze hanno opinioni contrastanti sulla crisi in Ucraina e in Siria. La relazione è al minimo, ma la simpatia personale ha sempre giocato un ruolo immensamente importante se si guarda allo sviluppo dei legami bilaterali dopo la seconda guerra mondiale.

Alcune cose potrebbero essere fatte in questo momento. L'accordo Incidenti di mare (INCSEA) e l' accordo sulla prevenzione delle attività militari pericolose potrebbero essere rivitalizzati. Oltre ai contatti tra i capi di stato, potrebbero essere avviati contatti militari bilaterali e incontri informali tra esperti in materia di controllo degli armamenti e questioni militari. La sicurezza informatica potrebbe essere affrontata. In considerazione dei recenti sviluppi, la situazione in Libia è la questione su cui le due nazioni potrebbero cooperare. È giunto il momento per due presidenti di scambiarsi opinioni sulla Siria per prevenire ogni possibilità di incidenti e scontri.

Anche senza grandi passi da togliere il fiato, mantenere il dialogo a diversi livelli è molto meglio della situazione anomala a cui abbiamo assistito recentemente, con un divario che divide le due principali potenze nucleari. Cambiare le sorti potrebbe diventare una grossa piuma nel cappello del Presidente Trump prima delle elezioni di metà novembre. Allentare le tensioni con Mosca potrebbe aumentare le sue possibilità per il secondo mandato.

"Putin è molto importante", ha detto Donald Trump spiegando la sua decisione di incontrare il presidente russo all'incontro dell'APEC dello scorso anno. È deciso a farlo nonostante tutti gli ostacoli . Le tensioni in corso non avvantaggiano Mosca in alcun modo. Tutti guadagneranno se le relazioni si normalizzeranno.

Ma c'è un grande gruppo di persone influenti a Washington che faranno del loro meglio per impedire che accada la cosa giusta. Coloro che alzano la loro voce contro la partecipazione di Mosca al G8 non possono essere contenti della prospettiva di un vertice separato Russia-USA. Potrebbero cercare di impedirlo.

Il modo più semplice per contrastare l'incontro è esacerbare le tensioni in Siria. L'anno scorso, il presidente Trump ha dato ai comandanti militari maggiore libertà d'azione, specialmente in quel paese. Le provocazioni chimiche che la Russia ha avvertito sono possibili. Gli eventi a Daraa sono preoccupanti. L'escalation delle attività di combattimento è prevista in qualsiasi momento. Ci possono essere altri modi per prevenire il vertice. Può succedere, ma il buon senso ha sempre prevalso per tenere le due nazioni lontane dal peggio.

Diamo un'occhiata alla storia. Alla crisi cubana ha fatto seguito il "Memorandum of Understanding Between the United States of America e l'Unione delle repubbliche socialiste sovietiche del 1963 per quanto riguarda l'istituzione di un collegamento diretto alle comunicazioni" o un accordo con la hotline. Lo stesso anno, il Limited Test Ban Treaty (LTBT), fu firmato il primo vero accordo sul controllo degli armamenti. Nel 1969, le parti lanciarono gli Strategic Arms Limitation Talks (SALT). Nel maggio 1972, il presidente Richard Nixon venne a Mosca per firmare il trattato SALT I, il trattato ABM e l'accordo sugli incidenti marittimi. Questo risultato è stato raggiunto nel pieno allarme della Guerra Fredda. Il bilanciamento sull'orlo del  conflitto ha finito per dare il posto alla distensione . Se è stato possibile raggiungerlo in quei giorni tempestosi. È possibile farlo anche oggi. La speranza di migliori relazioni non è mai svanita.


Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!