giovedì 17 giugno 2021



Nuove Strategie Di Guerra Del NORAD E Rivisitazione Del Ruolo Del Canada Nel Grande Gioco

Di Matthew Ehret

Mentre le relazioni tra Stati Uniti e Russia continuano a sprofondare nell'abisso e la Belt and Road Initiative della Cina continua ad evolversi in profondità nell'Artico eurasiatico attraverso la Via della Seta Polare, attende una nuova era di potenziale per la cooperazione e la guerra nucleare. umanità. Le decisioni prese nei prossimi mesi determineranno quale di questi due opposti destini sarà selezionato.

Per il momento le cose si mettono male.

Il 5 febbraio 2021 la stampa canadese è stata accesa in fermento con il titolo NORAD Modernization to Dominate Agenda of Canada-US Defense Relations citando vari think tank militari e teorici del gioco della torre d'avorio che dovrebbero essere tenuti il ​​più lontano possibile da qualsiasi circolo politico reale se il mondo sopravviverà oltre il prossimo decennio.

Citando il recente incontro Biden-Trudeau che ha caratterizzato una lunga discussione sull'aggressione russo-cinese e la difesa dell'Artico, Andrea Charron (capo del Centro per gli studi sulla difesa e la sicurezza di Manitoba) afferma:
“Laddove, come prima, la principale minaccia durante la Guerra Fredda era un concorrente pari, che non utilizzava tattiche della zona grigia, o almeno non nella stessa misura di adesso, ora abbiamo due concorrenti pari agli Stati Uniti – Cina e Russia – e stanno usando tattiche della zona grigia e stanno sviluppando armi più sofisticate come le armi per veicoli plananti ipersonici "
L'idea che viene trasmessa qui è che i missili balistici ipersonici russi lanciati dall'aria Kinzhal saranno presto di stanza nel nord della Russia, il che dovrebbe causare il completo rinnovamento del NORAD.

Naturalmente, questi studiosi sono pronti a ignorare tutte le prove di accerchiamento della NATO della Russia e della Cina sotto il folle “spettro completo dominio” piano di gioco, che alcuni geopolitici  ritengono sarà guerra nucleare nel 21° secolo, in qualche modo si può vincere con la tecnologia
.

Di fronte a questa presunta aggressione russa e cinese, i membri della NATO chiedono a gran voce il rapido ingresso del Canada nello scudo dei missili balistici del NORAD che ha abbandonato oltre 15 anni fa.

Citando il rapporto del Wilson Center del 2020 scritto dall'ex capo del NORAD Terrance O'Shaughnessy e pubblicato dal Canada Institute, i programmi di intelligenza artificiale ("SHIELD" e "Pathfinder") vengono introdotti come la chiave per la revisione totale della strategia Canada-USA artica. O'Shaughnessy ha scritto dello SHIELD che “Riunisce questi dati e li fonde in un'immagine operativa comune. Quindi, utilizzando gli ultimi progressi nell'apprendimento automatico e nell'analisi dei dati, esegue la scansione dei dati alla ricerca di modelli non visibili agli occhi umani, aiutando i responsabili delle decisioni a comprendere le potenziali linee d'azione degli avversari prima che vengano eseguite.

Chiunque abbia letto Spoonbenders del Dr. Stranamore di Cynthia Chung capirà rapidamente perché l'uso dell'intelligenza artificiale per raccogliere algoritmi che normalmente non verrebbero rilevati dagli analisti umani e generare decisioni fulminee per contrastare le minacce dall'Eurasia crea una montagna di problemi per l'umanità, poiché i problemi tecnici e le interpretazioni errate delle intenzioni russo/cinese possono facilmente degenerare inarrestabilmente in una rappresaglia nucleare da parte del pensiero macchina deduttivo/induttivo.

Ora, a questo punto, molti spettatori potrebbero commettere l'errore di ignorare questi ovvi piani per una rinnovata dottrina artica NORAD-NATO poiché l'esercito canadese è trascurabile, ed è semplicemente una "potenza media" che non potrebbe fare grandi danni da nessuna parte.

