mercoledì 17 luglio 2019

COSA SONO I PROTOCOLLI DEI SAVI ANZIANI DI SION , CHI SI CELA DIETRO?


Mari Anne Gaas-beek
I protocolli dei Savi di Sion è un testo storico che ha dato motivo di grandi scontri dialettici tra i sostenitori della sua autenticità e di coloro che ne ribadivano la falsità; la traduttrice pone un aspetto diverso rispetto al clima di intolleranza su questi scritti affermando che in realtà si tratta di un documento elaborato da un certo  Adam Weishaupt  che ha scritto intenzionalmente  il documento come se fosse un autentico testo ebraico/sionista per nascondere coloro che si celavano realmente dietro ad esso ovvero gli Illuminati/Sionisti ... se no,  chi altrimenti? Sa Defenza

(Traduzione dal testo olandese del 1933)



Introduzione

I protocolli sono un documento molto esplosivo che deve essere visto come uno elaborazione aggiornata e concreta dei piani di Adam Weishaupt.

Gli illuminati formano la forza segreta dietro ai Protocolli e sono quindi anche la forza trainante dietro la dominazione del mondo perseguita. 
Chi capisce un pò l’arte  complottista degli Illuminati, sarà in grado di giudicare i protocolli alla luce dei fatti d'oggi. Leggi i protocolli e imposta la loro autenticità del contenuto! Apparentemente la concatenazione di paragrafi è letteratura secca. 
In realtà, sono gli scritti più eccitanti e anche più spaventosi che possono essere concepibile. Leggi i protocolli lentamente e consenti a ciascun paragrafo di penetrarti.
Confronta le linee guida con il passato e il presente. Ricorda anche che quando si parla nei Protocolli di Dio, questo non è il Dio degli ebrei o dei cristiani, ma nientemeno che Lucifero, o Satana stesso. 
I Protocolli dei Saggi (o Anziani) di Zion (a volte scritti come Sion) non e un testo antisemita, poiché sono proprio i non ebrei a essere trattati come inferiori. È stato usato come mezzo per mettere le persone contro gli ebrei facendolo sembrare come se i Protocolli dei Saggi di Zion sono il modello di una cospirazione ebraica per arrivare a prendersi il potere mondiale. 
Questo testo è intenzionalmente scritto come se fosse e un documento ebraico/sionista per assicurare che l'attenzione non vada a quelli chi ci sono realmente dietro. E quelli sono gli Illuminati/Sionisti ... chi altro?





I PROTOCOLLI DEI SAVI ANZIANI DI SION

(Traduzione dal testo olandese del 1933 )

(tra parentesi dopo che i numeri di protocollo sono stati aggiunti dei chiarimenti, che non sono inclusi nel documento originale)



PROTOCOLLO 1 (La dottrina principale )


1. Evitiamo ogni discorso, ma esaminiamo ogni pensiero separatamente e confrontiamo concentrato le situazione per arrivare alle conclusioni. Usando entrambi, secondo il nostro sistema, il nostro punto di vista e il punto di vista di coloro che non appartengono ai nostri ranghi.

2. È certo che il gruppo delle persone con istinti cattivi e molto più grandi in quantità, di quello con i buoni istinti. Ecco perché si ottengono risultati migliori se le persone sono governate con la violenze e le paure che con spiegazioni apprese.

3. Ogni persona si batte per il dominio; tutti vorrebbero diventare dittatori se vedessero l'opportunità, e solo pochi sono disposti a sacrificare il proprio interesse per il bene comune.

4. Chi ha addestrato i predatori che si chiama la gente? Chi li ha guidati finora? Dall'inizio dell'ordine sociale sono stati sottomessi a ruvido e cieca violenza; più tardi con la legge, che e nient'altro che la stessa violenza, solo in altre forme. E si tira da ciò la conclusione che secondo la legge della legge naturale si trova di avere il diritto a usare la violenza.

5. La libertà politica non è un fatto, è solo un'idea. Bisogna essere in grado di realizzare questa idea, non appena si deve portare la massa della gente attraverso l'esca di un'idea, se loro hanno l'intenzione di rovesciare il partito al governo.

Questo problema è facile da risolvere se la controparte usa il suo potere dall'idea di libertà - il cosiddetto liberalismo – e per amore di questa idea, rivela qualcosa del suo potere.

In quel momento il nostro insegnamento trionferà, e se ogni volta le redini del regime si sono sciolte, quindi vengano direttamente afferrate da altre mani sotto la legge della natura, perché la cieca violenza delle masse non può passare un giorno senza un leader; poi quel nuovo potere sostituisce semplicemente il potere precedente, che è stato derubato dal suo potere dal liberalismo.

Nel nostro tempo, il potere dell'oro ha sostituito il potere dei governi liberali. Tuttavia, c'è stato un tempo in cui le persone credevano in Dio.

6. L'idea della libertà non può essere realizzata, perché nessuno è in grado di usarla correttamente fuori di esso. Se lasciamo il popolo a governare da solo per un breve periodo di tempo, l’autogoverno cambiare molto rapidamente in un caos completo. Da questo momento sorgono controversie, che guidano presto a guerre sociali; gli stati si distruggano in fiamme e tutta la loro grandezza cadrà in cenere.

7. Se un stato si stia già esaurendo sotto l'azione del proprio shock o se le sue bisticci interno lo rendano strani nemici, almeno può essere considerato perso; senza pensarci è in nostro potere. La dominanza del capitale, che è interamente nelle nostre mani gli appare quindi come un salvagente, a cui lui si deve aderire in buona fede o in cattiva fede se lui non vuole andare giù.

8. Se, da un punto di vista liberale, qualcuno considerasse tali considerazioni immorali, allora gli chiedo: se ogni stato ha due nemici, uno nel proprio seno e uno sconosciuto, e quando lo è concesso a usare tutte le qualità di armi di combattimento senza alcuna considerazione morale contro un strano nemico, ad esempio non rivelando i piani di attacco e di difesa, o affrontarlo di notte con forze potenti, perché così - chiedo - dobbiamo trovare immorale tali mezzi, contro il nemico molto più pericoloso che sconvolge l'ordine sociale e la prosperità?

9. Può sperare qualcuno di condurre le masse con successo con il buon senso attraverso l'ammonizione o persuasione, quando il popolo pensa solo superficialmente, e stato dato la libertà di contraddizione, che - sebbene non abbia senso - sembra allettante per il popolo?

10. Queste persone si fanno guidare unicamente dai loro piccoli desideri, i loro superstiziosi riflessioni, i loro costumi e tradizioni e i loro principi intuitivi; loro sono il giocattolo delle parti in conflitto, opporsi anche contro il più ragionevole l'accordo.

11. Ogni decisione delle masse dipende dalle coincidenze, non ha la minima comprensione del arte segreta della politica, prendendo in tal modo decisioni molto sciocche e quindi diffondendo i semi di l'anarchia nel governo.

12. La politica non ha nulla in comune con la moralità, un governo guidato dalla moralità, non agisce politicamente e la sua autorità si basa su basi deboli. Chiunque vuole governare deve usare astuzia e ipocrisia.

Caratteristiche di alta qualità di un popolo come sincerità e la giustizia, sono solo un peccato in politica, perché butano più facile i re dal loro trono che persino il nemico più potente. Tali proprietà potrebbero già essere caratteristiche del popolo, ma non dobbiamo in nessun caso prenderli come un manuale.

13. Il nostro diritto sta nella violenza. La parola legge è un termine vuoto, indefinibile. Dice solo: dammi quello che voglio, così posso provare che sono il più forte.

14. Da dove inizia la legge, dove finisce? In un Stato in cui il potere è organizzato male, dove le leggi e il governo a causa degli innumerevoli diritti, che il liberalismo ha creato, sono diventati impotenti, e trovo io il mio diritto: cioè, secondo il diritto del più forte, di rovesciare tutto l'ordine legale esistente e, mettere la mano sulle leggi, trasformare tutte le istituzioni e dominare quelli che ci regalano i loro diritti - che loro avevano ottenuto con la violenza - e che rinunciano volontariamente del loro potere - dal punto di visto dal liberalismo.

15 Mentre oggi tutti i poteri stanno vacillando, il nostro potere sarà più forte di tutti gli altri perché rimarrà invisibile finché non potrà più essere compromesso da alcun’astuzia.

16. Dal malvagio passaggio, ora dobbiamo stabilire, ne uscirà il bene di un governo incrollabile che controlla il corso regolare della vita nazionale, il cui radar e stato sformato dal liberalismo, che è stato interrotto. Il fine giustifica i mezzi. Con i nostri piani diamo meno attenzione ai piani che prestano all'eccellenza morale buona che a tutto ben necessario e utile.

17. Davanti a noi c'è un piano sul quale - come con un piano di guerra - viene indicata la strada, che noi non possiamo abbandonare senza rischiare di confondere il lavoro di secoli.

18. Al fine di raggiungere il nostro obiettivo, dobbiamo avere la crudeltà di comprendere l'unità della mutevolezza e la volatilità delle masse e la sua incapacità di condizionarla per vedere e apprezzare la propria esistenza e la propria prosperità.

Deve essere chiaro che il popolo non può giudicare e può ascoltare di nuovo la destra, e di nuovo la sinistra. Un cieco non può guidare un cieco senza farlo cadere nell'abisso.

Questo è il motivo per cui le persone della gente, anche se sono discendenti della folla saliti su un livello alta di intelligenza, anche se sono così dotati, a causa della loro mancanza di comprensione e senso di alta politica, non può guidare la folla senza rovinare l'intera nazione.

19. Solo una personalità che è stata allevata per la supremazia fin dalla tenera età può capire le parole formate dall'alfabeto politico

20. Un popolo lasciato a se stesso, cioè al parve di mezzi di loro, cade dalla svolta dei partiti assetati di potere e il conseguente disordine, nella distruzione.

E 'possibile che le masse giudicano tranquilli in silenzio e senza meschina gelosia o il gestire degli affari nazionali, che non dovrebbero essere confusi con gli interessi personali?

E capace a fare resistenza ai nemici di fuori? È impossibile. Un piano che strappato in tanti pezzi, quanto conta le teste della massa, perde la sua uniformità; diventa incomprensibile e impraticabile.

21. Solo un governante indipendente può realizzare i suoi piani e avere influenza in generale esercitando sugli ingranaggi della macchina statale. Ne consegue, se un governo di un paese vuole che e utile e piena di successo, che si realizza acconsentirla solo nelle mani di un singolo uomo responsabile. Senza il dispotismo assoluto non c'è civiltà, non è il lavoro delle masse, ma solo dal suo leader, chiunque sia

22. La massa e barbare e lo dimostrano in ogni occasione. Non appena la libertà delle masse si tira verso sé, presto si trasforma in anarchia, che è il passo più alto della barbarie.

23. Vedi questi animali, storditi dall'alcol e stupefatti dal godimento del vino, che si sono appropriati del diritto di bere senza limiti contemporaneamente alla libertà, non possiamo tollerare, che quelli di noi scendono a questo livello basso.

24. I popoli sono storditi dall'alcol, la loro giovinezza è stordita dallo studio dei classici e dalle indulgenze premature, a cui sono presi dai nostri scagnozzi nelle case ricche, come ad es. insegnanti familiari, cameriera, educatori, dai nostri impiegati di commercio e anche dalle nostre donne ad essere sedotto nell'ordine dell'intrattenimento. Conto anche le signore della compagnia tra queste ultime imitano volontariamente il canto e il lusso di quelle donne.

25 La nostra parola è: violenza e astutamente. Solo la violenza prevale in politica, in particolare quindi, se è nascosto nel talento indispensabile per uno statista. La violenza deve essere la regola base, e regola dell'ipocrisia per i governi, che non sono inclini a perdere la loro corona ai rappresentanti di qualche nuovo potere.

26. Questa lacuna è l'unico mezzo per raggiungere bene l'obiettivo. Ecco perché ci dobbiamo mettere in atto la corruzione indisturbato, l'inganno e il tradimento, non appena ciò può essere utile per il nostro scopo. Nella politica si deve togliere la proprietà dell'altro senza indugio, se si fa attraverso la sottomissione e potere.

Il nostro Stato, seguendo il sentiero della conquista pacifica, farà sì che gli orrori della guerra vengano sostituiti dal meno evidente, ma con esecuzioni molto più decisive, quelle per la conservazione del terrore, come mezzo per ottenere un'obbedienza cieca, se sarà necessario. La rigidità giusta ma inflessibile è il mezzo più importante del potere di uno stato.

27. Non solo per il nostro beneficio, ma per il nostro dovere di vincere dobbiamo resistere al principio della violenza e dall'astuzia indiscutibilmente. Questo sul calcolo della dottrina risoluta è potente quanto i mezzi che usiamo.

Non solo prevaliamo sulla austerità attraverso questi mezzi, ma anche attraverso il rigore senza compromessi del nostro insegnamento a sottomettere tutti i governi alla nostra supremazia. La consapevolezza che sarà inflessibile è abbastanza per fermare qualsiasi recessione creato in dipendenza dalle sue leggi.

28. Siamo stati i primi a dare alle persone le parole libertà uguaglianza e fratellanza, parole che in seguito sono state spesso balbettato da pappagalli ignoranti, che erano attratti da ogni parte del mondo da questa esca come la prosperità, la vera libertà personale, che una volta era protetta così bene dalla pressione della folla, disturbava soltanto.

Le persone, che si credano saggi, non capiscono il significato di queste parole nascosto, e non sentono la contraddizione in esse. Non vedevano l'uguaglianza in natura non è l'uguaglianza che la natura non eguaglia la mente, il carattere, l'ingegno creato in dipendenza dalle sue leggi.

Queste persone non hanno capito che la massa è un potere cieco, che il parvenu che sceglie sono altrettanto ciechi in politica come le masse stesse, che l'iniziato, anche se è un capofamiglia, può governare, mentre il non iniziato, anche se è un genio, non capisce nulla della politica. Tutto ciò è sfuggito ai non iniziati.

29. Nel frattempo, i governi dinastici si basavano su questi principi. Il padre portava i segreti dalla politica a suo figlio in modo che agli altri membri della famiglia dominante non è diventato noto che nessuno potrebbe tradire il segreto. Il significato è andato avanti nel tempo del trasferimento orale di arte statale e anche questa perdita ha contribuito al successo del nostra caso.

30. Le nostre parole di battaglia, la libertà, l'uguaglianza e la fratellanza hanno portato, con l'aiuto dei nostri agenti segreti, intere legioni nelle nostre file, e che hanno portato le nostre battaglie con entusiasmo.

Nel frattempo, queste parole erano i vermi che rosicchiavano la prosperità, mentre disturbava ovunque la tranquillità, la pace e l'unità, e minava i fondamenti degli stati. E più in là abbiamo visto che questo ci ha portato al nostro trionfo.

Tra le altre cose, ci ha reso possibile per noi a giocare la carta più importante, vale a dire, distruggere i privilegi che sono una condizione della vita della nobiltà non iniziata e che sono l'unica protezione che le nazioni hanno contro di noi.

31. Sulle rovine della nobiltà di sangue, noi abbiamo fondato la nobiltà del ingegnosità e stabilita del denaro. Noi dichiarammo che il marchio principale di questa nuova aristocrazia e la ricchezza che dipende da noi e la sapienza, che i nostri saggi determinano la direzione.

32. La nostra vittoria è stata resa ancora più facile dalla circostanza in cui ci troviamo a trattare con le persone, che ci sembravano indispensabili, a toccare sempre gli aspetti più delicati della mente umana, come la ricettività ai benefici, il calcolo, desiderio e insaziabilità nei bisogni materiali; ciascuna di queste debolezze umane e adatto a soffocare l'energia, mentre la volontà della gente diventa sottomessa, fatto a coloro che rubano loro la loro energia.

33. Il concetto di libertà ha permesso di convincere alla massa che il governo e solo il tesoriere della proprietario della terra, cioè delle persone stesse, e che si può cambiare così facile come un paio di guanti indossati. Questa manovra della commerciabilità dei rappresentanti del popolo ci ha portato sotto il nostro controllo; la loro elezione dipende da noi.


PROTOCOLLO 2 (guerre economiche)

1. Per il nostri scopo finale bisogna evitare a tutti i costi, che con le guerre si conquistano terre; ogni guerra viene quindi trasferita sul campo economico e le nazioni riconoscano il potere del nostro dominio. Questo stato di essere consegna gli avversari ai nostri rappresentanti internazionali, che hanno milioni di occhi, che non hanno confini nazionali che gli fermano. Allora la nostra legge internazionale annullerà la legge nazionale che controllano i popoli allo stesso modo della legge civile nei vari stati che regolano i relazioni tra i cittadini.

2. I dipendenti pubblici che noi, sottomessi alla loro idoneità all'obbedienza servile -non dovranno capire nulla dell'arte di un stato superiore. In questo modo gli facciamo diventare facilmente pedine nel nostro gioco di scacchi e saranno interamente dipendenti dai nostri saggi e brillanti consiglieri, che sono cresciuti in tutto il mondo e educati fin dalla tenera età a governare tutto il mondo. Come ormai sapete, questi professionisti hanno la conoscenza dell'arte a governare studiati secondo i nostri piani politici, dalle lezioni della storia e dallo insegnamento di tutti eventi degni di nota.

I popoli non traggono alcun beneficio pratico dalla storia, ma si lasciano guidare dal puro conoscenza teorica che hanno imparato e che non può realmente produrre risultati importanti. Non dobbiamo preoccuparci di quelli che non appartengono ai nostri ranghi.

Lasciali vivere per un po’ 'nella speranza di un nuovo futuro o nella memoria alla gloria passata. Lascia che si ingannino credendo che la credenza teorico alle leggi che gli abbiamo inculcate sono di grandissimo significato. A tal fine, rafforziamo continuamente la cieca fiducia in queste legge attraverso la nostra stampa.

Gli intellettuali saranno orgogliosi della loro conoscenza e la applicheranno proprio come i nostri rappresentanti gli ingannano, con l'intenzione di guidare la loro mente nella direzione quello che per noi è necessario.

3. Non credere che le nostre affermazioni siano soltanto frasi vuoti. Basta guardare ai successo che Darwin, Marx e Nietzsche ci hanno portato. L'influenza di decomposizione di questi insegnamenti almeno devono essere chiari a noi.

