martedì 22 giugno 2021



Jon Rappoport


Dall'introduzione dei vaccini COVID, sono emerse segnalazioni di sanguinamento, cicli mestruali irregolari e aborti spontanei.

Difesa della salute dei bambini, 3 febbraio 2021: "I funzionari sanitari spingono le donne incinte a farsi vaccinare contro il COVID, nonostante i rischi noti" [1]:

"... al 12 febbraio, il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) aveva già ricevuto 111 segnalazioni di eventi avversi vissuti da donne in gravidanza al momento della loro iniezione Pfizer o Moderna..."
“Il primo rapporto di questo tipo è stato presentato il 22 dicembre, appena 10 giorni dopo l'autorizzazione del vaccino Pfizer. Quasi un terzo (31%) delle donne ha avuto aborti spontanei o parti pretermine, che si sono verificati entro un giorno dall'iniezione, la maggior parte dopo una singola dose di vaccino.

"Le descrizioni di aborti spontanei e nascite premature che accompagnano i rapporti VAERS sono tragiche e da far rizzare i capelli".

"Ad esempio, è stato scoperto che una donna di 37 anni che ha ricevuto la sua prima dose del vaccino Moderna a 28 settimane di gravidanza, subito dopo che un'ecografia ha mostrato una placenta sana, ha "problemi significativi alla placenta solo una settimana dopo". Un'ecografia ripetuta ha mostrato che la placenta si era "calcificata e invecchiata prematuramente", portando al ricovero raccomandato per tutta la durata della gravidanza".

“Una 35enne, vaccinata anche lei a circa 29 settimane di gravidanza, 'ha notato una diminuzione del movimento del bambino' due giorni dopo aver ricevuto l'iniezione di Pfizer.
 Il giorno seguente, "si è scoperto che il bambino non aveva battito cardiaco".

"Due destinatarie del vaccino Pfizer nelle prime fasi della gravidanza (primo trimestre) hanno avuto aborti spontanei dopo aver sperimentato dolore addominale "intollerabile" e sanguinamento uterino abbastanza esteso, in un caso, da richiedere "un intervento chirurgico di emergenza e una trasfusione di sangue".

"... l'Organizzazione Mondiale della Sanità il 27 gennaio ha emesso una guida che consigliava alle donne incinte di ricevere il vaccino COVID di Moderna, solo per invertire quella guida due giorni dopo, come riportato dal New York Times."

"I rischi documentati della vaccinazione durante la gravidanza includono aborto spontaneo e problemi dello sviluppo neurologico derivanti dall'attivazione immunitaria materna (una risposta infiammatoria nella madre che può danneggiare lo sviluppo del cervello fetale)."
Riguardo a quest'ultimo paragrafo: prima che i vaccini sperimentali RNA COVID fossero autorizzati, la tecnologia dell'RNA aveva sperimentato fallimenti e seri problemi negli studi clinici, perché il sistema immunitario era andato in overdrive. È questa iper-risposta immunitaria che può essere responsabile dei recenti aborti e nascite pretermine segnalati; il corpo attacca fondamentalmente se stesso.

Questo effetto dell'RNA è documentato in studi pubblicati prima del 2019. I produttori di vaccini e le agenzie di sanità pubblica ne sono ben consapevoli.

Ma questo è solo l'inizio della storia, perché ciò che sta accadendo alle donne vaccinate ora potrebbe essere parte di una storia molto più ampia, che coinvolge ricerche approfondite sul controllo delle nascite indotto dai farmaci, noto anche come riduzione della popolazione.

Nella comunità di ricerca sui vaccini, è un segreto di Pulcinella che il Rockefeller Foundation, le Nazioni Unite e altri gruppi abbiano sostenuto lo sviluppo di vaccini che funzionano come agenti di riduzione della popolazione. Questo lavoro va avanti da decenni.

Quelli che seguono sono esempi delle prove. Citano il Terzo Mondo come obiettivo, ma nessuno dovrebbe prenderlo come un orribile segno che gli sforzi di spopolamento sono limitati a un gruppo di paesi. Questi sforzi sono universali.

Il noto giornalista Alexander Cockburn, sulla pagina editoriale del LA Times, l'8 settembre 1994, nel suo pezzo "Real US Policy in Third World: Sterilizzazione: ignorare il lucido da scarpe "empowerment" - l'obiettivo è per impedire ai nativi di riprodursi", [2] ha rivisto il famigerato Memorandum 200 dello studio sulla sicurezza nazionale del 1974 commissionato da Kissinger, "che affrontava i problemi della popolazione":
“… la vera preoccupazione degli analisti di Kissinger [nel Memorandum 200] era il mantenimento dell'accesso degli Stati Uniti alle risorse del Terzo Mondo. Temevano che le "conseguenze politiche" della crescita della popolazione [nel Terzo mondo] potessero produrre instabilità interna... Con la carestia e le rivolte per il cibo e il crollo dell'ordine sociale in tali paesi, [la nota di Kissinger avverte che] "il flusso regolare del necessario i materiali saranno compromessi.'”
In altre parole, troppe persone equivalgono a disordine per le multinazionali, che rubano le nazioni a quelle stesse persone. Pertanto, ridurre la popolazione.