È per la persona che fa questa domanda che  è stato scritto questo rapporto.

Il grande gioco britannico passato e presente

Il primo fattore che una tale persona deve riconoscere è la natura dell'Impero britannico come una struttura di potere efficiente che domina il mondo anche oggi .

Chiunque sia confuso su questa struttura di potere ancora esistente deve solo leggere il nuovo rapporto di Eric Zuess "Un'ulteriore prova che gli Stati Uniti e il Regno Unito sono un impero" in cui l'autore scrive :
“Sebbene la “Relazione Speciale” tra gli Stati Uniti e il Regno Unito sia stata annunciata per la prima volta da Winston Churchill a Fulton, Missouri, il 5 marzo 1946, in compagnia di un presidente americano approvante Harry S. Truman, in realtà è stata avviata da Cecil Rhodes nel 1877, quando elaborò segretamente il suo piano per l'Inghilterra di riconquistare l'America e utilizzarla per preservare ed espandere l'impero britannico in tutto il mondo, tramite il Rhodes Trust. Rhodes è stata la prima persona a pensare a un "impero americano", ma in realtà era solo uno strumento per la conservazione e l'estensione dell'impero esistente dell'Inghilterra. E Winston Churchill, da giovane all'inizio del XX secolo, era un accolito e amico di Rhodes, ed era visto da Rhodes come uno dei suoi giovani seguaci più promettenti.

L'ordine del secondo dopoguerra e le origini del Rhodes Trust della NATO

Nell'ordine post-seconda guerra mondiale, l'importante tendenza alla partnership USA-Russia che ha plasmato la Lega della neutralità armata del 1780, il sostegno della Russia all'unione nel 1863 e l'amicizia USA-Russia che ha reso la seconda guerra mondiale un successo è stata rovesciata.

Questa storica amicizia è stata presa di mira direttamente dalle forze fedeli alla grande strategia dell'Impero britannico per il dominio anglosassone globale, esemplificata dallo svelamento della Guerra Fredda di Sir Winston Churchill durante il  discorso sulla "Cortina di ferro" del 5 marzo 1946 a Fulton Missouri e il seguito creazione della NATO nel 1949 come blocco militare che avrebbe operato indipendentemente dal Consiglio di sicurezza dell'ONU.

Un ruolo sottovalutato nella formazione della NATO e del disordine internazionale più in generale durante questi anni della Guerra Fredda è il British Deep State of Canada e, a causa della negligenza di questo fatto, occorre dire qualche parola su questo problema qui e ora .

Mentre le narrazioni ufficiali hanno cercato di trasformare le origini della NATO come l'effetto di un accordo tra tutte le potenze occidentali, il fatto è che le operazioni di intelligence britanniche sono la vera fonte, con lo studioso di Rhodes addestrato in Gran Bretagna Escott Reid che espone la tesi per un corpo militare sovranazionale al di fuori dell'influenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite già nell'agosto 1947. Ci vollero altri due anni prima che il progetto si materializzasse come una coalizione militare antisovietica basata sull'accordo vincolante che se un membro entra in conflitto, allora tutti i membri devono entrare .

In una conferenza diretta da una tavola rotonda il 13 agosto 1947, Reid, un ardente globalista e cofondatore della filiale canadese della London Fabian Society "raccomandava che i paesi del Nord Atlantico si unissero, sotto la guida degli Stati Uniti , per formare 'una nuova organizzazione di sicurezza regionale' per scoraggiare l'espansione sovietica”. Ha proseguito affermando che “In tale organizzazione ogni Stato membro potrebbe accettare un obbligo vincolante di mettere in comune tutte le sue risorse economiche e militari con quelle degli altri membri se si dovesse riscontrare che un potere ha commesso un'aggressione contro uno qualsiasi dei membri.”