4. È necessario per noi prendere in considerazione e lavorare con le idee, personaggi e la mentalità moderna dei popoli per non commettere errori in politica o nel governo. Il nostro sistema dovrà essere adattato all'orientamento dei diversi popoli, con cui entriamo in contatto, solo allora avrà successo come parte dell’applicazione pratica secondo i risultati che abbiamo avuto dal passato e che abbiamo anche nel presente.

5. Negli stati odierni, la stampa è una forza importante che controlla l'opinione pubblica. Il suo compito è indicare i cosiddetti requisiti necessari e pubblicizzare il reclamo da parte dal popolo per suscitare ed esprimere insoddisfazione.

6. La stampa incarna la cosiddetta libertà. Ma gli stati non hanno visto la possibilità per usare questo potere, e così è caduto nelle nostre mani. Abbiamo acquisito attraverso la stampa la nostra influenza ma siamo rimasti nonostante tutto, sempre nel ombra.

7. Grazie alla stampa, abbiamo accumulato l'oro nelle nostre mani, anche se questo deriva per noi sangue e lacrime nei nostri ranghi. Tuttavia, ogni sacrificio da parte nostra pesa per Dio (satana) pesante come migliaia di sacrifici di altra umanità.


PROTOCOLLO 3 (metodo per la vittoria)

1. Posso assicurarti che ora siamo a pochi passi dal nostro obiettivo. Ancora un po’ di tempo e il cerchio del serpente simbolico, che è l'emblema del nostro popolo, sarà chiuso. E non appena il cerchio si chiude, tutti gli stati d'Europa saranno bloccati lì in una morsa.

2. Presto il bilancio delle istituzioni costituzionali saranno sbilanciate perché la manterremo ininterrottamente fuori equilibrio, finché l’equilibrio del bilancio sarà consumato.

Le autorità pensavano di averlo costruito abbastanza solido e aspettavano sempre che il bilancio tornassero in equilibrio. Ma i travi delle impalcature di queste persone dominanti, sono ostacolate dai loro funzionari mentre continuano con il loro potere illimitato e irresponsabile che si lasciano trascinare a stupidità.

Avere questo potere è dovuto al terrore che regnava nei palazzi. Lì i principi non sono più connessi immediatamente con la loro gente; e non possono ne chiarire o proteggere se stessi contro coloro che hanno fame di potere.

Non appena che abbiamo separato il potere astuto dei principi con il potere cieco del popolo, hanno perso ogni significato, perché una volta divorziati, sono impotenti come il cieco senza bastone.

3. Per sedurre l'ambizioso abuso del loro potere, ci opponiamo a tutte le forze l'uno contro l'altro, mentre che avevamo controllato la loro liberale ricerca all'indipendenza. A questo scopo abbiamo incoraggiato questo obiettivo per ogni azienda, abbiamo forniti a tutti partiti delle armi e abbiamo reso al potere dominante il bersaglio di ogni ambizione. Gli stati hanno creati arene per la loro lotta di partito. Solo poco tempo si vuole e il disordine e collasso sarà introdotto ovunque

4. I chiacchieroni instancabili, posti nei parlamenti e nei tornei, hanno cambiato oratori. Giornalisti sfacciati e scrittori sfacciati di diffamazione attaccano costantemente i funzionari governativi. L'abuso di potere alla fine porta al collasso delle istituzioni costituzionali e sotto i colpi della massa furiosa collassa tutto in rovina.

5. A causa della povertà, il popolo è incatenata molto di più al duro lavoro come una volta c’era la schiavitù e i servi della gleba. Potrebbero in qualche modo liberarsi da questo, ma non si può lasciar andare in miseria.

I diritti; che abbiamo incluso nei regolamenti statali, sono per il popolo solo apparentemente diritti, ma non reali. Tutti i cosiddetti diritti della gente vivano solo nel regno della fantasia; in pratica non si realizzano mai. Che cosa può fare il proletario mentre si piega sul suo lavoro, schiacciato dal suo destino, se chiacchieroni hanno solo il diritto di parlare, se i giornalisti hanno il diritto di, insieme con cose grave, scrivere anche cose senza senso?

Il che significa una costituzione per il popolo, di cui non ha altri vantaggi rispetto alle briciole che li gettiamo sotto il tavolo per votare i nostri rappresentanti? I diritti repubblicani sono un aspro disprezzo per il lavoratore, che e costretto al lavoro quotidiano che a lui impedisce di goderci la vita e gli rubano solo la certezza di un salario fisso, ricevuto grazie ai scioperi degli imprenditori e dei compagni.

6. Sotto la nostra guida la nobiltà è stata distrutta, che era il protettore naturale e la nutritrice del popolo e i cui interessi erano inseparabilmente legati alla prosperità del popolo. Oggigiorno, dopo che i privilegi della nobiltà sono stati distrutti, il popolo è sotto il giogo di ricchi usurai e parvenu che li hanno soppressi senza pietà.

7. Sembreremo il lavoratore come i liberatori dalla sua oppressione, mentre noi lo invitiamo unirci ai nostri eserciti di socialisti, anarchici e comunisti. Aiutiamo sempre questi gruppi in continuazione, assumendo che vogliamo aiutarli a uscire da un senso di fratellanza e umanità, con questi principi proclamati dalla nostra massoneria socialista.

8. La nobiltà, che rivendicava la forza del lavoro degli operai secondo la legge legale, aveva interesse che i lavoratori erano ben nutriti, sani e potenti. Il nostro interesse, d'altra parte, richiede il deterioramento delle condizioni dei lavoratori.

9. Il nostro potere si basa sulla costante fame e debolezza del lavoratore, cosi a causa di questo sarà sempre sottomessa alla nostra volontà e non avrà né forza né energia per opporsi resistenza alla nostra volontà. La fame concede al capitale più diritti sul lavoratore che al epoca potrebbe avere il potere legale dei re alla nobiltà. Lo faremo con angoscia, invidia e odio guidando la massa e usare le mani per schiacciare tutto quello che si metta contro di noi con i nostri piani alterati.

10. Non appena sarà giunto il momento dell'incoronazione del nostro principe mondiale (anticristo?), le nostre stesse mani cancellano tutto ciò che ancora ci ostacola.

11. Le nazioni hanno dimenticati di pensare senza i nostri consigli scientifici. Ecco perché non vedono il significato di certe cose che ci riserviamo al momento in cui sarà arrivata il nostro momento: che si insegnava già sulle scuole elementari che questo e l’unica insegnamento della sapienza, la sapienza della costruzione sociale dello stato e di quello che e il posto dell'uomo nella società, la sapienza che promuove la discriminazione basata sullo status e sull'occupazione della divisione del lavoro e professione.

Tutti devono incondizionatamente sapere che a causa dell'attività multiforme delle persone, non può essere eguaglianza, che le persone non possono essere ugualmente responsabile secondo la legge, e che di quella responsabilità di lui, che danneggia un'intera classe attraverso le sue azioni, non può essere la responsabilità di lui che ferisce solo il suo stesso onore attraverso un crimine.

12. La vera sapienza della costruzione sociale, in cui noi non inizieranno i segreti agli altri, dimostrerà che le diverse attività sono limitate a una certa cerchia e deve rimanere così, che dal disallineamento tra educazione e lavoro non sorgono intollerabile ingiustizia.

Nel riconoscere questa dottrina, le nazioni si sottomettono volontariamente al potere del governo e l'ordine sociale da esso stabilito. Alla corrente stato della sapienza e la direzione che abbiamo dato, il popolo creda ciecamente tutto ciò che è stato stampato e si fidano delle persone che sono i leader ingannatori dei popoli, che abbiamo potuto installare grazia alla loro ignoranza, e sono ostile a quelle classe superiore mentre non capiscano il significativo della chiamata individuale.

13. Questo odio aumenterà a causa della crisi economica, il che significa che il commercio di borsa, l'industria e le aziende si paralizzano. Usando l'oro che è interamente nelle nostri mani, creeremo una crisi economica generale con tutti i mezzi nascosti che abbiamo causando che interi eserciti di lavoratori in tutti i paesi europei sono lanciati simultaneamente in strada.

Questo causa che le masse si lanciano con una seta di sangue su coloro che, nella loro semplicità fin dall'infanzia invidiano e che possono finalmente derubare la loro proprietà.

14. Non saremo danneggiati, perché saremo consapevoli del momento dell'attacco e possiamo prendere le misure per proteggerci.

15. Abbiamo dimostrato che il progresso porterà a sottomettere tutte le nazioni nel regno dell’intellettualità. Ecco come sarà la nostra dominanza: si opprimerà in modo giusto l’insurrezione e bisogno soppiantare con rigore tutte le opinioni liberali dalle regole della vita politica.

16. Quando il popolo aveva visto che, ciò in nome della libertà, e stato dato diversi diritti e concessioni, si era immaginato di essere al comando e ha tirato il potere verso di se. Certo si è urtato come ogni cieco, su ostacoli insormontabili. Andò alla ricerca di un leader e che non volendo più tornare al vecchio regno, mettevano il suo potere ai nostri piedi.

Ricordiamo solo la rivoluzione francese, che abbiamo dato il nome "Il Grande". I segreti della sua preparazione sono ben conosciuti da noi, perché era il lavoro delle nostre mani.

Da quel momento abbiamo condotto le nazioni da una delusione all'altra, in modo che si voltavano le spalle a noi e cercavano rifugio da un re che noi abbiamo già preparato per loro.

17. Oggi siamo invulnerabili come potenza internazionale, perché appena che uno stato si affronta a noi, gli altri stati ci supportano.

18. L'unità inesauribile dei popoli promuovano la nostra indipendenza, anche se perciò, i popoli strisciano in ginocchio per la violenza ma con errori sono inesorabili e indulgenti nei crimini, anche se sono contraddizioni, che non vogliono assumere la libertà, sono cosi, che accettano docilmente la violenza di un imperterrito despota perfino alla tortura e martirio. Oggi tollerano dei loro principi e ministri tutti gli abusi che fanno, che per il più piccolo avrebbero decapitati venti re.

19. Come si può spiegare questo fenomeno, questa linea condotta incoerente contro eventi apparentemente simili della massa? Può essere spiegato dal fatto che questi dittatori permettono alle persone di sussurrare attraverso i loro rappresentanti, se lo fanno nonostante, causano danni allo stato, questo è fatto per perseguire uno scopo più alto, vale a dire per il benessere della gente, a beneficio della fratellanza, dell'unità e dell'uguaglianza.

E ovvio che la gente non viene informata che questa fusione in un'unica grande unità sarà solo sotto la nostra dominanza. E così vediamo come un popolo condanna il giusto e assolve il colpevole, mentre si immagino, che può fare tutto quello che vuole. In tali circostanze, la gente distrugge ogni stabilità e la genera a ogni passo caos.

20. La parola libertà porta la società umana in conflitto con tutti i poteri, anche con la natura e con Dio. Pertanto, quando abbiamo conquistato la sovranità, cancelliamo questa parola nel dizionario dell'umanità, perché è il simbolo della violenza animale, che trasforma le persone in bestie feroci.

Ma almeno: questi animali si addormentano appena che sono saturo saziati dal sangue e quindi sono facilmente da manipolare. Tuttavia, quando non gli viene dato il sangue non si addormentano e combatteranno.


PROTOCOLLO 4 (Materialismo sostituisce la religione)

1. Ogni repubblica attraversa diverse fasi di sviluppo. Il primo corrisponde ai primi giorni di frenesia di una persona accecata che zoppica a destra e a sinistra.

La seconda fase è quella della demagogia, da cui deriva l'anarchia; questo porta al dispotismo, e non a un dispotismo legale, legato alla dispotismo responsabile, ma a un dispotismo che è nascosto e invisibile, eppure tangibile.

Generalmente è guidato da un’organizzazione segreta, che agisce in modo più scrupoloso, se funziona in segreto con agenti diversi, i cui frequenti cambiamenti non solo innocui, ma e anche vantaggioso, perché allevia l'organizzazione dal spendere i suoi soldi come ricompensa di servizi a lungo termine.

2. Chi e cosa potrebbe far crollare un potere invisibile? Questo è precisamente il punto in cui si trova il potere della nostra signoria. La massoneria visibile ha il solo scopo, di nascondere le nostre intenzioni. Il piano di guerra del nostro potere invisibile, anche la sua sede, rimarrà sempre sconosciuto al mondo.

3. La libertà potrebbe essere innocua e potrebbe essere applicata negli stati, senza mettere in pericolo la prosperità dei popoli, se fosse basata sulla credenza in Dio e sul fraternità del popolo e se si terrebbe lontano dall'idea di solidità, che è contraria alle leggi della creazione, in cui il principio della subordinazione è registrata.

Controllati da tale credenza, il popolo avrebbe continuato pacificamente e modestamente sotto la supervisione dei sacerdoti per mezzo dei loro pastori a sottomettersi alla divisione dei beni terreni, colpiti dalla divina provvidenza.

Per questa ragione, dobbiamo distruggere incondizionatamente la fede, la coscienza fondamentale di Dio e dello Spirito Santo strappare dall'anima dei cristiani e sostituire la fede con considerazioni e bisogni materiali.

4. Per non dare ai popoli tempo per riflettere e pensarci sopra, dobbiamo distrargli con commercio e affari. Allora saranno solo concentrarti al loro benefici e non notare il nemico comune.

5. Ma per essere in grado a dissolvere e distruggere completamente la libertà dei popoli, dobbiamo fare della speculazione il fondamento dell'industria; così i tesori, che quell'industria ritira fuori dal ventre della terra, non restano nelle mani degli industriali, ma attraverso la speculazione finiscano nelle nostri mani.

6. L'aspra lotta per il potere nella vita economica creerà una società deluso, freddo e senza cuore. Questa società sarà assolutamente avversa all’arte statale superiore e religione. Il desiderio dell’oro sarà la sua unica linea guida. Con l'oro si eseguirà un servizio di culto che possano fornirci benefici materiali.

Allora le classe inferiori della società combatteranno le classe intellettuale nella nostra battaglia - i nostri concorrenti nella lotta per il potere - ci seguiranno, non per fare del bene, nemmeno per conquistare ricchezze, ma unicamente ed esclusivamente per l’odio dei privilegiati.


PROTOCOLLO 5 (Despotismo e progresso moderno)

1, Quale forma di governo si può dare ad una società in cui la corruzione è ovunque penetrato, dove regna la mancanza di disciplina, in cui si acquista soltanto beni tramite scherzi malefici e mezzi ingannevoli, dove regna un regime corrotto, dove viene protetto il morale soltanto tramite punizione e legge severi, ma non per accettare volontariamente i principi, dove vengano soffocati i sentimenti per la patria e religione considerati civiltà mondiali.

Quale altre forma di governo si può dare a un società del genere se non e quello del dispotismo. Quale che ti descriverò più in là.

2. Stabiliremo una forte centralizzazione del governo per tutte le forze sociali per unirsi a noi. Nuove leggi regoleranno la vita politica dei nostri cittadini, come le ruote di una orologi.

Queste leggi rimuoveranno gradualmente tutte le libertà e le concessioni, che furono dati al popolo.

In questo modo la nostra signoria si potrà svilupparsi in un dispotismo supremo che sarà in grado in ogni momento, in tutti i luoghi, a soffocare resistenza delle persone che dimostrano di essere insoddisfatti.

3. Ci verrà detto che tale dispotismo non è conforme a quello attuale sviluppo della civiltà. Dimostrerò il contrario.

4. Finché i popoli vedono puro deflusso del "Divino" nel loro reali, si sottomettono all'assolutismo senza mormorare, ma dal momento in cui gli abbiamo dato il pensiero ai propri diritti, consideravano i reali solo come semplici mortali.

La grazia divina cadde dalla testa dei re e dopo che noi al popolo avevamo tolto la fede in Dio, il potere reale era stato gettato nella strada, per così dire proprietà pubblica, che dopo noi abbiamo approfittato di questa situazione.

5. Inoltre: l'arte di governare sia le masse che le persone separatamente con il preteso teorie e frasi, con misure sociali e altri mezzi ingegnosi, di cui non capiscano nulla, forma, anche questo una parte della nostra modo saggio di governare, e basata sulla corretta analisi dei concetti, su una considerazione visione, e su una comprensione così sottile, che noi su questo territorio non abbiamo oppositori equivalenti; né possono competere con noi nel campo dei piani politici o riguardo alla nostra unità.

Solo i gesuiti potrebbero corrispondere su questi punti, ma ci siamo riusciti agli occhi della folla sconsiderata, a diminuire il loro valore, perché sono un'organizzazione visibile, mentre noi restiamo sullo sfondo con la nostra organizzazione segreta.

Che significa a proposito il re per il mondo? Non è lo stesso per il popolo come il capo dei cattolici o il re della dinastia di Sion? Ma a noi non lascia questa domanda indifferente.

6. Entro un breve periodo un'unione globale di tutti i popoli potremo portarla sotto il suo potere; ma a questo riguardo non siamo in pericolo perché siamo protetti dalla loro natura profonda di disaccordo, le cui radici non possono più essere estratte.

Per venti secoli abbiamo gli interessi personali e nazionali dei non iniziati portati in conflitto tra loro e coltivato l'odio religioso e razziale. Pertanto, nessun governo sarà in grado, da nessuna part, e trovare aiuto, perché tutti crederanno che un'alleanza contro di noi avrebbe danneggiare i propri interessi.

Siamo già troppo forti; a noi ci devono prendere in considerazione. I governi non possono, al giorno d'oggi, concludere un accordo più insignificante senza che noi non ci siamo intrufolarci nel gioco.

7. Tramite me regnano i regnanti, attraverso me regnano i re. I nostri profeti hanno annunciato che noi siamo stati scelti da Dio per governare il mondo intero. Dio stesso ci ha dato il dono a noi per realizzare questo lavoro. Se il campo nemico fossero geniale, potrebbe combattere con noi. La lotta sarebbe spietata, come il mondo non ha mai visto prima. Tuttavia, il genio dei popoli è rimasto indietro.

