mercoledì 27 gennaio 2016

GEOINGEGNERIA CLANDESTINA ,HAARP, INTERESSI SEGRETI MILITARI, ROVINA DELL'AMBIENTE, MORTE E DISTRUZIONE DEL GLOBO...


Antonello Boassa
Una parola contro le guerre 





Già nel 2007 il generale Mini scriveva che la guerra climatica era incominciata e che le prescrizioni ONU erano, al 90% almeno, del tutto evase .

Del resto, fin dagli anni '50 , i militari , in prevalenza statunitensi , avevano accolto con grande interesse le tecnologie che sembravano capaci di intervenire sul clima e di stravolgerlo allo scopo di farne un'arma .

Come nel Laos funestato dal prolungamento della stagione dei monsoni grazie allo ioduro d'argento scaricato sulle nuvole .

Come nel Vietnam devastato durante la guerra da alluvioni artificiali .

Creando o distruggendo nuvole si possono allagare le città ,le strade percorse dal nemico , favorire la siccità , la desertificazione , la mancanza di acqua potabile , creare problemi alle comunicazioni via radio del nemico e allo stesso tempo rendere più efficaci le proprie , rendere più accessibile un attacco nucleare , batteriologico , radiologico...

La gestione del clima come arma di distruzione di massa .
 

Tanto più se si dispone di una potente struttura (HAARP) che, in teoria finalizzata allo studio della ionosfera per ottimizzare le comunicazioni, in realtà "spara" onde radio ad alta frequenza e potenza da squilibrare i fenomeni naturali ,come denunciato dalla Duma russa che accusa gli States di uso di armi geofisiche integrali allo scopo di testare interventi di manipolazione climatica .

Ma i militari Usa che si vogliono avvalere , per potenziare l'arma climatica, delle tecnologie che vengono elaborate per contrastare il "riscaldamento climatico" oltre che delle preziose ragnatele di scie chimiche disegnate da aerei civili militari e da droni, stanno solo gestendo allo stato attuale il clima , ma entro il 2025 intendono esserne padroni ( e naturalmente nulla sappiamo dei test , segreti anche ai parlamenti, come ben poco sappiamo dei test effettuati dalle altre grandi Potenze) .

La geoingegneria che, per alcuni decenni era stata osteggiata dai migliori scienziati sia per rispettare gli equilibri naturali sia per non favorire pericolosi piani bellici, ritorna prepotentemente alla ribalta del mondo politico ,mediatico e scientifico nell'ultimo decennio con un obiettivo ambizioso : Srm (Solar radiation management) ovverosia schermare i raggi del sole per ridurre il "riscaldamento globale".

Naomi Klein, Una rivoluzione ci salverà, 2015, ci racconta i primi geniali progetti emersi da menti brillanti quali "ricoprire i deserti con enormi lenzuoli bianchi per rispedire i raggi del sole nello spazio","fertilizzare gli oceani con il ferro per assorbire il carbonio dell'atmosfera",costruire specchi spaziali, illuminare le nuvole con acqua di mare...

Ma il progetto che apparve più credibile fu quello di spandere nell'atmosfera particelle che potessero riflettere la luce del sole , e l'esame degli esiti di raffreddamento avvenuti nell'atmosfera con l'eruzione del vulcano Pinatubo parve convincere i più che il diossido di zolfo prodotto dal vulcano indicasse chiaramente la soluzione : iniettare diossido di zolfo nell'atmosfera avrebbe comportato un notevole abbassamento della temperatura . 

Solo che un esame attento da parte di esperti di siccità rivelarono che nel 1992 si ebbe un calo delle precipitazioni e fenomeni di gravissima siccità in particolare nell'Africa meridionale . Non fu un evento casuale .Lo studio di altre importanti eruzioni confermò che il diossido di zolfo comportò caduta delle precipitazioni e siccità .

E non venivano escluse altre conseguenze devastanti .
E mentre si discuteva ancora ,nonostante le innumerevoli proiezioni negative effettuate con i computer, non veniva neanche preso in considerazione che il problema del "riscaldamento" potesse essere risolto riducendo le emissioni inquinanti di varie origini sulla terra(va ricordato che tra gli elementi fondamentali del "riscaldamento" vanno annoverati , oltre il biossido di carbonio,i composti dello zolfo , quali il diossido di zolfo ,l'esaflorulo di zolfo provenienti dal traffico aereo ,come ci ricorda il fisico Paolo De Santis
Secondo questa "geocricca" avremmo dovuto vivere noi e le generazioni future non più con un cielo sopra di noi ma con un tetto "un lattiginoso soffitto geoingegneristico che scruta dall'alto un moribondo mare acido"Naomi Klein ,op. cit.
Di combattere l'inquinamento non se ne parla . E come potrebbe essere altrimenti quando i maggiori estimatori della geoingegneria e del diossido di zolfo in atmosfera sono la Exxon ,la BP ,Bill Gates e altri super-ricchi che non solo vogliono proteggere le loro vantaggiose devastazioni sulla terra ma anche speculare sugli eventuali rimedi , tipo macchine per risucchiare il carbonio o produrre palloni di elio con tubi diffusori piazzati a qualche decina di chilometri dal suolo.

