sabato 23 giugno 2018

USA: I giudici adottano le regole sulla privacy dell'era digitale per tenere traccia dei cellulari


MARK SHERMAN
Associated Press


WASHINGTON (AP) - La polizia ha generalmente bisogno di un mandato per esaminare i documenti che rivelano dove sono stati gli utenti di cellulari, la Corte Suprema venerdì ha decretato una grande vittoria per gli interessi sulla privacy nell'era digitale.

La decisione 5-4 dei giudici segna un grande cambiamento nel modo in cui la polizia può ottenere informazioni che le compagnie telefoniche raccolgono dalle onnipresenti torri cellulari che consentono alle persone di effettuare e ricevere chiamate e trasmettere dati. L'informazione è diventata uno strumento importante nelle indagini penali.

Il capo della giustizia John Roberts, insieme ai quattro liberali della corte, ha detto che le informazioni sulla posizione dei cellulari "sono dettagliate, enciclopediche e compilate senza sforzo". Roberts ha scritto che "un individuo mantiene una legittima aspettativa di privacy nel registro dei suoi movimenti fisici" come vengono catturati dalle torri dei cellulari.

Roberts ha detto che la decisione della corte è limitata alle informazioni di tracciamento del cellulare e non influisce su altri documenti aziendali, compresi quelli detenuti dalle banche. Ha anche scritto che la polizia può ancora rispondere a un'emergenza e ottenere record senza un mandato.

Ma i giudici conservatori dissenzienti, Anthony Kennedy, Samuel Alito, Clarence Thomas e Neil Gorsuch, hanno messo in dubbio l'affermazione di Roberts che la decisione era limitata. Ognuno ha scritto un'opinione dissenziente e Kennedy ha affermato che "il nuovo e inesplorato corso della corte inibirà l'applicazione della legge" e "manterrà imputati e giudici per i prossimi anni".

Roberts non si allinea spesso con i suoi colleghi liberali contro un fronte unificato dei giudici conservatori, ma i casi di privacy dell'era digitale possono attraversare le linee ideologiche, come quando la corte ha dichiarato all'unanimità nel 2014 che è necessario un mandato prima che la polizia possa cercare il cellulare di chiunque sia stato appena arrestato.

La corte ha decretato venerdì nel caso di Timothy Carpenter, che è stato condannato a 116 anni di carcere per il suo ruolo in una serie di rapine di Radio Shack e T-Mobile in Michigan e Ohio. I record delle torri cellulari di 127 giorni, che gli investigatori hanno ottenuto senza un mandato, hanno rafforzato il caso contro Carpenter.

Gli investigatori hanno ottenuto la documentazione con un ordine del tribunale che richiede uno standard inferiore alla "causa probabile" necessaria per un mandato. "Probabile causa" richiede una forte evidenza che una persona abbia commesso un crimine.

Il giudice del processo di Carpenter si rifiutò di sopprimere i registri, non trovando alcun mandato necessario, e un tribunale federale d'appello fu d'accordo. L'amministrazione Trump ha detto che le decisioni della corte inferiore dovrebbero essere confermate.

L'American Civil Liberties Union, in rappresentanza di Carpenter, ha dichiarato che un mandato garantirà protezione contro il governo ingiustificato.

"Questa è una vittoria rivoluzionaria per i diritti alla privacy degli americani nell'era digitale: la Corte Suprema ha dato alla legge sulla privacy un aggiornamento di cui ha disperatamente bisogno per molti anni, portandolo finalmente in linea con le realtà della vita moderna", ha affermato l'avvocato ACLU Nathan Freed Wessler, che ha sostenuto il caso della Corte Suprema a novembre.

L'amministrazione si è basata in parte su una decisione della Corte Suprema del 1979 che trattava i record telefonici in modo diverso rispetto alla conversazione in una telefonata, per la quale generalmente è richiesto un mandato.

Il caso precedente riguardava un unico telefono di casa e il tribunale ha dichiarato che le persone non avevano alcuna aspettativa di privacy nei registri delle chiamate fatte e mantenute dalla compagnia telefonica.
"La posizione del governo non riesce a contrastare i cambiamenti sismici nella tecnologia digitale che hanno reso possibile il monitoraggio non solo della posizione di Carpenter, ma anche di tutti gli altri, non per un breve periodo ma per anni e anni", ha scritto Roberts.
La corte decise il caso del 1979 prima dell'era digitale, e anche la legge sulla quale i pubblici ministeri si affidavano per ottenere un ordine per i record di Carpenter risale al 1986, quando poche persone avevano cellulari.

La Corte Suprema negli ultimi anni ha riconosciuto gli effetti della tecnologia sulla privacy. Nel 2014, Roberts ha anche scritto l'opinione che la polizia deve in genere ottenere un mandato per cercare i telefoni delle persone che arrestano. Gli altri oggetti che le persone portano con sé possono essere guardati senza un mandato, dopo un arresto.

Roberts ha detto che un cellulare è quasi "una caratteristica dell'anatomia umana". Venerdì, è tornato alla metafora per notare che un telefono "segue fedelmente il suo proprietario oltre le vie pubbliche e nelle residenze private, negli uffici dei medici, nelle sedi politiche e in altri luoghi potenzialmente rivelatori".
 Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!