8. L'intero equipaggiamento della macchina governativa dipende da un motore che è nelle nostre mani e questo il motore è d'oro. La scienza dell'economia di stato, inventata dai nostri saggi, mostra, già da molto tempo, che il potere dell'oro sta sopra i troni.

9. Per essere liberi, il capitale deve avere il monopolio del commercio e dell'industria: questo si sta già realizzando attraverso una mano invisibile in tutti i paesi del mondo. Questo privilegio lo farà dare agli industriali potere politico, ma opprimeranno il popolo.

10. In questo momento è più importante disarmare il popolo invece di usargli per combattere; e più importante sfruttare le passioni frustrate a nostro vantaggio che calmargli, e ancora più importante, padroneggiare i pensieri degli altri e usargli piuttosto che mettergli da parte.

11. Il problema essenziale del nostro governo è di indebolire l'opinione pubblica con le critiche, e far dimenticare alla gente di usare la mente per pensare, perché confuta l'opposizione e provoca alla mente attraverso frasi vuote senza significato e comprensione per guidarla su strade secondarie.

12. In tutti tempi i popoli e gli individui hanno preso le parole per azioni, perché si accontentano dell'aspetto e raramente prestano attenzione se le promesse nella vita pubblicati, si adempieranno. Pertanto, i nostri schemi avranno un aspetto attraente, che con eloquenza e benefici mostreranno progressi.

13. Approprieremo i riflessioni liberali di tutti partiti e direzioni e gli trasferiamo ai nostri relatori, che devono parlare così a lungo finché tutti gli ascoltatori sono esausti e sentano avversione.

14. Per poter padroneggiare l'opinione pubblica, deve essere interamente e completamente confuso, mentre le persone da tutte le parte interagiscono nei modi più diversi per poter esprimersi il loro considerazioni contraddittorie, finché a quando non si vedono più la strada nel labirinto per poter infine giungere alla consapevolezza che è meglio, in campo politico, di non avere un'opinione. La gente non ha niente da fare in questa zona, è riservata ai responsabili. Questo è il primo segreto.

15. Il secondo segreto che e necessario per il successo del nostro governo, consiste tra queste cose di moltiplicare gli errori, i costumi, le passioni e le regole del rapporto quotidiano, che nessuno è più in grado di capire il caos e le persone non si capiscono più. Questa politica consente a dare anche contributi a seminare discordia a tutti partiti, e tutte le forze congiunte, che non ci vogliono sottometterci a noi, sciogliere; scoraggerà ogni volontà personale.

16. Non c'è nulla più pericoloso dell'energia personale; quando ce la ragione dietro di lei, allora è più potente di milioni di persone, tra le quali abbiamo seminato la discordia. Dobbiamo quindi istruire le persone e guidargli nella direzione, quando si muovano in ogni azione, che richiede quell'energia, si ritirano le loro mani in impotenza senza speranza.

17. Le forze che si sviluppano sotto il dominio della libertà illimitata perdono la forza non appena incontrano la libertà degli altri; ne derivano shock morali, delusioni e fallimenti.

18. Con tutti questi mezzi, scoraggeremo l'umanità a tal punto che alla fine sarà costretto a chiederci un governo internazionale che - senza usare la violenza - sarà in grado di inghiottire tutti governi del mondo e formare un governo supremo.

Al posto dei governi attuali, metteremo qualcosa di grande in atto che si chiamerà l'amministratore del governo supremo. Le sue mani si gireranno in tutte le direzioni come tentacoli e sarà un’istituzione così colossale che tutte le nazioni devono sottometterci ad esso.


PROTOCOLLO 6 (Trasferimento di tecnologia)

1. Molto presto stabiliremo grandi monopoli, ricettacoli di ricchezze giganti, di cui anche i grandi poteri di non iniziati, in un modo o nell'altro, saranno dipendenti e in modo tale che essi, così come il credito degli stati, scompaiano già il primo giorno dopo un crollo politico.

Che i signori economisti presenti qui, prendano in considerazione il significativo di questo pensiero.

2. Non dobbiamo prendere, con tutti mezzi possibili, il significato del nostro governo supremo portare al massimo, mentre lo facciamo apparire come il protettore e il benefattore di tutti quelli che si devono sottometterci al nostro governo.

3. La nobiltà che non ci appartiene è come potere politico scomparsa, quindi non abbiamo più bisogno prendergli in considerazione. Ma come proprietario terriero, è ancora pericoloso per noi, perché con le sue risorse naturali e indipendente. Pertanto, dobbiamo togliere a tutti costi la sua terra.

4. Il mezzo migliore per questo è aumentare la tassa fondiaria per coprire la proprietà della terra con i debiti. Queste misurano servono per portano la proprietà terriera in uno stato di dipendenza incondizionata. Gli aristocratici che tradizionalmente non riescono a soddisfarsi con poco saranno presto rovinati.

5. Allo stesso tempo, dobbiamo aiutare il commercio e l'industria al meglio delle nostre capacità e soprattutto la speculazione, il cui compito principale è quello di agire come contrappeso all'industria.

Senza speculazioni, l'industria aumenterebbe il capitale privato e quello dell'agricoltura, liberando l'agricoltura dai debiti, dai prestiti bancari, che ci nutre del denaro di tutto il mondo attraverso la speculazione. Cosi la folle proletari diminuiscano e si inchineranno per noi, per avere almeno il diritto di vivere.

6. Per distruggere l'industria dei nostri rivali, faremo speculazioni e sviluppiamo il bisogno di un lusso divorante.

7. Aumenteremo il salario dei lavoratori senza che questi siano in grado di avvantaggiare perché contemporaneamente determineremo un aumento di prezzo per tutti gli articoli da uso quotidiano; per la causa fingiamo il deterioramento dell'agricoltura e della zootecnia.

8. Noi mineremo ulteriormente le basi della produzione, mentre lavoriamo in modo che i lavoratori si aprano all’anarchia e alcol e con ogni mezzo cerchiamo di espellere la classe intellettuale dal paese.

9. per evitare che non si scoprano il vero stato delle cose troppo presto, nasconderemo i nostri piani dietro il motivo di aiutare la classe operaia e svilupperemo la nostra alta qualità di principi economici.


PROTOCOLLO 7 (Guerre globali)

1. L'espansione del potere militare e della polizia è un'aggiunta necessaria al nostro piano. Dobbiamo realizzare che al di fuori di noi in tutti gli stati ci sono solo masse di proletari, e pochi milionari e polizia e soldati che hanno il nostro affetto.

2. Abbiamo bisogno di fermentazione, discordia e odio in tutta Europa e negli altri continenti generano due benefici. Da un lato, avrà la conseguenza in tutti i paesi che hanno rispetto per noi, poiché sanno che causiamo disordine e ordine a nostro piacimento che possiamo recuperarlo di nuovo. Pertanto, tutti i paesi si abitueranno a noi considerato come un male necessario.

In secondo luogo, la nostra collaborazione confonderanno tutti i fili che abbiamo tessiti tra i governi attraverso la politica, attraverso i trattati economici o attraverso regole e schemi di trattati finanziari.

Per raggiungere il nostro obiettivo dobbiamo negoziare le transazioni usando grande astuzia. Nella cosiddetta lingua ufficiale, tuttavia, agiremo esattamente nel modo opposto e ci presentiamo verificando correttamente e onorato.

In questo modo i popoli e i governi, ai quali abbiamo abituati a vedere le cose nel modo in cui le rappresentiamo, ci vedono stesso a noi come benefattori e soccorritori dell'umanità.

3. Dobbiamo essere in grado di dichiarare la guerra su ogni resistenza attraverso il stato confinante allo stato, che ha osato sfidarci; gli stati vicini, comunque non riuscendo ad unirci contro di noi, allora una guerra generale deve essere scatenata.

4. In politica, la via più sicura per il successo è la segretezza delle azioni; gli atti di un diplomatico non devono corrispondere alle sue parole.

5. Dobbiamo costringere i governi ad agire secondo questo piano, che abbiamo in tutta la sua ampiezza pianificato e che si sta già avvicinando al suo obiettivo. Saremo supportati dal pubblico opinione, che abbiamo già dominato dalla "stampa" della superpotenza. Con alcune eccezioni, che non dobbiamo prendere in considerazione, la stampa è in realtà già dipendente da noi.

6. Riassumere il nostro sistema di sottomissione dei governi in Europa in un'unica frase: faremo sentire il nostro potere attraverso gli attacchi, cioè attraverso il terrore e se gli altri si mettano contro di noi, la risponderemo con le pistole americane, cinese o giapponese.


PROTOCOLLO 8 (Governo provvisorio)

1. Dobbiamo padroneggiare tutti i mezzi di combattimento, che i nostri avversari si potrebbero servirsi. Dobbiamo ricorrere alle stranezze legali e all'ingegno interpretazioni in tutti i casi in cui prenderemo decisioni, perché è importante di vestire tale decisione in modo che si presenta come espressione del supremo fondamenti del morale e della legge.

2. Il nostro governo deve circondarsi di tutti i mezzi di potere della civiltà in mezzo a cui funzionerà. Attirerà verso se stesso pubblicisti, esperti legali, persone governative e diplomatici e infine uomini, che hanno avuto un'istruzione sulle nostre scuole professionali superiore e si sono preparati separati individualmente sulle scuole superiore.

3. Questi uomini conosceranno tutti i segreti della vita quotidiana e le svolte politiche di tutte le lingue e saranno familiari non l'essere più profondo della natura umana e le sue corde più sensibili che dovranno suonare. Queste corde includono la direzione spirituale delle persone, le loro qualità buone e cattive, il loro zelo e i loro vizi e i dettagli delle singole classi e professioni.

4. Si capisce che questi potenti dipendenti del nostro governo non dovrebbero essere presi da non addetti lavoratori, che sono abituati a fare il loro governo senza preoccuparsi del beneficio. I funzionari firmano senza leggere; loro fanno il loro servizio per il bene del proprio beneficio o per ambizione personale.

5. Circonderemo il nostro governo con un intero mondo di economisti. Questa è la ragione per cui l'economia è l'educazione più importante all'interno dei nostri circoli. Saremo ulteriormente circondati da uno sciame di professionisti del mondo bancario, industriali e capitalisti, ma soprattutto attraverso i milionari perché alla fine tutto è deciso dai numeri.

6. Finché sarebbe ancora pericoloso per assegnare delle funzioni responsabili nei nostri stati ai nostri fratelli illuminati, li affideremo a persone il cui passato e carattere e tale che ce un abisso spalancato tra loro e il popolo; persone che in caso di violazione dei nostri regolamenti possono essere sottoposta alla loro condanna o esilio: che si sentono costretti a difendere i nostri interessi fino all'ultimo respiro.


PROTOCOLLO, 9 (Rieducazione)

1. Nell'applicare i nostri principi devi tener conto del carattere del popolo, con chi vivi e lavori. Un'applicazione generale e uniforme di questi principi non possono avere successo finché non abbiamo trasformato l'educazione popolare. Andiamo avanti comunque con molto cautela con la sua applicazione, allora si vede, che non ce nemmeno bisogno di dieci anni a sottometterci anche il personaggio più testardo, che conterrà quindi in un popolo, quelli che si sono già impegnati con noi.

2. Non appena la nostra signoria verrà alla luce, sarà sostituiti il nostro grido di battaglia: "Libertà, uguaglianza e fratellanza", da un altro grido di battaglia, ma a parole, che esprime solo un'idea. Diremo: "il diritto alla libertà, il diritto all'uguaglianza e il diritto alla fratellanza! "Con quello prenderemo il toro per le corna.

3. In effetti, abbiamo già distrutto tutti i governi, anche se molti sono ancora legalmente presenti. Al giorno d'oggi, quando uno stato, qualunque sia, agisce contro di noi, ciò accade solo per motivi formali, ma non con la nostra piena conoscenza, e posarsi anche con il nostro pieno consenso.

4. In realtà, non ci sono più ostacoli per noi. Il nostro governo supremo è dentro una posizione al di fuori legale, che si può facilmente etichettare questa situazione con la parola potente ed energica "dittatura". Posso tranquillamente affermare che oggi siamo già legislatori, noi giudichiamo, condanniamo a morte e perdoniamo qualcuno, ci sediamo come comandanti dell'esercito alto a cavallo.

5. Regneremo con mano ferma, perché nelle nostre mani ci sono le rovine di un partito così potente, che ora è soggetta a noi. Abbiamo ambizioni illimitate, avidità bruciante, vendetta inesorabile e odio profondo: da noi parte un tutto divorando terrore.

6. Nel nostro servizio ci sono uomini di ogni mentalità e dottrina. Uomini che vogliono reintrodurre la monarchia, demagogia, socialisti, comunisti e ogni sorta di utopisti. Li abbiamo messi tutti avanti a tirare il nostro carrello.
Ognuno di loro mina dal suo posto gli ultimi pasticci del potere precedente e cerca di rovesciare l'ordine legale esistente. Tutti gli stati soffrono di tali cooperazioni, piangono per la pace, sono preparati per la pace a sacrificare tutto.
Tuttavia, non daremo loro pace, finché non avranno apertamente e pienamente riconosciuto il governo supremo.

7. La gente si lamenterà e desidera che si risolverà i problemi sociali lungo la strada di un accordo internazionale. La frammentazione dei partiti ha giocato questo nelle nostre mani, perché per sostenere una lotta di un partito è necessario di denaro, e questo è solo in nostro possesso.

8. Potremmo temere che i governi possano connetterci e usare il potere cieco del popolo, ma abbiamo già preso tutte le misure necessarie contro tale possibilità; tra queste due forze abbiamo eretto un muro a forma di terrore, quello che esercitiamo entrambi al turno.

9. In questo modo il potere cieco del popolo rimane il nostro sostegno. Solo noi saremo il loro leader e lo conduciamo al nostro obiettivo.

10. Affinché la mano di questo cieco non si libero dal nostro abbraccio, dobbiamo andare a connettersi con il popolo di volta in volta, se non personalmente, quindi attraverso la mediazione dai nostri paesi più fedeli.
Una volta riconosciuta la nostra regola, saremo nelle piazze pubbliche, per parlare con il popolo e insegnare a loro le questioni politiche nel senso che sembra al momento vantaggioso per noi.
Chi potrebbe controllare ciò che viene realmente insegnato nelle scuole dei villaggi? Tuttavia, ciò che i rappresentanti dei governi o lo stesso re dice al popolo, che sarà immancabilmente e immediatamente conosciuto in tutto lo stato, perché si diffonde attraverso la voce del popolo rapidamente.

11. Per non distruggere inopportunamente le istituzioni del popolo, ci siamo avvicinati attentamente; noi abbiamo prese in possesso dei singoli rami del governo del meccanismo statale. Queste aree di ufficio erano abbastanza demarcato.
Tuttavia, gli abbiamo sostituito con un'organizzazione di libero arbitrio. Ciò che ha cambiato la giurisprudenza, il diritto di voto. La stampa, la libertà individuale e in particolare il sistema educativo come pietra angolare della libertà.

12 Abbiamo stordito e rovinato la gioventù del mondo mentre la educavamo secondo principi e teorie che ci erano noti come falsi, ma che gli abbiamo deliberatamente stampati al cuore.

13. Oltre alle leggi esistenti abbiamo ottenuto risultati sorprendenti, mentre gli abbiamo deformati, senza cancellare l’origine, ma modificare sostanzialmente il loro interpretazioni.
In questo modo abbiamo prima distorta gli interpretazioni, ma poi completamente offuscati, in modo tale che i governi, a causa della legislazione, sono confusi e non sanno più che via prendere. La teoria della giustizia si è sviluppata da questo, secondo la valutazione gratuita,

14. Potete dire che le persone si opporranno a noi armate di forza, se hanno capito in tempo che cosa sta succedendo. In questo caso abbiamo uno strumento così terribile, che fanno abbrividire anche i più coraggiosi. Presto le metropolitane saranno costruite in tutte le capitali, e da lì possiamo far volare tutte le città con le loro istituzioni e documenti.


PROTOCOLLO 10 (preparazione al potere)

1. Questa volta comincio con una ripetizione del proverbio precedente e ti chiedo di ricordare, che i governi e i popoli prestano attenzione solo all'apparenza delle cose. Come potrebbero essere i significato più profondo, se i loro rappresentanti pensano solo a parlare?

Per la nostra politica e molto importante rendersi conto di questo fatto speciale. Questa realizzazione ci sarà utile se vogliamo parlare della distribuzione del potere, della libertà di parola, della stampa, della libertà di coscienza, il diritto di associazione e riunioni, l'uguaglianza davanti alla legge, l'inviolabilità del proprietà, della casa, la tassa e l'effetto retroattivo delle leggi.

Sono tutti questioni su cui non si può mai parlare apertamente contro il popolo. Nel caso lo siano ma deve necessariamente spiegare, non si dovrebbe elencarli separatamente, ma si deve semplicemente dichiarare in generale che le basi della legge moderna sono riconosciute da noi.

Il significato di questo ritegno sta nel fatto, che non è stato espresso il principio apertamente e profondamente, ci lascia la libertà a noi di togliere qualche appunto senza che nessuno se ne accorga, mentre un principio una volta pronunciato dovrebbe essere mantenuto francamente.

2. Il popolo ha una preferenza speciale e un grande rispetto per i geni politici e risponda ai loro atti di violenza con parole come: "Che cattiveria, ma ben fatto: o "è un imbroglione, ma molto abile e che coraggio"!

3. Teniamo conto che attrarremo tutti i popoli con la creazione del nuovo edificio fondamentale, quale piano abbiamo progettato. Ecco perché dobbiamo cercare uomini, che sono dotati di audacia e forza di spirito e che hanno la capacità di superare tutti gli ostacoli che potrebbero ostacolarci.

4. Quando abbiamo completato le nostre rivoluzione dei stati, diremo ai popoli: "Tutto è andato male finora, tutti hanno sofferto. Adesso portiamo via le cause dei vostri disturbi: la nazionalità, i confini, la varietà della moneta standard.

Certamente siete liberi di giudicarci, ma il vostro giudizio sarà giustificato se le fatte, prima di aver indagato su ciò che abbiamo fatto per il vostro benessere? "Poi ci lodano, applaudiranno a noi e con entusiasmo infuocato ci portano noi in trionfo sulle loro spalle.

