lunedì 26 luglio 2021

Anche da questo post, scritto in anticipo visto che Ben è in ferie,  possiamo cogliere proprio oggi con il senno di poi, che, tutta la politica "occidentale" è sempre stata gestita da criminali e non da brave persone elette dal popolo  come ci han fatto sempre credere con la propaganda dei media mainstream...
Utile sapere, utile svegliarsi, essere consapevoli per non ricadere più  nell'errore di pensare che la storia sia autentica, ma, dobbiamo sempre essere ragionevoli e farci sempre delle domande su ogni cosa che accade su ogni evento, così comprendiamo che è tutta una manipolazione per tenerci schiavi di questa élite di criminali.
SaDefenza




Di Benjamin Fulford

Se stai davvero facendo un buon lavoro da reporter in prima linea, non ci vorrà molto prima di imbatterti nel lato oscuro dei poteri che governano il mondo. Nel mio caso, mi sono imbattuto per la prima volta nei teppisti che governano il mondo mentre riferivo sulla bolla finanziaria giapponese della fine degli anni '80. Il Giappone era molto importante all'epoca perché la bolla fece sì che gli immobili in Giappone valessero 20 volte di più di tutti gli immobili negli Stati Uniti. Anche il mercato azionario valeva di gran lunga più di quello degli Stati Uniti. Con così tanti soldi in gioco, le società finanziarie straniere e la stampa controllata volevano partecipare all'azione.

A quel tempo, ero un raro madrelingua inglese che sapeva leggere un giornale giapponese e, di conseguenza, mi venivano offerti molti lavori redditizi nel settore finanziario. Ho scelto invece di diventare un giornalista. Il mio primo lavoro di giornalista (con Knight Ridder Financial News) prevedeva l'andare ogni settimana alle conferenze stampa settimanali del ministro delle finanze (Kiichi Miyazawa all'epoca), così avevo un posto in prima fila al centro del potere giapponese.

Da quanto appreso dall'università e dai libri di riferimento il vero potere in Giappone risiedeva nel ministero delle finanze. Ciò è stato confermato quando, come primo giornalista straniero a partecipare regolarmente a questi briefing, ho notato che ogni volta che facevo una domanda, qualche burocrate sussurrava la risposta all'orecchio del ministro. Era dovuto al fatto che le mie domande raramente si adattavano al copione prestabilito che gli è stato dato da leggere. I giornalisti giapponesi, ovviamente, hanno posto domande prestabilite  sotto traccia.

In ogni caso, dopo aver realizzato che il ministro delle finanze era un burattino, ho deciso di andare direttamente alla fonte e parlare direttamente con i burocrati. Ho scoperto che mi davano risposte dirette solo quando li chiamavo di notte alle loro linee dirette e non vi erano colleghi. Fu durante una di quelle chiamate che un capo sezione esasperato sbottò "se vuoi davvero sapere cosa sta succedendo, parla con Nomura Securities".

A quel tempo, Nomura era ampiamente considerata dalla gente del posto come il centro di potere più importante del Giappone. I due presidenti si chiamavano entrambi Tabuchi, anche se non erano direttamente imparentati, in quei tempi gestivano Nomura. Erano conosciuti come il grande Tabuchi e il piccolo Tabuchi. Sapevano sempre prima della stampa finanziaria o delle altre istituzioni finanziarie quali sarebbero stati i numeri finanziari importanti prima che venissero rilasciati, e negoziavano i mercati di conseguenza.

Si scopre che i Tabuchi controllavano il Giappone come segue:
Hanno fatto una lista di 5.000 VIP (giornalisti, politici, gangster, industriali, celebrità, ecc.) e hanno prestato loro diversi milioni di dollari. Hanno quindi detto loro quali azioni acquistare con i soldi. Dopo questo, i venditori Nomura in tutto il Giappone sarebbero andati da medici, casalinghe, piccoli imprenditori, ecc., E avrebbero spinto la loro lista di "azioni consigliate". Questi sarebbero poi aumentati di prezzo, fino al punto che i VIP si sono salvati, hanno restituito i loro prestiti e hanno ottenuto milioni di profitti.
Quello che ho visto dalla prima linea (anche se all'epoca non lo sapevo) era la CIA guidata da George Bush Sr. smantellare questo impero. Sono stati eliminati in un gigantesco scandalo VIP dalla polizia giapponese che alla fine prendeva ordini direttamente da Bush. Bush aveva preso il controllo di fatto del Giappone dopo l'ordine di abbattimento del 
volo 123 della Japan Airlines, aereo abbattuto con un missile il 12 agosto  1985, uccise 498 persone, tutto al fine di costringere le autorità giapponesi all'obbedienza. Lo scopo era quello di prendere il controllo delle ingenti somme di denaro che si riversavano in Giappone durante gli anni della bolla.

All'epoca ero a conoscenza di questa acquisizione solo come il “big bang finanziario” che ha aperto i mercati finanziari giapponesi “corrotti” agli operatori stranieri “etici” come Morgan Stanley.

