giovedì 27 maggio 2021




MONOPOLY: UNA PANORAMICA DEL GRANDE RESET - segui i soldi

forbiddenknowledgetv

Se ti stai chiedendo come l'economia mondiale sia stata dirottata e l'umanità sia stata rapita da una narrativa completamente fasulla, non guardare oltre questo video del creatore olandese, Covid Lie.

Quello che scopre è che le azioni delle più grandi società del mondo sono di proprietà degli stessi investitori istituzionali. Si possiedono tutti a vicenda. Ciò significa che i marchi "concorrenti", come Coca-Cola e Pepsi, non sono affatto concorrenti, poiché le loro azioni sono di proprietà delle stesse società di investimento, fondi di investimento, compagnie di assicurazione, banche e, in alcuni casi, governi. Questo è il caso di tutti i settori. Come lei dice:
“Gli investitori più piccoli sono di proprietà di investitori più grandi. Quelli sono di proprietà di investitori ancora più grandi. La parte superiore visibile di questa piramide mostra solo due società i cui nomi abbiamo spesso visto ... Sono Vanguard e BlackRock. Il potere di queste due società va oltre la tua immaginazione. Non solo possiedono gran parte delle azioni di quasi tutte le grandi società, ma anche le azioni degli investitori in quelle società. Questo dà loro un monopolio completo.

Un rapporto di Bloomberg afferma che entrambe queste società nell'anno 2028, insieme, avranno investimenti per un importo di 20 trilioni di dollari. Ciò significa che possederanno quasi tutto.

Bloomberg chiama BlackRock "Il quarto ramo del governo", perché è l'unica agenzia privata che lavora a stretto contatto con le banche centrali. BlackRock presta denaro alla banca centrale ma è anche il consulente. Sviluppa inoltre il software utilizzato dalla banca centrale. Molti dipendenti di BlackRock erano alla Casa Bianca con Bush e Obama. Il suo CEO. Larry Fink può contare su un caloroso benvenuto da parte di leader e politici. Non è così strano, se sai che è il front man della società al potere, ma Larry Fink non tira i fili da solo.

Anche BlackRock è di proprietà degli azionisti. Chi sono questi azionisti? Arriviamo a una strana conclusione. Il maggiore azionista è Vanguard. Ma ora si oscura. Vanguard è una società privata e non possiamo vedere chi sono gli azionisti. L'élite che possiede Vanguard apparentemente non ama essere sotto i riflettori, ma ovviamente non può nascondersi da chi è disposto a scavare.

I rapporti di Oxfam e Bloomberg dicono che l'1% del mondo, insieme, possiede più soldi dell'altro 99%. Ancora peggio, Oxfam afferma che l'82% di tutti i soldi guadagnati nel 2017 è andato a questo 1%.
In altre parole, queste due società di investimento, Vanguard e BlackRock detengono il monopolio in tutti i settori del mondo e, a loro volta, sono di proprietà delle famiglie più ricche del mondo, alcune delle quali sono reali e che sono state molto ricche da prima del Rivoluzione industriale. Perché non lo sanno tutti? Perché non ci sono film e documentari su questo? Perché non le trovi nelle notizie? Perché il 90% dei media internazionali è di proprietà di nove conglomerati mediatici.

Covid Lie chiede:
Chi sponsorizza l'organizzazione e le agenzie di stampa che producono le nostre notizie? Con Project Syndicate, vediamo la Bill and Melinda Gates Foundation, la Open Society Foundation e l'European Journalism Center. Le organizzazioni che portano la notizia vengono pagate da organizzazioni no profit, della stessa élite che possiede anche tutti i media ma anche una parte del denaro dei contribuenti viene utilizzata per pagarle ".
Oppure, come ha detto George Carlin, "È un piccolo club e tu non ci sei".

Quindi, quando Lynn Forester de Rothschild vuole che gli Stati Uniti siano un paese a partito unico (come la Cina) e non vuole che le leggi sull'identità degli elettori siano approvate negli Stati Uniti, in modo che possano essere perpetrate più frodi elettorali per raggiungere tale scopo, cosa fa lei fare?

