mercoledì 2 gennaio 2019

Israele Annuncia Apertamente Il Desiderio Di Voler Assassinare Assad...

Paul Antonopoulos
Sa Defenza 






TEL AVIV, Israele - La proposta del comandante militare israeliano Aviv Kochavi di rovesciare il governo di Assad sarebbe stata respinta dal governo israeliano, che ha scelto di concentrarsi sulla lotta contro il consolidamento di Teheran nel paese e sul trasferimento di armi avanzate al gruppo di resistenza libanese Hezbollah . 

Il maggiore generale Aviv Kochavi, il prossimo capo dello staff delle forze di difesa israeliane, ha pianificato l'assassinio del presidente siriano Bashar Assad per il suo sostegno a Hezbollah, secondo il giornale saudita Elaph e il Jerusalem Post.

Citando un anonimo funzionario israeliano, Elaph ha scritto che quando era a capo dell'intelligence militare delle forze di difesa israeliane, Kovachi ha manifestato l'intento di voler rovesciare il governo siriano di Assad, anche tramite l'assassinio.

Mentre Kochavi ha raccomandato di distruggere il governo di Assad erchè crede che  possa portare calamità a Israele da parte dell'Iran e di Hezbollah, il capo dell'intelligence israeliana Mossad, Yossi Cohen , "voleva una linea aperta con la Siria", cioè qualcuno con cui poter comunicare in caso di bisogno, secondo il funzionario citato.

Ma Israele ha deciso di concentrarsi a impedire il consolidamento di Teheran nel paese prendendo di mira le risorse di Iran e Hezbollah mentre "si assicura che causi danni minimi al regime di Damasco", ha detto.

Israele ha effettuato attacchi aerei contro il territorio siriano, sostenendo di aver attaccato obiettivi militari iraniani e mezzi di trasporto con armi. Tel Aviv insiste sul fatto che Teheran trasferisce armi a Hezbollah, che poi le usa contro Israele attraverso la Repubblica Araba.

L'Iran, a sua volta, ha negato di mantenere qualsiasi presenza militare in Siria, oltre ai suoi consiglieri militari, requisiti da Damasco. Teheran, così come il governo siriano, hanno ripetutamente denunciato gli attacchi aerei israeliani.

Le tensioni tra Tel Aviv e il movimento sciita libanese Hezbollah sono salite il 4 dicembre dopo che le truppe israeliane hanno lanciato l'Operazione Scudo del Nord per distruggere i tunnel di Hezbollah usati dagli israeliani per incanalare militanti jihadisti e armi tra il confine tra Israele e Libano.

Israele considera la presenza di Hezbollah in Libano e in Siria una minaccia alla sua sicurezza nazionale, in quanto il movimento è sostenuto dall'Iran, che è il principale rivale di Israele nella regione ed è una delle poche minacce legittime all'entità sionista.

*****


Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!