mercoledì 11 luglio 2018

Sa Defenza intervista Maurizio Blondet in Sardinya in Vacanza...




Stamane abbiamo incontrato Maurizio Blondet, un giornalista di grande valore uomo di grande levatura etica, parla senza peli sulla lingua è diretto e spiega senza francesismi la verità oggettiva delle cose che accadono,  oltre ad essere un abile e buon conoscitore di giornalismo, conosce l'ambiente politico italiano ed estero,  non è allineato al sistema di potere mondialista, oltre ad essere un uomo di grandi valori umani e cristiani.

Stamane lo abbiamo incontrato nella nostra terra di Sardinya, e abbiamo fatto più una conversazione tra amici che una vera e propria intervista , gli argomenti trattati sono stati i più vari  sia sugli eventi politici italiani , che internazionali e pure locali a riguardo della Sardinya, con la questione zona franca che approva e ritiene un buon viatico per la Sardinya e l'Italia.

In privato abbiamo approfondito e parlato anche del patriota Doddore Meloni e dei vigliacchi INdipendenteisti del PD sardignoli che non lo hanno ne sostenuto ne solidarizzato nella sua lotta in solitudine, Maurizio Blondet è rimasto esterrefatto per il fenomeno di silenzio di un evento così importante che ha portato alla morte di una persona incarcerata, che nessun soggetto giornalistico della stampa nazionale ne abbia parlato,  ha paragonato la lotta di Doddore a Bobby Sands.

Dopo le sue intuizioni, su questi venditori di fumo,  ho raccontato cosa è accaduto e che Doddore si è portato con se in carcere il libro dell'irredentista irlandese , e che ha sfidato lo stato coloniale italiota a mantenerlo in vita se lo volevano mantenere in galera contro la sua volontà, ed io dico che ha vinto,  liberandosi dalla schiavitù di questi malfattori italioti e da quelli vili e servi ascari e politicanti sardignoli, come il Presidente della Regione Sarda Pigliaru e servi PD varicomplici di questi criminali al governo in Italia, il governo  Gentiloni altro massone e servo di Macron e Merkel, oltre alla stampa servile prona e super pagata da questi servi delle élite sovranazionali, anticostituzionali, che come appunto ha notato Blondet non hanno nemmeno dato la notizia del martirio di questo grande uomo politico e patriota sardo che è morto donando la sua preziosa vita per la sua patria sarda.

Consapevoli del valore di questo esperto giornalista, cosa rara nell'ambito del panorama dei giornalisti italioti, come potete constatare da voi stessi abbiamo tratto grande profitto parlando amichevolmente con molta semplicità e senza dover lottare con alcun altergo per poter avere un'intervista da un docente di giornalismo qual'è Blondet, la cosa difficile che traspare dall'intervista è un fatto anomalo , ovvero pare che sia più un nostro fratello maggiore  che un intrepido e zelante giornalista impegnato nel settore della vera informazione, oggi da conferenziere continua il suo impegno giornalistico, inoltre con il suo sito  maurizioblondet è luogo di riferimento per ogni giornalista e blogger alternativo al mainstream asservito al sistema, un sito di impegno informativo che surclassa le continue fake news diffuse quotidianamente dal mainstream del sistema politico globale.

Dobbiamo anche sapere, che fin dai tempi passati , Blondet lavorava per i vari giornali diffusi in tutta la penisola, dall'Avvenire, al Giornale, o il settimanale Gente, e molti altri, da giornalista onesto etico e veritiero , ha svelato con le sue importanti inchieste  aspetti della vita politica non esposta al pubblico inconsapevole, ed ha continuato, a rivelare tale sconosciuto mondo delle élite globali e locali, con la nonchalance che sappiamo essere prerogativa dell'Uomo di valore quale lui si è dimostrato nel tempo, uomo della classe media borghese, a cui nulla tange nel mondo se non l'interesse, per lui, disinteressato e cristiano del suo prossimo; sadefenza.blondet



http://sadefenza.blogspot.com/2018/07/sa-defenza-intervista-maurizio-blondet.html

 Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!