Tiene una teleconferenza con i 100 amministratori delegati da tutto il mondo e dice loro di denunciare pubblicamente come "Jim Crow" la Georgia ha approvato una legge anti-corruzione e ordina ai suoi  amministratori delegati doveroso boicottare lo Stato della Georgia, come abbiamo visto con Coca-Cola e la Major League Baseball e persino la star di HollywoodWill Smith. In questa teleconferenza, vediamo le sfumature del Great Reset, l'Agenda 2030, il Nuovo Ordine Mondiale.

L'ONU vuole assicurarsi, così come Schwab, che nel 2030 povertà, fame, inquinamento e malattie non affliggano più la Terra. Per raggiungere questo obiettivo, le Nazioni Unite vogliono che le tasse dei paesi occidentali siano divise dalle mega corporazioni dell'élite per creare una società nuova di zecca. Per questo progetto, l'ONU afferma che abbiamo bisogno di un governo mondiale, vale a dire l'ONU stessa.




Ed è chiaro che la "pandemia" è stata orchestrata per ottenere questo risultato. Questo video sopra fa un lavoro incredibile nello spiegare come viene fatto tutto.


Steve Bannon e Raheem Kassam discutono dei poteri dietro le quinte che controllano le società che i media mainstream ignorano.

TRASCRIZIONE

Mentre stai guardando milioni di persone cadere in povertà a causa delle misure coronavirus dello scorso anno, anche se la più grande crisi economica della storia non ti ha ancora colpito, sarà solo una questione di tempo prima che gli effetti a catena colpiranno anche te

Non si tratta di paura, ma è una dura realtà. Penso anche che potremmo mitigare il danno e potremmo anche fare di meglio, a patto di essere informati correttamente sulla nostra situazione. Questo è il motivo per cui vorrei mostrarvi alcuni fatti su cui potete facilmente verificare fatti che sono di importanza cruciale.

Meno di una manciata di grandi società dominano ogni aspetto della nostra vita. Può sembrare esagerato, ma dalla colazione che mangiamo al materasso su cui dormiamo e tutto ciò che indossiamo e consumiamo in mezzo dipende in gran parte da queste società.

Quelle sono enormi società di investimento che determinano il corso del flusso di denaro. Sono i personaggi principali dell'opera a cui stiamo assistendo. So che il tuo tempo è prezioso, quindi riassumo i dati più importanti.

Come funziona?

L'INDUSTRIA ALIMENTARE

Prendiamo Pepsico come esempio. È la società madre di molte società di bibite e snack. I cosiddetti marchi competitivi provengono da fabbriche di poche società che monopolizzano l'intero settore. Nell'industria alimentare confezionata, ci sono alcune grandi aziende, come Unilever, Coca-Cola Company, Mondelez e Nestlé.

Nella foto, vedi che la maggior parte dei marchi dell'industria alimentare appartiene a una di queste società. Le grandi aziende sono in borsa e hanno i grandi azionisti nel consiglio di amministrazione.

Su fonti come Yahoo Finance, possiamo vedere informazioni dettagliate sulla società, come chi sono effettivamente i maggiori azionisti. Prendiamo di nuovo Pepsico, come esempio. Vediamo che circa il 72% delle azioni è di proprietà di non meno di 3.155 investitori istituzionali. Si tratta di società di investimento, fondi di investimento, compagnie di assicurazione, banche e, in alcuni casi, governi.

Chi sono i maggiori investitori istituzionali di Pepsico? Come puoi vedere, solo 10 degli investitori possiedono insieme quasi un terzo delle azioni. I primi 10 investitori insieme ammontano a un valore di $ 59 miliardi di dollari, ma di questi dieci, solo tre possiedono più azioni degli altri sette. Ricordiamoli e cerchiamo chi possiede il maggior numero di azioni della Coca-Cola Company, il più grande concorrente di Pepsi.