Rammento che il progetto di costruire un tetto sopra le nostre teste non è un evento lontano nel tempo ma molto vicino a realizzarsi . 

Infatti le iniezioni miracolose nella stratosfera son giudicate indispensabili qualora il riscaldamento globale continuasse...e dato che nulla si vuole realmente fare contro le emissioni che continueranno a riscaldare il pianeta se ne deduce che... nonostante le molto probabili(per non dire sicure) catastrofi climatiche ...E intanto continuano i test parziali , locali ,senza nessun controllo .
Uno dei più canaglieschi : 100 tonnellate di solfato di ferro a mare .

Un'oligarchia di irresponsabili criminali (al di sopra di istituzioni internazionali e nazionali) vuole governare il pianeta come un dio di quart'ordine e sembra che , in assenza di un vasto movimento popolare di opposizione che sappia coniugare ambientalismo e giustizia sociale , ci voglia precipitare in un fosco ritorno al più cupo Medioevo e ad esseri umani ridotti al ruolo di sudditi .

E' in questo contesto che può essere accolto il disegno criminoso costituito dalla geoingegneria clandestina cioè dalle scie chimiche spacciate dai governi e dai media come scie di condensazione ,sfidando sfacciatamente le nozioni scientifiche più elementari . 

A bassa , bassissima quota è impossibile infatti che degli aerei possano emettere scie di condensazione.

Quale dunque l'obiettivo ufficiale di questi aerei civili o militari o droni che scorazzano nei nostri cieli emettendo pestilenziali scie chimiche ?
Favorire la comunicazioni radio satellitari disturbate dalle nuvole che tramite gli additivi chimici presenti appunto nelle scie vengono distrutte , additivi che spesso vengono usati anche per prevenire le formazioni di nuvole . Risulta subito evidente che se la pioggia viene impedita in un luogo può precipitare rovinosamente in un altro .

Secondo l'ingegner Paolo Broggia (megachip) scende giù di tutto"...a giudicare dall'analisi piovana". Nell'aria si registrano metalli pesanti ,polimeri,batteri... Con i metal test , nelle analisi risultano "eccessi di alluminio e di piombo". 

Da altre fonti sappiamo anche della presenza di manganese , di torio , di stronzio , di virus...

Quanto la ricaduta di tutto ciò sia dannosa alla terra , alle acque , agli esseri viventi appare scontato .

Alle emissioni che già funestano il pianeta si aggiungono gli esiti funesti della geo-cricca che assieme alle scie chimiche e a tutte le armi della guerra climatica hanno contribuito con l'enorme diffusione di metalli nella troposfera ad un aumento del riscaldamento globale . 

Ed è comunque accertato il peggioramento delle condizioni di salute dovuto ad una molteplicità di fattori tra cui va annoverato il pesante fardello che ci viene dalle scie chimiche . 

Secondo Rosario Marcianò (vedi youtube "Scie chimiche...") risultano evidenti le conseguenze letali sugli esseri viventi della geoingegneria clandestina :ictus , tumori hanno avuto un 'impennata (che va attribuita ad un insieme inquinato di cui l'ingegneria clandestina è massimamente responsabile ) così come l'accumulo nell'organismo di metalli quali l'alluminio ,il bario ,il manganese possono essere responsabili di malattie come il Parkinson e l'alzheimer -
Siamo già nella catastrofe che naturalmente potrà aggravarsi . Inquinamento , austerity , far west finanziario , guerre , espulsione dal lavoro , dalla casa , dalla terra , dalla vita : stesso agente patogeno,l'oligarchia finanziaria/militare . 
Non possiamo aspettare ancora .

Che ognuno di noi si guardi nello specchio e si dica: io che cosa sto facendo?


NEOLIBERISMO E CRIMINALITA'. "ESPULSIONE DAL LAVORO , DALLA CASA , DALLA TERRA , DALLA VITA" QUESTA è LA STORIA DI QUESTO DISASTRO UMANO


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!