Il suffragio universale, di cui a noi ci serviva come mezzo per ottenere il nostro potere e con il quale abbiamo resi felici i livelli più bassi della società, ora attraverso associazioni e simili dell'umanità - svolgerà il suo ruolo per l'ultima volta nel desiderio unificato per conoscerci meglio - prima di giudicarci.

5. A tal fine, dobbiamo condurre tutti i cittadini alle elezioni, senza distinzione di status e capacità, di raggiungere il dominio della maggioranza assoluta, che attraverso le posizioni civilizzate da solo non potrebbero mai aver raggiunti.

6. Mentre in questo modo convinciamo tutte le persone sul valore della loro personalità, distruggeremo i legami familiari e la sua influenza educativa cristiana.

7. Impediremo agli uomini dotati di venire alla ribalta. Sotto la nostra guida non permettiamo alla folla di farsi conoscere, nemmeno che parlano, perché il popolo è solo abituata ad ascoltarci, che lo paghiamo la sua obbedienza e attenzione.

In questo modo renderemo dal popolo un potere accomodante cieco che è incapace di muoversi senza la guida dei nostri confidenti, che gli mettiamo sul posto dei loro leader attuali.

Il popolo si sottometterà a questo sistema. Perché lo saprà che i premi, i regali e tutti i benefici dipenderanno da questi nuovi leader.

8. Il piano del governo deve venire interamente e pronto da un singolo cervello, perché con l'unità fallirebbe, se più leader avrebbero collaborato a quel piano. Ecco perché possiamo conoscere il piano, ma non possiamo mai raccontare niente agli altri, affinché il suo essere non sia compromesso al suo significato sublime, la coerenza delle singole parti.

Il valore pratico e il segreto significato di ogni punto individualmente. Se un piano del genere sarebbe sottomesso a una discussione generale e un voto, mostrerebbe inevitabilmente tutte le tracce delle opinioni di persone che non riescono a penetrare nel suo significato e nella sua coerenza più profondo. I nostri piani devono essere tagliente e logico.

Ecco perché non dobbiamo gettare ai piedi della folla il brillante lavoro del nostro leader e non possiamo neanche condividerlo a un cerchio più ristretto.

9. Questi piani non annulleranno le disposizioni esistenti per il momento. Saranno soli cambiati i principi economici e, e di conseguenza, il loro ulteriore sviluppo, che si farà strada secondo le nostre linee guida.

10. In quasi tutti gli stati troviamo le stesse istituzioni in forme diverse: l’Assemblea, i ministri, Senato, Consiglio di Stato, Legislativo ed Esecutivo. Non ho bisogno di spiegarti le relazioni tra queste istituzioni, perché loro sono già conosciuti abbastanza.

Basta notare che ognuna di queste impostazioni si riferisce a quella o un'altra importante funzione del governo. Con la parola "importante" intendo la funzione e non l'impostazione. Quindi non sono le istituzioni, ma il lavoro che includono sono il più importante.

Queste istituzioni hanno diviso tutte le attività del governo: l’amministrazione, legislazione e il potere esecutivo. Esse hanno un lo stesso compito come tutti organi nel corpo umano. Se danneggiamo un membro della macchina di stato, come il corpo umano, si ammala e morirà.

11. Dopo aver dato al corpo statale il veleno del liberalismo, il suo intero situazione politica e cambiata. Gli stati erano affetti da una malattia mortale, colpiti dalla dissoluzione del sangue. Basta aspettare la fine della loro lotta mortale.

12. Dal liberalismo, gli stati costituzionali sono l’unica forma utile governativo originati per il non insediati. Hanno sostituiti le precedenti autocrazie. Come sapete, il regolamento statale non è altro che la scuola di differenza di opinioni, discordia, controversie, e una infertile lotta dei partiti, in una parola: la scuola e tutto ciò che toglie allo stato il suo potere dell'individualità.

Il pulpito e anche la stampa hanno condannato i governi alla disoccupazione e l’impotenza, e sono diventati inutili e superfluo. E per questo motivo e reso possibile il secolo delle repubbliche e abbiamo sostituti la monarca con la caricatura di un presidente che abbiamo scelto tra la folla, in mezzo alle nostre creature e ai schiavi. Questo era la bomba che abbiamo posto sotto tutti gli stati e i popoli.

13. Nel prossimo futuro creammo la responsabilità costituzionale dei presidenti. Quindi non imporremo alcuna restrizione sulle nostre azioni, perché il nostro uomo di paglia sarà responsabile. Che cosa importa a noi, se le file di quelli che si impegnano per il potere, diventa più sottile e quando sorgono disordine, perché non si riescano a trovare un presidente, che con queste rivolte minano il paese?

14. Per raggiungere questo risultato, ci occuperemo degli elezioni di quei presidenti che si sono macchiati nel passato. La paura delle rivelazioni, e il desiderio che ha ogni persona che è venuto al potere, che ha i suoi privilegi e di tenere i privilegi e premi legati al suo professione, facciamo di loro fedeli esecutori dei nostri ordini.

15. La rappresentanza popolare eleggerà il presidente, sosterrà e difenderà. Tuttavia, a questo istituzione priveremo il diritto di approvare o modificare le leggi. Questo diritto daremo al presidente responsabile, tenendolo come un giocattolo nelle nostre mani.

Il presidente sarà certamente l'obiettivo di tutti gli attacchi. Per difendersi gli garantiremo quindi, al di fuori del delegato, il diritto di fare appello al popolo. Cioè, la decisione di avere una maggioranza di ciechi devoti.

16. Inoltre, trasferiremo a lui il diritto di dichiarare lo stato di assedio. Quindi quest’ultimo privilegio creeremo, perché il presidente, essendo il capo dell'esercito, deve avere il diritto a difendere la nuova costituzione repubblicana, di cui lui e il rappresentante responsabile.

17. In queste circostanze, la chiave del santuario sarà nelle nostre mani e nessuno al di fuori di noi guiderà la legislazione.

18. Una volta introdotta la nuova costituzione repubblicana, continueremo a privare il popolo nel parlamento il diritto di interpellanza, sotto il pretesto, che dev’essere rispettato il segreto di stato.

19. Ridurremo anche il numero del delegato al minimo. Per questo motivo riduciamo anche le passioni politiche in modo proporzionale.

20. I poteri del presidente comprendono anche la nomina dei presidenti e vice-presidenti del parlamento e del senato. Invece di avere quelli incontri in continuo, eliminiamo la durata dei riunioni del parlamento fino a diversi mesi. Inoltre, come presidente dell'esecutivo, il presidente avrà il diritto di convocare o sciogliere la rappresentazione del popolo, e in quest'ultimo caso, rinviare la chiamata di riunirsi di nuovo.

21. Tuttavia, in modo che il Presidente, a causa di tutti questi atti chiaramente illeciti, non può aver la responsabilità, non prima che noi abbiamo implementato i nostri piani. Sedurremo i ministri e gli altri funzionari intorno al presidente, di prendere indipendentemente misure per le quali sono loro stessi responsabili. Comunque, consigliamo di affidare la questione al servizio del Senato o del Consiglio di Stato o del Consiglio dei ministri e non a persone singole.

22. Il Presidente introdurrà le leggi esistenti, che sono aperte a interpretazioni diverse, a spiegare la frase che vogliamo noi. Li metterà fuori servizio non appena lo indicheremo la necessità. Avrà il diritto di prendere decisioni provvisorie con la forza della legge e persino di cambiare la costituzione. Entrambi con il pretesto dell'interesse statale.

23. Queste misure ci permetteranno a distruggere gradualmente, tutto ciò che abbiamo dovuto registrare, costretto a cumulare nei regolamenti statali nel tempo in cui abbiamo preso il potere.

Di conseguenza, passeremo inosservati a mettere da parte tutte le costituzioni appena quando ci sarà il momento giusto, per portare tutti i governi sotto la nostra autorità.

24. Il riconoscimento della nostra autorità può seguire prima che le costituzioni siano messe da parte, quando i popoli, stanchi per le rivolte e il completo fallimento dei leader di stato, quali fallimenti sono stati causati da noi, esclamerà: "Toglieteli, dateci un leader che sarà capace a unire tutti noi e rimuovere quel leader che e la causa della nostra inimicizia, cioè i confini di stato, religioni "debiti di stato e ci dà pace e tranquillità, che non possiamo trovare tra i nostri attuali governanti e governi ".

25. Tu stesso sai benissimo che, per portare la massa a tali richieste, dobbiamo ininterrotto confondere disaccordi nei relazioni tra le persone e il governo in tutti paesi in tutto il mondo, ostilità, odio, anche attraverso angoscianti agitazioni, dalla fame e dalle malattie, che causiamo a loro inoculando bacilli che stancano terrificando i popoli, che non vedono un’altra via d’uscita dalla miseria che si sottomettono quindi completamente ai nostri soldi e al nostro dominio.

26. Se diamo ai popoli il tempo a riprendere fiato, forse non arriva mai più quel momento giusto.


PROTOCOLLO - 11
(Lo stato totalitario)

1. Il "consiglio di stato" avrà il compito di sottolineare il potere del governo. Apparentemente sarà solo un organo legislativo, in realtà, tuttavia, questo sarà un comitato editoriale per l'elaborazione di leggi e regolamenti governativi.

2. Una parte essenziale del programma del nostro accordo statale consiste nel fatto che noi facciamo le leggi, che noi facciamo giustizia e che allo stesso tempo l'amministrazione è nelle nostre mani.

Svolgeremo questa attività:

a. Con proposte al corpo legislativo.

b. Dai regolamenti del presidente sotto forma di decisioni generali, mettendo da parte

il Senato e dalle decisioni del Consiglio di Stato sotto forma di decisioni ministeriali.

c. Al momento opportuno sotto forma di colpo di stato.

3. Ora che abbiamo ampiamente progettato il nostro piano, vogliamo spiegare le singole misure, in che modo useremo questo per costruire il nostro stato che e gia nelle nostre menti.

Per questo scopo includiamo la libertà di stampa, il diritto di associazione e di riunione, la libertà di coscienza, il diritto elettorale e molte altre cose, che devono scomparire dal mondo del pensiero umano o profondamente cambiata, appena che sarà annunciato il nuovo regolamento statale.

Solo al momento giusto saremo in grado di ottenere a far passare le nostre innovazioni secondo i seguenti ragioni. Quando il cambiamento è fatto con grande rigore, può essere la causa della paura dei cambiamenti, che si sono verificati di recente, portare alla disperazione.

Quando noi d'altra parte, facendo concessioni, il popolo dirà che abbiamo riconosciuto i nostri errori e questo dovrebbe distruggere la credenza nell'infallibilità del nostro governo o dicano che abbiamo paura e facciamo solo concessioni forzate, che darlo per scontato, per le quali nessuno sarà grato, Uno e l'altro danneggerebbero solo il nuovo regolamento statale.

4. Il giorno della sua proclamazione, quando il popolo e ancora completamente frastornati, impauriti e disperati, dal colpo di stato appena completato, devono riconoscere che siamo così forti, potenti e invulnerabili, che non dobbiamo più preoccuparci di loro, che non ci concentriamo più sui loro riflessioni e desideri, ma che saremo preparati a sopprimere in ogni luogo e in qualsiasi momento ogni opposizione e dimostrazione.

I popoli devono sapere che abbiamo attirato l'intero potere con un colpo solo e che noi non condividiamo affatto il nostro potere con loro. Quindi chiudiamo gli occhi e seguiremo pazientemente il corso degli eventi aspettative.


5 Le nazioni sono un gregge di pecore, noi siamo i lupi. E sapete cosa possiamo aspettare dalle pecore, quando i lupi invadono la mandria? Chiuderanno di nuovo gli occhi, perché noi promettiamo a loro di restituire tutte l loro libertà rubate, non appena che abbiamo abbattuto tutti nemici della pace e abbiamo condannato l'impotenza a tutti partiti.

Non credo che ce bisogno a dirvi, per quanto tempo aspetteranno il ritorno delle loro libertà. Ecco perché abbiamo inventato questa intera politica e insegnato al popolo senza che sono in grado a distinguere il significato più profondo, se non fosse possibile raggiungere con le deviazione deviante, la nostra gente disperse potevano raggiungerlo in una via diritta e onesto?

6. Questo era il fondamento della nostra organizzazione della massoneria quale piani queste bestie non sospettano affatto. Tuttavia li includiamo nelle nostre logge, in modo che possono cospargere sabbia negli occhi ai loro fratelli.

7. La grazia di Dio ci ha sparpagliati in tutto il mondo. Si trova tutte le nostre forze in questa apparente debolezza, che ci hanno portato oggi alle soglie del dominio del mondo.

8. La prima pietra è stata posata. Dobbiamo solo completare la costruzione.


PROTOCOLLO 12 (Controllo della stampa)

1. Spieghiamo la parola "libertà" in vari modi: La libertà è il diritto di fare ciò che la legge consente. Questa interpretazione del concetto pone la libertà completamente nella nostra mano, perché la legge distruggerà o stabilirà ciò quello che si svilupperà tutto secondo le linee guida scritto qui sopra, come desiderato.

2. Lavoreremo con la stampa nel modo seguente. Che ruolo gioca la stampa ora? Serve a infiammare le passioni della gente o promuovere la ricerca egoistica dei partiti. È cavo, ingiusto e bugiardo. La maggior parte delle persone non sa del tutto ciò a che cosa la stampa effettivamente serve.

3. La tratteremo e stringeremo le redini, nello stesso modo dobbiamo agire con altri documenti stampati perché non sarebbero utili se avessimo solo un occhio vigile alla stampa, ignorando gli attacchi dei libri e le brochure.

Useremo i prodotti dell'opinione pubblica, che al momento ancora costano un sacco di soldi, e faremo attraverso la censura una fonte di reddito per lo stato. Creammo una tassa speciale ai giornali e obblighiamo ai giornali e le aziende di stampa, appena fondati, garanzie per i depositi che serve per salvaguardare il governo da ogni attacco della stampa.

Se siamo comunque attaccati, imporremo sanzioni finanziarie senza pietà. Tasse di depositi fiscali e sanzioni finanziarie forniranno allo stato entrate enorme. Certamente, le multe non spaventano le riviste di partito, ma con il secondo attacco lo faremo semplicemente sopprimere. Nessuno resterà impunito influenzando la nostra infallibilità negli affari del governo.

Come pretesto per schiacciare un giornale, lo diremo che la rivista in questione ha suscitato l'opinione pubblica senza motivo. Ti chiedo di fare attenzione al fatto che tra i giornali che ci stanno attaccando, ci saranno anche quelli che abbiamo creato noi stessi. Tuttavia, questi riguarderanno solo quei punti che noi stessi sosterremo.

4. Nessun messaggio sarà reso pubblico senza la nostra previa conoscenza. Questo risultato abbiamo già raggiunto, che tutti messaggi provenienti da tutto il mondo si incontrino in un certo numero di agenzie di stampa.

Questi passeranno interamente nel nostro possesso e riveleranno solo ciò che noi prescriviamo a loro.

5. Se già lo comprendiamo ora, dobbiamo controllare il mondo del pensiero dei non iniziati, in modo tale che quasi tutte le persone possano vedere solo gli eventi del mondo attraverso gli "occhiali colorati" che abbiamo messo su di loro.

Quando adesso non ci sono più barriere che potrebbe impedirci di invadere, ciò che la gente con la loro stupidità chiama segreti di stato, come sarà il mondo se siamo gli dei terresti nella persona del nostro re mondiale?

6. Ritorniamo al futuro della stampa. Chi vuole diventare editore, stampatore o venditore di libri, deve avere un permesso per questo, che, in caso di dubbio, sarà ritirata immediato.

7. Attraverso tali misure, lo strumento diventa un mezzo di educazione nelle nostre mani del governo, che non permetterà più che il popolo sarà informato falsa sulle benedizioni del progresso.

Chi di voi non saprebbe che queste benedizioni ingannevoli portano direttamente al sogno, mostrando che qui nasce i rapporti anarchici della gente tra di loro e verso il governo perché il progresso, o piuttosto il pensiero di progredire di più, ha prodotto varie rappresentazioni di indipendenza senza porre limiti.

Tutti cosiddetti liberali sono anarchici, sebbene non nella loro condotta, ma nel loro modo di pensare. Ognuno di loro persegue l'orrore della libertà e finisce nell'arbitrarietà, con il quale protesta solo per il gusto di protestare.

8. Ora tratteremo i libri. Forniremo loro, così come tutti gli stampati, con l’imposta di bollo in base al numero di tasse di pagina e requisiti di depositi di garanzia. Libri con meno di trenta pagine sono tassati doppio.

Questi libri classificheremo tra gli opuscoli, perché da un lato bisogno limitare, i numeri di questi scritti che disperdono il peggior veleno. D'altra parte persuadere gli scrittori a produrre scritti così estesi che la gente leggerà poco a causa del prezzo più elevato.

Ma d’altra parte quello che noi pubblichiamo per le persone nel educargli nella direzione desiderata, sarà molto più economico e verrà letto da tutti.

L'imposta ridurrà al silenzio la rabbia di scrivere e con la paura della punizione gli autori diventano dipendenti da noi. Quando le persone vogliono scrivere contro di noi, non troveranno un editore.

Prima che venga accettato un lavoro, l'editore o il tipografo devono rivolgersi al governo per ottenere il permesso di stampa. In questo modo avanzeremo da ciascuno attacco mirato contro di noi, e quindi lo disarmiamo in modo di costringerlo a pubblicare una dichiarazione sull'argomento.

9. Poiché i libri e i giornali sono i due mezzi di educazione più importanti, sarà il nostro governo il proprietario della maggior parte delle riviste. Ciò l'influenza dannosa della stampa si spegnerà, e noi abbiamo una straordinaria influenza sull'umore dal popolo.

Quando permettiamo l'istituzione di dieci giornali, pubblicheremo noi stessi trenta giornali, ecc. Il pubblico non dovrebbe sapere questo. I nostri giornali dovrebbero quindi apparentemente essere i più rappresentabile indicazioni e opinioni contrastanti per ispirare fiducia e sicurezza e attirare gli avversari. Questi cadranno quindi in una trappola e saranno innocui.