La più grande massa di azioni è ancora una volta di proprietà di investitori istituzionali. Diamo un'occhiata ai primi 10 e iniziamo dagli ultimi sei. Quattro di questi investitori istituzionali li abbiamo visti anche in fondo ai sei di Pepsico. Questi sono Northern Trust, JPMorgan-Chase, Geode Capital Management e Wellington Management. Ora, diamo un'occhiata ai quattro maggiori proprietari di azioni. Sono BlackRock, Vanguard e State Street. Queste sono le più grandi società di investimento del mondo, quindi Pepsico e Coca-Cola non sono affatto concorrenti.

Le altre grandi aziende che possiedono una miriade di marchi, come Unilever, Mondelez e Nestlé provengono dallo stesso piccolo gruppo di investitori. Ma non è solo nell'industria alimentare che i loro nomi vengono fuori. Scopriamolo su Wikipedia, quali sono le più grandi aziende tecnologiche.

GRANDE TECNOLOGIA

Facebook è il proprietario di Whatsapp e Instagram. Insieme a Twitter, formano le piattaforme di social media più popolari. Alphabet è il capostipite di tutte le società Google, come YouTube e Gmail, ma sono anche il più grande investitore in Android, uno dei due sistemi operativi per quasi tutti gli smartphone e i tablet. L'altro sistema operativo è IOS di Apple. Se aggiungiamo Microsoft, vediamo quattro società che realizzano il software per quasi tutti i computer, tablet e smartphone del mondo.

Vediamo chi sono i maggiori azionisti di queste società. Prendiamo Facebook: vediamo che l'80% del titolo è di proprietà di investitori istituzionali. Questi sono gli stessi nomi che sono emersi nell'industria alimentare; gli stessi investitori sono tra i primi tre. Il prossimo è Twitter. Forma con Facebook e Instagram i primi tre. Sorprendentemente, anche questa azienda è nelle mani degli stessi investitori. Li vediamo di nuovo, con Apple e persino con il loro più grande concorrente, Microsoft.

Inoltre, se guardiamo ad altre grandi aziende del settore tecnologico che sviluppano e producono i nostri computer, TV, telefoni ed elettrodomestici, vediamo gli stessi grandi investitori, che insieme possiedono la maggior parte delle azioni. È vero per tutti i settori. Non sto esagerando.

L'INDUSTRIA DEI VIAGGI (ENERGIA & MINING)

Un ultimo esempio, prenotiamo una vacanza su computer o smartphone. Cerchiamo un volo per un paese soleggiato su Skyscanner o Expedia. Entrambi provengono dallo stesso piccolo gruppo di investitori. Voliamo con una delle tante compagnie aeree. Molti dei quali sono nelle mani degli stessi investitori e dei governi, come nel caso di Air France, KLM. L'aereo su cui ci imbarchiamo è, nella maggior parte dei casi, un Boeing o un Airbus, anch'essi di proprietà degli stessi nomi. Prenotiamo tramite Booking.com o AirBnB e quando arriviamo usciamo per cena e mettiamo un commento su Tripadvisor.

Gli stessi grandi investitori si presentano in ogni aspetto del nostro viaggio e il loro potere è ancora più grande, perché il cherosene viene dalle loro compagnie petrolifere o raffinerie. L'acciaio di cui è fatto l'aereo proviene dalle loro compagnie minerarie. Questo piccolo gruppo di società di investimento, fondi e banche sono anche i maggiori investitori del settore che scavano per le materie prime.

Wikipedia mostra che le più grandi compagnie minerarie hanno gli stessi grandi investitori che vediamo ovunque. Inoltre, le grandi imprese agricole, da cui dipende l'intera industria alimentare; possiedono Bayer, la società madre della Monsanto, il più grande produttore di sementi al mondo, ma sono anche azionisti della grande industria tessile. E anche molti famosi marchi di moda che realizzano i vestiti con il cotone sono di proprietà degli stessi investitori.

Sia che guardiamo alle più grandi società mondiali di pannelli solari o alle raffinerie di petrolio, le azioni sono nelle mani delle stesse società. Possiedono le compagnie del tabacco che producono tutte le famose marche di tabacco, ma possiedono anche tutte le grandi aziende farmaceutiche e le istituzioni scientifiche che producono medicinali. Possiedono le aziende che producono i nostri metalli e anche l'intera industria automobilistica, aerea e delle armi, dove viene utilizzata una grande quantità di metalli e materie prime. Possiedono le aziende che costruiscono la nostra elettronica, possiedono i grandi magazzini e mercati online e persino i mezzi di pagamento che utilizziamo per acquistare i loro prodotti.

