mercoledì 15 maggio 2019

Le preoccupazioni "umanitarie" accrescono le guerre, e avvantaggiano solo i produttori di armi

Eric Zuesse
Strategic-Culture
Sa Defenza 




A differenza di una normale corporation, le corporations che producono e vendono armi al loro governo sono praticamente dipendenti al 100% dal loro governo e dai suoi alleati militari, per il loro stesso successo; i loro mercati sono esclusivamente quei governi , non gli individui (come nel caso delle normali corporazioni).

Di conseguenza, il loro governo li controllerà e tali imprese non avranno alcun controllo effettivo sui loro mercati, altrimenti queste stesse controlleranno il loro governo, e quindi controlleranno efficacemente i loro mercati, attraverso le politiche estere del governo - non solo attraverso l'espansione delle sue alleanze militari (i mercati esteri di quelle imprese), ma attraverso la designazione delle nazioni "nemiche" che esso e i suoi "alleati" (i mercati esteri dei produttori di armi) possono quindi utilizzare tali armi contro.

In paesi come gli Stati Uniti, i produttori di armi stanno beneficiando e controllando i miliardari del paese, anziché (come in Russia, ad esempio) beneficiando e controllando il governo. Questi produttori di armi totalmente orientati al profitto devono avere nazioni di mercato che sono chiamate governi "alleati", ma devono anche avere alcune nazioni bersaglio che sono chiamate governi "nemici" , in modo da "giustificare" una maggiore produzione di armi da queste aziende, contro cui usare queste armi. Solo nelle nazioni in cui i produttori di armi sono privati ​​invece che controllati pubblicamente le politiche estere del governo sono controllate prevalentemente dai produttori di armi del paese. In America è così.

Il principale "alleato" degli Stati Uniti è la famiglia Saud, che possiede il governo dell'Arabia Saudita . In  un recente breve dibattito si  è detto, "Gli Stati Uniti sono stati il ​​primo esportatore mondiale di armi dal 1990 e il più grande cliente è l'Arabia Saudita. Gli Stati Uniti hanno venduto un totale di $ 55,6 miliardi di armi in tutto il mondo e nel 2017 hanno liquidato $ 18 miliardi con la sola Arabia Saudita. " Sotto Trump, quelle vendite sono destinate a salire, perché il 20 maggio 2017 " US $ 350 Miliardi di armi venduta a Saud cementa l'Alleanza USA-Jihadista " - nonostante il massacro in Yemen e il massacro di Jamal Khashoggi. Eppure, Trump parla delle sue preoccupazioni "umanitarie" per il popolo del Venezuela come "giustificazione" per la possibile invasione del Venezuela, nel mentre l'esercito americano si sta preparando per farlo.


Il "nemico" principale e centrale degli Stati Uniti è il governo russo; e tutti gli altri "nemici" dell'America (i raggi della ruota "nemica" americana) sono guidati da persone - come Saddam Hussein, Muammar Gheddafi, Viktor Yanukovich, Bashar al-Assad, Salvador Allende, Jacobo Arbenz e Nicolas Maduro - che sono amichevoli verso la Russia. L'obiettivo qui è di costringere le altre nazioni a unirsi in alleanze americane in funzione  anti-Russia  o devono  affrontare le conseguenze di una probabile invasione o colpo di stato da parte dell'America per rovesciare e rimpiazzare quei leader. Pertanto, l'America si rivolge a tutte le nazioni che sono / erano amichevoli verso la Russia, tutte le varie nazioni-obiettivo americane, come l'Iraq pre-2003, e come la Libia pre-2011, e come la Siria, e come il Cile pre-1973, e come l'Iran post 1979.  


Affinché i produttori di armi controllati da privati ​​prosperino, sono altrettanto necessari gli "alleati" e gli "obiettivi", perché senza obiettivi, non ci possono essere mercati autorizzati, dal momento che ogni arma è inutile se non ha un bersaglio e l'autorizzazione contro cui può essere utilizzato. Di conseguenza, è necessario che ci sia almeno un "nemico" per qualsiasi paese la cui produzione di armi sia privata anziché controllata pubblicamente. Sono necessari sia "alleati" che "nemici", affinché gli armatori americani continuino a prosperare.

Al contrario, in Russia, dove ciascuno dei produttori di armi è controllato dalla maggioranza dal governo anziché dagli investitori privati, ogni produttore di armi esiste solo per difendere la nazione, non c'è bisogno di alcuna nazione "nemica", e la situazione migliore per un simile governo è il contrario: avere il maggior numero possibile di alleati o compratori delle armi del proprio paese (in modo che sia il più sicuro possibile) e il minor numero di nazioni possibili che siano nemici. Per un paese del genere, non c'è alcun vantaggio nell'avere nemici.