10. I giornali ufficiali saranno in primo luogo e riceveranno sempre l'ordine per rappresentare i nostri interessi. La loro influenza sarà quindi relativamente insignificante.

11. In secondo luogo ci saranno le riviste semi-ufficiali, quale convincano gli indifferenti e i scettici per noi.

12. Al terzo posto ci saranno i fogli dell'opposizione pretesa. Almeno una rivista deve essere forte nei nostri confronti. I nostri avversari manterranno questa resistenza apparente per davvero e apriranno le loro carte per noi.

13. I nostri giornali apparterranno alle direzioni più diverse. Ci saranno aristocratico, Repubblicano, sì, e anche le riviste anarchiche ci saranno, ovviamente, durante il tempo se esistono ancora quelle attuali accordi statali.

Come il Dio indiano Vischnu, queste riviste avranno cento mani i cui ciascuna mano separatamente avrà il battito del polso che tocca mutevole l'opinione pubblica. Con ogni impulso loro porteranno l'opinione pubblica nella direzione che piace a noi, perché una persona eccitata perde facilmente la sua capacità di giudicare ed è soggetta a qualsiasi tipo di influenza.

Questi stupidi, che credono che il giornale difendano la loro opinione, in realtà mostrano soltanto la nostra opinione, o almeno quella che ci piace. Loro crederanno che seguono il loro giornale di partito ma in realtà seguiranno solo la bandiera che lasciamo svolazzare per la nostra salvezza.

14. Per guidare il nostro esercito di giornali in questa direzione, dobbiamo sistemare la organizzazione con grande cura. Sotto la partnership per la designazione della stampa, uniremo le associazioni dagli autori che si fondono in uno gruppo intero, dove i nostri rappresentanti inosservati, adottano password e un grido di battaglia.

15. Le nostre riviste saranno superficiali riguardo alla nostra politica, senza mai approfondire il significato, scrivere avanti e indietro con le riviste ufficiali, condurre polemiche schermaglie, permettendoci così a dire che non avremmo potuto chiarire nelle prime pubblicazioni a esprimersi più chiaramente. Ovviamente, lo faremo solo quando è vantaggioso per noi.

16. Questi attacchi serviranno allo stesso tempo a far credere il popolo che possiede la libertà di parlare. In questo modo i nostri rappresentanti saranno in grado di sostenere che la stampa nemica non fa altro che chiacchierare, perché non può fornire alcun argomento commerciale contro le nostre misure.

17. Attraverso questo metodo, che è indistinguibile dall'opinione pubblica, ci concentreremo su di esso per ottenere la sua fiducia. Usando questo metodo possiamo dirigere l’opinione pubblica in questioni politiche, o eccitare o calmare a volontà, convincere o confondere, mentre una volta pubblichiamo veri messaggi e un'altra volta false, una volta rivendichiamo le cose, dopo rettificare le cose, tutto secondo l’impressione sul pubblico.

Il terreno sarà sempre accuratamente toccato prima di fare un passo. Sicuramente supereremo i nostri avversari a causa delle nostre misure che non saranno forniti di giornali, in cui ci possono difendere e esprimere liberamente la propria opinione. Non saremo nemmeno costretti a confutarli definitivamente.

Contro il test di palloncini dai nostri giornali semi-ufficiali, e se sarà necessario, sui giornali di un terzo gruppo agiremo energicamente.

18. Il giornalismo di oggi è una specie di massoneria. Tutti i membri della stampa sono legati dal segreto professionale. Come con i cartomanti dell'antichità, nessuno di questi membri elogiano il segreto se non ricevono un ordine per questo.

Nessun giornalista oserà a tradire il segreto, perché nessuno è ammesso a questa professione, se non ha un posto oscuro nel passato. In caso di sbagliare, questo sarebbe mostrato al pubblico immediatamente. Finché solo pochi ne sono consapevoli di questo difetto, il prestigio del giornalista attrae molte persone e lo seguano con gioia.

19. Consideriamo particolarmente importante la provincia. È necessario per noi che solleviamo aspettative che sono direttamente opposte a quelle della grande città. Le grande città chiariremo che ciò implicherebbe idee auto-concepite con idee influenzate Provincia. È chiaro che la fonte di queste idee sarà sempre la stessa, sarà la nostra.

Finché non avremo ancora il pieno potere, sarà necessario per noi, l’opinione della maggioranza fatta dai nostri confidenti. Sui momenti decisivi, le grande città non possono più discutere dei fatti compiuti, perché sono già stati approvati dalla maggioranza nelle province.

20. Quando entreremo nell'era della nostra nuova dominanza, vieteremo il consenso alla stampa di pubblicare rapporti sui crimini. Le persone devono credere che la nuova leadership soddisfa tutti, che anche i crimini si sono fermati.

I crimini portati alla luce riguarderanno solo le vittime e quelle occasionali testimoni.


PROTOCOLLO 13 (Derivazioni)

1. Prendersi cura del pane quotidiano fa tacere le persone e le rende i nostri servitori deditori. Quelli di loro che nominiamo alla nostra stampa, secondo i regolamenti, devono scrivere su tutto ciò che noi non possiamo discutere apertamente nelle riviste ufficiali. E di conseguenza durante l'eccitazione risultante, implementeremo le misure che riteniamo che siano utili e gli presentiamo al pubblico al fatto compiuto.

Nessuno oserà a riprendere tale misura, soprattutto se lo proponiamo come un miglioramento della situazione attuale.

A proposito la stampa focalizzerà immediatamente l'attenzione su nuove questioni, perché, come voi sapete, le persone sono state abituate a cercare costantemente qualcosa di nuovo.

Alcune politici avventurieri senza cervello approfondiranno questi nuovi problemi senza rendersene conto che non hanno la minima idea di cosa vogliono parlare. I problemi della politica superiore non possono essere compresa da nessuno, eccetto a quelli che li hanno creati per secoli e influenzato.


2. Capirete da tutto questo il motivo per cui vogliamo solo conquistare l'opinione pubblica per facilitare il lavoro della nostra macchina statale. E imparerete anche da questo, che noi o in un’occasione o un’altra, portiamo soltanto l'approvazione delle nostre parole, ma non le nostre azioni.

Noi proclamiamo sempre, senza interruzione, di servire solo la speranza e la certezza per il "benessere generale" che è il punto di riferimento per tutte le nostre misure.

3. Per distrarre le persone eccessivamente inquiete da questioni politiche, portiamo apparentemente in evidenza nuovi questioni: problemi economici. Lascia che si arrabbiano su quest'area.

Il popolo acconsentirà a rimanere disoccupate e di riposare dal loro attività politica finta, per la quale abbiamo, per il quale gli abbiamo semplicemente educati a combattere con il loro aiuto il governo, fornirgli nuove attività, che loro tengano per politicamente importante.

4. Per non far arrivare al popolo a pensarci sopra con calma, noi gli disperderemo manipolandogli, e non gli facciamo concentrare su il rilassamento dalle passioni.

Bisogno far scrivere subito tramite tutte le possibili corrispondenze nel campo dell'arte e dello sport. L'interesse per queste cose gli distoglie definitivamente dalle questioni in cui i nostri interessi sono in conflitto con i loro.

Mentre il popolo gradualmente disimpara il modo di pensare indipendente, alla fine sarà completamente essere in linea parlando con le nostre idee, perché noi saremo gli unici ad portare avanti le nuove idee di pensare.

Ovviamente solo attraverso la mediazione di tale persone, che nessuno sospetta che sono in contatti con noi.

5. Ogni ruolo dei devoti liberali verrà definitivamente giocato una volta che la nostra dominanza sarà stata riconosciuta. Fino a quel momento, ci faranno un buon servizio, ed è per questo che cerchiamo a distrargli, e concentriamo i pensieri dei popoli su teorie fantastiche.

Che sembrano moderni e apparentemente progressisti; perché non è lo slogan 'progresso' che abbiamo messi in testa ai questi stupidi dei non iniziati. E non c'è nessuno tra loro che capirà questa parola che è una parola falsa, se non si tratta di bisogni materiali, perché c'è solo una verità, quella che è in diretta opposizione della parola progresso.

Come ogni pensiero sbagliato, il progresso serve per oscurare la verità. Che nessuno può discernere queste parole se non i protettori della verità.

6. Quando verrà stabilita la nostra dominanza, i nostri relatori discuteranno sui principali problemi dell'umanità, che ha mosso il mondo intero, finché sono arrivati finalmente sotto la nostra violenta dominanza.

Chi avrebbe il sospetto che tutti questi problemi fossero causati da noi secondo un piano politico. Che attraverso tanti secoli nessuno l’ha mai immaginato?


PROTOCOLLO 14 (Attacco alla religione)

1. Una volta ottenuto il dominio del mondo, non tollereremo altra fede se non quella del nostro unico dio (satana), a cui è connesso il nostro destino, perché noi siamo il popolo iniziato e "illuminate" e che per il nostro dio il nostro destino è associato con quello di tutto il mondo.

Per questo motivo dobbiamo distruggere tutte le altre religione. Quando anche il numero dei malvagi si moltiplicherebbero, quindi questa situazione transitoria non influenzerebbe i nostri piani, ma sarà molto più utile per esortare le generazioni future.

Noi dimostreremo la verità misteriosa su cui poggia l'intero potere della nostra religione.

2. Quindi pubblicheremo trattati in ogni occasione, inclusa che noi confronteremo la nostra governo benedetto con quelli del passato. I benefici della pace conquistata da secoli di turbolenze porteranno alla luce il carattere beato della nostra dominanza. Gli errori dei governi del passato descriveremo in colori vivaci.

Noi provochiamo un avversario tale, che i popoli sceglieranno la schiavitù invece dei diritti della libertà molto lodata, che loro sono stati soltanto tormentati e hanno esausti le fonti dell'esistenza umana e che non sono stati capace a sfruttargli, è stato sfruttato solo da una banda di avventurieri, che non sapevano come usargli.

Le rivoluzione inutile che noi abbiamo spinto le folle a minare i loro governi, gli stancheranno così tanto che preferiranno a sopportare tutto da noi, solo per evitare di dover attraversare di nuovi disordini.

Sottolineammo in particolare gli errori dei governi del passato, che, contrariamente a tutto, hanno tormentato l'umanità per così tanti secoli, inseguendo vaghi piani di libertà socialmente acquisite senza notare che questi piani non seguono in generale per migliorare le relazioni dell'umano nella società, solo peggioravano.

3. L'intero potere dei nostri principi e misure sarà in esso che li mettiamo nel luminoso contrasto con il sistema caduto delle relazione della vecchia società.

4. I nostri filosofi discuteranno tutti i difetti della religione Cristiana. Tuttavia non sottopongano mai la nostra religione a un giudizio dal suo vero punto di vista in modo che nessuno lo capirà mai, tranne i nostri, che non tradiscano mai il suo segreto.

5. Nei cosiddetti paesi progressisti, abbiamo creato un aspetto insignificante, sporco e orribile letteratura. Questa letteratura la manteniamo ancora qualche tempo dopo la nostra istituzione della nostra dominanza alla sovranità nei confronti delle nostre dichiarazioni e dottrine che diventano realtà. 

I nostri 'Saggi' consegneranno discorsi, piani, documenti e elaborano progetti con l'aiuto del quale influenziamo gli spiriti e gli porteranno nella direzione di quelle idee, che vogliamo gettare in loro.


PROTOCOLLO 15 (Soppressione spietata)

1. Quando usiamo le rivoluzioni preparati da noi ovunque nello stesso giorno, e dopo che tutti i governi hanno riconosciuto le loro incompetenze, che finalmente siamo saliti al potere (e posarsi che si vuole per arrivare a questo un altro secolo), che dopo non ci sarà più nessuna cospirazione diretta contro di noi.

2. A tale scopo dovremo uccidere tutti, chi salutano l'arrivo del nostro governo con le armi in mano. Ogni nuova creazione di una società segreta sarà pure punito con la morte.

Aboliremo le associazioni segrete attualmente esistente a noi e ci hanno servito bene e lo stanno ancora facendo. I loro membri saranno inviati da tutte le parte della terra lontano dall'Europa.

3. In questo modo ci occuperemo di coloro che appartengono alle società massoniche e che sanno troppo, Colori che risparmiamo per un motivo o per un altro cadranno sotto la nostra pressione costante con la paura di essere espelliti.

Adotteremo una legge, che tutti gli ex membri delle società segrete dall'Europa, la sede del nostro governo, saranno stati banditi. Le decisioni del nostro governo saranno definitivo e senza possibilità di appello.

4. La società in cui abbiamo gettato i semi della discordia e della contraddizione, può essere ripristinato solo con misure spietate che hanno un potere inflessibile. Inoltre, non è permesso a guardare ai numeri di sacrifici che devono essere fatti per il futuro del benessere.

È il dovere di ogni governo che invoca il suo diritto di esistere a godere dei suoi privilegi, ma anche compiere il suo compito, anche se costa così tanti sacrifici

5. Affinché un governo vuole restare saldo, deve rafforzare il prestigio del suo potere e questo prestigio si raggiunge solo da un potere inflessibile; che deve portare il segno di una misteriosa invulnerabilità, l'eletto del nostro Dio.

il segno deve recare una misteriosa invulnerabilità, l'elezione del nostro Dio.

Cosi funzionava tutto in questo modo fino all’ultima dominanza degli zar russi, i nostri unici nemici in tutto il mondo oltre al papato.

Vi ricordate l'esempio di un’Italia intrisa di sangue? Che Sulla, che versava questo sangue, e che nessuno l’ha fatto mai del male; il popolo che aveva ferito, lo idolatrava, e il suo ritorno senza paura l'ha reso invulnerabile. Il popolo non si assaliva a lui, che lui l’ha bandito dal suo coraggio e dal suo spirito.

6. Prima di arrivare al potere, stabiliremo e moltiplichiamo in ogni paese del mondo le logge massoniche. Otterremo tutto quello in queste logge, che può svolgere o potranno svolgere nella vita pubblica un ruolo importante. Queste logge saranno mezzi eccellenti per ottenere informazioni e esercitare influenza.

7. Riassumeremo tutte le logge in una linea principale che sarà nota solo a noi e esisterà e sarà conosciuto come i nostri "saggi". Le logge avranno i loro presidenti per nascondere effettivamente le persone che guidano. Solo questi hanno il diritto di emettere il password.

In queste logge riuniremo tutti gli elementi rivoluzionari e liberali. Saranno fuori da tutti strati della società. I piani politici più segreti saranno già e disponibili a noi il giorno della loro creazione.

Quasi tutte le autorità di polizia, sia di stato che internazionali, saranno membri delle logge, perché i loro servizi sono indispensabili per noi, perché la polizia è nell’opportunità non solo di prendere misure contro la resistenza, ma anche a nascondere le nostre misure contro gli azioni per creare insoddisfazione.

La maggior parte di quelli che si uniscono alle società segrete sono di solito avventurieri ambiziosi e in generale persone disponibili a tutto, per le quali non ci costerebbe molto sforzo a noi per convincergli ai nostri piani.

8. Quando si tratta di disordine e problemi, quindi ciò significa che dovevamo crearli, per distruggere un'unità troppo grande. Si arriva a qualche cospirazione, poi non ci sarà nient'altro che un capo di uno dei nostri più fedeli servitori.

9. È naturale che solo noi possiamo dirigere l'attività della Massoneria, perché solo noi sappiamo dove lo guidiamo e quale è lo scopo finale di ogni azione. Le perone non iniziati, i lavoratori, non sanno nulla, nemmeno i risultati immediati.

Di solito sono soddisfatti immediati con il loro proprio amore nella realizzazione dei loro piani soddisfazione e non hanno notato che questi piani non sono venuti da loro, ma sono stati ispirati da noi.

10. Molti non iniziati passano alle logge per mera curiosità o nella speranza di un vantaggio o a causa dei loro sogni insoddisfatti di poter parlare con un pubblico.

Desiderano successo e acclamazione, con cui siamo sempre generosi. Li concediamo il favore per avere questo successo per sfruttare la loro soddisfazione.

Quindi queste persone apprendono i nostri concetti, i nostri pensieri, senza esserne consapevoli; ma sono pienamente convinti nella loro immagine invulnerabile di aver espresso solo i propri pensieri e non quelli degli altri.

Voi, signori, non potete affatto immaginare, fino a che livello ridicolo si possano portare, raggiungendo a tale sciocchezze le persone più intelligenti, quando si accarezzano la loro vanità e dall’altra parte quanto sia facile a portare loro con un minimo contrattempo, anche se solo per l'assenza di esso acclamazione, per scoraggiarli e portarli in completa obbedienza sottomessa, non appena che aspettano di nuovo da questo risultati.

Come a tutti nostri ogni successo che non li porta allo scopo desiderato, denigrargli, cosi sono i non iniziati per il successo esteriore, disposti a sacrificare tutti loro piani.

Questo tratto caratteristico dei non iniziati ci illumina estremamente nel nostro compito, a derivargli dai loro scopi. Queste tigri hanno anime come agnelli e il vento soffia attraverso i loro teschi.

11. Abbiamo dato loro un segno, vale a dire un sogno che all'individuo la sua personalità vanisce in un'unità simbolica, nel socialismo.

Non hanno capito e non capiranno mai che questo sogno contraddice le costituzioni della natura, che dalla creazione del mondo ha soltanto creati esseri diversi l'uno dall'altro per dare a tutti la loro personalità speciale.

Non dimostra il fatto che noi abbiamo condussi l'umanità a tale illusioni, con sorprendente chiarezza, quanto poco fossero è stato sviluppato la loro mente, rispetto al nostro? Questa è la garanzia più sicura per il nostro successo.

12. Quanto erano astuti i nostri vecchi "Saggi" quando dicevano che per arrivare a un scopo non ci dovrebbero tirarsi indietro per nulla e non dovrebbero contare i sacrifici.

Non abbiamo mai contato i sacrifici di queste bestie non iniziate, anche se noi dovevamo sacrificare molto dei nostri, ci siamo dati una posizione così potente nel mondo, che non ci potevamo mai sognare. I nostri sacrifici, relativamente bassi, ci hanno salvato dalla rovina.