Pertanto, sviluppa un vaccino che faccia questo lavoro.

Il giornalista Cockburn, nel suo pezzo sul LA Times, continua dicendo che gli autori del memorandum di Kissinger "preferivano la sterilizzazione agli aiuti alimentari". Egli osserva che: "Nel 1977, Reimart Ravenholt, il direttore del programma demografico dell'AID [Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale], diceva che l'obiettivo della sua agenzia era quello di sterilizzare un quarto delle donne del mondo".

Ecco un sorprendente articolo di giornale. Novembre 1993. Rivista FASEB, volume 7, pp.1381-1385. Autori—Stephan Dirnhofer et al. Dirnhofer è stato membro dell'Istituto per la ricerca sull'invecchiamento biomedico dell'Accademia austriaca delle scienze.

Una citazione dal documento: "Il nostro studio fornisce approfondimenti sulle possibili modalità di azione del vaccino anticoncezionale promosso dalla Task Force sui vaccini anticoncezionali dell'OMS (Organizzazione mondiale della sanità)."



Un vaccino anticoncezionale? Sì. Un vaccino il cui scopo è ottenere aborti spontanei. Questo particolare vaccino era apparentemente solo uno dei numerosi vaccini anti-fertilità che la Task Force stava promuovendo.

E sì, c'è una task force sui vaccini anticoncezionali presso l'OMS. Questo articolo di giornale si concentra su un ormone chiamato gonadotropina corionica umana B (hCG). C'è un titolo nel documento FASEB (p.1382) chiamato "Capacità degli anticorpi di neutralizzare l'attività biologica dell'hCG". Gli autori stanno cercando di scoprire se uno stato di non fertilità può essere raggiunto bloccando la normale attività dell'hCG.

Questo ormone aiuta a sostenere la gravidanza. Se il sistema immunitario può essere addestrato ad attaccarlo, la gravidanza crollerà e si verificherà un aborto spontaneo.

Un altro articolo di rivista: The British Medical Bulletin, volume 49, 1993. "Vaccini contraccettivi". [4] Gli autori—RJ Aitken et al. Dalla MRC Reproductive Biology Unit, Università di Edimburgo, Edimburgo, Regno Unito.
“Attualmente si stanno perseguendo tre approcci principali allo sviluppo di vaccini contraccettivi. L'approccio più avanzato, che ha già raggiunto la fase di sperimentazione clinica di fase 2, prevede l'induzione dell'immunità contro la gonadotropina corionica umana (hCG). I vaccini sono in fase di progettazione ... incorporando il tetano o il tossoide difterico legato a una varietà di peptidi a base di hCG ... Studi clinici hanno rivelato che tali preparati sono in grado di stimolare la produzione di anticorpi anti-hCG ... "
Gli autori stanno parlando di creare una risposta immunitaria contro questo ormone femminile. Addestrare il corpo di una donna a reagire contro uno dei suoi stessi ormoni secreti. Gli autori affermano: "Il principio fondamentale alla base di questo approccio allo sviluppo del vaccino contraccettivo è impedire il riconoscimento materno della gravidanza inducendo uno stato di immunità contro l'hGC, l'ormone che segnala la presenza dell'embrione al sistema endocrino materno".

Impedisci al corpo femminile di riconoscere uno stato di gravidanza. Fai in modo che il corpo tratti l'ormone naturale hCG come un intruso, un agente patogeno e mobiliti le forze del sistema immunitario contro di esso. Creare un effetto sintetico, un effetto ingegnerizzato, per cui il "sistema endocrino materno" della madre non si attiva quando si verifica la gravidanza. Il risultato? L'embrione nella madre viene spazzato via dal ciclo successivo, poiché l'hGC, che segnala l'esistenza della gravidanza e interrompe i cicli mestruali, è ora trattata come un'entità patologica.

Gli autori si esprimono in questo modo: "In linea di principio, l'induzione dell'immunità contro l'hGC dovrebbe portare a una sequenza di cicli mestruali normali o leggermente estesi durante i quali qualsiasi gravidanza verrebbe interrotta..."

L'aborto spontaneo sarebbe quindi lo stato di cose "normale".
“Nel prossimo decennio la popolazione mondiale è destinata ad aumentare di circa 500 milioni. Inoltre, poiché i tassi di crescita della popolazione nei paesi in via di sviluppo dell'Africa, del Sud America e dell'Asia saranno molto maggiori rispetto al resto del mondo, la distribuzione di questa drammatica crescita della popolazione sarà irregolare…”
Vengono descritti altri due metodi vaccinali. Mirano a prevenire il concepimento interferendo con l'intricata cascata di eventi interattivi che caratterizzano l'unione dei gameti maschili e femminili al momento della fecondazione.