Per rendere questo video il più breve possibile, ti ho mostrato solo la punta dell'iceberg. Se decidi di fare una ricerca con le fonti che ti ho appena mostrato, vedrai che le compagnie di assicurazione, le banche, le società di costruzioni, le compagnie telefoniche, le catene di ristoranti e i cosmetici più popolari sono di proprietà degli stessi investitori istituzionali che abbiamo appena visto.

BLACKROCK E VANGUAR

Questi investitori istituzionali sono principalmente società di investimento, banche e compagnie di assicurazione. A loro volta, loro stessi sono di proprietà degli azionisti e la cosa più sorprendente è che possiedono le azioni l'uno dell'altro

Insieme, formano un'immensa rete paragonabile a una piramide. Gli investitori più piccoli sono di proprietà di investitori più grandi. Quelli sono di proprietà di investitori ancora più grandi. La parte superiore visibile di questa piramide mostra solo due società i cui nomi abbiamo già visto spesso. Sono Vanguard e BlackRock. Il potere di queste due società va oltre la tua immaginazione. Non solo possiedono gran parte delle azioni di quasi tutte le grandi società, ma anche le azioni degli investitori in quelle società. Questo dà loro un monopolio completo.

Un rapporto di Bloomberg afferma che entrambe queste società nell'anno 2028, insieme, avranno investimenti per un importo di 20 trilioni di dollari. Ciò significa che possederanno quasi tutto.

Bloomberg chiama BlackRock "Il quarto ramo del governo", perché è l'unica agenzia privata che lavora a stretto contatto con le banche centrali. BlackRock presta denaro alla banca centrale ma è anche il consulente. Sviluppa inoltre il software utilizzato dalla banca centrale. Molti dipendenti di BlackRock erano alla Casa Bianca con Bush e Obama. Il suo CEO, Larry Fink, può contare su un caloroso benvenuto da parte di leader e politici. Non è così strano, se sai che è l'uomo di punta della compagnia al potere. Ma Larry Fink non tira i fili, lui stesso.

Anche BlackRock è di proprietà degli azionisti. Chi sono questi azionisti? Arriviamo a una strana conclusione. Il maggiore azionista è Vanguard. Ma ora si oscura. Vanguard è una società privata e non possiamo vedere chi sono gli azionisti. L'élite che possiede Vanguard apparentemente non ama essere sotto i riflettori, ma ovviamente non può nascondersi da chi è disposto a scavare.

I rapporti di Oxfam e Bloomberg dicono che l'1% del mondo, insieme, possiede più soldi dell'altro 99%. Ancora peggio, Oxfam afferma che l'82% di tutti i soldi guadagnati nel 2017 è andato a questo 1%.

Forbes, la rivista economica più famosa, afferma che nel marzo 2020 c'erano 2.095 miliardari nel mondo. Ciò significa che Vanguard è di proprietà delle famiglie più ricche del mondo. Se analizziamo la loro storia, vediamo che sono sempre stati i più ricchi. Alcuni di loro, anche prima dell'inizio della rivoluzione industriale, perché la loro storia è così interessante e vasta, ne farò un seguito.

Per ora, voglio solo dire che queste famiglie di cui molti sono in royalty sono i fondatori del nostro sistema bancario e di ogni industria del mondo, queste famiglie non hanno mai perso il potere ma a causa di una popolazione in aumento, hanno dovuto nascondersi dietro aziende, come Vanguard, di cui gli azionisti sono i fondi privati ​​e non profit di queste famiglie.