13. La morte è la fine inevitabile di tutte le persone. È meglio sbrigarsi per fare la fine a loro che fanno resistenza contro il nostro lavoro, piuttosto che concentrarsi sulla nostra fine, poiché siamo i creatori di questo lavoro.

Nelle logge massoniche giudichiamo le sentenze capitali in un modo, che nessun altro fuori delle logge, può avere il minimo sospetto. Neppure le vittime stesse sentono la loro condanna.

Loro muoiono tutti, non appena è necessario, apparentemente una morte naturale. È noto questo ai fratelli della loggia, non osano agire contro di noi. Attraverso queste misure abbiamo nella Massoneria soffocato ogni contraddizione. Mentre che predichiamo il liberalismo per le masse, manteniamo i nostri popoli e i nostri confidenti incondizionatamente obbedienti.

14. Sotto la nostra influenza l'applicazione delle leggi abbiamo limitati al minimo per coloro che non appartengono ai nostri ranghi. L'apparenza delle legge e minato dal liberalismo, che è stata portato alla ribalta anche da noi in quest'area.

In tutte le dispute politiche e costituzionali decidono i tribunali in base alle nostre indicazioni e vedono le cose alla luce sempre alla nostra favore. Per questo usiamo la mediazione di persone, di cui nessuno sospetta che sono in contatto con noi, dai giornali e altri mezzi. Anche i membri del Senato e amministrazione statale seguiranno ciecamente i nostri consigli.

15. La mente puramente animale dei popoli è, per sezionare un concetto e per la percezione, incompetente; e ancora meno possono vedere in anticipo, il che implica a vedere in un certo modo per ottenere un caso.

In questa distinzione della disposizione spirituale tra loro e noi, possiamo riconoscere la nostra natura eccezionale, sopra agli altri dalla nostra elezione da parte di Dio.

I non iniziati sono guidati solo da un istinto animale. Vedono, ma non vedono avanti, non possono inventare nulla se non cose puramente materiali. Questo dimostra chiaramente che la natura stessa ci ha predestinato a governare il mondo.

16. Non appena arriva il momento aperto della nostra dominanza e ci possiamo indicare bene le nostre benedizioni del governo, cambieremo tutte le legge. Le nostre leggi saranno brevi, chiare e saranno immutabili e non richiedono alcuna interpretazione in modo che tutti possano capirli.

17. La caratteristica più ovvia di queste leggi sarà l'obbedienza verso il governo, che svilupperemo al massimo grado. Quindi a causa della responsabilità di tutti verso il rappresentante supremo del potere, finiscano ogni abuso delle leggi.

18. L'abuso di potere da parte dei funzionari inferiori sarà punito così severamente, che tutti perderanno la lussuria, a testare il suo potere in questa direzione.

Controlleremo tutti azioni dei nostri funzionari governativi, da cui dipende l'operazione della macchina statale, con la massima attenzione, perché la disciplina nel governo porta al disordine generale.

Qualsiasi caso di illegalità o abuso sarà punito per scoraggiare gli altri. Ogni abuso, ogni comprensione non autorizzata dei funzionari saranno spariti dopo i primi esempi di punizione severa.

19. Il prestigio della nostra dominanza richiede pene adeguate, vale a dire pene severe per reati minori, che potrebbe danneggiare la reputazione del governo.

Se qualcuno avrebbe avuto una punizione troppo severo, non sarà come un soldato che è caduto nel campo di battaglia nel servizio della autorità, la costituzione e le legge, perché non possiamo permettere, che mettono benefici personali su un livello più alto dei loro doveri pubblici.

20. I nostri giudici sapranno, che quando lavorano loro con stolto bontà, violando il principio di diritto, che secondo cui gli errori commessi, devono essere severamente puniti e l'ammissibilità non è consentita.

La dolcezza può essere esercitata nella vita privata, ma non nel servizio pubblico, che è il fondamento educativo nella vita di stato.

21. I nostri giudici resteranno in carica fino all'età di 55 anni, per i seguenti due ragioni: in primo luogo perché gli anziani sono più persistenti nei loro dogmi e sono meno in grado di presentare nuove decisioni, in secondo luogo, perché questo rende possibile una mutazione più veloce dei giudici e sono cosi più inclini verso di noi.

Chiunque voglia mantenere la sua posizione dovrà obbedire ciecamente a noi. Generalmente sceglieremo i nostri giudici da quelli che sanno che è loro dovere punire e applicare le legge, ma non danneggiare lo stato e onorare le idee liberali, come fanno loro oggi penso che sia buono.

22. Lo scambio di funzionari contribuirà anche a distruggere lo spirito del corpo e renderli devoti al governo dal cui destino dipendono. La nuova generazione di giudici sarà educato nella coscienza, che azioni non saranno tollerati, che possono interrompere l'ordine esistente reciproco nelle relazioni tra i nostri soggetti.

23. Oggi i giudici sono abbastanza clementi a tutti i crimini perché non hanno una giusta rappresentazione adeguata dei loro doveri, e i governi, che sono presenti lì per il nomina dei giudici, prestano poca attenzione a inculcare a loro il senso del dovere e a indicare loro il significato del loro compito.

Proprio come l'animale che manda a caccia i loro cuccioli, le autorità danno ai loro sudditi posizioni redditizie senza informargli sullo scopo dei loro posizioni. Ecco il perché che i governi si fanno distruggere da soli dai propri funzionari.

24. Toglieremo ulteriori lezioni da questi fatti per il nostro governo. Allontaniamo il liberalismo da tutti principali posizioni nel governo da cui dipende l’educazione sociale dei nostri cittadini. In tali luoghi, distribuiremo solo quelle persone che noi abbiamo appositamente addestrato per il nostro governo.

25. Sull’obiezione che il licenziamento anticipato dei funzionari più anziani costa allo Stato un sacco di soldi, rispondiamo che cercheremo innanzitutto di trovare una posizione privata per loro come compensazione per la perdita del lavoro, e che in secondo luogo tutti i soldi del mondo saranno in nostro possesso, in modo che non abbiamo paura per dover evitare le spese.

26. Il nostro assolutismo sarà coerente in tutte le sue azioni. Ecco perché la nostra volontà suprema sarà sempre rispettato e sarà continuato senza contraddizioni. Non facciamo nota di lamenti e neanche di insoddisfazioni; qualsiasi opposizione nei nostri confronti sarà punita severamente a scapito degli altri.

27. Ci riserviamo il diritto di presentare ricorso solo per i nostri scopi. Per il resto tuttavia, lo aboliremo, perché il popolo non dovrebbe avere l'idea che i giudici, nominati da noi, hanno espresso un giudizio errato.

Se succedesse qualcosa del genere, allora saremo noi stessi a mettere da parte il giudizio, ma allo stesso tempo anche il giudice che non era in grado di far fronte al suo compito, e quindi fare una punizione esemplare che questo caso non si verificherà più.

Ripeto ancora una volta, che noi controlleremo ogni passo dei nostri funzionari in modo che il popolo sarà soddisfatto di noi.

28. Il nostro governo darà l'apparenza di una tutela patriarcale, che esercita il nostro re. Il nostro popolo e i nostri sudditi vedranno un padre in lui, che si occupa a tutti bisogni, azioni e relazioni tra i cittadini in proporzione al governo.

Allora saranno dell'idea che non può mancare questa tutela e dominanza se si vuole vivere in pace e tranquillità, che permeato di esso, che riconoscerà l'unica dominanza del nostro governo con un culto adiacente di un’adorazione all'idolatria, soprattutto se sono convinti, che i nostri funzionari eseguiranno solo ciecamente gli ordini dal nostro re.

Saranno felici che noi abbiamo organizzato la loro intera esistenza come fanno i genitori saggi, che danno un educazione ai loro figli con un senso del dovere e obbedienza. Perché i popoli, come i loro governi, rimangano per sempre indefinita nei segreti della nostra politica.

29. Come puoi vedere, mi baso il nostro dispotismo su legge e su doveri. Il diritto di esigere l'adempimento di doveri è il dovere principale di un governo che ha un dovere verso i suoi cittadini come un perpetratore.

Allo stesso tempo, possiede il diritto del più forte, in modo che possa raggiungere all'umanità il voluto l'ordine, come vuole la natura, che porta all'obbedienza.

Tutto in questo mondo è in uno rapporto di subordinazione, tutto è soggetto, una persona o una circostanze, o alla propria attitudine, ma almeno a uno più forte.

Dobbiamo senza indugio sacrificare singole persone se violano l'ordine esistente, perché nella punizione esemplare del male ce una grande forza educativa.

30. Quando il re di Israele (anticristo) mette la corona sulla sua testa consacrata, che lo offrirà l'intera Europa, sarà il patriarca del mondo.

Il numero di sacrifici inevitabili, che e stato fatto per arrivare a questo scopo, non sarà mai cosi numerosi, in confronto portato a il numero di sacrifici fatti nel corso dei secoli dai re degli stati per la sette di potere e combattimento.

31. Il nostro re sarà sempre in collegamento con il popolo. Darà discorsi, cui la sua fama si diffonderà immediatamente in tutto il mondo.


PROTOCOLLO. 16 (Lavaggio del cervello)

1. Nello sforzo di distruggere ogni connessione di forze al di fuori della nostra, cambieremo anzitutto i collegi e li costruiremo su nuove basi. I loro rettori e

i professori saranno preparati secondo precisi piani segreti, dai quali non potranno discostarsi. Saranno selezionati con cura speciale e saranno interamente dipendenti dal governo.

2. Escluderemo la legge costituzionale e tutte le questioni politiche dall'insegnamento. Queste cose verranno insegnate solo ad un piccolo numero di uomini esperti che provengono dalla cerchia degli iniziati saranno scelti.

Dai college universitari non possono uscire persone inesperte, che trattano questioni costituzionali come se fossero giocando ai giochi di gioia o di dolore, e possono interferire con problemi che i loro padri non hanno ancora capito.

3. L'incomprensione della maggior parte delle persone su questioni politiche genera solo utopisti e cittadini malvagi. Puoi notarlo dall'educazione dei popoli. Dovevamo mettere in loro educazione tutti i principi con cui abbiamo rubato l'ordine della loro società e dei suoi poteri.

Tuttavia, non appena abbiamo raggiunto il potere, rimuoviamo dall'educazione tutti oggetti che potrebbero essere fonte di confusione. Trasformeremo i giovani in figli obbedienti del governo che sono pilastri per il loro re e amano la speranza di pace e tranquillità.

4. Invece di insegnare i classici e la storia antica, che offre più cattivi che buoni esempi, gli facciamo studiare i problemi del futuro. Bandiamo dalle mente degli uomini tutti gli eventi del passato, che sono spiacevoli per noi, e conserviamo soltanto quello che indicano gli errori dei governi del passato.

Questioni di vita pratica, di ordine sociale, di relazioni umane, la lotta contro l'egoismo che semina i semi del male, e questioni simili nell'educazione prenderanno il primo posto nel nostro programma scolastico.

5. L'istruzione sarà diversa per ogni professione e in nessun caso potrà essere resa uniforme. Questo metodo di gestione del problema è di particolare importanza. Ottieni un'educazione ben definita in base al suo compito e al suo campo di lavoro.

Gli spiriti forti hanno sempre compreso l'arte e lo capiranno sempre per elevarsi ad una posizione più elevata; ma a parte di queste eccezioni isolate, sarebbe sciocco lasciare venire le persone in classe più elevate, che altri portano via le posizioni a cui hanno diritto in base alla nascita e all'occupazione. Voi, miei signori, sapete da soli che disastro è stato per l'umanità quando hanno permesso queste sciocchezze.

6. Affinché il re possa conquistare i cuori dei suoi sudditi, l'intero popolo, sia nelle scuole che nelle piazze pubbliche, deve essere istruito sul suo significato, delle sue azioni e sulle sue buone intenzioni durante il suo regno.

7. Toglieremo ogni forma di libertà di educazione. Gli alunni avranno il diritto di riunirsi con i loro genitori negli edifici scolastici come in un club; in questi incontri, i professori nel loro tempo libero, impartiranno le cosiddette lezioni gratuite sui rapporti tra le persone, sui principi di un buon esempio, sugli svantaggi di concorrenza illimitata e la filosofia di nuove dottrine sconosciute al mondo fino ad ora, eleveranno gli articoli di fede e gli useremo noi per convertire il popolo alla nostra religione.

Dopo la fine delle mie presentazioni sul nostro programma presente e futuro, vi annuncerò le base delle mie teorie.


8. Sappiamo dall'esperienza di diversi secoli che le persone vivono per le loro idee e sono guidate da loro, che hanno assorbito queste idee solo attraverso l'educazione e che non si fanno applicare, usando mezzi diversi a qualsiasi età, con lo stesso successo.

Conoscendo questi fatti, a nostro vantaggio, cancelleremo l'ultimo accenno di pensiero indipendente, che abbiamo già da tempo educato. La soppressione della mente è già espressa nella cosiddetta educazione visiva, che renderà le persone come animali educativi che non pensano, ma che hanno bisogno di una rappresentazione visiva per capire un caso.


PROTOCOLLO 17 (abuso di potere)

1. La professione di avvocato coltiva persone testarde, fredde e crudele senza principi. Che prendono una posizione impersonale, puramente legale in ogni occasione. Sono abituati a difenderci soltanto tutto dal punto di vista del loro beneficio e non da quello del benessere pubblico.

Generalmente non rifiutano alcuna difesa e provano per far rispettare l'assoluzione a tutti i costi, usando i fabbri legali. In tal modo rovinano la moralità della giustizia. Limitiamo quindi il campo di questa professione e rendiamo i suoi membri dipendenti pubblici. Gli avvocati, come i giudici, avranno il diritto di comunicare con le società.

Le cause saranno essere assegnati a loro e dovranno metterli alla prova dei disposizioni; loro difenderanno i loro clienti sulla base dei risultati di un'indagine preliminare. Determineranno la loro commissione senza riguardo al risultato della difesa.

In questo modo otterremo una difesa imparziale decente che non è guidata dalla lussuria per il beneficio, ma dalla convinzione. Ciò eliminerà anche l'attuale corruzione, il che significa chi vince, chi paga di più.

2. Abbiamo già avuto grande cura di abbattere il clero cristiano agli occhi del popolo e delle sue attività, che altrimenti potrebbero seriamente ostacolarsi e minare il nostro scopo. La sua influenza sul popolo diminuisce di giorno in giorno.

3. Oggigiorno, la libertà religiosa è riconosciuta ovunque. Ne consegue che solo pochi anni ci separano dal tempo in cui la religione cristiana crollerà.

Raggiungeremo lo stesso obiettivo più facilmente con le altre religioni, ma è troppo presto per parlarne. Circondiamo il clero così ristretti, che, rispetto alla sua influenza precedente, non avrà praticamente alcuna influenza in futuro.

4. Quando è giunto il momento di distruggere definitivamente il Papato, il dito di una mano invisibile indicherà alle nazioni il seggio papale. Tuttavia, se i popoli si buttano sul Papa, agiremmo come l'apparente protettore per evitare spargimenti di sangue. Attraverso questa diversione, penetrammo nel cuore del Vaticano, dalla quale non cederemo, prima di aver completamente distrutto il suo potere.

5. Il re di Israele sarà il vero Papa del mondo e il patriarca della chiesa internazionale.

6. Finché non abbiamo ancora insegnato ai giovani le dottrine della fede, che porteranno alla nostra dottrina della nostra fede, dopo un periodo di transizione, non perseguitiamo apertamente le chiese esistenti, ma combattiamoli attraverso la critica e l'addestramento per dubitare della fede.

In generale, la nostra stampa parlerà di tutto, delle questioni del governo e delle questioni religiose e della disabilità, e porterà rivelazioni ai popoli nelle espressioni più spregevoli per abbattere tutto, in modo che solo noi siamo in grado di fare.

7. La nostra dominanza assomiglierà a quella del dio indiano Vischnu. Cento braccia terranno le piume della macchina sociale. Vedremo tutto senza l'aiuto dei funzionari della polizia, che, come gli abbiamo scelto per il popolo, oggi impedisce ai governi di vedere.

Secondo il nostro programma, un terzo dei soggetti guarderanno gli altri, per puro senso del dovere, e per fornire servizi volontari allo stato. Allora non sarà più irrispettoso di essere una spia o un dichiarante. Tuttavia, le accuse infondate saranno severamente punite in modo che questo diritto non venga abusato.

8. Scegliamo i nostri confidenti dalle classi più alte e più basse della società, da funzionari che sono gioiosi del abuso, da editori, stampatori, commercianti di libri, commessi dei negozi, lavoratori, autisti, domestiche etc.

Questa polizia non ha il diritto di agire in modo indipendente, ma ha il solo compito di servire come testimone, dimostrare i fatti e riferire le notizie.

La valutazione delle loro dichiarazioni e degli arresti basati sui loro dichiarazioni sarà compito di un gruppo di corpi di polizia responsabili. Gli arresti stessi saranno effettuati dalla gendarmeria e dalla polizia locale.

9. Chiunque riferisca quello che sente sulle cose politiche, sarà punito per complicità. Proprio come i nostri fratelli di fede, che devono riferire, già un movimento obbligato, per far conoscere a tutti i membri della loro congregazione, chi si allontana dalla fede o agisca in modo contrario alla congregazione, cosi funziona allo stesso modo nel nostro impero mondiale, tutti i sudditi saranno obbligati a servire lo stato nel modo indicato.

10. Una tale organizzazione eliminerà tutti gli abusi del servizio civile, qualsiasi corruzione, in breve tempo eliminare tutti gli errori, come le nostre teorie che hanno reso i non iniziati come un'abitudine.

In quale altro modo potremmo raggiungere il nostro obiettivo, sconvolgere i governi? I dipendenti pubblici sono una delle risorse più importanti. Devono essere ammessi a sviluppare i loro cattivi sentimenti, abusare del loro potere amministrativo e permettere alla corruzione di dominare per accendere e stimolare gli altri.


PROTOCOLLO 18 (Detenzione degli avversari)

1. Quando considereremo necessario adottare misure di polizia più rigorose, il veleno più pericoloso per la presenza dello stato, faremo con l'aiuto di esperti oratori suscitare artificialmente tumulti ed espressioni di insoddisfazione.

