mercoledì 18 aprile 2018

La polizia tedesca vuole allontanare i bambini  dai genitori "anti-sionisti"

Sean Adl-Tabatabai








La polizia tedesca allontanerà i figli minori dai  genitori che criticano Israele o che si oppongono al sionismo, ha avvertito il capo del DPolG tedesco.
"Le autorità devono agire con decisione [contro l'antisemitismo] anche quando l'aggressione viene dai migranti" , ha detto ai giornalisti Rainer Wendt, il rappresentante del sindacato di polizia tedesca (DPolG) .
L'antisemitismo include la critica a Israele, l'incoraggiamento degli altri a boicottare i beni israeliani e le espressioni e opinioni anti-sioniste.
"Se i bambini vengono cresciuti per diventare antisemiti non dovremmo aver paura di allontanarli dalle loro famiglie." Ha continuato accusando il fatto . che molti amministratori scolastici ignorano il problema, dicendo " agiscono secondo un mantra" non lo fa  nella mia scuola '

"C'è anche la tendenza a non registrare volontariamente l'antisemitismo da parte dei musulmani - ma deve essere registrato senza pregiudizi, così da poter sviluppare efficaci contro-strategie", ha affermato Wendt.

Rt.com riporta: Sebbene Wendt non abbia specificato in che modo si aspetta che sia determinato che i genitori sono antisemiti, Josef Schuster, il capo del Consiglio centrale degli ebrei in Germania, li ha convocati la settimana scorsa per introdurre un sistema scolastico migliore. Ha detto che insegnanti e studenti dovrebbero avere una possibilità più snella per denunciare gli "atti antisemiti o altri atti di violenza senza ostacoli burocratici, al fine di ottenere un quadro più chiaro di ciò che sta accadendo".

Le osservazioni di Wendt sono arrivate  dopo che Wolfgang Schaeuble, portavoce del Bundestag,  ha affermato che le comunità musulmane radicali e gli immigrati con opinioni estremiste su Israele stanno contribuendo all'antisemitismo in Germania.

Questo avviene dopo che una ragazza ebrea di una scuola elementare di Berlino è stata ascoltata dire che un compagno di classe musulmano l'ha minacciata di picchiarla e ucciderla a motivo della sua religione, è scritto nel terzo rapporto degli ultimi 12 mesi sull'antisemitismo nelle scuole di Berlino. Un altro studente ebreo a Berlino è stato recentemente costretto a cambiare scuola a causa del violento bullismo da parte dei compagni di classe musulmani, che lo hanno minacciato con una pistola contraffatta.

Le osservazioni del capo del sindacato di polizia arrivano dopo che è stato riferito che i legislatori della Democrazia Cristiana del Cancelliere Angela Merkel (CDU) e il partito sorella CSU stavano cercando di adottare misure per espellere migranti che esprimono opinioni antisemite in Germania. "Completa accettazione della vita ebraica" è un "criterio per un'integrazione di successo", secondo una bozza della proposta, dal quotidiano  Die Welt.

La Germania ha visto un afflusso di circa un milione di migranti principalmente musulmani al culmine della crisi dei rifugiati nel 2015. La politica della porta aperta di Merkel per coloro che fuggono dai conflitti e dalle persecuzioni ha suscitato indignazione tra i suoi critici, che si sono lamentati dell'aumento di reati legati ai migranti e dell'aumento di spesa per il welfare.


Reazioni:
Categories: ,

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!