Una grande rivelazione per me è arrivata dopo lo scoppio della bolla finanziaria giapponese. Questo era noto come lo scandalo Jusen. La stampa giapponese era piena di storie su come il governo avrebbe pagato circa 80 miliardi di dollari per salvare queste società di prestiti immobiliari gestite da ex burocrati del ministero delle finanze. Continuavano a chiedere informazioni sulla "responsabilità del mutuatario". Quando ho cercato chi fossero i "mutuatari", ho scoperto che erano tutti gangster giapponesi. Quindi, abbiamo avuto il governo giapponese che usava i soldi dei contribuenti per salvare le aziende gestite da ex burocrati che prestavano esclusivamente ai gangster.

È stato allora che ho deciso che dovevo parlare con i gangster. Attraverso un amico, un personaggio televisivo giapponese, sono stato presentato a un gangster molto anziano (con cui ho successivamente parlato a lungo per un periodo di circa 10 anni).

Mi ha detto che i gangster erano solo degli intermediari. Ha detto che le bande prendevano solo una parte dei soldi dei contribuenti prima di passare il grosso ai broker. Ha spiegato che questo era solo un affare secondario. Una fonte molto più grande di denaro delle bande erano i lavori pubblici.

I politici fornivano loro informazioni su dove sarebbero avvenuti gli acquisti immobiliari di strade e altri lavori pubblici. I gangster quindi convincevano o costringevano i proprietari terrieri a vendere loro la proprietà. Più tardi, quando il governo acquistava la terra aveva un prezzo gonfiato, i politici partecipavano nella spartizione della torta. Questo, tra l'altro, è il motivo per cui il governo giapponese ha spinto per lo svolgimento delle Olimpiadi nonostante l'80% dell'opinione pubblica giapponese fosse contraria. I gangster devono essere comunque pagati.



Un'altra cosa che le bande hanno fatto è stata uccidere giornalisti, politici e industriali, ecc. che non erano d'accordo con il sistema.

Nella visione del mondo dei gangster giapponesi di alto livello, le bande giapponesi e il resto del mondo sono alla fine governate da "un gruppo di otto persone che sedevano attorno a un tavolo e si dividevano il petrolio e i dollari". Si scopre che avevano ragione. Questo è ciò che chiamo Octagon Group il quale gestisce la Mafia Khazariana.

Il caso che alla fine mi ha messo nel mirino la mafia khazariana è stato l'omicidio del presidente della Nippon Credit Bank (ora Aozora Bank) Tadayo Honma. Honma si sarebbe suicidato 16 giorni dopo aver rilevato la banca. Conoscevo Honma dai tempi in cui lavorava alla Banca del Giappone, quindi non ho creduto che si fosse ucciso. Così ho chiesto al mio amico gangster che mi ha detto che Honma aveva una pistola puntata alla testa e gli è stato detto di scrivere una nota di suicidio. Dopo di che, è stato drogato e strangolato. Ho scritto in dettaglio su questo per la rivista Forbes con molte prove a sostegno (non puoi pubblicare accuse come questa basate solo su una fonte anonima di gangster).

Si scopre che Honma è stato ucciso perché ha cercato di impedire che tutti i soldi nella sua banca venissero dati alla Corea del Nord. Non appena è stato ucciso, la banca è stata prosciugata di tutti i suoi fondi e il denaro è stato trasferito in Corea del Nord. Quindi Aozora ha ricevuto un enorme salvataggio da parte dei contribuenti e consegnato ai Rockefeller (tramite Softbank, Cerberus, l'ex vicepresidente degli Stati Uniti Dan Quayle, ecc.).

È stato interessante che quasi subito dopo aver scritto su Forbes che Honma era stato assassinato, la rivista Fortune ha inventato una storia di copertina dicendo che si era suicidato.

Poco dopo, sono stato contattato da un certo Barry Eisler che mi ha detto che stava scrivendo un romanzo dove un capo ufficio di Forbes, di cui io sarei stato il modello,  sarebbe stato assassinato con un'arma da infarto mentre era in metropolitana. Si scopre che Eisler era della CIA. https://en.wikipedia.org/wiki/Barry_Eisler

All'epoca pensavo fosse divertente, ma non passò molto tempo dopo l'uscita del suo libro "Rain Fall" (ora chiamato "A Clean Kill in Tokyo)" che qualcuno tentò davvero di uccidermi con un'arma da infarto quando ero in metropolitana. L'aspirante assassino era un maschio bianco più anziano che spiccava, come un pollice dolorante, nella metropolitana. Portava un dispositivo cilindrico bianco lungo due piedi e largo quattro pollici (60 x 10 cm). Appena sceso dal treno mi si è avvicinato molto velocemente da dietro puntandomi il congegno alle spalle. Sono scappato nascondendomi dietro un pilastro.