Questi oratori troveranno un accordo da molti. Tuttavia, questo ci servirà come pretesto per le ricerche di casa e per fare sorveglianza dai nostri confidenti non iniziati, che abbiamo inseriti nella polizia.

2. Poiché la maggior parte degli agitatori agiscano, per così dire, per l’amore dell'arte della cospirazione, noi non ci prendiamo cura di loro finché non agiscono con azioni.

Ci impegneremo soltanto a controllargli dalle spie. Dovete prendere in considerazione, che la bella presenza del governo scompare, quando loro trovano spesso cospirazioni contro loro stessi. Perché questo include la confessione di impotenza o, peggio ancora, della propria ingiustizia.

Lo sapete che noi l'apparizione dei monarchi non iniziati facevamo minare da numerosi attacchi, che abbiamo lasciati eseguire attraverso dai nostri confidenti, come le pecore cieche del nostro gregge; con l’aiuto usando poche frase liberale, si può facilmente sedurgli con un crimine, specialmente quando si dà un tocco politico.

Costringeremo i governi ad ammettere la loro impotenza dal fatto che prendono apertamente misure di protezione; perché con ciò distruggeremo il loro prestigio.

3. Il nostro monarca sarà protetto da una guardia invisibile, perché non ci possiamo permettere a far sorgere il pensiero che non sarebbe in grado di schiacciare alcuna ribellione o che dovrebbe nascondersi da quello.

Se permettiamo un pensiero simile, come loro facevano e faranno sempre, firmeremo cosi il condanna a morte per il nostro monarca, e certamente per la sua dinastia.

4. Sotto stretta tutela dell'aspetto esteriore, il nostro monarca utilizzerà il suo potere solo per il benessere del popolo, mai a proprio vantaggio o quello della sua casa.

Se osserva questo atteggiamento, allora il suo potere sarà rispettato dai i suoi stessi sudditi. Lo onoreranno con l'idea che il benessere di ogni cittadino e l'ordine sociale dipende da lui. Una protezione del re visibile dai mezzi di potere, si riconosce la debolezza della sua dominanza.

5. Il nostro re, ogni volta che va in mezzo alla gente, appare sempre circondato con un certo numero di uomini e donne curiosi, che sembra per caso sono lì a prendere un posto nelle prime file e altre persone, con il pretesto per mantenere l'ordine, a tenere la gente a una certa distanza da lui.

Questo buon esempio farà mantenere le persone sullo sfondo. Se vorrebbe qualcuno penetrare attraverso la folla per porgere avanti il suo problema, le prime file devono prendere la petizione e consegnarla al monarca davanti a lui.

Tutti sapranno quindi che tutte le richieste lo raggiungono e che si occupa di tutte le questioni interessato. Il potere del re è rispettato solo se la gente può dire: "Se il re lo sapeva "o" se il re lo sentisse ".

6. Con l'istituzione di una guardia ufficiale, scompare il misterioso prestigio del potere. Chiunque che abbia una certa audacia; fa le chiacchiere, e il rivoltoso che e consapevole del suo potere, si cela solo per l'opportunità di effettuare un attacco.

Ai popoli l’abbiamo predicato in modo completamente diverso, ma conosciamo le conseguenze negative che avevano le misure di protezione aperte per loro.

7. Arresteremo i criminali al primo sospetto più o meno fondato. La paura di un errore non dovrebbe far fuggire le persone, sospettati di un crimine politico, perché puniremo inevitabilmente questi atti.

È possibile essere autorizzato a rispondere ai motivi dei crimini ordinari; tuttavia non ci sono scuse per coloro che si occupano di questioni politiche, di cui nessuno, ad eccezione il nostro governo, può capire qualcosa. Neanche tutti i governi sono in grado di comprendere la vera arte di stato.


PROTOCOLLO 19 (Ribelli e sudditi)

1. Anche se non permettiamo a nessuno di interferire in politica, continueremo ad incoraggiare il governo di fornire rapporti e proposte, che migliorano le condizioni preoccupanti del popolo. In questo modo impareremo a sapere i torti o le idee dei nostri sudditi.

Eseguiremo o respingeremo quest'ultimo in un modo che illuminerà gli inventori di queste idee delle loro incapacità.

2. Le ribellioni non sono altro che l'abbaiare di un piccolo cane contro un elefante. Se si tratta di un governo non solo per quanto riguarda la sua polizia, ma anche ben organizzata da un punto di vista sociale, il cane abbaia solo contro l'elefante, perché non conosce la sua forza.

È sufficiente per far vedere una prova significativa di questa forza, e il cane smetterà immediatamente di abbaiare e agita la coda non appena vede l'elefante.

3. Per privare al criminale politico l'aspetto dell'eroe, lo faremo ugualmente sedersi sul stesso molo di ladri, assassini o altri criminali cattivi. Quindi l’opinione pubblica confonde entrambe le categorie di criminali reciproca nel suo mondo di rappresentazione e trattarli con lo stesso disprezzo.

4. Abbiamo fatto ogni sforzo, e credo con successo, a tenere la popolazione lontana in modo di trattare i criminali politici diversamente. Con questa intenzione in mente, abbiamo lodato, attraverso la stampa, discorsi pubblici e attraverso libri di testo ben composti con la storia del martirio, che i rivoltosi, per così dire, hanno assunto per il benessere del pubblico.

Questo inno ha aumentato i sostenitori del liberalismo e hanno portato migliaia di persone nelle file della nostra mandria.


PROTOCOLLO 20 (Programma finanziario)

1. Ora parleremo del programma finanziario che ho tenuto fino alla fine del mio manuale, perché questo argomento è il più difficile e decisivo nei nostri piani.

Prima di iniziare vorrei ricordarvi ciò che ho già menzionato di passaggio, vale a dire che tutto si risolverà solo in una questione di numeri.

2. Non appena avverrà il nostro dominio, il nostro governo autoritario da solo per mantenerlo in piedi,   evitate di imporre tasse eccessive al popolo, perché non deve mai dimenticare che si presenterà loro con il ruolo di padre e protettore.

Tuttavia, le risorse necessarie devono essere ottenute perché la gestione dello stato costa molto. Ecco perché la questione dell'equilibrio dell'economia dello stato deve essere trattata con particolare attenzione.

Il nostro governo sarà basato sulla finzione legalità, che tutto ciò che è nel regno dello stato è proprietà del re, un'ipotesi che può essere facilmente convertita in azione.

3. Il nostro governo sarà legale registrato fiction, che tutto ciò che è nel territorio dello stato appartiene al è un re, un'ipotesi che può essere facilmente convertita in azione

Quindi, il governo farà espropriare la disponibilità delle attività liquide in contanti, non appena si considera necessario la transazione della circolazione del denaro. Ne consegue che il miglior mezzo è introdurre un tassa progressiva sul patrimonio.

In questo modo, le tasse possono essere riscosse senza oppressione o danni ingiusti, in base a una percentuale corrispondente alla dimensione della potenza.

I ricchi devono rendersi conto di essere obbligati, a rendere parte della loro abbondanza, disponibile allo stato, perché questo dà loro la certezza del rimanente capacità e un equo profitto, perché dà loro la garanzia del resto del capitale e un profitto equo. Dico esplicitamente "onesto" perché il controllo sulla proprietà renderà impossibile il furto con il pretesto della legalità.

4. Il cambiamento sociale deve venire dall'alto, perché i tempi sono maturi e lei è necessaria come la garanzia per la pace.

5. L'imposizione di tasse sui poveri pone i semi per la rivoluzione e ne è dannoso per lo stato, rinunciando così al maggior vantaggio nella caccia al piccolo.

A parte questo, l'imposta sul patrimonio rallenta il ritmo di crescita dei patrimoni privati, di cui abbiamo intenzionalmente promosso l'aumento, in modo che formano un contrappeso alla forza dei governi e delle sue finanze.

6. Una tassa progressiva pagherà maggiori benefici di una tassa uguale per tutti, che tuttavia, ora è utile per noi suscitare dispiacere e insoddisfazione tra le nazioni.

7. Il potere su cui il nostro re si piegherà sarà nel bilancio del economia statale e dalla garanzia di pace. Per questo scopo, è necessario che il proprietario sacrifichi parte del proprio reddito per assicurare il buon funzionamento del potere statale.

Le spese dello stato saranno colpiti da coloro che possono sopportarlo più facilmente.

8. Tali misure porteranno via l'odio dei poveri contro i ricchi perché i poveri allora vedranno che i ricchi hanno le risorse necessarie per lo stato che sono i pilastri della pace e prosperità e che solo i ricchi fanno prosperare le risorse necessarie disponibili per lo stato.

9. In modo che le classi superiori non si lamentino troppo delle nuove tasse, faremo emettere rapporti accurati sull'uso dei fondi, ad eccezione ovviamente del importi relativi alle spese del trono e dell'amministrazione.

10. Il nostro monarca non avrà beni privati, perché tutto nello stato appartiene a lui. Due facoltà diverse del re si contraddicano a vicenda, perché la circostanza che avrebbe posseduto beni privati, cancellerebbe il suo diritto alla proprietà, che si trova nella proprietà degli altri.

11. Solo l'erede al trono sarà mantenuto dallo stato. Gli altri membri della famiglia reale devono andare in servizio statale o cercare un'altra professione, per ottenere un diritto a un reddito. Il privilegio di appartenere alla famiglia reale non dà a nessuno il diritto di vivere sui costi statali.

12. Una tassa di bollo progressiva sarà riscossa sull'acquisizione di beni e eredità. Per qualsiasi trasferimento di proprietà, in contanti o in altro valore non sigillato, l'ex proprietario deve pagare una percentuale di imposta dal giorno dell'accordo fino al giorno della scoperta dell'evasione fiscale, il precedente proprietario deve dal giorno dell'accordo fino al giorno della scoperta pagare una percentuale di tassa dell'evasione fiscale.

Gli atti di trasferimento devono pagare una percentuale di tasse. Gli atti di trasferimento devono essere presentato alle autorità fiscali locali su base settimanale, indicando nome e cognome e luogo di residenza del vecchio e del nuovo proprietario.

Quelli registrati dal governo l'acquisto è necessario solo da un determinato importo; aziende in articoli per l'uso quotidiano saranno assoggettati a una piccola tassa di bollo percentuale.

13. Calcolate quanto gli introiti di queste tasse superano dai non-noi stati associati.

14. Lo stato deve avere un certo fondo di riserva; tutto ciò che va oltre questo schienale, deve essere rimesso in circolazione. Con queste eccedenze, verranno effettuati opere pubbliche. La presa di tali lavori realizzati con risorse statali collegheranno stabilmente la classe operaia con lo stato e il monarca.

Una parte di questi fondi sarà utilizzata come premi per invenzioni e prestazioni nel campo della produzione.

15. Al di fuori di questi importi, nessun denaro può essere trattenuto nel tesoro dello Stato, perché il denaro è destinato alla circolazione e qualsiasi ostacolo nella circolazione del denaro può disturbare il corso della macchina di stato. Il denaro è l'olio per l'equipaggiamento dello stato. Se manca l'olio, allora il meccanismo fallisce.

16. La sostituzione di una parte del denaro contante con una parte del contante tramite titoli ha provocato esattamente un tale malfunzionamento. Le conseguenze di questo fatto sono già sufficientemente sentite.

17. Creeremo anche un ufficio di calcoli. Il governo avrà quindi a disposizione sempre una panoramica accurata delle entrate e delle spese dello stato. Sono esclusi solo gli conti non ancora chiuso per il mese corrente e il conto non ancora inviato del mese precedente

18. L'unica persona che non beneficia del saccheggio del tesoro dello Stato è il suo proprietario, il monarca. Per questo motivo, il controllo esercitato da lui renderà impossibile lo spreco dai fondi statali.

19. Aboliremo i doveri rappresentativi che derubano il monarca del suo tempo prezioso in modo che abbia abbastanza tempo per le sue attività statuali.

Il suo potere non dipenderà più dei favoriti, che vogliono solo circondare il trono per il loro splendore e il spettacolo sfarzoso, ma esclusivamente per il suo proprio beneficio e non per quello dello stato.

20. Mentre abbiamo tolti i soldi dalla circolazione, abbiamo creati una crisi economica. Importi enormi furono quindi ritirati agli stati e si vedevano costretti a prendere in prestito lo stesso capitale che avevamo accumulato come prestito da noi.

Questi prestiti rappresentano un pesante onere per gli stati, che ora devono pagare gli interessi e sono diventati debitori.

21. La contrazione dell'industria di proprietà della capitale, che distruggeva le piccole imprese, ha risucchiato tutto il potere popolare produttivo e con esso la ricchezza degli stati.

22. Oggigiorno, la circolazione monetaria non tiene più conto del numero di anime e quindi non tengano conto delle esigenze dei lavoratori. L'emissione di nuovi soldi deve stare al passo con la crescita della popolazione, compresi i bambini dal momento che il denaro è necessario per loro dal giorno in cui sono nati.

La riorganizzazione della circolazione monetaria è una questione vitale per il mondo intero.

23. Sapete che il gold standard è diventato pernicioso per gli stati che l'hanno accettato. Perché lui non può soddisfare il bisogno di denaro, ancor meno quando abbiamo fatto del nostro meglio il più possibile ritirare oro dalla circolazione.

24. Il nostro governo deve introdurre uno standard basato sulla forza lavorativo e non ci interessa se il denaro è costituito da carta o legno. Spenderemo i soldi in bisogno media dei cittadini e aumentare la quantità di denaro con ogni nascita e dei cittadini ridurremo il denaro con la morte.

Ogni provincia, ogni municipalità deve prendere in carico questi calcoli.

25. Affinché le singole autorità possano ricevere i fondi richiesti in tempo utile, saranno regolati gli importi e il giorno della spedizione è fissata dal regolamento stabilito. Quindi il privilegio dei ministeri di un governo sarà a scapito agli altri, messi da parte.

26. Le stime provvisorie delle entrate e delle spese statali saranno confrontate tra loro, in modo che non si possano confrontare entrambi.

27. Le riforme che vogliamo introdurre nelle istituzioni finanziarie saranno fatte in un modo proposte che non infastidiscono nessuno. Proporremo la necessità di questi cambiamenti come conseguenze del caos, in cui e finito il sistemo finanziaria degli stati. Dimostreremo che la causa principale di questa condizione malsana risiede in questo redige di bilancio all'inizio di ogni anno, che aumenta di anno in anno.

Quindi è richiesto un supplemento, che si rilascia già dopo tre mesi; su questo è rinchiuso un budget supplementare, infine, è richiesto un ulteriore credito per poter redigere il saldo finale.

Il budget per l'anno successivo si calcola in un account dal conto totale dello scorso anno, la perdita annuale ammonta al cinquanta per cento e il budget si triplica tutti dieci anni.

Grazie a questo stato di cose che i governi hanno applicato nella loro imprevidenza si e svuotato i loro scrigni del tesoro. I prestiti successivi hanno inghiottito il resto e hanno portato tutti gli stati fino alla bancarotta.

28. Capirai che una economia simile, come abbiamo raccomandato, non sarà tollerato con noi.

29. Ogni prestito statale dimostra debolezza e mancanza di comprensione dei diritti dello Stato.

I prestiti pendono come la spada di Damocle sopra la testa dei re, che, invece di prendere i fondi richiesti direttamente dai cittadini sotto forma di imposta, vanno a mendicare con mani protese nelle nostre banche.

I prestiti esteri sono come le sanguisughe, che non si può rimuovere dal corpo dello stato o dovrebbe essere che cadano da soli o che lo stato li scuote violentemente.

Ma gli stati non si sono scrollati da dosso queste sanguisughe, al contrario, stanno ancora aumentando il suo numero, in modo che debbano finalmente perire a causa di questa perdita volontaria.

30. Che cos'è un prestito, specialmente uno preso da fuori, diverso da una perdita volontaria? Un prestito è costituito da obbligazioni di debito sovrano, che comprendono l'obbligo di pagare un certo tasso di interesse, in proporzione alla dimensione del capitale prelevato.

È l'interesse cinque per cento, quindi nel corso di vent'anni lo stato avrà solo pagato un interesse sugli interessi, pari all'importo del prestito, il doppio dell'importo in quaranta anni, in sessanta anni il triplo e il debito stesso rimangono non corrisposti.

31. Ne consegue che lo stato lungo la strada della tassazione prende ai poveri l'ultimo centesimo solo per pagare l’interessi a capitalisti stranieri, il cui ha preso denaro in prestito, invece degli importi richiesti attraverso una tassa, che non costa interessi, e essere raccolti dalla propria ricchezza.

32. Finché i prestiti sono stati stipulati a livello nazionale, i governi hanno lasciati scorrere semplicemente il denaro dalle tasche dei poveri a quelli dei ricchi.

Tuttavia, quando stavamo corrompendo le persone, per prelevare denaro all'estero, tutte le ricchezze degli stati sono scomparse nel nostro scrigno del tesoro e la gente si è indebitata con noi.

33. A causa della negligenza nella gestione degli affari di stato, a causa della corrutibilità dei ministri, a causa dell'incompetenza delle questioni economiche, i governi hanno portati il loro paese a tal punto della schiavitù del debito delle nostre banche, che non saranno mai in grado di pagare i loro debiti.

Voi i miei signori, capirete, quale sforzo e sacrificio finanziario ci è costato per causare questa condizione.

34. Non tollereremo malfunzionamenti nelle transazioni monetarie. Questo è il motivo per cui non ci saranno più impegni di debito-connessione statali diversi, tranne alcuni, che produrranno un interesse in percentuale.

Questo basso interesse non causerà più allo stato il perisco, che doveva subire se continuava invece con la perdita di sanguisughe.

Il diritto di emettere titoli sarà concesso solo alle aziende industriale, che non peserà molto per pagare dal suo profitto gli interessi mentre lo stato non ci riesce dai suoi prestiti a generare profitti, dato che li porta solo per coprire le sue spese, ma non per fare affari.

35. Lo stato acquisterà anche tali documenti industriali, in questo modo si modifica di un debitore che paga il debito con l’interesse, che è oggi, in un creditore. Questa misura funzionerà male e renderà impossibile il traffico di denaro, la corruzione e la meschinità, che non è desiderabile nel tempo che verrà della nostra prevenzione signoria.

