sabato 14 luglio 2018

Iran: Israele utilizza la Guerra Meteorologica?

Joseph P. Farrell
Sa Defenza 







Di tanto in tanto abbiamo parlato della possibilità che alcuni eventi geofisici e meteorologici siano  meglio compresi se visti come esempi di possibili conflitti geofisici. Per esempio, ho sospettato per qualche tempo che l'uragano Katrina fosse "guidato" verso New Orleans, poiché  potreste ricordare anche da voi stessi, che stava seguendo una direzione verso ovest attraverso il Golfo del Messico, fino a raggiungere un punto a sud della città, per poi compiere una svolta improvvisa e quasi perfetta di novanta gradi verso nord. Non solo quello, una volta entrato nel entroterra, sembrò  fermarsi, e quindi tornare indietro verso il Golfo, e quindi di di nuovo entrare  nel entroterra a New Orleans .
Ho  nutrito grandi sospetti anche sul terremoto / tsunami di Fukushima, dati alcuni rapporti piuttosto tesi tra l'allora governo giapponese e l'amministrazione Obama sulle possibili visite dell'imperatore giapponese in Cina (una visita che non è mai avvenuta) e l'aumento delle richieste giapponesi di chiudere il Base militare statunitense ad Okinawa. Si potrebbe ricordare che l'allora Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Robert Gates, ha lanciato un avvertimento severo al Giappone che potrebbe essere considerato solo una minaccia. Poco tempo dopo ... Fukushima ...

Altri si sono interrogati su determinati eventi. L'ex Sottosegretario all'Edilizia Abitativa e allo Sviluppo Urbano, Catherine Austin Fitts, ha  menzionato i suoi sospetti sullo tsunami indonesiano, poiché ha notato improvvise vendite di titoli sovrani indonesiani una settimana prima dell'evento, senza una ragione apparente né valida per la vendita -... fino allo tsunami. Questo, naturalmente, ha sollevato la questione del come si poteva sapere in anticipo di un evento come  lo tsunami, a meno che non fosse stato preparato? Tornando ancora indietro nel tempo, ho anche nutrito fosse una congettura, anche il terremoto di Haiti, e poi il successivo terremoto vicino a Paral, in Cile, sono stati eventi geofisici ingegnerizzati. Più recentemente, il governo cinese ha dichiarato di avere in programma di costruire una massiccia rete di modifiche meteorologiche sull'intero altopiano tibetano per il preciso scopo di modificare le condizioni meteorologiche.

Secondo questi due articoli (sotto) che mi sono stati inviati dal signor B. e dal signor HB, l'Iran  non solo denuncia  la guerra meteorologica, ma è "semi-ufficiale" quando affermano che viene usata la guerra climatica e ne indica gli autori, (e indovinate chi sono),  Israele:

Did Israel steal Iran’s clouds? Tehran looks for source of ‘suspicious’ climate change


Cloud Theft: Top Iranian General Accuses Israel Of "Stealing Its Rain"

La versione dell'articolo di Zero Hedge, su questi eventi, cita il Generale di Brigata iraniano Reza Jalali come un'accusa specifica:
In una serie di commenti alla Terza conferenza nazionale sulla difesa non proattiva in agricoltura sulle tattiche di difesa civile in agricoltura, tenutasi a Teheran lunedì, il generale di brigata Gholam Reza Jalali ha condannato Israele per la sua grave siccità, insistendo sul fatto che il paese è caduto vittima di lo "Stato ebraico ci ruba la pioggia".
Ha detto che le istituzioni accademiche iraniane hanno confermato che entità straniere hanno avuto un ruolo significativo nel manipolare i modelli meteorologici nel paese. Uno studio scientifico condotto nel paese "conferma" la validità dietro l'accusa di Jalali - per lo più rivolta a Israele, ha dichiarato l'agenzia di stampa degli studenti iraniani.
"Si sospetta che l'interferenza straniera abbia avuto un ruolo nel cambiamento climatico", ha sottolineato Jalali. "Israele e un altro paese della regione hanno squadre comuni che lavorano per assicurare che le nuvole che entrano nei cieli iraniani non siano in grado di far piovere", ha detto Jalali, secondo un rapporto tradotto dell'agenzia di stampa Tasnim.

La principale prova del Generale Jalili a sostegno di questa affermazione è il fatto che tutte le montagne della regione, dal Mediterraneo all'Afghanistan, hanno la neve sulle montagne ... tranne in Iran.