In una lettera a The Lancet, p.1222, Volume 339, 16 maggio 1992, "Cameroon: Vaccination and policies ", [5] Peter Ndumbe ed Emmanuel Yenshu riferiscono sui loro sforzi per analizzare la diffusa resistenza popolare a un vaccino contro il tetano somministrato in la provincia nord-occidentale del Camerun.

Due dei motivi per cui le donne hanno rifiutato il vaccino: è stato somministrato solo a "donne in età fertile" e la gente ha sentito dire che nel vaccino era presente un "agente sterilizzante".

In effetti, queste sono le accuse mosse contro le passate campagne di vaccino contro il tetano in Kenya e nelle Filippine. In Kenya (2014), si è verificato un intenso stallo, con l'Associazione dei medici cattolici e i vescovi cattolici del Kenya da una parte e l'Autorità sanitaria del governo del Kenya dall'altra.

Entrambe le parti hanno affermato di aver testato le fiale del vaccino contro il tetano. Il rapporto di laboratorio dei gruppi cattolici ha indicato che il vaccino conteneva hCG; il rapporto dell'Autorità sanitaria ha indicato che non era presente hCG.

"Sterilizzazione di massa: i medici kenioti trovano un agente anti-fertilità nel vaccino contro il tetano delle Nazioni Unite", [6] 8 novembre 2014, di Steve Weatherbe, earth-heal.com: "I vescovi cattolici del Kenya accusano due organizzazioni delle Nazioni Unite di sterilizzare milioni di ragazze e donne sotto la copertura di un programma di inoculazione anti-tetano sponsorizzato dal governo del Kenya”.
“Secondo una dichiarazione rilasciata martedì dalla Kenya Catholic Doctors Association, l'organizzazione ha trovato un antigene che causa aborti spontanei in un vaccino somministrato a 2,3 milioni di ragazze e donne dall'Organizzazione mondiale della sanità e dall'UNICEF. Secondo quanto riferito, i sacerdoti in tutto il Kenya stanno consigliando alle loro congregazioni di rifiutare il vaccino”.

 “'Abbiamo inviato sei campioni da tutto il Kenya a laboratori in Sud Africa. Sono risultati positivi per l'antigene HCG", ha detto a LifeSiteNews il dott. Muhame Ngare del Mercy Medical Center di Nairobi. "Erano tutti allacciati con HCG'."


“Dott. Ngare, portavoce della Kenya Catholic Doctors Association, ha dichiarato in un bollettino diffuso il 4 novembre: “Questo ha dato ragione alle nostre peggiori paure; che questa campagna dell'OMS non riguarda l'eradicazione del tetano neonatale, ma un esercizio di sterilizzazione di massa per il controllo della popolazione ben coordinato utilizzando un vaccino comprovato per la regolazione della fertilità. Questa prova è stata presentata al Ministero della Salute prima del terzo ciclo di vaccinazioni, ma è stata ignorata'”.

 https://sadefenza.blogspot.com/2017/03/vaccini-antitetano-addizionati.html

Nella situazione attuale, abbiamo vaccini COVID. Vengono iniettati in tutto il mondo. Le donne riferiscono di sanguinamenti, cicli mestruali interrotti, aborti spontanei, nascite pretermine.

C'è una lunga storia, che si estende fino ai giorni nostri, di gruppi d'élite che ricercano e distribuiscono vaccini progettati per interrompere le gravidanze, allo scopo di depopolare.

I gruppi d'élite e gli attori dietro l'attuale "pandemia" - l'OMS, l'ONU, Bill Gates, il Rockefeller Institute, ecc. - sono gli stessi gruppi che hanno sviluppato vaccini per il depopolamento.

Questo si chiama indizio.

Si illumina come un cartello gigante, all'inizio della scia di indagini sull'uso dei vaccini COVID per lo spopolamento.

Altro in arrivo nel prossimo articolo…

FONTI:

[1] https://childrenshealthdefense.org/defender/health-officials-push-pregnant-women-covid-vaccine/

[2] https://www.latimes.com/archives/la-xpm-1994-09-08-me-35791-story.html

[3] https://faseb.onlinelibrary.wiley.com/doi/pdf/10.1096/fasebj.7.14.7693535

[4] https://academic.oup.com/bmb/article-abstract/49/1/88/279720

[5] https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PII0140-6736%2892%2991151-W/fulltext

[6] https://web.archive.org/web/20150617012415/http://www.earth-heal.com/news/news/29-depopulation/1899-mass-sterilization-un-tetanus-vaccine.html



0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!