Il nome del gioco imperiale britannico è sempre stato "equilibrio di potere" . Manipolare la società come un unico sistema chiuso monopolizzando le risorse e quindi gestire i tassi di rendimento decrescenti creando conflitti tra potenziali alleati. Questo processo può essere visto chiaramente oggi dietro i conflitti manipolati nel Mar Cinese Meridionale tra Cina e Filippine, le isole Diaoyu-Senkaku tra Cina e Giappone, le guerre per il petrolio in Medio Oriente e la nuova tensione che si sta creando nell'Artico. L'avversario, tipicamente “American System of Political Economy”, ha sempre disobbedito a questo gioco di “bilanciare un sistema fisso” introducendo un cambiamento creativo.

Il sistema americano, d'altra parte, ha tradizionalmente posto il suo punto di enfasi principalmente sulla creazione di nuove risorse, attraverso invenzioni e scoperte , piuttosto che semplicemente saccheggiare, consumare e distribuire ciò che già esiste. Questo sistema formulato da Benjamin Franklin, Alexander Hamilton, John Quincy Adams, Abraham Lincoln e Franklin Roosevelt ha dimostrato che si potrebbe sempre produrre più energia di quanta ne venga consumata SE scoperte e invenzioni fossero coltivate in una società in sviluppo creativo, plasmata da concrete intenzioni nazionali e audaci visioni obiettivi per aumentare i poteri di produzione della società. Il sistema americano è quindi inteso come un sistema aperto fondato sulla cooperazione win-win, mentre il sistema britannico si basa su una visione del mondo a sistema chiuso sotto un sistema operativo win-lose in cui l'élite che gestisce le nazioni dall'alto detta le guerre e tassi decrescenti dei ritorni a una società spopolata.

Poiché il sistema britannico implica che le risorse mondiali siano limitate, allora il più forte dovrà necessariamente depredare il più debole… Quindi, anche il sistema è “a somma zero”.

Durante la Guerra Fredda, il ruolo del Canada come "potenza media" è stato definito più succintamente dall'assessore della Fabian Society Pierre Elliot Trudeau, che, quando gli è stato chiesto quale fosse la sua politica estera, ha spiegato semplicemente: "creare contrappesi". Cioè, quando il "centro di gravità geopolitico" si sposta verso "l'America capitalista", allora il Canada deve muoversi verso l'amicizia con la Russia "socialista" e i suoi alleati. Quando il centro di gravità si sposta verso un limite russo all'interno del Grande Gioco, allora fai il contrario. Sebbene la Guerra Fredda sia finita "ufficialmente" nel 1991, il Grande Gioco imperiale non è mai finito, e il ruolo del Canada come pezzo degli scacchi britannico continua senza sosta fino al presente.

Il futuro campo di battaglia che il Canada si accinge ad allestire si trova nell'Artico.

La strategia dell'Artico nella storia


La lotta per il dominio dell'Artico è attualmente definita dalle regole della geopolitica britannica. La mappa sopra mostra il layout dell'Artico con linee tratteggiate che definiscono aree ancora non sotto il controllo di una particolare nazione.

Oggi, l'Artico settentrionale è tra le ultime frontiere inesplorate e non sviluppate sulla terra. Con un'area di oltre 14 milioni di chilometri quadrati, quest'area è ricca di una varietà di giacimenti di minerali e gas contenenti circa 90 miliardi di barili di petrolio e 1670 trilioni di piedi cubi di gas naturale. Questa abbondanza è complicata dal fatto che i suoi confini sono altamente indefiniti, sovrapponendosi a otto grandi nazioni con Canada e Russia come pretendenti dominanti.

Nella storia recente, i metodi del sistema americano sono stati tentati nell'apertura dell'Artico per lo sviluppo e la cooperazione reciproci iniziando con la vendita dell'Alaska all'America nel 1867 dallo "zar del sistema americano" Alessandro II agli alleati di Abraham Lincoln. Queste stesse forze orchestrarono la costruzione della ferrovia Transiberiana e promossero pesantemente il tunnel ferroviario dello Stretto di Bering che collegava i due grandi continenti sorti all'inizio del secolo. I primi progetti per il collegamento ferroviario russo-americano furono pubblicati nel 1893 dal governatore William Gilpin del Colorado, che nel 1905 ottenne un rinnovato sostegno dallo zar Nicola II, che presto sarebbe stato deposto . La Russia ha nuovamente rilanciato questo progetto nel 2011 .



