venerdì 8 novembre 2019

L'Olocausto è un fenomeno ideologico (non storico) della mafia Khazariana


 Jonas E. Alexis & Germar Rudolf
veteranstoday 
Sa Defenza

L'Olocausto ha una sua Croce, Agnello di Dio, sacerdoti, cattedrali e chiese, Giorni Santi, Santi, Profeti, Pellegrinaggi, Inquisizione, Scomunica, Persecuzione di zeloti, e dei fedeli.



Germar Rudolf è un chimico tedesco e uno scrittore prolifico. Ha studiato chimica presso l'Università di Bonn e al Max Planck Institute for Solid State Research. Parte del suo viaggio accademico è fornita in questo articolo, che è la nostra terza intervista .

Alexis : alcuni autori hanno proposto che ci sia una "nuova tattica di usare scienze naturali a negare l'Olocausto", e "sembrava sia successo ed è stato in grado di impressionare le persone meno informate." Quegli scrittori si collocano nella stessa categoria. Ironia della sorte, non potevano fornire gravi indizi contro ciò che in realtà si sta proponendo. Essi non ci provano nemmeno. 

Infatti scrivono,
"Anche se il rapporto di Rudolph, di cui esistono diverse versioni contestate, sembra  più scientifico e grave di Leuchter , è scientificamente  imperfetto come il Leuchter,  Rudolph è stato revocato dal Max Planck Institute e ora ha trovato la sua strada in ambienti di estrema destra che sfruttano il suo report ". [1]

Ho  riso un po , perché ho pensato e in precedenza sostenuto che il vostro rapporto è "scientificamente imperfetto come Leuchter ." Mi aspettavo di vedere rigorose prove scientifiche contro la relazione, ma quello che ho trovato è stato Mumbo Jumbo. Essi sembrano credere nell'ultima affermazione, che essere stati revocati dal Max Planck-è "scientifico". Si possono affrontare questi punti?

Germar Rudolf: Quelle persone sbagliano. Non sono stato respinto. L'Istituto ha cercato di licenziarmi, ma quando li ho citati in giudizio per aver violato il nostro contratto, ha accettato di ritirare il licenziamento e sostituito con un reciproca e concordato  termine del mio contratto di lavoro limitato a tre mesi anticipando la data di scadenza originaria. La differenza giuridica tra un accordo reciproco e un licenziamento è considerevole. E' stato importante per mantenere la fedina penale pulita.

La scienza non è una tattica. E' il motivo per cui non ci si siede più sugli alberi a mangiare banane. Ed è l'unico modo per mettere le cose a posto, anche quando si tratta di ricerche sull'Olocausto. Non è per impressionare "le persone meno informate", ma per informare le persone, come ad esempio la scienza dello storico Dr. Nicholas Kollerstrom, il quale, dopo aver appreso della mia ricerca, è divenuto un revisionista e da allora ha dato un contribuito notevole  nel campo con il suo libro Rompere l'incantesimo (2a ed, Castle Hill Publishers, Uckfield il 2015.), o come professore associato il Dr. Thomas Dalton, autore del libro Dibattito sull'Olocausto (Tesi & dissertazioni Press, New York 2009;. 2a ed, Castle Hill Publishers, Uckfield 2015).

Ci sono molti altri studiosi e accademici del genere, ma la maggior parte di loro utilizza pseudonimi per evitare persecuzioni, oppure lavorano solo da dietro le quinte, aiutando altri revisionisti nelle loro ricerche.

Coloro che sostengono che la mia perizia è in difetto e confutata, di solito si riferiscono a una carteggio di un chimico austriaco pubblicato la prima volta a metà degli anni 1990, [2] o ad una serie di documenti on-line scritti dal chimico statunitense Dr. Richard Green , che sono stati espulsi dalla rete quando il dominio in cui sono state inviate lo ha cancellato all'inizio di quest'anno.

