sabato 30 gennaio 2016

PROJET CAMELOT: ANDY LLOYD RIFERISCE SUL NONO PIANETA - PIANETA X 

projectcamelotportal

PLANET X O NIBIRU , IMMAGINE RIPRESA DA GOOLE SKY 









Caltech Nono Pianeta : Immagine di credito: Caltech / R. Hurt (IPAC)

Nono Pianeta Costellazione Prevista da Sitchin, e IRAS

Il dottor Mike Brown e il dottor Konstantin Batygin, i due astrofisici che propongono l'esistenza del loro ' Nono Pianeta', hanno delineato la gamma delle orbite che il loro oggetto può essere in movimento attraverso, tra cui il suo importantissimo perielio indicativo e posizione all'afelio. In sostanza, Brown e Batygin considerano la posizione del perielio del corpo del Nono Pianeta in una vasta zona intorno alle costellazioni zodiacali Scorpione / Sagittario (RA = ~ 16 ore), mentre l'afelio della posizione del Nono Pianeta è probabile che nel l'altrettanto vasta Orion / zona Toro (RA = ~ 4ore) (1,2).
Questo asse / perielio - afelio è di grande importanza per me, perché è proprio quello che nasce dal lavoro di Zecharia Sitchin sul tanto diffamato Pianeta Nibiru. In realtà, le somiglianze vanno più in profondità, come vedremo.
Dove il team del Caltech hanno deciso un'inclinazione preferito rispetto all'eclittica di 30 gradi (2), decenni fa Zecharia Sitchin d'accordo con l'affermazione del dottor Robert Harrington che il Pianeta X ha avuto anche una inclinazione rispetto all'eclittica di circa 30 gradi (3). Sitchin ritiene che questi 30 gradi di inclinazione corrispondono a 'La Via di Anu' in antichi testi sumeri (3). La squadra Caltech osservato che "le orbite dei sei oggetti [che hanno studiato] sono tutte inclinate nello stesso modo-punta di circa 30 gradi verso il basso nella stessa direzione rispetto al piano degli otto pianeti conosciuti" (4).

Confrontare questo con le proprietà orbitali del Nono Pianeta:
"La cattura di KBO in long-lived apsidal anti-aligned orbital configurations si verifica, con successo variabile, attraverso una serie significativa di parametri compagni (semiasse maggiore a ~ 400-1500 AU, eccentricità e ~ 0.5-0.8). Per la loro simulazione nominale best-fit, hanno selezionato un = 700 UA, e = 0,6, M = 10 ME (che significa un corpo con dieci volte la massa della Terra), inclinazione orbitale i = 30 °, e argomento iniziale del perielio w = 150 ° (rispetto a circa 310 ° la media per i sei analizzati TNO). " (2)
Entrambe le serie di parametri proposti implicano che il Pianeta X passa la maggior parte del suo tempo sopra o sotto l'eclittica, e, tutto, soprattutto, che la sua posizione al perielio all'afelio e si trovano in Orione e Sagittario. Sitchin cita il Libro di Giobbe quando descrive l'orbita di Nibiru / Marduk:

"Egli solo distende i cieli e percorre nel più lontano profondo.
 Egli arriva li all'Orsa Maggiore, Orione e Sirio e le costellazioni del  sud... Sorride con il suo volto al Toro e Ariete; Dal Toro, Sagittario  Egli va" (3)

Questi sono stranamente costellazioni simili a quelle in discussione dagli scienziati del Caltech. In combinazione con la forte inclinazione, e la natura ellittica dell'orbita, quindi Sitchin sembra che veramente era sul fondo. Egli considerava la dimensione di Nibiru / Marduk può essere tra quella della Terra e di Urano, pure, e sarebbe stato perfettamente a suo agio con l'ipotesi Caltech che il Nono Pianeta è un nucleo gigante di ghiaccio - un pianeta essenzialmente come Urano spogliato di gran parte della sua vasta atmosfera esterna.

L'unica cosa che Sitchin sembra aver preso male è il periodo orbitale, che ha assunto come 3.600 anni, in base alla importanza attribuita a 'numero reale' del centrico sistema numerico  sumero, il Sar (5). Forse sarebbe stato meglio optare per la šar'u - 36.000 o 10 Sars del vecchio  sistema (6) babilonese. Questo sarebbe corrisposto più strettamente con il Nono Pianeta nel periodo orbitale proposto.

Nel tempo ho scritto il mio libro 'Dark Star' del 2005, avevo già capito che 3600 anni era una periodicità troppo breve , e ruppi con il pensiero centrale di Sitchin. Ho sostenuto che il Kuiper, banco di rocce e polveri, a circa 48 UA, ha segnato la  distanza minima dal perielio, per evitare dispersione diffusa nel sistema solare nel corso del tempo. I miei diagrammi nel libro (7) sono molto simili a quelli esposti oggi da Brown e Batygin, ma, undici anni dopo. Ho disegnato un'orbita ellittica che si estendeva da un punto al di là della fascia di Kuiper al bordo interno della Nube di Oort.

Nella mia analisi del lavoro di Sitchin su Nibiru, ho concluso che la costellazione del Sagittario era al perielio e all'afelio era la posizione vicino a Orione (7). Mi sembra di avere ottenuto esattamente lo stesso asse della squadra Caltech, ma con 180 gradi in senso inverso. Questo può ancora dimostrarsi accurato, però, affinché il lavoro che hanno pubblicato si basi sul presupposto (il quale essi si sostengono per (8)) che le orbite, coperte dai sei oggetti del disco sparsi ampliati, dovrebbero essere contro-allineati rispetto al nono pianeta. Se esse sono allineate, invece, le posizioni aphelion / perielio sono esattamente opposte alle posizioni di Caltech. In questo caso, sarei sulla destra, con il perielio in Sagittario. Staremo a vedere .