Nel corso del XX secolo, la Russia ha sviluppato un'attitudine molto maggiore a creare corridoi di abitazione permanente nell'Artico rispetto alle loro controparti nordamericane che si stanno espandendo a un ritmo veloce sotto la visione orientale di Putin e la Via della seta polare cinese . A causa della dinamica di tensione del secondo dopoguerra, molto di ciò che si sarebbe potuto ottenere se le risorse non fossero state così malamente prosciugate dalla militarizzazione della Guerra Fredda, non lo è stato.

Il faro di luce durante questo processo di oscurità fredda si trovava nel tredicesimo primo ministro canadese John Diefenbaker, la cui Northern Vision, presentata nel 1958, dipendeva dalla sua dotazione di 78 milioni di dollari per fondi per la costruzione di una città nucleare a cupola permanente nella baia di Frobisher ( ora chiamata Iqaluit, la capitale del Nunavut), come banco di prova per un più ampio programma di costruzione della nazione nell'Artico. Quando Diefenbaker fu licenziato nel 1963 a causa di un'operazione guidata dai britannici, la sua visione fu scartata e una nuova dottrina artica fu imposta artificialmente al Canada.

False polarizzazioni imposte alla grande strategia artica

Questa nuova dottrina imperiale artica è stata modellata attorno alle due misure (anti-nation building) di "conservazione" di ecosistemi fissi e culture indigene da un lato e sfruttamento rapace dei minerali per i "mercati globali" sempre più deregolamentati dall'altro. Esempi canadesi di questa operazione può essere visto nella Scuola Munk degli affari globali, il World Wildlife Fund of Canada ( il cui 2 ° presidente è stato il CEO di Royal Dutch Shell ), e la loro potente di affiliazione, la 
Walter and Duncan Gordon Foundation, presieduta dall'ex segretario principale di Pierre Trudeau Thomas Axworthy. Il fondatore e CEO di Barack Gold Peter Munk è stato uno delle centinaia di baroni del petrolio che hanno agito come membri fondatori del Club 1001 che è stato creato dal principe Bernhardt dei Paesi Bassi e dal principe Filippo d'Inghilterra per finanziare il WWF nei suoi primi anni. Altri membri fondatori dello Stato profondo canadese del Club 1001 includevano i vicepresidenti del WWF Maurice Strong e Louis Mortimer Bloomfield .

Axworthy è uno dei principali attori della macchina Canada 2020 associata all'attuale Partito Liberale di Justin Trudeau. La sovrapposizione delle principali istituzioni bancarie come la Royal Bank of Canada e la Scotiabank con i cartelli minerari, le holding e le organizzazioni ambientali in questa struttura produce un'immagine molto reale che la sinistra e la destra sono semplicemente due lati della stessa bestia imperiale.

Il ruolo degli interessi di cui sopra nella creazione del Consiglio Artico nel 1996 (e il successivo Circumpolar Business Forum) è stato progettato per intrappolare le nazioni in una gabbia intellettuale di sfruttamento delle risorse sotto le dottrine del libero mercato della pianificazione nazionale zero da un lato, con ecosistemi gestione e zero pianificazione nazionale dall'altro. Ora che l' ordine finanziario mondiale post-1971 è sull'orlo del collasso , questi tecnocrati credono che un nuovo sistema di sostituzione consentirà la pianificazione nazionale, ma solo a condizione che sia diretto da tecnocrati malthusiani e mirato all'obiettivo di abbassare la popolazione potenziale del pianeta. Questa agenda è diventata nota come Green New Deal nel 2018 e da allora si è evoluta nella Great Reset Agenda.