Ho esaminato entrambe le cosiddette "confutazioni" nel dettaglio nel capitolo 8.4. delle edizioni inglesi del 2003 e 2011 della mia perizia , dove si dimostra che i loro argomenti sono così profondamente errati che sono veramente imbarazzanti. Ho anche pubblicato una critica più profonda del loro "rifiuto" in un libro a parte dedicato alla discussione di questi e altre critiche, dei tentativi meno pertinenti nella confutazione degli argomenti revisionisti. [3] Questo libro contiene anche descrizione di una revisione critica di Shermer  e anti-revisionista di Grobman.

Per quanto riguarda estrema destra cercate: il termine "estremista" di solito si riferisce a individui disposti a impiegare metodi illegali nel promuovere la loro ideologia. Il problema  è che è il governo tedesco  sta impiegando metodi illegali per reprimere la libertà di parola. Quindi, è il governo tedesco che è estremista, e non le sue vittime.


E' divenuto chiaro quando nel 2009 l'Alta Corte tedesca  ha deciso che la legge tedesca consente di perseguire i dissidenti storici, una legge speciale progettata per sopprimere solo alcuni punti di vista su determinati argomenti. Come detto tale, giudice, sarebbe incostituzionale; ma, poi cancellala la legge per ogni caso, dicendo che l'eccezionale esperienza del nazionalsocialismo giustifica leggi eccezionali. [4]

Quindi, anche l'Alta Corte tedesca viola la Costituzione tedesca, perché anche se il più alto giudice decreta che il bianco è nero, e   il nero è bianco; i giudici mutano d'abito rivestendo dello di criminali
.

Inoltre, nei primi anni 1990, quando sono stato accusato di revisionismo, le autorità tedesche hanno creduto alla loro stessa propaganda che ero protagonista nei "circoli di estrema destra.

Un giorno diversi poliziotti si sono presentati a casa mia, a detta loro , per una chiacchierata. Mi hanno chiesto di usare la mia autorità sulla "scena" per evitare eventuali grandi manifestazioni in occasione dell'ennesimo anniversario dell'omicidio di Rudolf Hess.

Il fatto è che non ero né a conoscenza di tale anniversario, né di qualsiasi "scena" organizzata, perché non ho mai fatto  parte di tali ambienti. Ma credo che continuino a credere il falso a motivo della propaganda politica  che vedo continuano a fare, proprio come continuano a credere nella falsa propaganda dell'Olocausto.

Alexis : Da un lato nota, sono stato affascinato dall'articolo del Washington Post intitolato, "Auschwitz è un luogo sacro della memoria ebraica. Non è un posto per la chiesa cattolica " E' scritto da Avi Weiss, rabbino anziano dell'
Hebrew Institute of Riverdale e autore del libro di prossima pubblicazione. Open Up the Iron Door: Memorie di un attivista ebreo sovietico . È interessante notare che, Weiss dice che 1,1 milioni di ebrei sono stati uccisi ad Auschwitz! [5]

Che fine hanno fatto i quattro milioni di morti? Ho pensato che fosse interessante per Weiss dire che "Auschwitz è un luogo sacro della memoria ebraica." Questo va veramente dietro a quello che ha detto Israel Shamir, che il cosiddetto Olocausto "sostituisce Cristo con Israele, il Golgota con Auschwitz, e la risurrezione con la creazione dello stato ebraico. " [6]

Germar Rudolf: E' vero. L'Olocausto è stato magicamente trasformato in una religione laica, se  può esistere una cosa del genere. Carlo Mattogno ha dichiarato nel suo libro 2014 Inside the Gas Chambers (p 230F..):

"[L] a presente credenza nell'Olocausto è, in effetti, una religione secolare o 'superstizione.'  Questa convinzione ha un proprio escursus propositivo ideologico
- Crocifissione (il popolo ebraico come un messia collettivo),
- Agnello di Dio (le vittime massacrate dai nazisti),
- I sacerdoti (gli storici dell'Olocausto),
- Cattedrali e chiese ( Musei e Monumenti dell' 