Ma ci sono voci in discussione, anche in Iran. Secondo RT, il servizio meteorologico iraniano contesta l'accusa:
Il servizio meteorologico iraniano, tuttavia, ha i suoi dubbi riguardo la richiesta, dicendo che l'Iran non è il solo a soffrire per la prolungata siccità poiché "è una tendenza globale". Jalali "probabilmente ha documenti di cui non siamo a conoscenza,  sulla base delle conoscenze attuali sulla meteorologia, pensiamo non sia possibile a un paese rubare neve o nuvole “, dice il capo del servizio meteorologico iraniano Ahad Vazife, citato da Isna.

Chiaramente, Jalali punta le dita, non solo contro Israele, ma anche su "un altro paese nella regione" e potrebbe puntarle sull'Arabia Saudita. Il problema è che, per quanto ne sono a conoscenza, che nessuno di questi paesi ha l'infrastruttura o i dispositivi per realizzarlo, vale a dire non dispongono di riscaldatori ionosferici. Un'affermazione fatta per tali trasmettitori di trasmissioni radio phased array - un'affermazione trovata nel primo brevetto pubblicamente disponibile su tale tecnologia, il cosiddetto brevetto Eastland - è che crea regioni di bassa pressione nell'atmosfera riscaldando una regione della stessa, così sarebbe possibile "guidare" la corrente a getto e altri tipi di sistemi meteorologici. Un altro possibile utilizzo del sistema potrebbe essere quello di ridurre i potenziali elettrici nelle nuvole, rendendo impossibile il formarsi delle gocce d'acqua sulle particelle e la conseguente pioggia. Quindi, contrariamente al servizio meteorologico iraniano, Sarebbe possibile per Israele o l'Arabia Saudita fare ciò che il generale sta affermando, salvo che, per quanto ne sappia personalmente, non hanno costruito tali riscaldatori. La tecnologia non è certamente difficoltosa, ed entrambi i paesi potrebbero costruirli se lo desiderano, e potrebbero averlo fatto di nascosto, ma nella mia ricerca, per mia stessa limitazione, in questo blog, non ho trovato nessun articolo che affermi lo abbiano fatto.


Ma, naturalmente, gli Stati Uniti ha , il suo impianto HAARP a Gakona, Alaska. L'Europa ha un'altra grande struttura, l'EISCAT e la Russia, ha Sura, che è l'unico paese "nella regione" che lo usa. Niente di tutto questo è una congettura sul numero di ottani: i brevetti e le loro richieste di manipolazione meteorologica sono esposti, e lo sono già da molto tempo.

La vera domanda è: di chi sta parlando in realtà il Generale, e che tipo di prove ha, al di là del vago riferimento alla mancanza di neve e pioggia in Iran? Se davvero gli iraniani hanno identificato modi più precisi di identificazione e uso della guerra meteorologica, non parlano senza motivo. Ma dati i recenti attacchi del governo iraniano al regime di Trump, è del tutto possibile che il Generale Jalali stia usando "Israele" come codice per indicare gli "Stati Uniti". E, nell'altro caso di un "paese della regione", forse parla della Russia, che potrebbe fornire un po 'di "pressione" attraverso il meteo per inviare segnali a Teheran in quanto non è partner privilegiato dell'alleanza regionale. In breve, il clima politico è perfetto per una "dimostrazione della capacità" di Teheran.

Ma qui c'è un'ultima cosa che disturba: le affermazioni del Generale iraniano è la prima volta da quando qualcuno sostiene e afferma che Fukushima è un evento geofisico o la tendenza del risultato di una guerra geofisica ingegnerizzata e deliberata. Ricordiamo che alcuni ricercatori giapponesi affermarono che Fukushima era un evento progettato deliberatamente per attaccare il Giappone, e sebbene non fossero stati indicati con le dita, la chiara evidenza dei sospetti ricadevano sui  principali possibili esecutori, gli  Stati Uniti . Quei ricercatori non erano collegati al governo. Ora, con l'affermazione iraniana, abbiamo una rivendicazione di una autorità militare che denuncia  la guerra meteorologica e la cui provenienza  è collegato a un governo. La guerra meteorologica ha "raggiunto la maggiore età" per così dire, e ora è possibile immaginare un futuro in cui le nazioni possano tentare di condurre  guerre segrete di questo tipo, costruendo con tecnologie dedicate il  raggiungimento dei loro macabri obiettivi. In questo processo, la mia paura è che essi possano generare un caos climatico dei normali schemi meteorologici che l'intero pianeta ne potrebbe soffrire molto, ammesso che  non lo stiano già facendo.

Un altro problema è che non c'è nulla che impedisca alle corporazioni private o ad altri attori non statali di costruire tali apparecchiature e fare la stessa cosa criminale ...

http://sadefenza.blogspot.com/2018/07/iran-israele-utilizza-la-guerra.html

Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!