mercoledì 10 luglio 2019

Benjamin Netanyahu, negazionista dell'olocausto?

Lo studioso israeliano Avner Cohen ha detto in passato che Netanyahu a volte è "pazzo". L'ex direttore di Shin Bet, Yuval Diskin, ha dichiarato che Netanyahu prende "decisioni basate su sentimenti messianici".

Jonas E. Alexis
Sa Defenza 




L'establishment dell'Olocausto dovrebbe chiedere a Benjamin Netanyahu cosa ha fatto fino ad oggi. L'establishment ripete fino alla nausea che l'Olocausto è unico - che nulla nella storia dell'umanità può essere paragonato all'Olocausto.

Lo studioso ebreo Jacob Neusner dichiarò che "l'Olocausto ... è unico, senza altri paralleli nella storia umana." [1] Daniel Goldhagen fece affermazioni simili nel suo libro Hitler’s Willing Executioners. Lo storico ebreo francese Pierre Vidal-Naquet ha condiviso opinioni simili. [2]

Molti scrittori ebrei sostengono indirettamente questa forma di dottrina in un modo o nell'altro. Per Deborah Lipstadt, minimizzare l'"unicità" dell'Olocausto significa essere un negazionista dell'Olocausto. [3]

Lo storico tedesco Ernst Nolte commise l'errore di paragonare l'Olocausto ad altri crimini commessi nella storia, come lo sterminio di Stalin del popolo russo, il genocidio armeno e i crimini di Pol Pot contro l'umanità. Per questo, Lipstadt lo ha etichettato come negazionista dell'Olocausto. Lo storico Joachim Fest difese Nolte su basi storiche e razionali e ricevette lo stesso trattamento. [4]

Ora aprendiamo che Benjamin Netanyahu ha tracciato un parallelismo tra la posizione dell'Iran sull'accordo nucleare e la Germania nazista! Lo stesso Times of Israel ha recentemente riportato:


"Il primo ministro Benjamin Netanyahu, nella giornata di domenica, ha paragonato la" pericolosa "iranazione del trattato nucleare all'occupazione nazista della Renania del 1936, in un appello ai paesi europei li invita a sanzionare la Repubblica islamica per l'arricchimento di uranio." [5]

Netanyahu ha ribadito:


"Ho discusso questa mattina ... su come è iniziata la seconda guerra mondiale in Europa. Cominciò quando la Germania nazista fece un piccolo passo, entrando in Renania. Era un piccolo passo, nessuno disse nulla e nessuno fece nulla. Il passo successivo fu l'Anschluss ... e il passo successivo fu l'ingresso in Sudetenland in Cecoslovacchia. Il resto è noto. " [6]

Per lui, l'Iran sta facendo la stessa cosa, e se l'Occidente non fa nulla, l'Occidente avrà la colpa del sangue. La cosa interessante è che gli ebrei in Iran credono che Benjamin Netanyahu sia davvero pazzo! Siamak Mareh Sedq, membro ebreo del parlamento iraniano, ha detto che Netanyahu è un "folle vampiro" mente sull'Iran e ha manipolato gran parte dell'Occidente per anni. 

Mareh Sedq  nel 2017 ha dichiarato :


"Netanyahu è un folle vampiro immerso in crimini dalla testa ai piedi, le recenti osservazioni fatte dal primo ministro razzista israeliano non mi sorprendono." [7]

L' agenzia ebraica telegrafica riferisce che "Mareh Sedq ha anche affermato che in contraddizione con le dichiarazioni di Netanyahu contro l'Iran, l'antisemitismo e il razzismo non sono mai stati testimoni della cultura iraniana" [8].

Mareh Sedq ha proseguito: "Vende menzogne ​ contro una nazione che ha salvato gli ebrei per ben 3 volte, Netanyahu ha fatto ricorso alla menzogna storica e falsificato la Torah. Forza dell'abitudine. " [9]

Nessuno può dire che Mareh Sedg sia un antisemita. Evidenzia chiaramente Netanyahu come un clown politico. Vuole l'attenzione,  e se non l'ottiene, afferma le cose più stupide che non potresti nemmeno immaginare. Puoi persino prevedere con precisione ciò che dirà ogni volta che apre bocca: minimo dirà almeno una enorme bugia. In realtà, vive e respira menzogne. Prendete i giornali e setacciateli eliminando le bugie che quest'uomo ha prodotto negli ultimi giorni.

Ciò che è così triste è che l'uomo è così delirante che pensa di essere pieno di intuizioni - grandi intuizioni, che crede salverà la vita del popolo ebraico. Se dice che l'Iran è il paese terrorista numero uno al mondo, state certi che la dichiarazione verrà ripetuta più e più volte dai suoi burattini, in particolare tra repubblicani e neocon come John Bolton.

Gli stessi funzionari israeliani sanno che quest'uomo è fuori di testa. Shlomo Ben-Ami (ex ministro degli esteri israeliano) nel 2015 ha detto :


"Netanyahu è un ideologo della catastrofe ebraica. La sua visione della storia ebraica riflette quella di suo padre, lo storico Benzion Netanyahu, che andò in America negli anni '40 per sfidare l'incapacità degli Alleati di salvare gli ebrei europei dall'Olocausto, e di mobilitare il sostegno al sionismo ...


"Non importa che Israele possieda, secondo le fonti straniere, un arsenale nucleare, oltre a una solida economia e una forte alleanza con il paese più potente del mondo; per Netanyahu, è essenzialmente un vecchio ghetto ebraico, che tenta di resistere a minacce incessanti. " [10]

Lo studioso israeliano Avner Cohen in passato ha detto che a volte  Netanyahu  è "pazzo". [11] L'ex direttore di Shin Bet Yuval Diskin ha dichiarato che Netanyahu prende "decisioni basate su sentimenti messianici" [12].

La conclusione? Ogni volta che vedete Netanyahu imbizzarrito come un cavallo selvaggio o un toro, puoi essere sicuro che non agisce secondo i dettami della ragione. Ha semplicemente bisogno di essere imbrigliato.



  • [1] Finkelstein, The Holocaust Industry, 42.
  • [2] Pierre Vidal-Naquet, Assassins of Memory: Essays on the Denial of the Holocaust (New York: Columbia University Press, 1992), 15-17.
  • [3] Finkelstein, The Holocaust Industry, 70-71.
  • [4] Deborah Lipstadt, Denying the Holocaust: The Assault on Truth (New York: Penguin, 1994), 211.
  • [5] “Netanyahu likens Iran’s enrichment breach to Nazis’ 1936 occupation of Rhineland,” Times of Israel, July 7, 2019.
  • [6] Ibid.
  • [7] “Iran’s Jewish parliamentarian calls Netanyahu an ‘insane vampire’ over Persia comparison,” Jewish Telegraphic Agency, March 14, 2017.
  • [8] Ibid.
  • [9] Ibid.
  • [10] Ben-Ami, “Netanyahu Is the Horseman of the Jewish Apocalypse,” Huffington Post, July 22, 2015.
  • [11] Avner Cohen, “Israel’s leadership: Messianic and then some,” Haaretz, May 6, 2012.
  • [12] Quoted in Daniel Tauber, “Can Netanyahu’s messianism save us?,” Jerusalem Post, July 3, 2012.
Sa Defenza non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicati, né delle opinioni che in essi vengono espresse. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o essere accettato senza farsi domande e fare valutazioni personali.


Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!