giovedì 22 novembre 2018

I terroristi continuano a pianificare un attacco di falsa bandiera chimico a Idlib in Siria

Tahrir al-Sham Hay'at (il Levant Liberation Board o il Fronte di Al-Nusra) ha trasferito una nuova spedizione di materiali chimici in una località non specificata nella provincia di Idlib tra i tentativi di mettere in scena un attacco di bandiera falsa nella zona demilitarizzata, un russo outlet riportato martedì.

Ian Greenhalgh
VT
Sa Defenza 




Il sito web in lingua araba Sputnik ha citato fonti ben informate che rivelano che Tahrir al-Sham ha trasferito una nuova spedizione di materiali velenosi dalla città di al-Dana a Nord di Iblib verso una destinazione sconosciuta nella provincia.

Ha inoltre affermato che i terroristi di Tahrir al-Sham hanno prelevato la partita, comprese 5 bombole di gas di cloro, da un magazzino vicino ad al-Dana con severe misure di sicurezza, aggiungendo che nessun militante siriano è stato coinvolto nell'operazione.

L'agenzia di stampa ha proseguito affermando che Tahrir al-Sham, con la cooperazione dei militanti di White Helmet Organization (i Caschi Bianchi finti soccorritori) , hanno distribuito un grande volume di materiali chimici attraverso la zona demilitarizzata nella Siria settentrionale e nord-occidentale per usarli in un attacco chimico di falsa bandiera  per successivamente accusare l'esercito di Damasco e dare la scusa  alle potenze occidentali di attaccare l'esercito siriano nella zona colpita dalla guerra.

Sputnik ha citato fonti anonime, rivelano, che all'inizio di questo mese terroristi di Tahrir al-Sham e Jeish al-Izzah hanno arrestato 29 uomini del loro gruppo e 5 membri dei White Helmets, accusandoli di essere coinvolti nella divulgazione delle informazioni sulle armi chimiche e gas velenosi, indicando le posizioni di stoccaggio e il loro trasferimento in nuove posizioni.

Tahrir al-Sham e Jeish al-Izzah hanno istituito un comitato congiunto, 3 giorni fa, per indagare e trovare le spie al loro interno che hanno permesso la fuga di notizie sulle armi chimiche.

Sputnik ha citato un'altra fonte che ha rivelato che i terroristi di Tahrir al-Sham e Jeish al-Izzah hanno avviato vaste indagini sulle fonti eccellenti dietro la divulgazione delle notizie  sul trasferimento dei carichi di materiale chimico in diverse regioni della provincia di Idlib.

Inoltre ha affermato che la mossa di Tahrir al-Sham è arrivata dopo che gruppi terroristici hanno avuto una riunione a Khan Sheikhoun, nel sud-ovest di Idlib, per istituire un comitato investigativo.

Il sito in lingua araba Sputnik ha continuato dicendo che il comitato è responsabile del interrogatorio dei terroristi e dei membri dell'organizzazione militante White Helmets sulle informazioni trapelate.

Negli ultimi mesi diversi media arabi hanno pubblicato rapporti sulle attività con agenti chimici dei gruppi terroristici a Idlib.

Nel frattempo, fonti ben informate hanno riferito a fine ottobre che Jeish al-Izzah ha trasferito 2 cilindri di gas Sarin e cloro da al-Latamina a Qala Maziq nel nord-ovest di Hama per consegnarli ai militanti alleati di Ansar al-Tohid.
*****


Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!