Il team del Caltech è pronto ad un confronto con gli astronomi di tutto il mondo ed essere coinvolti nella caccia, ed hanno utilmente delineato le regioni che non sono ancora state accuratamente esaminate nel cielo varie in ricerche del passato:
"Catalina [la zona blu nel loro diagramma, di fronte], PanSTARRS transitorio [zona gialla] e oggetto in movimento [zona rossa] le indagini fanno un grande lavoro per escludere gran parte del cielo. In genere manca il piano galattico, ma è in gran parte riempito da parte di WISE [zona verde], almeno in avvicinamento. Anche se non possiamo essere sicuri al 100% ancora il più grande territorio inesplorato è dove, statisticamente, è più probabile che sia:... vicino all'afelio purtroppo, l'afelio è anche molto vicino alla Via Lattea. Uffa. Allora, dove sono? Probabilmente lontana. 500 CU +. Probabilmente più debole di magnitudo 22. molto probabilmente al centro della Via Lattea. "(1)
Ma abbiamo già avuto avvistamenti di un imponente Pianeta X prima in entrambi in Orione, e anche in Sagittario? I fanatici del Planet X (di cui sono, naturalmente, un esempio lampante) ricorderanno la controversia che circonda quanto riportato dal Washington Post nel 1983. Un bando pubblico è stato fatto su un organismo delle dimensioni di Giove, il Pianeta X è stato scoperto dagli infrarossi di IRAS sky Survey, nella costellazione di Orione (9). Esso è diventato il soggetto di un numero qualsiasi di teorie cospirative da allora su Planet X. Pare più probabile che gli astronomi di IRAS invece abbiano trovato una nube di gas denso nella nostra Galassia, o di un ultra-luminosa della galassia a raggi infrarossi (10). Ma cosa sarebbe accaduto se avessero davvero individuato il Pianeta X, nella posizione proposto nel 2016 dagli scienziati Caltech?
In modo simile, vi era una relazione sull'oggetto misterioso IRAS in Sagittario (11), che ha dato vita ad alcune polemiche, tra le fazioni del team internazionale che lavorano sui dati IRAS (12).

È curioso, poi, che ci siano due rapporti scientifici pubblicati nel 1983 sugli oggetti caldi rinvenuti nelle stesse identiche costellazioni segnalate ora come posizioni possibili per un Nono Pianeta. Entrambe queste zone sono densamente piene di stelle a causa della loro vicinanza alla Via Lattea. Entrambi si sono interessati al Pianeta X , i cacciatori per anni, a causa della loro associazione con l'orbita proposta dal mitologico pianeta sumero Nibiru. Ho sentito un'intervista al telegiornale della BBC, Domenica, con il dottor Mike Brown (13), e ha fermamente respinto qualsiasi discorso di Nibiru o della mitologia sumera 'Epica della Creazione' essendo collegato con la sua proposta al Nono Pianeta. Tuttavia, come ho dimostrato in questo breve articolo, le analogie tra queste due teorie sono davvero notevoli.

Scritto da Andy Lloyd, 26 Gennaio 2016

http://www.andylloyd.org/darkstarblog34.htm

Di Andy Lloyd Dark Star Blog 34,
www.andylloyd.org

Andy Lloyd. Dark Star Blog: Blog 34 (gennaio 2016) (In corso di scrittura) Notizie, link, video e commenti fanno riferimento alla teoria della Stella Oscura


Riferimenti:

1) Mike Brown "Where is Planet Nine?" 25th January 2016http://www.findplanetnine.com/p/blog-page.html with thanks to Barry
2) "Planet Nine" https://en.wikipedia.org/wiki/Planet_Nine
3) Zecharia Sitchin "Genesis Revisited" p325-8, Avon Books 1990
4) Caltech Press Release "Caltech Researchers Find Evidence of a Real Ninth Planet" 20th January 2016 https://www.caltech.edu/news/caltech-researchers-find-evidence-real-ninth-planet-49523
5) Overview of Metrological Systems http://oracc.museum.upenn.edu/dccmt/metrology/
6) Luke Hodgkin "A History of Mathematics: From Mesopotamia to Modernity" Oxford University Press
7) Andy Lloyd "Dark Star: The Planet X Evidence" Timeless Voyager Press 2005 pp164-8, pp78-83
8) K. Batygin & M. Brown "Evidence for a Distant Giant Planet in the Solar System" 20th January 2016, The Astronomical Journal, Volume 151, Number 2,http://iopscience.iop.org/article/10.3847/0004-6256/151/2/22
9) Thomas O'Toole "Possibly as Large as Jupiter; Mystery Heavenly Body Discovered" 30th December 1983 http://planet-x.150m.com/washpost.html
10) "Bad Astronomy "The IRAS Incident"http://www.badastronomy.com/bad/misc/planetx/science.html
11) M. Redfern & N. Henbest "Has IRAS Found a Tenth Planet?" New Scientist, 10th November 1983
12) Andy Lloyd "The Secrecy Surrounding the 1983 IRAS Discovery" 18th September 2014 http://www.andylloyd.org/darkstarblog18.htm

Molte grazie,

Andy Lloyd

Autore e artista

http://www.darkstar1.co.uk

http://cheltenham-art.com/andylloyd.htm


http://www.andylloyd.org

http://www.facebook.com/darkstarandylloyd

Note di SD:

Il sistema planetario attualmente si trova su queste coordinate di Google Sky, è la bella immagine di frontespizio all'inizio del articolo, clicca sulle coordinate sotto e vedi :
5 h 42m 21.0s 22 ° 36 ‘45.7 “ 

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!