venerdì 30 agosto 2013


MISSILI DA CROCIERA SULLA SIRIA ?
 IL MISERABILE INGANNO DELLA "GUERRA UMANITARIA" LA GUERRA E' SEMPRE CONTRO LA POPOLAZIONE 

Antonello Boassa

 Quel che appare stupefacente non è solo la riproposizione secondo un canovaccio sempre identico e ormai logoro delle motivazioni "morali" della guerra da parte delle solite "grandi potenze" con il conseguente codazzo della stampa e delle televisioni sulla "guerra giusta perché inevitabile". 

Quel che risulta non solo stupefacente ma anche deprimente è il dibattito nella sinistra e tra le varie sinistre sulla "missione di pace" compiuta con operazioni chirurgiche che non portino danno alla popolazione civile . 

Tra chi interpreta Assad come un antimperialista perché combatte contro l'impero e chi giudica la ribellione teleguidata una rivoluzione popolare che proprio per questo può avvalersi magari strumentalmente di un aiuto dall'esterno . 

Cerchiamo di chiarire . 

Assad è un tiranno che ha imposto una politica neoliberista che ha impoverito larghi strati della popolazione e durante la guerra è andato con mano pesante (difficilmente ha usato armi chimiche innanzitutto perché militarmente non ne aveva bisogno , risultando troppo pericolose sul piano mediatico , in secondo luogo perché risulterebbe dai video dei satelliti russi forniti all'ONU come "prova" che i razzi non sono partiti da Damasco o dalla Siria ma da territori controllati da Salafiti , ribelli mercenari sostenuti dall'Arabia Saudita e dagli USA) . 

Assad deve essere destituito ma con metodi democratici . 

Il comitato di coordinamento siriano che non voleva l'aiuto esterno ed è proprio per questo che non è mai stato invitato ai colloqui con i"grandi", lavora per vincere le elezioni del 2014. 

La rivolta popolare di cui si parla ? 

Condotta anche con il sostegno fattivo di gruppi di sinistra è stata divorata da forze conservative che non hanno disdegnato di combattere assieme ai Jihadisti e a chiedere l'intervento armato esterno . 

Allo stato attuale è una rivolta di taglia-gole di stupratori , di terroristi . 

PERCHE' LA GUERRA DEVE ESSERE RESPINTA ? 

Perchè la violenza importata dall'esterno aggrava ulteriormente la situazione di violenza che colpisce la popolazioe civile . 

QUALSIASI DITTATURA NON GIUSTIFICA I BOMBARDAMENTI . 

LA GUERRA E' SEMPRE CONTRO LA POPOLAZIONE CIVILE ed è sostenuta dalle grandi potenze per tutelare i loro interessi e MAI PER SALVARE LA POPOLAZIONE E FAVORIRE REALMENTE LA DEMOCRAZIA . 

Sono proprio gli antimperialisti che oggi devono recuperare oltre l'armamentario costruito dai Grandi della pace (vedi Aldo Capitini) perché dotato di strumenti teorici e pratici in grado di confrontarsi con i conflitti etnici , tribali ... , anche competenze più approfondite sulla natura degli imperi e quindi rifiutare le teorizzazioni dei "pacifisti armati" , scontrarsi in patria con i governi della guerra ... e ritornare in piazza .


Reazioni:

2 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!