ONG E FONDAZIONI E PROPRIETÀ DI BIG PHARMA

Per chiarire il quadro, devo spiegare brevemente cosa sono in realtà le organizzazioni non profit. Questi sembrano essere il collegamento tra aziende, politica e media. Questo nasconde un po i conflitti di interessi. Le organizzazioni non profit, chiamate anche "fondazioni", dipendono dalle donazioni, non devono rivelare chi sono i loro donatori, possono investire i soldi nel modo che ritengono opportuno e non pagano le tasse fintanto che i profitti vengono reinvestiti in nuovi progetti . In questo modo, secondo il governo australiano, le organizzazioni no profit tengono tra di loro centinaia di miliardi di dollari, le organizzazioni no profit sono un modo ideale per finanziare i terroristi e per il riciclaggio di denaro.

Le fondazioni e i fondi delle famiglie più ricche restano il più possibile in secondo piano. Per le questioni che ricevono molta attenzione, vengono utilizzate le basi dei filantropi che sono di rango inferiore ma molto ricchi.

Voglio mantenerlo breve, quindi ti mostrerò i tre più importanti che collegano tutte le industrie del mondo. Sono la Bill and Melinda Gates Foundation, la Open Society Foundation del controverso multimiliardario Soros e la Clinton Foundation. Ti darò una brevissima introduzione per mostrarti il ​​loro potere.

Secondo il sito web del World Economic Forum, la Fondazione Gates è il più grande sponsor dell'OMS. Questo è stato dopo che Donald Trump ha lasciato il sostegno finanziario degli Stati Uniti all'OMS nel 2020. Quindi la Fondazione Gates è una delle entità più influenti in tutto ciò che riguarda la nostra salute. La Gates Foundation lavora a stretto contatto con le più grandi aziende farmaceutiche, tra cui Pfizer, AstraZeneca, Johnson & Johnson, Biontech e Bayer.

E abbiamo appena visto chi sono i loro maggiori azionisti. Bill Gates non era un povero secchione di computer che miracolosamente divenne molto ricco. Viene dalla famiglia di un filantropo che lavora per l'elite assoluta. La sua Microsoft è di proprietà di Vanguard, BlackRock e Berkshire Hathaway. Ma la Gates Foundation, dopo BlackRock e Vanguard, è il maggiore azionista di Berkshire Hathaway. Era anche membro del consiglio.

Avremmo bisogno di ore se volessimo scoprire tutto ciò in cui sono coinvolti Gates, la Open Society Foundation di Soros e la Fondazione Clinton. Costituiscono un ponte con la situazione attuale, quindi ho dovuto presentarli.

I MAINSTREAM MEDIA

Dobbiamo iniziare il prossimo argomento con una domanda. Uno come me, che non fa mai video, può dimostrare oggettivamente con un vecchio laptop che solo due aziende detengono il monopolio in tutti i settori del mondo. La mia domanda è: perché non se ne parla mai nei media?

Possiamo scegliere ogni giorno tra tutti i tipi di documentari e programmi televisivi, ma nessuno di essi tratta questo argomento. Non è abbastanza interessante o ci sono altri interessi in gioco? Wikipedia, ancora una volta, ci dà la risposta. Dicono che circa il 90% dei media internazionali è di proprietà di nove conglomerati mediatici. Sia che prendiamo il monopolista Netflix e Amazon Prime o le enormi preoccupazioni che possiedono molte società figlie, come Time-Warner, la Walt Disney Company, Comcast, Fox Corporation, Bertelsmann e Viacom, CBS, vediamo che gli stessi nomi possiedono azioni.

Queste società non solo realizzano tutti i programmi, film e documentari, ma possiedono anche i canali su cui vengono trasmessi. Quindi, non solo le industrie ma anche le informazioni sono di proprietà dell'élite.

Ti mostrerò brevemente come funziona nei Paesi Bassi. Per cominciare, tutti i media mainstream olandesi sono di proprietà di tre società. Il primo è De PersGroep [DPG Media], la società madre dei seguenti marchi (. Oltre a molti giornali e riviste, possiedono anche Sanoma, la società madre di alcuni dei grandi canali commerciali olandesi. Molti media dall'estero. , come VTM sono anche di proprietà di De PersGroep.

Il secondo è Mediahuis, una delle maggiori preoccupazioni dei media in Europa. Nei Paesi Bassi, Mediahuis possiede i seguenti marchi. Fino al 2017 anche Sky Radio e Radio Veronica erano di proprietà di Mediahuis, così come Radio 538 e Radio 10.

