sabato 5 gennaio 2019

CATTURATO: Scoperto Aereo USA Spia Di Ricognizione Sulla Base Russa In Siria

Nelle continue provocazioni di spionaggio USA alla Russia viene coinvolta anche l'Italia infatti come vediamo gli aerei che vanno in ricognizione alle basi russe partono da Sigonella... Quanto è importante che il governo giallo-verde ne prenda atto e sia determinato a uscire dalla NATO, anzichè confermare gli F35 come hanno fatto,  e che si denuncino queste provocazioni e intervenga a porre fine a queste pericolose molestie attuate contro la Russia. #SaDefenza



LATAKIA, Siria - Un aereo statunitense ha volato per due ore vicino a una base dell'aeronautica russa in Siria.

Un Boeing P-8A della US Navy Poseidon ha condotto un volo di ricognizione vicino alla base militare russa a Hmeimim, in Siria, secondo l'account Twitter di IntelSky.


Secondo il tweet pubblicato venerdì, gli aerei americani hanno trascorso circa due ore vicino alla costa della Siria, con diversi approcci a Hmeimim nella provincia di Latakia, in Siria, dove si trova una base dell'Air Force russa.

Secondo IntelSky, Poseidon è decollato dall'aeroporto di Sigonella,  in Sicilia, Italia, e ha volato a un'altitudine di circa 4.700 metri.

Recentemente, l'intelligence militare straniera ha aumentato le operazioni sui confini russi. Aerei e veicoli aerei senza equipaggio sono stati recentemente scoperti vicino al Krasnodar Krai in Crimea e ai confini occidentali del paese.

La scorsa settimana, un Boeing RC-135V statunitense ha condotto un'operazione di ricognizione simile, trascorrendo circa tre ore vicino alla costa della Crimea. Nei primi giorni di dicembre, sia un Poseidon che un razzo Global Hawk RQ-4B hanno sorvolato la costa russa del Mar Nero.

All'inizio di novembre, l'aviazione russa intercettò un aereo da ricognizione statunitense sul Mar Nero, scatenando una reazione delle forze armate statunitensi, che definì l'intercettazione "non sicura". Gli Stati Uniti sostengono che uno dei suoi aerei è stato intercettato nel Mar Nero da una caccia russa di "modo insicuro".

La Marina degli Stati Uniti ha anche osservato che le azioni del caccia del Su-27 a novembre hanno causato turbolenze e vibrazioni per l'equipaggio del velivolo spia.

Secondo il Ministero della Difesa russo, a novembre, il controllo del traffico aereo russo ha rilevato un obiettivo non identificato sulle acque neutrali del Mar Nero. Un caccia Su-27 ha raggiunto l'aereo del Nord America a distanza di sicurezza e lo ha accompagnato, non permettendo la violazione dei confini russi.

*****




Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!