martedì 16 aprile 2019

Documento di Wikileaks espone una "Base segreta degli Stati Uniti sulla Luna"

Arjun Walia







I FATTI: Un documento pubblicato da Wikileaks indica chiaramente che gli Stati Uniti avevano una base "segreta" sulla Luna che è stata distrutta dai russi. È uno dei tanti documenti interessanti che suggeriscono cose strane che stanno accadendo sulla Luna.

RIFLETTIAMO: Il nostro mondo è davvero come è stato presentato? Esistono milioni di pagine di documenti classificati di più paesi ogni anno, come è possibile determinare realmente cosa succede dietro le quinte? Perché regola la segretezza?

L'arresto di Assange è scandaloso per molti aspetti, e uno di questi è lo sforzo dei governi, e non è solo del governo degli Stati Uniti ... Sforzi per mettere a tacere un giornalista che produceva materiali che le persone al potere non volevano che la moltitudine sapessero al riguardo ...    Questo è praticamente quello che è successo.  Wikileaks stava esponendo cose che la gente dovrebbe sapere su è chi al potere,  ovviamente le persone al potere non amano chi li espone.   Quindi  lo vogliono mettere a tacere.  - Noam Chomsky ( fonte )

Di recente ho pubblicato un articolo che descrive dettagliatamente l'arresto di Julian Assange sul nostro mondo .

L'idea che qualcosa di strano possa accadere sulla Luna non è affatto inverosimile. Infatti, date tutte le informazioni che oggi sono disponibili di pubblico dominio sull'argomento, è difficile capire come non sia un dato di fatto. Vedremo alcune di quelle informazioni più avanti in questo articolo; ma prima, attiriamo la nostra attenzione su uno strano documento di Wikileaks intitolato "Report That UR Destroyed Secret Moon Base".

Sfortunatamente, il documento non è un documento elettronico, quindi l'accesso al suo intero contenuto non è disponibile online. Chiunque sia veramente interessato a leggere l'intera faccenda, potrebbe essere necessaria una richiesta legale con riferimento alla libertà di informazione (FOIA).

Senza speculare, possiamo concludere che questo è quello che si dice essere, un rapporto riguardante possibili guerre spaziali che stanno avvenendo nel mondo classificato. Il titolo del documento da solo non solo espone la realtà di queste presunte guerre, ma la possibilità di una "Base segreta della luna" appartenente agli Stati Uniti che apparentemente era in funzione fino a quando non fu distrutta da "UR" (Unione Sovietica).

Puoi visualizzarlo nell'archivio Wikileaks qui .



Quindi, quali altre informazioni esistono, oltre a questo documento, mostrano che qualcosa di strano sta accadendo sulla Luna? Ci sono molte informazioni, quindi è difficile sapere da dove cominciare.

Prima di tutto, l'idea delle basi sulla Luna è stata per molto tempo una discussione aperta all'interno del governo, anche se l'informazione non è facile da trovare, ma è sicuramente da qualche là fuori. Un documento dell'ufficio editoriale del governo è un ottimo esempio. Mostra chiaramente che uno degli obiettivi del governo degli Stati Uniti è quello di costruire una base sulla Luna, e questo è del lontano 1966. ( fonte )

Una parte del documento si legge, con riferimento ai presidenti Kennedy e Johnson in una dichiarazione di HON. George P. Miller:
Credo inoltre che possiamo raggiungere  l'obiettivo fissato dai presidenti Kennedy e Johnson: un sbarco umano sulla luna prima del 1970. La mia fiducia nella nostra scienza e tecnologia in rapida evoluzione è tale che posso visualizzare molti traguardi più drammatici in futuro, sebbene Non modificherò nessun calendario per loro. 1. L'esplorazione della superficie lunare, e possibilmente l'istituzione di una o più basi permanenti.

Inoltre, decenni di documenti che discutono di questo argomento sono stati declassificati, dimostrano quanto siano andati avanti e lontani ,  possibili avanzamenti, con queste intenzioni.

Date un'occhiata alla schermata qui sotto, ripresa dalla sala di lettura elettronica della CIA sotto forma di un memorandum che è stato indirizzato al direttore della CIA sul "Pensiero militare (Top Secret)" del tenente generale Korenevskiy.