L'America è stata pubblicamente contraria alla Russia sin dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, e segretamente rimase contraria alla Russia anche dopo la fine della Guerra Fredda con la Russia del 1991. Mentre i miliardari che controllano i produttori d'armi americani traggono profitto da questa competizione militare contro la Russia, l'interesse di controllo di tutti i produttori di armi della Russia è il governo russo, che semplicemente subisce le spese di quella concorrenza e preferirebbe fortemente porre fine a tale competizione. È solo una perdita per il tesoro della Russia. Il motivo del profitto non sta guidando i produttori di armi nei paesi che controllano i loro stessi produttori di armi. Il governo guida la nazione, fondamentalmente perché i miliardari della nazione - anche se sono azionisti di minoranza delle società di armamenti - non lo fanno. E la ragione per cui i miliardari non lo fanno è che i produttori di armi in Russia sono controllati dal governo, non da investitori privati.

Di conseguenza, nei paesi che socializzano la produzione di armi, non è necessario inventare scuse "umanitarie" per creare nuovi "nemici". Invece, l'obiettivo è ridurre il numero di nemici, in modo che la nazione stessa sia più sicura. I loro produttori di armi non hanno bisogno di generare costantemente (tramite lobbisti, propaganda mediatica, ecc.) Bersagli autorizzati ("nemici" come l'Iraq, la Siria, ecc.), Perché una nazione come questa ha progettato il suo sistema come guida a protezione della sicurezza pubblica, e non per i profitti degli investitori. Se una ditta di armamenti, in una nazione del genere, esce fuori dagli affari, è del tutto normale, fintanto che la sicurezza di quella nazione non viene ridotta mettendo fine all'azienda. La politica internazionale di un paese del genere è totalmente diversa da quella di un paese in cui i profitti sono dei produttori di armi, e non il benessere dell'intera nazione, è alla guida per tutte le politiche estere.





Se i produttori di armi sono guidati dal profitto, allora le nazioni bersaglio sono necessarie per espandere i profitti in modo da servire i loro investitori. Tale paese è gestito in realtà dai suoi investitori, e non per il bene pubblico. Ma se i produttori di armi vengono spinti a servire il governo invece di servire gli investitori privati, il governo controlla le imprese di armamento. La sicurezza della nazione diviene l'obiettivo in una tale terra, perché aumentare gli utili per gli investitori privati ​​nelle sue imprese di armi non è l'obiettivo della compagnia . Eventuali utili a tali investitori sono quindi irrilevanti per il governo. È veramente affondare o nuotare, per ognuno dei produttori di armi di questa nazione - non il socialismo per i ricchi e il capitalismo (in realtà il fascismo) per i poveri, come nel caso degli Stati Uniti .


In una nazione come gli Stati Uniti, la costante necessità di nuove guerre è costantemente guidata dalle esigenze degli investitori di espandere sia i mercati che gli obiettivi. E - poiché nel business degli armamenti, tutti i mercati sono il proprio governo, oltre a tutti i suoi governi alleati (nessun business- consumatore significativo , ed è per questo che tali imprese sono fondamentalmente diverse dalle imprese di tutti gli altri tipi di campi ) - il governo ha bisogno di servire i suoi armamenti: le ditte, perché quelle imprese sono totalmente dipendenti dal governo e dalla sua diplomazia internazionale (per aumentare le vendite dei suoi armamenti, e quindi per servire i miliardari che controllano le fabbriche d'armi). Quindi: il governo lì diventa naturalmente un'estensione dei suoi principali "appaltatori" o imprese di armamenti. I politici lo sanno, anche se non vogliono parlarne pubblicamente, perché non vogliono che gli elettori sappiano chi è effettivamente al posto di guida.

Sanno chi stanno effettivamente servendo, cioè i miliardari che controllano le ditte di armamenti. Quindi: quei politici, qualunque cosa si potrebbe dire in pubblico ( “l'America non dovrebbe essere il gendarme del mondo”, ecc), mentre  in realtà vota per invadere (Iraq, Siria, ecc.) e approvare la prima fase di ogni guerra, che è una sanzione economica (come contro la stessa Russia, o Iran, o Iraq, o Siria, o Venezuela, ecc.), ed è sempre presumibilmente fatto "per servire Dio, madre e patria" a casa, e "per espandere la libertà e proteggere i diritti umani in quel paese dittatoriale" all'estero. Questa è fondamentalmente la campagna di marketing dei proprietari delle fabbriche di armamenti. I politici vincenti in questi paesi sono quelli che sostengono i miliardari. In un paese del genere, è quasi impossibile l'elezione per un qualsiasi politico in competizione per il national office se non è finanziato da quei miliardari. E i "media" dei miliardari supportano solo questi candidati. Ecco perché non c'è quasi nessuna possibilità per una persona onesta di essere eletta (o nominata in un qualsiasi ufficio pubblico nazionale negli Stati Uniti).

Se l'unica ragione per la produzione di armi da parte di una nazione è quella di proteggere il pubblico - uno scopo per il bene pubblico - non c'è motivo per il governo di mentire per demonizzare leader stranieri come Saddam Hussein, Muammar Gheddafi, Bashar al-Assad, Salvador Allende, Viktor Yanukovich e Nicolas Maduro. E questo non ha assolutamente niente a che fare con quanto sia cattivo (o buono) il leader demonizzato.

