venerdì 7 giugno 2019

PUTIN: Trump Ha Sbagliato, La Russia Potrebbe Inviare Più Specialisti Militari In Venezuela
 





MOSCA - La Russia è pronta ad aumentare il numero di specialisti militari in Venezuela per adempiere agli obblighi contrattuali, se necessario, ha detto un alto rappresentante del Ministero degli Esteri russo.

Aleksandr Schetinin, capo del dipartimento latino americano del MRE russo, ha dichiarato a margine del Forum economico internazionale di San Pietroburgo che la Russia è pronta a espandere la presenza di specialisti militari in Venezuela.

"Se avremo bisogno di più personale, invieremo altri [specialisti militari], tanto quanto basta ", ha detto il diplomatico russo, e sottolineato:
"Se la quantità [presente oggi in Venezuela] non è necessaria, torneranno tutti. Questo è un problema assolutamente tecnico relativo all'adempimento di contratti specifici per eseguire un volume specifico di lavoro ".

Aleksandr Schetinin ha annunciato una nuova fornitura di aiuti umanitari al paese dei Caraibi e ha ricordato la nuova fase dei colloqui di Oslo tra i rappresentanti dell'opposizione venezuelana e il governo.

Ciò contraddice le precedenti dichiarazioni di Washington secondo cui la Russia avrebbe affermato di non aumentare il loro coinvolgimento e forse di ridimensionarlo.

In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin ha riferito che la Russia ha ufficialmente fornito forniture militari al Venezuela e che ora deve essere effettuata la manutenzione dell'attrezzatura fornita.

L'ex ambasciatore della Russia in Venezuela, Vladimir Zaemsky, ha detto che non si parlava di ridimensionamento del paese. Inoltre, ha sottolineato che il mantenimento delle attrezzature è stato effettuato in conformità degli obblighi della Russia con il Venezuela.

Parlando giovedì a un forum economico a San Pietroburgo, il presidente russo Vladimir Putin ha rivelato alcuni dettagli delle relazioni tra Russia e Venezuela, inclusi aspetti economici e militari.

"I vicini del Venezuela, anche quelli che condannano Maduro", ha detto, "sono un disastro totale. Per quanto posso immaginare, secondo le informazioni che ho, degli alleati degli Stati Uniti, nessuno, sostiene un intervento militare ", ha detto Putin.
Inoltre, la Russia non approva l'imposizione di sanzioni contro il Venezuela, osservando che sia i cittadini ordinari che l'economia mondiale ne soffrono.
"Non si può interferire negli affari interni di altri paesi, e ancora meno applicare sanzioni, perché, di norma, chi soffre sono milioni di semplici cittadini che non hanno nulla a che fare con le autorità governative", ha detto. 
"Se consideriamo, per esempio, che il Venezuela ha dimezzato la produzione di petrolio negli ultimi anni, se teniamo conto della situazione in cui vivono milioni di persone in Venezuela,  ci rendiamo conto di che cosa significa? Con Maduro o con la popolazione? Ecco perché non approviamo, ma,  al contrario, condanniamo tali azioni ", ha aggiunto.

Putin ha anche avvertito che il debito di Caracas con Mosca è attualmente di circa $ 3,5 miliardi e, secondo il presidente, il Venezuela sta pagando il suo prestito alla Russia in modo costante senza ritardi.

Il presidente ha aggiunto che Mosca non sta creando alcuna base militare in Venezuela. Ha spiegato che gli esperti tecnici russi sono in Venezuela per installare e mantenere attrezzature militari russe e che sono obbligati a farlo per contratto.

"Non stiamo costruendo nulla a tal proposito, non stiamo costruendo basi militari, non stiamo inviando truppe - questo non è mai successo, ma abbiamo adempiuto e continueremo a soddisfare i nostri obblighi contrattuali nell'ambito della cooperazione tecnico-militare" ha detto il leader russo.
Ha ricordato che la Russia ha ufficialmente venduto armi al Venezuela e, secondo i contratti, è obbligata a installare e fare manutenzione a queste armi. "E i nostri esperti lo fanno", ha aggiunto Putin.


*****
Sa Defenza non effettua alcun controllo preventivo in relazione al contenuto, alla natura, alla veridicità e alla correttezza di materiali, dati e informazioni pubblicati, né delle opinioni che in essi vengono espresse. Nulla su questo sito è pensato e pubblicato per essere creduto acriticamente o  essere accettato senza farsi domande e fare valutazioni personali.


Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!