E poi c'è Bertelsmann, che è una delle 9 maggiori società di media. Questa azienda possiede RTL, che possiede 45 stazioni televisive e 32 stazioni radio in 11 paesi. Ma Bertelsmann è anche comproprietario del più grande editore di libri del mondo, Penguin Random House.

Le azioni di queste società sono di proprietà di fondi privati ​​di tre famiglie. Quelle sono la famiglia belga Van Thillo, la famiglia belga Leysen e la famiglia tedesca Bertelsmann-Mohn. Tutte e tre le famiglie si schierarono con i nazisti durante la guerra.

Secondo Wikipedia, per questo motivo, Telegraaf , quotidiano di Leysen, fu temporaneamente vietato nei Paesi Bassi dopo la guerra.

LE FAKE NEWS

Per completare questa panoramica, guarda da dove provengono le notizie. Le notizie quotidiane di tutti questi media i diversi media non producono notizie. Usano informazioni e filmati delle agenzie di stampa, .ANP e Reuters. Queste agenzie non sono indipendenti. .ANP è di proprietà di Talpa, John de Mol. Thomson-Reuters è di proprietà della potente famiglia canadese Thomson.

I giornalisti e gli editori più importanti che lavorano per queste agenzie sono membri di un'agenzia di giornalismo, come il Centro europeo di giornalismo. Questi sono uno dei maggiori sponsor europei di progetti legati ai media. Formano giornalisti, pubblicano libri di studio, forniscono spazi di formazione e agenzie di stampa e lavorano a stretto contatto con le grandi aziende, Google e Facebook.

Per analisi e opinioni giornalistiche, i grandi media usano Project Syndicate. Questa è l'organizzazione più potente del settore. Project Syndicate e organizzazioni come ho detto sono insieme alle agenzie di stampa, il collegamento tra tutti i media mondiali quando i conduttori di notizie raccolgono dai loro autocues [teleprompters], è probabile che il testo provenga da una di queste organizzazioni. Questo è il motivo per cui i media mondiali mostrano sincronicità nei loro resoconti.

E guarda lo stesso centro giornalistico europeo. Di nuovo, la Gates Foundation e la Open Society Foundation. Sono anche fortemente sponsorizzati da Facebook, Google, il Ministero dell'Istruzione e della Scienza e il Ministero degli Affari Esteri.

Chi sponsorizza l'organizzazione e le agenzie di stampa che producono le nostre notizie? Con Project Syndicate, vediamo la Bill and Melinda Gates Foundation, la Open Society Foundation e l'European Journalism Center. Le organizzazioni che portano la notizia vengono pagate da organizzazioni no profit, della stessa élite che possiede anche tutti i media ma anche una parte del denaro dei contribuenti viene utilizzata per pagarle.

In Belgio ci sono proteste regolarmente, poiché Mediahuis e De Persgroep ricevono milioni di euro dal governo, mentre molti sono all'estero ...

IL PERICOLO IN CUI CI TROVIAMO ORA

Bene, questo era molto da masticare e ho cercato di renderlo il più breve possibile. Ho utilizzato solo esempi che ritenevo necessari per creare una chiara visione d'insieme. Questo aiuta a capire meglio la nostra situazione attuale, che può gettare nuova luce sugli eventi passati

Ci sarà abbastanza tempo per tuffarsi nel passato, ma ora parliamo di oggi ma il mio obiettivo è informarvi sul pericolo in cui ci troviamo ora. L'élite governa ogni aspetto della nostra vita, inoltre, le informazioni che otteniamo dipendono da un coordinamento, una cooperazione per collegare tutte le industrie del mondo al servizio dei loro interessi. Ciò viene fatto attraverso il Forum economico mondiale, tra gli altri, un'organizzazione molto importante.