36. L'incompetenza della mentalità puramente animale delle autorità è ben chiaro; hanno preso in prestito denaro da noi con interesse e non hanno pensato che loro la stessa cifra, moltiplicato con l'interesse, e doveva prendere dal tesoro per rimborsare il debito a noi.

Non sarebbe stato molto più facile avere i soldi raccolti dai contribuenti a cui non dovrebbero pagare gli interessi?

Questo dimostra precisamente ciò che la superiorità del nostro spirito, che noi siamo riusciti a presentare l'importanza dei prestiti governativi in questo modo, che hanno visto in questo persino un vantaggio per se stessi.

37. Sostenuto da secoli di esperienza, le cui basi sono state poste dagli Stati, le nostre istituzioni si distingueranno dalle loro attraverso la chiarezza e lo scopo e convincere tutti dell'utilità dei nostri cambiamenti.

Metteranno fine agli abusi, con l'aiuto di cui detenevamo i governi in nostro potere, ma quelli non saranno più tollerati in nostro regno.

38. Stabiliremo un metodo di risoluzione di calcoli, che né il re, né un piccolo funzionario può ritirare una quantità minima inosservata dalla sua destinazione o per uno diverso dallo scopo prescritto da noi.

39. Non si può governare senza un piano fisso. Persino gli eroi vengono distrutti se non lo sanno dove la loro strada li conduce e se non sono dotati proporzionalmente.

40. I principi di questo mondo, che noi gli impediamo all'adempimento dei loro doveri reali con doveri rappresentativi, partiti e discussioni, il nostro monarca serviva solo da scudo.

Le relazioni dei cortigiani e dei funzionari che rappresentavano il re in pubblico, sono stati effettivamente assemblati dai nostri confidenti. Essi contengono principalmente promesse nude sui tagli statali e sui miglioramenti, che il popolo miope era pienamente soddisfatto.

I lettori delle nostre relazioni potrebbero aver chiesto: "Come dovrebbero essere realizzati i tagli al budget? A volte a causa di nuove tasse?" Ma loro non si facevano domande simile.

Voi, miei signori, sapete a cosa ha portato questa incuria e in quale groviglio finanziario si sono messi gli Stati, orgogliosi della forza lavorativa miracolosa dei loro popoli.


PROTOCOLLO 21 (prestiti e credito)

1. Sulla mia ultima considerazione, desidero ora di aggiungere una spiegazione dettagliata della situazione di prestiti interna. Non parlerò più di prestiti esteri; loro hanno riempiti le nostre tasche di denaro dei popoli; nel nostro stato, tuttavia, non ci saranno più prestiti esteri.

2. Abbiamo usati la corruzione dei funzionari statali e la negligenza dei re per riavere i nostri soldi due, tre e multipli, mentre che noi abbiamo prestati ai governi più denaro di quanto loro avevano incondizionatamente bisogno. Chi potrebbe imitarci? Adesso mi occuperò dei i dettagli degli prestiti nazionali

3. Se uno stato vuole contrarre un prestito, redige un elenco di abbonamenti. Che i titoli di stato rilasciati possono essere assunti da chiunque, viene stabilito il valore nominale di cento a mille fiorini (soldi Olandesi).

Il giorno successivo si tratta di un aumento dei prezzi; come si suggerisce, a causa di maggiore richiesta. Ai primi abbonati viene detto che non sarà tutto essere assegnato a loro. Dopo alcuni giorni viene annunciato che il Tesoro dello Stato è sovraffollato e che non lo sanno cosa fare con i soldi.

Allora perché sono accettati? L'abbonamento supera ora l'importo richiesto più volte, ed è qui che risiede il successo speciale, perché il pubblico ha espresso in tal modo la sua fiducia nel governo.

4. Ma quando la commedia è finita, si trovano di fronte a un debito senza precedenti. Per essere in grado di pagare l'interesse, lo stato fa ricorso a un nuovo prestito che il debito esistente non cancella, ma al contrario, l’aumenta.

Quando il fiducia nello stato finalmente è esaurita, si deve inserire nuove tasse che non coprono i prestiti nuovi, ma soltanto l’interesse. Queste tasse quindi causano un debito, con il quale si paga un altro debito.

5. Poi arriva il momento della conversione, in modo che solo il tasso di interesse si abbassa e non viene cancellato il debito.

Inoltre, può essere implementato solo con il consenso dei creditori. Quando si annuncia una conversione, i creditori devono essere rilasciati liberi, o accettarlo o reclamare i loro soldi.

Se ognuno recupera i suoi soldi, lo stato sarebbe catturato nella sua stessa rete, e non sarebbe in grado di onorare le richieste di rimborso.

Fortunatamente, gli stati non sono molto esperti in materia monetaria e hanno preferiti finora alle perdite di cambio e i tagli dei tassi di interesse, oltre all'incertezza dei nuovi investimenti.

Per questo motivo abbiamo dati ai governi più di una volta l'opportunità di sbarazzarsi di un debito di diversi milioni.

I prestiti esteri non sono gestiti in questo modo, poiché sappiano, che noi ritiriamo collettivamente i nostri fondi, il che comporterebbe la bancarotta dello stato; la dichiarazione dell'incapacità di pagare dello stato proverebbe anche ai popoli che tra loro e i loro governi non ce nessun legami comune.

6. Attiro la vostra attenzione su questo fatto e anche su quanto segue: al giorno d'oggi tutti prestiti nazionali sono convertiti in cosiddetti debiti fluttuanti, che sono debiti, che devono essere ripagati per un periodo di tempo più lungo o più breve.

Questi prestiti sono assorbiti nel banche o casse di risparmio. Poiché questi fondi sono disponibili per il governo abbastanza a lungo, vengano usati a pagare l’interesse dei prestiti esteri e al suo posto il governo deposita lo stesso importo in lettere di debito.

Non tali lettere di impegno compensano tutte le perdite nei tesori degli Stati. compensato per questo

7. Non appena avremo ottenuto il dominio del mondo, tutte queste truffe saranno fermati perché non servono i nostri interessi. Chiuderemo anche tutte le borse, perché non tollereremo che la presenza della nostra dominanza sarà scioccato a causa delle fluttuazioni dei prezzi dei nostri documenti di stato.

Sarà stabilito dalla legge che il valore nominale sarà allo stesso tempo il valore del prezzo della borsa e che non ci dovrebbero essere fluttuazioni.

Ogni aumento del prezzo della borsa ha di conseguenza il ribasso del prezzo della borsa. Per questo motivo noi abbiamo creati ogni aumento e di conseguenza di essere in grado di spingere verso il basso il prezzo dei titoli.

8. Sostituiremo le borse con potenti istituti di credito statale, il cui compito sarà determinare il corso dei documenti industriali, secondo i desideri del governo.

Questi istituzioni saranno in grado di portare i documenti industriali in un solo giorno fino a un valore di cinquecento milioni sul mercato o da acquistare.

In questo modo tutte le aziende industriale diventano dipendenti da noi. Potete immaginare che potere ci siamo forniti in tal modo.


PROTOCOLLO 22 (Il potere dell'oro)

1. In tutto ciò che vi ho spiegato finora, ho faticato a darvi un'idea degli avvenimenti passati e presenti e di mostrarvi come tutto sta navigando nel flusso del destino. Presto riconoscerete le conseguenze. Vi ho fatto conoscere i segreti delle nostre relazioni con gli ambienti non membri, e della nostra politica finanziaria. Ho solo poco da aggiungere

2. Nelle nostre mani c'è il più grande potere del presente! I soldi: entro due giorni possiamo ritirare qualsiasi importo desiderato, dobbiamo ancora dimostrare che la nostra signoria è prevista da Dio (Satana)?

Non saremmo in grado di dimostrare con tale ricchezza, che tutto il male che dovevamo fare nel corso di tanti secoli, alla fine ci ha portato alla vera prosperità e all'ordine onnicomprensivo? Forse saranno ancora necessarie alcune grande misure, ma alla fine l''ordine' sarà stabilito.

3. Proveremo che noi siamo i benefattori, che hanno dato pace e libertà al mondo afflitto. Le daremo l'opportunità di rallegrarci della tranquillità e della pace, ma nella condizione espressa che le nostre legge siano rispettate.

Allo stesso tempo, forniremo tutti i chiarimenti, che la libertà non è nell'immoralità e nella mancanza di limiti, e la potenza e la dignità dell'uomo non possono mai esistere nella proclamazione di principi rivoluzionari, come per esempio, la libertà di coscienza e l'uguaglianza generale, così come, che la libertà personale non dà mai il diritto di eccitare se stessi o gli altri attraverso discorsi infuocati. La vera libertà consiste nell'inviolabilità della persona.

La dignità delle persone consistono nel riconoscere i loro diritti, ma non in idee fantastiche sul significato del loro ego.

4. La nostra dominanza sarà gloriosa perché sarà potente e governerà e guiderà; non si lascerà trascinare dai leader di partito e dalle persone che discutono, che urlano quelle parole vuote, per convincere la gente i loro principi, ma che sono puramente utopie.

La nostra dominanza sarà la stella dell'area sull'ordine, che costituisce l'intera felicità dei popoli. L'alto riguardo di questa dominanza genererà culto mistico e adorazione dai popoli.

Il vero potere non può tornare indietro per qualsiasi giustizia, nemmeno per la giustizia divina; nessuno può osare di imitarla per derubarla anche la più piccola parte.


PROTOCOLLO 23 (Indottrinamento del rispetto)

1. Per rendere i popoli abituati all'obbedienza, bisogna educarli a essere modesti. Ecco perché la produzione di articoli di lusso deve essere ridotta. In questo modo miglioreremo la moralità, che è stata rovinata dalla rivalità nella rettitudine.

2. Promuoveremo nuovamente il lavoro manuale per svantaggiare la grande industria; anche questo è quindi necessario, perché i proprietari delle fabbriche spesso, anche se inconsapevolmente, influiscono i loro lavoratori in senso ostile allo stato.

3. Un popolo interessato solo alle piccole imprese non ha disoccupazione; e devoto al ordine sociale esistente e quindi sostiene il governo. La disoccupazione è il più grande pericolo per il governo, e per noi la disoccupazione svolgerà il suo ruolo finché il potere sarà nelle nostre mani.

4. La dipsomania sarà anche proibito dalla legge e essere punito come crimine contro l'umanità, perché l'uomo diventa un animale selvatico sotto l'influenza dell'alcol.

5. I popoli, ripeto ancora, obbediscono ciecamente a un forte potere completamente indipendente, che combatte e si difende, con la spada in mano, contro ogni insurrezione sociale. Perché la gente avrebbe bisogno di un re con un'anima angelica? Devono vedere in lui l'incarnazione del potere e la potenza.

6. Gli attuali governi conducono la sua esistenza nel mezzo di un'immoralità che abbiamo noi creato e reso la società, persino negando il potere di Dio dove esplode la fiamma dell'anarchia.

Il nostro re deve quindi estinguere per forza questo fuoco consumante e, per questo scopo, quella attuale società, salvarla anche per non farla annegare nel proprio sangue, sollevandola poi, sotto la forma di un esercito ben organizzato, che combatterà consapevolmente ogni corpo dello stato minacciato dall'infezione.

7. Il nostro re sarà scelto dal nostro Dio per distruggere le forze insensate che vengano guidati dalla guida degli animali e non dalla ragione, dalla ruvidità e non dall'umanità. Queste forze ora celebrano la vittoria mentre appaiono sotto sotto l'apparenza della giustizia la legge, esercitano la rapina e la violenza.

Hanno distrutto ogni ordine sociale per impostare ora sulle sue rovine il trono del "re dei Giudei". Ma il suo ruolo sarà finito, non appena il nostro re assumerà il governo. Quindi devono essere spazzato via della sua strada, per fare in modo che non rimanga alcun ostacolo.

8. Allora potremo dire ai popoli: ringraziate Dio e inchinarti a Colui, che avrà recato sulla fronte il segno della provvidenza e la sua stella divina che conduce lui stesso, che nessuno, fuori di lui, salverà l’umanità da tutto il male.


PROTOCOLLO 24 (Qualità del sovrano)

1. Passo ora ai mezzi con cui la "Casa di David" sarà garantita per l'eternità. Il nostro metodo si baserà sugli stessi principi, che erano decisivi per i problemi in tutto il mondo ai nostri saggi, il che significa, che noi determiniamo la mentalità di tutta l'umanità.

2. Diversi membri della "Casa di David" prepareranno i re e i loro successori per il loro professione ufficiale, i secondi non secondo la legge della successione, ma secondo il loro abilità speciale.

Li avvieranno nei più profondi segreti dell'arte statale e dei nostri piani, per mezzo dei quali adotteremo tutte le misure precauzionali che nessun altro impara su questi segreti. Ciò assicurerà che tutti siano convinti che il governo può essere affidato solo a coloro che sono stati iniziati nei segreti dell'arte di stato.

3. Solo questi prescelti saranno nell'esecuzione dei nostri piani, basato sull'esperienza di secoli, nella nostra conoscenza della politica, relazioni economiche e sociali e che sono stati educati nello spirito delle leggi, che la natura stessa ha pianificato per organizzare i rapporti verso le persone.

4. Gli discendenti immediati del re sono esclusi dalla successione al trono, se dimostrano frivolezze, debolezza, spensieratezza e qualità simili durante la loro educazione, che li rende incapaci di governare o possono danneggiare il prestigio del trono.

5. I nostri saggi affideranno le redini del governo solo a coloro che possiedono l'abilità, di governare con fermezza incondizionata, sì, e se necessario anche con la crudeltà.

6. In caso di malattia o perdita di volontà, il re deve ridare le redini del governo in altre mani più capaci.

7. I piani del re per il presente, ancor più per il futuro, saranno pure sconosciuti ai suoi più stretti consiglieri. Solo il re stesso e tre iniziati conoscono i piani per il futuro.

8. Nella persona del re, che padroneggia con una inflessibile volontà verso se stesso e l'umanità, vedranno tutti l'incarnazione del destino e dei suoi percorsi sconosciuti.

Nessuno saprà ciò che il re vuole ottenere con i suoi ordini; nessuno avrà il coraggio di attraversare il suo percorso sconosciuto.

9. Naturalmente, l'altezza spirituale del re deve corrispondere al significativo dei piani che gli sono stati affidati. È per questo che il re salirà solo per la prima volta il trono, se i nostri saggi hanno stabilito le sue competenze.

10. Affinché il popolo conosce e ama il suo re, lui deve parlare a loro nelle piazze pubbliche. Questo porta all’unione necessario delle due forze, che noi oggi, abbiamo separati attraverso il terrore.

Questo terrore è stato inevitabile per noi fino ad ora, perché solo grazie alla sua separazione, siamo stati in grado di sottomettere entrambe le forze a noi.

11. Il re non può permettersi, neanche l’idea, di essere guidato e controllato dalla sua passione e certamente non dalla sensualità; sono motivazioni dei animali, che potrebbero indebolire e distruggere le sue capacita

Più di ogni altra passione, la sensualità distrugge le capacità dello spirito e la chiarezza dello sguardo, che porta la mente verso il lato peggiore e più animale della natura umana.

12. Il re del mondo della santa generazione di David, il pilastro dell'umanità, deve sacrificare la sua tendenza personale al benessere della sua gente. Il nostro monarca deve essere un esempio di impeccabilità.

Firmato dai rappresentanti di Sion del 33 ° grado


*****


EPILOGO DI SERGYEI NILUS 

Questi appunti furono asportati clandestinamente da un grande libro di appunti per conferenze. Il mio amico li trovò nella cassaforte del quartiere generale della Società di Sion che attualmente è in Francia. 

La Francia obbligò la Turchia a concedere vari privilegi alle scuole ed alle istituzioni religiose di tutte le denominazioni, che saranno sotto il protettorato del corpo diplomatico francese in Asia Minore. Naturalmente non sono comprese in queste le scuole e le istituzioni cattoliche, che furono espulse dalla Francia dai governi passati. 

Questo fatto dimostra semplicemente che la diplomazia della scuola di Dreyfus si preoccupa solamente di proteggere gli interessi di Sion e lavora per la colonizzazione dell'Asia Minore per mezzo di Ebrei francesi. 

Gli Ebrei hanno sempre saputo raggiungere l'intento per mezzo di coloro che il Talmud chiama i loro "bruti lavoratori": parole che indicano i Gentili in genere. Secondo gli archivi del Sionismo ebraico segreto, Salomone ed altri dotti Ebrei, già sin dal 929 avanti Cristo studiarono in teoria un progetto per la conquista pacifica dell'intero universo da parte di Sion. 

Mentre la storia si svolgeva, questo progetto fu studiato in tutti i suoi particolari e completato da uomini che erano successivamente iniziati a questo problema. 

Questi sapienti decisero di conquistare il mondo per Sion adoperando mezzi pacifici, e cioè coll'astuzia del serpente simbolico, la cui testa doveva rappresentare gli iniziati ai piani dell'Amministrazione Giudaica, ed il corpo il popolo ebraico. L'amministrazione fu sempre tenuta segreta, persino alla stessa nazione ebraica. 

Questo serpente, penetrando a mano a mano nel cuore delle nazioni che incontrava, scalzò e divorò tutto il potere non Ebraico di questi Stati. È predetto che il serpente deve continuare il suo lavoro seguendo strettamente il piano prestabilito, fino a che il cammino che deve percorrere non sia chiuso col ritorno del suo capo a Sion, finché, con questo mezzo, il serpente non abbia completato il suo anello intorno all'Europa, e - dopo aver incatenato l'Europa - non abbia accerchiato il mondo intero. 

Questo compito deve condurre a termine sforzandosi di soggiogare gli altri paesi con la conquista economica. Il ritorno della testa del serpente a Sion può aver luogo solennemente quando il potere di tutti i Sovrani dell'Europa sia stato abbattuto; vale a dire quando, per mezzo di crisi economiche e di distruzioni in massa, effettuate ovunque, sarà avvenuta la demoralizzazione spirituale e la corruzione morale,


*****

Sa Defenza non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicati, né delle opinioni che in essi vengono espresse.



Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!