Ho scoperto che un marchio di fabbrica della Mafia Khazariana è annunciare ciò che faranno dentro un formato finction e poi fanno seguire i fatti. Ricordatevi, ad esempio, come il libro su una nave chiamata Titanic che affonda durante il suo viaggio inaugurale è uscito poco prima che il Titanic fosse affondato. https://en.wikipedia.org/wiki/The_Wreck_of_the_Titan:_Or,_Futility


Lo hanno fatto anche con uno spin-off di X-File, nello  show televisivo pilota chiamato "The Lone Gunmen" dove un aereo sperona l'edificio del World Trade Center che è andato in onda quasi un anno prima del 9.11.2001 ed era stato filmato e sceneggiato molto prima. In effetti, un buon modo per catalogare i loro crimini nel corso degli anni basterebbe cercare incidenti reali che sono stati previsti con  della  finction  stranamente accurata.

In ogni caso, questo non è stato il primo tentativo di omicidio a cui sono sopravvissuto. Un altro tentativo più serio è arrivato dalla mia fonte gangster dopo che abbiamo avuto un malinteso. Questo ha avuto luogo a Sakhalin, in Russia.

Quello che è successo è che le persone dell'Asahi Newspaper e della televisione TBS sono venute da me e mi hanno detto che Tadamasa Goto della famigerata banda Goto era all'ospedale UCLA per un trapianto di fegato. Certo, ero incuriosito, perché un noto criminale e cittadino non statunitense avrebbe avuto la priorità sulle centinaia di americani in attesa di un trapianto di fegato. Naturalmente, ho eseguito la mia fonte di gang che ha detto "se ne scrivi sarai macinato in una torta di pesce".

Quando gli ho detto che non ho risposto alle minacce, ha detto "Se lo scrivi, non ti parlerò mai più". Per me, mantenere l'accesso a una fonte di gang di livello politburo che mi ha dato dozzine di importanti scoop, era più importante di una storia relativamente banale su un gangster giapponese che si era sottoposto a un trapianto di fegato.Il report è stato successivamente interrotto dal mio collega Jake Adelstein , a cui è stato detto dai gangster associati a Goto di "cancellare la storia o sarebbe cancellata lei, e la sua famiglia". [5] https://en.wikipedia.org/wiki/Tadamasa_Goto

In ogni caso, dopo questo incontro con la mia fonte, sono andato a Sakhalin, in Russia, per fare scrivere sui giacimenti petroliferi del loco per Forbes. Mi è stato detto di visitare un grande casinò di proprietà della mafia giapponese. Il casinò era uscito da un set cinematografico. La circondavano teppisti armati ceceni che subappaltavano dai gangster giapponesi. Ero accompagnato dal gangster giapponese incaricato delle operazioni. A differenza della mia fonte, che poteva facilmente passare per un uomo d'affari di alto livello, questo ragazzo era un delinquente. Continuava anche a guardare nervosamente la porta.

Quando gli ho detto che stavo lasciando il club, ha detto "non puoi perché stai per essere ucciso". Una volta che mi sono reso conto che mi stavo preparando per un colpo, ho bluffato e ho indicato alcuni lavoratori petroliferi stranieri nel bar e ho detto: "Non preoccuparti, quei ragazzi sono della CIA e stanno vegliando su di me". Non appena mi ha sentito, il gangster è subito balzato in piedi, ha preso il telefono, ha fatto una chiamata ed è tornato molto sollevato. Ha detto: "Va bene, ora puoi tornare al tuo hotel". I ceceni fuori sembravano sorpresi di vedermi andare in pace.

Fu in quel periodo che il mio collega Paul Klebnikov (img a sx), capo dell'ufficio di Mosca per Forbes, è stato colpito ben nove volte dopo aver lasciato la sua residenza a Mosca. L'ambulanza ha impiegato un'ora per arrivare, era ancora vivo quando è salito a bordo. Klebnikov è morto in ospedale dopo che l'ascensore in cui si trovava si è fermato per otto minuti.
  (ndt. Di recente, una fonte segreta ha detto all'agenzia di stampa Reuters di ritenere che Klebnikov sia stato assassinato per alcune sue scoperte circa un’appropriazione indebita di fondi legati alla ricostruzione della Cecenia. gariwo

Quello di cui non mi rendevo conto in quel momento è che Klebnikov ed io eravamo tra i tanti giornalisti tradizionali uccisi, licenziati o fatti  ritirare dalla fazione della mafia Khazariana che lavorava sotto la supervisione di Bush Sr.

                                                      ******
Avviso ai lettori. Sono in ferie nel deserto canadese, i prossimi rapporti saranno pre-scritti. Si concentreranno sulla storia di come sono stato coinvolto nella lotta alla mafia Khazariana. Si spera che questo aiuti i lettori a comprendere meglio ciò che sta accadendo ora. Naturalmente, se succede qualcosa di veramente importante, pubblichiamo un report di emergenza.


0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!