Olocausto),- Santa del Giorno (il "Giorno della Memoria", 27 gennaio),
- Santi (come Elie Wiesel e Yisrael Meir Lau)
- Profeti (i testimoni oculari il cui conto quello che hanno visto non può essere messa in discussione),
- Pellegrinaggi (agli ex campi di concentramento tedeschi)
- Inquisizione (i media che fanno rispettare l'ortodossia Olocausto),
- Scomunica (un anatema sarà pronunciato contro gli eretici revisionisti)
- Le Procure  (leggi e tribunali che puniscono le espressioni revisioniste e secolari),
- Zeloti ( scrittori esistenziali francesi come Albert Camus, e Abe Foxman), e
- I fedeli (i credenti acritici di Olocausto propaganda)
".

Per quanto riguarda i quattro milioni di vittime originariamente attribuiti al campo di Auschwitz, i ricercatori competenti dei paesi occidentali non hanno mai affermato che ad Auschwitz ci sono stati
 4 milioni  di morti.

Prendete i due più importanti studiosi tradizionale dell'Olocausto degli anni 1950 e 1960: Lo storico dell'arte Gerald Reitlinger ha sostenuto circa 800.000 a 900.000 vittime nel suo libro del 1953 La soluzione finale (p 499)., E lo scienziato politico Dr. Raul Hilberg  sostiene siano circa 1.250.000 le vittime, nella sua opera del 1961 La distruzione degli ebrei europei (p. 958)

La cifra di quattro milioni di vittime segnate su pietre commemorative ad Auschwitz fino agli inizi degli anni '90 era solo  propaganda diffusa dall'Unione Sovietica, [7] perpetuato dal suo satellite la Polonia comunista, e felicemente diffusa dai media antifascisti nell'intero globo.



https://www.youtube.com/watch?v=PrSUberGiEo

***
Note:

[1] Hermann Kurthen, Werner Bergmann, and Rainer Erb, eds., Anti-Semitism and Xenophobia in Germany after Unification (New York: Oxford University Press, 1997), 183.

[2] Josef Bailer, in B. Bailer-Galanda, W. Benz, W. Neugebauer (eds.), Wahrheit und Auschwitzlüge, Deuticke, Vienna 1995, pp. 112-118.

[3] Germar Rudolf, Carlo Mattogno, Auschwitz Lies: Legends, Lies, and Prejudices on the Holocaust, Theses & Dissertations Press, Chicago 2005 (2nd ed., The Barnes Review, Washington, D.C., 2011; 3rd ed., Castle Hill Publishers, Uckfield, UK, 2016).

[4] Decision of 4 Nov. 2009 (1 BvR 2150/08); cf. http://www.bundesverfassungsgericht.de/pressemitteilungen/bvg09-129.html: “In general, restrictions to the freedom of opinion are permissible only on the basis of general laws according to art. 5, para. 2, alternative 1, Basic Law. A law restricting opinions is an inadmissible special law, if it is not formulated in a sufficiently open way and is directed right from the start only against certain convictions, attitudes, or ideologies. […] Although the regulation of art. 130, para. 4, German Penal Code is not a general law […] even as a non-general law it is still compatible with art. 5, para. 1 and 2, Basic Law, as an exception. In view of the injustice and the terror caused by the National Socialist regime, an exception to the prohibition of special laws […] is immanent.”

[5] Avi Weiss, “Auschwitz is a sacred place of Jewish memory. It’s no place for a Catholic church,” Washington Post, January 28, 2015.

[6] Israel Shamir, Cabbala of Power (Charleston, SC: BookSurge, 2007), 92.

[7] Carlo Mattogno, “The Four Million Figure of Auschwitz: Origin, Revisions and Consequences,” The Revisionist, Vol. 1, No. 4 (2003), pp. 387-399.
*****
https://sadefenza.blogspot.com/2019/11/lolocausto-e-un-fenomeno-ideologico-non.html

Sa Defenza non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicati, né delle opinioni che in essi vengono espresse. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e fare valutazioni personali



Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!