giovedì 28 novembre 2019

Il novantacinque percento dei modelli di software per il clima si è rivelato completamente sbagliato ... ma l'allarmismo continua, nonostante tutte le proiezioni fallite


Tracey Watson
climate 








Trent'anni fa, 197 paesi di tutto il mondo hanno firmato il protocollo di Montreal sulle sostanze che riducono lo strato di ozono , dopo che gli scienziati hanno scoperto che le sostanze chimiche note come clorofluorocarburi (CFC) stavano causando uno strato più sottile di ozono. Gli studi avevano stabilito che i CFC comunemente usati nei ritardanti di fiamma, nelle bombolette spray e nei frigoriferi erano responsabili della crisi dell'ozono.

Il trattato ha funzionato e nel 2016 gli scienziati hanno annunciato che lo strato di ozono stava guarendo, dopo la graduale eliminazione globale del 98% di tutte le sostanze che riducono lo strato di ozono.

I leader mondiali hanno visto le prove scientificamente valide di un disastro incombente, hanno agito insieme e hanno prevenuto quel disastro.

Più recentemente, i media e alcuni scienziati hanno cercato di promuovere una simile cooperazione globale per evitare quella che chiamano crisi del riscaldamento globale. Ancora una volta, insistono sul fatto che esistano valide prove scientifiche di un disastro in corso e che può essere evitato solo se i leader mondiali agiscono rapidamente e all'unisono per prevenirlo.

Ma c'è una differenza: questa volta le prove scientifiche non sono valide. In effetti, il 95 percento dei modelli di software per il clima ha dimostrato di essere impreciso . Eppure, nonostante questa completa mancanza di prove scientifiche di qualsiasi disastro in sospeso, tutti continuiamo a sostenere l'isteria del riscaldamento globale, forse perché molti di noi ricordano come i leader mondiali sono stati in grado di evitare il disastro dello strato di ozono?


Questa volta, tuttavia, non esiste una valida ragione scientifica per acquistare questo clamore ed è importante considerare che potrebbero esserci altri motivi per cui il panico del riscaldamento globale viene diffuso dai media e dai governi del mondo. (Relativo: 'Dono agli allarmisti climatici' espone la scienza della spazzatura per il riscaldamento globale in 12 minuti. )

Purtroppo, la verità contenuta nel video sotto di Tony non supererà mai il vantaggio politico alimentato dalle emozioni per avere una tassa sulla CO2.




Cosa rivela la scienza

Come spiegato da Martin Armstrong su Armstrong Economics , il cambiamento climatico è normale ed è stato una costante nel corso della storia. Nota che durante gli anni '30, ad esempio, ci furono anni estremi di siccità, mentre allo stesso tempo gli Stati Uniti, il Giappone e la Cina sperimentarono alcuni dei fronti più freddi più intensi della storia registrata. Egli nota:

Non si può dare la colpa alle mamme che accompagnano  i bambini al calcio con le auto , o che in città bruciano combustibili fossili. Le auto erano ancora un lusso negli anni '30.

Nonostante - o forse a causa di - questi continui sbalzi di temperatura, era normale per gli scienziati fare previsioni allarmanti che non si sono dimostrate vere. Nota Armstrong:

Nel gennaio 1970, la rivista Life, basata su "solide prove scientifiche", affermò che entro il 1985 l'inquinamento atmosferico avrebbe ridotto della metà la luce solare che raggiungeva la Terra. In effetti, durante quel periodo la luce solare è scesa tra il 3% e il 5%. In un discorso del 1971, Paul Ehrlich disse: "Se fossi un giocatore d'azzardo guadagnerei soldi sapendo che l'Inghilterra nel 2000 non esisterà più". 
Avanzando rapidamente verso marzo 2000 e David Viner, ricercatore senior presso la Climatic Research Unit, University of East Anglia, disse a The Independent, "Le nevicate sono ormai un ricordo del passato". Nel dicembre 2010, il Mail Online ha riferito: "Dicembre più freddo da quando i record sono iniziati mentre le temperature precipitano a meno 10° C portando il caos nelle strade in tutta la Gran Bretagna.

I veri fatti scientifici sulla "crisi" del riscaldamento globale sono questi:

Mentre gli scienziati adorano affermare che il 97% di tutti gli scienziati concordano sul fatto che il riscaldamento globale causato dall'uomo sia un dato di fatto, scelgono di omettere di menzionare il fatto che il 95% di tutti i modelli climatici che hanno predetto gli aumenti della temperatura globale si sono dimostrati falsi.

Report del Daily Caller  :

L'ex scienziato della NASA, il Dr. Roy Spencer, afferma che i modelli climatici utilizzati dalle agenzie governative per creare politiche "sono falliti miseramente". Spencer ha analizzato 90 modelli climatici rispetto alla temperatura superficiale e ai dati della temperatura satellitare e ha scoperto che oltre il 95 percento dei modelli "hanno  sovrastimato la tendenza al riscaldamento dal 1979, indipendentemente dal fatto che utilizziamo il proprio set di dati della temperatura superficiale (HadCRUT4) o il nostro set di dati satellitari di temperature troposferiche più basse (UAH). "

La lezione? Solo perché gli scienziati hanno capito e una volta hanno evitato la crisi dell'ozono non significa che abbiano ragione sempre. E, quando si tratta dell'isteria del riscaldamento globale, è certo che non hanno capito bene.

Ulteriori informazioni su Climate.news .

Fonti:

ArmstrongEconomics.com

WEForum.org

DailyCaller.com

*****
https://sadefenza.blogspot.com/2019/11/il-novantacinque-percento-dei-modelli.html

Sa Defenza non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicati, né delle opinioni che in essi vengono espresse. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e fare valutazioni personali

Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!