Il documento qui sopra entra davvero nei dettagli riguardo all'importanza di armare lo spazio. Questo porta alla mente un altro documento di Wikileaks , sotto forma di una e-mail che è stata inviata al politico John Podesta dal dottor Edgar Mitchell, l'astronauta dell'Apollo 14 e la dottoressa Carol Rosin. Si legge quanto segue:
Caro John, dato che la corsa alla Guerra nello Spazio si sta surriscaldando, mi  sento in dovere di metterti al corrente di diversi fattori mentre tu e io programmiamo i nostri discorsi su Skype. Ricorda, il nostro ETI non violento dell'universo contiguo ci sta aiutando a portare energia punto zero sulla Terra. Non tollereranno alcuna forma di violenza militare sulla Terra o nello spazio. Le seguenti informazioni in corsivo sono state condivise con me dalla mia collega Carol Rosin, che ha lavorato a stretto contatto per diversi anni con Wernher von Braun prima della sua morte. Carol ed io abbiamo lavorato al Trattato sulla Prevenzione del Posizionamento di Armi nello Spazio Esterno, l'ho allegato per vostra comodità.
Un rapporto declassificato dal Centro delle armi nucleari dell'Aeronautica militare nel giugno 1959 mostra quanto seriamente essi consideravano un piano chiamato Progetto A119. In generale, volevano studiare la capacità delle armi nello spazio e ottenere ulteriori informazioni sull'ambiente spaziale e sulla detonazione di dispositivi nucleari al suo interno.

Interessante a dir poco, ma è importante riconoscere le intenzioni dietro la lettera, e questo è il riconoscimento che gli umani hanno portato e continueranno a portare nello spazio i loro modi distruttivi, armandolo o tentando di armarlo.

Con tutta questa documentazione, è anche interessante esaminare le testimonianze dei testimoni di fonti attendibili.

Negli anni '50, il colonnello Ross Dedrickson era responsabile del mantenimento dell'inventario delle scorte di armi nucleari per l'AEC e per l'accompagnamento di squadre di sicurezza che testavano la sicurezza delle armi, tra le molte altre funzioni. Quando si tratta di armare lo spazio, che è chiaramente delineato all'interno di più documenti collegati sopra, questo è ciò che ha dovuto dire:
"Ho anche appreso di incidenti che coinvolgono armi nucleari, e tra questi incidenti c'erano un paio di armi nucleari inviate nello spazio che sono state distrutte dagli extraterrestri ... Alla fine degli anni '70 e all'inizio degli anni '80, abbiamo tentato di portare un'arma nucleare sulla Luna da far esplodere per misurazioni scientifiche e altre cose, ma non era accettabile per gli extraterrestri. Hanno distrutto l'arma prima che arrivasse sulla Luna. "( Fonte )
Dedrickson è una delle centinaia di whistleblowers con background verificati, credibili e impressionanti per parlare di una presenza extraterrestre. In quella stessa intervista, ha proseguito affermando che:
Una navicella è andata in soccorso dell'Apollo 13 e hanno accompagnato l'Apollo 13 nel loro viaggio intorno alla Luna sulla Terra. E in ben due occasioni hanno pensato di dover  trasferire l'equipaggio nella loro navicella spaziale, ma  li hanno [lasciati fare visto] che il ritorno sulla Terra era in sicurezza.

Questo potrebbe spiegare il motivo per cui diversi astronauti sono stati abbastanza espliciti riguardo a una presenza extraterrestre, come Edgar Mitchell, Brian O'Leary, Story Musgrave, Gordon Cooper e molti altri.

Un altro documento del 1965 riguardante le schede di controllo della CIA sui piani spaziali sovietici recita come segue:

Tieni presente, questo è accaduto più di 50 anni fa.
Di seguito una citazione interessante di Carl Sagan:
Non è escluso che manufatti di queste visite esistano ancora, o anche che qualche tipo di base sia mantenuta (possibilmente automaticamente) all'interno del sistema solare per fornire continuità alle spedizioni successive. A causa degli agenti atmosferici e della possibilità di rilevamento e interferenza degli abitanti della Terra, sarebbe preferibile non erigere una tale base sulla superficie terrestre. La Luna sembra un'alternativa ragionevole. La prossima ricognizione fotografica ad alta risoluzione della Luna dei veicoli spaziali, in particolare del lato posteriore, potrebbero avere in mente queste possibilità. ( fonte )

Il libro di George Leonard del 1976, Somebody Else is on the Moon, e il libro di Fred Steckling del 1981, We Discovered Alien Bases on The Moon, viene in mente che si parla di questo argomento.

Membri della Society For Planetary SETI Research (SPSR) hanno recentemente pubblicato un articolo nel Journal of Space Exploration su alcune caratteristiche dell'altro lato della Luna che appaiono nel cratere Paracelsus C. Intitolato "Image Analysis of Unusual Structures on the Far Side of the Moon in the Crater Paracelsus C, " , sostiene che queste caratteristiche potrebbero essere di origine artificiale.