Per ribadirlo: se osservati da una prospettiva dall'alto verso il basso, sia il movimento eco-verde di "sinistra" che le istituzioni monetariste di "destra" sono una cosa sola. È solo guardando stupidamente questo processo dal "basso verso l'alto" che si percepiscono le differenze apparenti. Questa è solo un'illusione per le vittime credule di un sistema educativo imperiale a cui è stato insegnato a credere alle loro percezioni sensoriali più che alle loro capacità di ragionamento. La realtà è che questa non è altro che geopolitica malthusiana britannica.

Uscire dal Grande Gioco

Il fatto è che mentre le economie atlantiche hanno attualmente sottoposto alla City di Londra-Wall Street e alla Troika richieste di politiche di depopolamento, austerità e iperinflazione, Russia e Cina sono impegnate per un vero sviluppo . Entrambi i paesi sono intenzionati a creare un blocco unificato di cooperazione vantaggiosa per tutti basato sulla Shanghai Cooperation Organization (SCO), sull'Eurasian Economic Union e sui BRICS e tale intenzione si basa sul progresso scientifico e tecnologico anti-malthusiano. L'iniziativa Belt and Road, che ora coinvolge oltre 135 paesi, esemplifica questo spirito.

Il sistema finanziario del transatlantico sta crollando e verrà ripristinato. L'unica domanda è: sarà ripristinato dall'agenda del sistema aperto sostenuta da Russia e Cina o sarà l'agenda unipolare del sistema chiuso promossa dalle creature sociopatiche di Davos?

Se le società occidentali desiderano avere qualche pretesa di essere moralmente idonee a sopravvivere, allora questo è un potere ottimista che dobbiamo risvegliare in noi stessi velocemente. Perché è solo agendo sui principi della scoperta scientifica e del progresso che si può scoprire una prospettiva adeguata per superare gli attuali ostacoli alla nostra sopravvivenza. Ovvero, la scoperta di cosa può e deve diventare il futuro SE nel sistema viene introdotto un cambiamento creativo.

L'unico modo per evitare il collasso del sistema finanziario e una guerra termonucleare si trova nell'imporre vigorosamente la Legge Naturale sui presunti "debiti" che Wall Street e la City di Londra desiderano salvare. L'espressione di questa Legge Naturale assume la forma del ripristino delle leggi Glass-Steagall nelle economie transatlantiche, eliminando la bomba del debito da 1,5 quadrilioni di dollari prima che esploda e tornando ai principi del sistema bancario nazionale per tutti i paesi. Con una tale riforma e unendosi nell'interesse comune con altre nazioni nella zona eurasiatica, si può realizzare un impegno per il progresso e la sicurezza, e si possono evitare programmi velenosi come il Great Reset.

Sfuggire alla trappola britannica del monetarismo e dell'ecologia significa andare a fondere l'energia, l'esplorazione dello spazio e l'estrazione della luna per Helium-3, come la Cina si sta già preparando a fare . Significa chiudere il ciclo del carburante e scartare gli scarti dell'energia "verde" di bassa qualità.

Le applicazioni di una società dell'era spaziale lungimirante che utilizza l'energia di fusione, comportano non solo il rendere obsolete le guerre imperiali per il petrolio e l'acqua (poiché l'energia e l'acqua saranno rese incommensurabilmente economiche e abbondanti rispetto al sistema basato sui combustibili fossili che ora definisce i limiti della società) , ma fornisce all'umanità gli strumenti per inverdire i deserti, costruire grandi progetti, creare un sistema di difesa degli asteroidi e costruire il tunnel dello Stretto di Bering, un collegamento chiave nel World Land Bridge . Questi sono i tipi di progetti a lungo termine che non solo ci ricordano i nostri comuni interessi personali, ma come JFK descrisse il programma spaziale nel 1962 , creano obiettivi che "serviranno per organizzare e misurare il meglio delle nostre energie e capacità".

Senza questo tipo di pensiero "fuori dagli schemi", è sicuro dire che le attuali regole del gioco ora in vigore sono impostate per la totale autodistruzione.


Categories:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!