domenica 13 gennaio 2019

Codacons Espone Documento Istituzioni e Medici pagati GSK; Documento Initiative Citoyenne espone GSK per 36 Bambini Morti Vaccino Infanrix Hexa.

Sa Defenza
Sa Defenza TM 


Presidente CODACONS Carlo Rienzi

Codacons, associazione difesa consumatori espone sul suo sito , e denuncia tramite Radio Popolare, documento con lista di Istituzioni e Medici che vengono assoldati da aziende produttrici di farmaci e vaccini come la Glaxo Smith Kline, inoltre denuncia e mostra il video, presso la sede USA della multinazionale farmaceutica, dove la ex ministra Lorenzin ed il Dr Guerra brindano con i vertici della GSK a cui hanno promesso una campagna vaccinale ai danni dei bambini in Italia. 

Un documento confidenziale di GlaxoSmithKline recentemente divulgato alla stampa ha rivelato che entro un periodo di due anni, un totale di 36 bambini sono deceduti dopo aver ricevuto il vaccino 6-in-1 , Infanrix Hexa. [1] Secondo il sito web Initiative Citoyenne [2] che ha riportato la notizia, il documento di 1271 pagine ha rivelato che GlaxoSmithKline ha ricevuto un totale di 1.742 segnalazioni di reazioni avverse tra il 23 ottobre 2009 e il 22 ottobre 2011, incluse 503 reazioni avverse gravi e 36 morti. 

InitiativeCitoyenne ha dichiarato: "Non è che GSK non ha registrato 14 morti tra ottobre 2009 e fine ottobre 2011, come avevamo calcolato in origine, ma ben 36 (14 dal 2010 al 2011 e 22 dal 2009 al 2010). Oltre a questi 36 decessi almeno 37 altri decessi (morte improvvisa principalmente), portando il totale ad almeno 73 morti dal lancio del vaccino nel 2000, e ancora, questo riguarda solo la morte per morte improvvisa, nessun ulteriore recupero di sotto-segnalazione."

"Come si evince dall'articolo viene detto a chiare lettere che è universalmente riconosciuto dai tossicologi che combinazioni di sostanze chimiche tossiche possono portare ad aumenti esponenziali della tossicità vaccinale; eppure il ministro della sanità del governo del cambiamento Grillo non fa nulla per eliminare questi mortali vaccini per i bambini e continua sulla strada dell'ex ministro Lorenzin alla faccia della salute degli italiani ". 

#SaDefenza

Vaccini mortali? Il ministero della Salute denuncia il Codacons per procurato allarme

La reazione dopo un esposto presentato a Catania dall'associazione consumatori. I vaccini accusati di aver causato la morte di 13 bimbi





Codacons pubblica il rapporto AIFA scomparso, altra denuncia per la Lorenzin



Ecco il documento sulle segnalazioni di reazioni avverse legate ai vaccini nel triennio 2014/2015/2016.

Lo pubblichiamo per una ragione fondamentale: siamo sicuri che su questa storia serva la massima trasparenza. Non perché siamo contrari ai vaccini (non lo siamo affatto, lo abbiamo ripetuto 1000 volte e lo facciamo ancora) ma perché un’informazione completa è indispensabile per cittadini e decisori pubblici.

La trasparenza ha un pregio fondamentale: garantisce la tutela dei diritti di tutti.

RIASSUNTO DELLA CONFERENZA DEL CODACONS

In sostanza AIFA evidenzia, negli anni 2014, 2015, 2016:
– un totale di 21.658 reazioni avverse (8182, 7892, 5584)
– di cui 3.351 solo da esavalente (infanrix hexa) (1857, 992, 702)
– di cui 454 gravi (danni neurologici)
– di cui 5 decessi (neonati prematuri vaccinati a 2 mesi e mezzo/3 con infanrix e prevnar, due dei quali anche rotavirus) due in piemonte, 1 in lombardia, 1 in sicilia, 1 basilicata.
dal 2005 al 2015 + 40% aumento di bambini con deficit del neurosviluppo in italia
alluminio contenuto nei vaccini è neurotossico e facendo più vaccini insieme ravvicinati si supera la soglia facilmente (i 5 morti hanno subito vaccini in simultanea)
Per ottenere i dati dall’AIFA il CODACONS ha dovuto fare denuncia ed è partita una inchiesta (per omissioni di atti di ufficio) dalla Procura della Repubblica di Torino.
I dati sono comunque sottostimati (si rifanno solo alle segnalazioni) e c’è da pensare che l’AIFA stia occultando documentazioni in merito alla farmacovigilanza (dichiarazioni on. Zaccagnini)
la ministra Lorenzin è stata denunciata alla Procura della Repubblica in quanto PUR ESSENDO A CONOSCENZA DI QUESTI DATI dal 10 maggio, non li ha resi noti al parlamento, ed ha comunque emesso il decreto il 19 maggio IGNORANDO I DATI di portata di gran lunga superiore al famoso “1 su un milione”
Il decreto legge è tutt’ora coperto da segreto.
Codacons chiede:
– no all’obbligo laddove non ci sia epidemia
– esami prevaccinali
– vaccini singoli

-Per rivedere cliccare il seguente link:

https://www.facebook.com/CodaconsOfficial/videos/10155093652521999/


COD1 COD2 COD3 COD4COD5 COD6 COD6 COD7COD9


*****
https://sadefenza.blogspot.com/2019/01/codacons-espone-documento-istituzioni-e.html



Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!