Lo studio ha un grande valore quando si tratta dell'ipotesi extraterrestre:
Un establishment scientifico decisamente tradizionale conservatore respinge spesso le anomalie basandosi solo su argomenti, cioè non ci possono essere artefatti alieni sulla luna perché non ci sono artefatti alieni sulla luna (o altri pianeti). Un tale punto di vista è un esempio di ragionamento circolare, basato sulla convinzione che gli extraterrestri non esistono, o se esistono  non potrebbero aver viaggiato verso il nostro sistema solare.
La verità è che "ci sono abbondanti prove che siamo stati contattati, che le civiltà ci visitano da molto tempo." - Dott. Brian O'Leary, ex astronauta della NASA e Princeton Physics Professor ( fonte )

Quando si tratta della Luna, le basi create dall'uomo, potrebbero non essere uniche.

Per quanto riguarda le nostre basi, Karl Wolfe, che era un tecnico di precisione per la fotografia elettronica presso la Base Aerea di Langley, è diventato famoso quando ha fornito la sua testimonianza al National Press Club di Washington, parte della divulgazione del progetto del Dr. Steven Greer. ( fonte )

La testimonianza di Wolfe ha rivelato che è stato portato in una stanza buia in cui le immagini del Lunar Orbiter della NASA sono state sviluppate e cucite insieme in immagini composite chiamate "mosaici".

"Stavano facendo strisce di pellicola da 35 mm al momento, che sono state poi assemblate in mosaici da 18 x 1/2. Quelle strisce erano foto di passaggi successivi intorno alla Luna e avrebbero costruito una fotografia “, ha detto Wolfe. ( Sorgente )

"Siamo andati da un lato del laboratorio e lui ha detto: 'A proposito, abbiamo scoperto una base sul retro della luna'".

Il Dr. John Brandenburg, Vice Direttore della Clementine Mission to the Moon, che faceva parte di un progetto spaziale congiunto tra la Balistic Missile Defense Organization (BMDO) e la NASA, ha anche fatto alcune rivelazioni affascinanti. La missione ha scoperto l'acqua ai poli della Luna nel 1994 ( fonte: pagina 16 di 18 ) ( fonte ) ( fonte ). Ma, secondo il Dr. Brandenburg , la missione Clementine aveva un ulteriore programma:
"La missione Clementine era una missione di ricognizione fotografica per verificare se qualcuno stava costruendo basi sulla Luna di cui non eravamo a conoscenza. Le stavano espandendo? ... Di tutte le immagini che ho visto della Luna che mostrano le possibili strutture, la più impressionante è l'immagine di una struttura retto-lineare di un migliaio di miglia. Questo sembrava inconfondibilmente artificiale e non dovrebbe esserci. Infatti qualcuno della comunità di difesa spaziale, guardò con grande preoccupazione qualsiasi struttura sulla Luna perché non era nostra, non c'è modo di costruire una cosa del genere. Significa che c'è qualcun altro lassù. "(Citazione dal documentario," Aliens on the Moon . ")
Benvenuto nel mondo della segretezza
Un economista della Michigan State University ha collaborato con diversi ricercatori, tra cui Catherine Austin Fitts, ex assistente segretaria di Housing and Urban Development. Hanno trovato trilioni di dollari persi nelle stanze del DOD (Dipartimento della Difesa) con  programmi e fondi di bilancio neri. Puoi leggere di più su questo qui .

Stiamo parlando di programmi speciali di accesso (SAP). Abbiamo SAP non riconosciuti e rinunciati. Questi programmi non esistono pubblicamente, ma esistono davvero. Sono meglio conosciuti come "deep black programs". Un rapporto del Senato degli Stati Uniti del 1997 li descriveva come "così sensibili da essere esentati dagli obblighi di segnalazione standard per il Congresso." ( Fonte )

Sto menzionando questa roba perché, qualunque cosa stia succedendo riguardo alla Luna, puoi scommettere che è stato finanziato da migliaia di miliardi di dollari all'interno di questi profondi programmi con fondi di bilancio neri. Questi dollari sono le nostre  tasse sul lavoro.

Non sentiamo davvero parlare di programmi di fondi di bilancio neri o di persone che li hanno  esaminati. Tuttavia, l'argomento è stato discusso nel 2010 dai giornalisti Dana Priest e William Arkin  del Washington Post. La loro indagine è durata circa due anni e ha concluso che il mondo classificato dell'America ha:
Diventa così grande, così ingombrante e così riservato che nessuno sa quanti soldi costi, quante persone impiega, quanti programmi esistono al suo interno o esattamente quante agenzie fanno lo stesso lavoro. ( fonte )

Joe Martino, fondatore di CE, ha recentemente approfondito questo argomento in un episodio di CETV , che verrà trasmesso presto!

*****

Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!