Perché il governo degli Stati Uniti demonizza quelle persone, mentre al contempo serve (se non addirittura installa) dittature barbariche come Re Saud, Augusto Pinochet, Castillo Armas e lo Scià? Le ragioni dichiarate pubblicamente sono sempre "umanitarie" (quando non "difesa nazionale" - e spesso, come nel 2003 in Iraq - entrambe contemporaneamente). Il presunto scopo è "portare la democrazia al popolo" e "proteggere i diritti umani, che vengono violati" dal "dittatore" - ma in realtà serve a  far scappare la popolazione dal proprio paese , in modo da servire i miliardari il cui reddito non può essere potenziato in nessun altro modo che trasformare "nemici" (obiettivi) in "alleati" (mercati) - per conquistare quei "nemici".


Questa è solo una campagna di marketing, e gli elettori non sono i consumatori di questi prodotti, ma sono semplicemente i gabbiani da ingannare affinché questi profitti continuino a scivolare, verso i conti (di solito) offshore di questi miliardari . Questo non è il tipo di socialismo in cui il governo controlla l'economia, ma invece il tipo di economia in cui l'economia - in realtà i miliardari che controllano gli armamenti - le imprese - controllano il governo. Questo è il motivo per cui è "socialismo per i ricchi e capitalismo per tutti gli altri". (Il termine "fascismo" può essere usato per questo.)


Questa è la nuova America. Ed ecco la New America Foundation , che è una delle tante armi PR 'no-profit' di questa nuova America. (Quello rappresenta principalmente i miliardari del Partito Democratico, qui ce n'è uno che rappresenta principalmente i miliardari del Partito Repubblicano). Sono agenzie di pubbliche relazioni sovvenzionate dai contribuenti per le loro imprese. Questi individui sono uomini d'affari eccezionalmente dotati, perché sanno come ingannare il pubblico, e capiscono che il pubblico non impara mai e quindi la storia continua a ripetersi, come nel 1953 in Iran, e poi nel 1954 in Guatemala e nel 1973 in Cile, e 2003 Iraq e 2019 Venezuela, e tanti altri, fino alla nausea . E va avanti e avanti, per decenni se non per sempre.

Ma come può il mondo essere protetto da questi paesi? Se non vi è un ampio riconoscimento pubblico che "la guerra permanente per la pace perpetua" è una feroce bugia , allora può esserci un altro modo per farlo? Forse no. Apparentemente, la costante menzogna da parte del governo e dei suoi media (cioè dei miliardari) - e di tutti i politici nazionali di successo - è richiesta in ogni paese del genere. Questo sembra essere l'unico modo efficace per controllare il pubblico in un paese del genere; e, se il pubblico non viene ingannato, il controllo delle imprese d'armi sul governo non può essere possibile. Quindi, per quanto riguarda le politiche estere, la menzogna in un paese come questo è costante, specialmente per quanto riguarda gli affari esteri.

Ad esempio, questo spiega le sorprendenti scoperte, nel recente studio di un'organizzazione di media-watchdog, secondo cui "lo zero percento dei commentatori d'élite si oppone al cambiamento del regime in Venezuela" . Avere qualcosa di simile accade dopo che gli americani hanno mentito per invadere l'Iraq nel 2003 , è la prova che (e spiega perché ) il pubblico non impara mai. Questo è il modo in cui il sistema è stato progettato per funzionare, travasano la ricchezza della società in conti miliardari - in gran parte offshore. Il sistema è in realtà impostato per operare in questo modo. E i proprietari del sistema (e i loro media) chiamano questa "democrazia" che  diffondono nel resto del mondo.

Questo è un trucco di grande successo, perché - almeno fino ad ora - il pubblico non impara mai. (Naturalmente, il sistema stesso è impostato in modo che non lo facciano.) Il pubblico non impara mai che il vero nemico è la stessa aristocrazia nazionale . Ma una grande rivista americana ha recentemente preso in giro questo fatto sottolineando "In Billionaires Is the Preservation of the World" lodandoli come "preservatori della natura" e chiudendo con "Con la vita stessa a seconda di esso, come possiamo determinare quali miliardari un bacio? "Il nemico è interno, non è uno scherzo,  e (Trump lo rende chiaro) che la colpa è degli  "alieni" ,  mentre l'aristocrazia domestica si prende i soldi.


Questo tipo di racket ha funzionato in quel modo per migliaia di anni, eppure è sempre rimasto "Top Secret" o (almeno) "Confidenziale"  ecc .; ma, comunque, molto privato - e non riconosciuto nelle "notizie" - dei media, che invece viene negato pubblicamente (anche se, occasionalmente, ci scherzano sopra).

Una frase seria per definire tutto questo è "lo stato profondo".

*****
https://sadefenza.blogspot.com/2019/05/eric-zuesse-le-preoccupazioni.html

Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!