Ogni anno a Davos, gli amministratori delegati di grandi aziende incontrano leader nazionali, politici e altri partiti influenti, come l'UNICEF e Greenpeace. Nel consiglio di sorveglianza del WEF c'è l'ex vicepresidente, Al Gore, il nostro ministro, Sigrid Kaag, Feike Sijbesma, presidente delle miniere di stato olandesi reali e il commissario della banca olandese, Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea . Inoltre, il politico, il figlio di Ferdinand Grapperhaus lavora per il WEF.

Wikipedia afferma che la quota annuale per i membri è di 35.000 euro "ma oltre la metà del nostro budget proviene da partner che pagano le spese per i politici che altrimenti non potrebbero permettersi l'adesione".

Secondo i critici, il WEF fa sì che le imprese ricche facciano affari con altre imprese o con i politici. Per la maggior parte dei membri, il WEF sosterrebbe il guadagno personale invece di essere un mezzo per risolvere i problemi del mondo. Perché ci sarebbero molti problemi mondiali se i leader del settore, i banchieri e i politici dal 1971 in poi si fossero riuniti ogni anno per risolvere i problemi del mondo?

Non è illogico che dopo 50 anni di incontri tra ambientalisti e amministratori delegati delle aziende più inquinanti, la natura stia gradualmente peggiorando, non migliorando; che quei critici hanno ragione, è chiaro, se guardiamo ai principali partner che insieme costituiscono più della metà del budget del WEF. Perché questi sono BlackRock, la fondazione Open Society, la Bill and Melinda Gates Foundation e molte grandi aziende, di cui Vanguard e BlackRock possiedono le azioni.

Presidente e fondatore del WEF è Klaus Schwab, professore e uomo d'affari svizzero. Nel suo libro, The Great Reset, scrive dei piani della sua organizzazione. Il coronavirus è, secondo lui, una grande “opportunità” per resettare le nostre società. Lo chiama "Build Back Better". Lo slogan è ora sulla bocca di tutti i politici globalisti nel mondo.

La nostra vecchia società deve passare a una nuova, afferma Schwab. Le persone non possiedono nient'altro che lavorare affinché lo stato soddisfi i loro bisogni primari. Il WEF dice che è necessario per la società del consumo che l'élite ci ha imposto non è più sostenibile. Schwab dice nel suo libro che non torneremo mai alla vecchia normalità e il WEF ha recentemente pubblicato un video per chiarire che entro il 2030 non avremo nulla ma saremo felici.

GREAT RESET = NEW WORLD ORDER

Probabilmente hai sentito parlare del Nuovo Ordine Mondiale. I media vogliono farci credere che questa sia una teoria del complotto, eppure è stata discussa dai leader per decenni. Non solo George Bush Senior, Bill Clinton e Nelson Mandela, ma anche filantropi di fama mondiale, come Cecil Rhodes, David Rockefeller, Henry Kissinger e persino George Soros.

Le Nazioni Unite hanno presentato nel 2015 la loro controversa Agenda 2030. È quasi identica al Great Reset di Klaus Schwab. L'ONU vuole assicurarsi, così come Schwab, che nel 2030 povertà, fame, inquinamento e malattie non affliggano più la Terra.

Sembra carino ma aspettate di leggere le scritte in piccolo. Il piano è che l'Agenda 2030 sarà pagata da noi cittadini. Proprio come ora ci chiedono di rinunciare ai nostri diritti per la salute pubblica, ci chiederanno di dare via la nostra ricchezza per combattere la povertà. Queste non sono teorie del complotto. È sul loro sito ufficiale. Si riduce a questo: l'ONU vuole che le tasse dei paesi occidentali siano divise dalle mega corporazioni dell'élite per creare una società nuova di zecca. La nuova infrastruttura, perché i combustibili fossili sono spariti nel 2030.

Per questo progetto, l'ONU afferma che abbiamo bisogno di un governo mondiale, cioè l'ONU stessa.

L'ONU concorda con Schwab sul fatto che una pandemia è un'occasione d'oro per accelerare l'attuazione dell'Agenda 2030.

È preoccupante che il WEF e l'ONU ammettano apertamente che le pandemie e altre catastrofi possono essere utilizzate per rimodellare la società. Non dobbiamo pensarci e prenderla alla leggera ma fare ricerche approfondite.


0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!